Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 23 numero 22 – 24 giugno 2020

Scritto da
24 Giugno 2020

Agenzia settimanale – Anno 23 numero 22 – mercoledì 24 giugno 2020
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it

Auserinforma

Su Rai Tre dieci minuti dedicati all’Auser
Venerdì 26 giugno alle ore 10,50 circa su Rai Tre andrà in onda la trasmissione di Rai Parlamento Spazio Libero, dieci minuti interamente dedicati  ad Auser e al suo impegno durante l’emergenza Covid-19.
In collegamento dalla  sede Rai di Cagliari il presidente Nazionale Enzo Costa. Partecipa alla trasmissione anche Giacomo Pigni il giovane volontario Auser insignito di recente dal presidente Mattarella Cavaliere della Repubblica.

Bolzano: Auser, Anteas e Ada unite per gestire il trasporto sociale
E’ stata creata una associazione temporanea d’impresa costituita dalle tre associazioni che fino ad oggi avevano svolto il servizio di trasporto sociale separatamente. La nuova associazione si è aggiudicata il bando del Comune di Bolzano che ha messo a disposizione un budget di 40mila euro, con l’obiettivo di fornire ai cittadini anziani della città un servizio di trasporto sociale più efficiente ed organizzato. Ci sarà un unico centralino che raccoglierà le chiamate e gestirà le richieste.
Fonte: Alto Adige

Siracusa, Auser riparte dal Vivaio comunale
L’Auser territoriale di Siracusa ha firmato un protocollo di collaborazione con una splendida realtà della provincia di Siracusa: l’associazione Rifiuti Zero che ha in cogestione il vivaio comunale, una area di oltre 4000 metri ricca di ogni tipologia di piante. Erano presenti per il comune di Siracusa, l’assessore al volontariato Rita Gentile e il presidente regionale Pippo Di Natale. Con la firma dell’accordo l’Auser avvierà una serie di attività all’aperto che segneranno la ripresa post covid. “A giudicare della presenza e della soddisfazione dei soci e di tutti noi – sottolinea il presidente territoriale Francesco Di Priolo –  penso che non potevamo avere una ripresa delle nostra attività migliore di questa”.
Il protocollo è stato siglato dalla presidente dell’associazione Rifiuti Zero che è inserita nel circuito internazionale Zero Waste, l’avvocatessa Emma Schembari e da Francesco Di Priolo.

Bovalino (RC), Auser inaugura la panchina della gentilezza
L’Auser noi ci siamo di Bovalino (RC) ha inaugurato la prima panchina viola dedicata alla gentilezza e al rispetto l’uno dell’altro.  Una panchina tutta viola, colore simbolo della trasformazione e della ricerca interiore, ricerca di nuovi spazi ed equilibri. L’idea è stata condivisa da tutto il direttivo. L’auspicio dell’associazione è che l’iniziativa si possa diffondere anche in  altri comuni.

Canegrate (MI), uno sportello d’ascolto per accettare la convivenza con il Covid-19
Da una parte c’è chi ha paura a uscire da casa e dall’altra c’è chi cerca di fare come se nulla fosse: due reazioni speculari che evidenziano un disagio post Covid. Auser di Canegrate (MI), attivando uno sportello d’ascolto, ha pensato, non solo a coloro che sono stati colpiti dal cosiddetto “lutto sospeso”, ma anche alle persone che a livello psicologico non hanno ancora superato il lockdown ed accettato la futura convivenza con il Covid-19.
Il servizio, che vede il patrocinio del Comune, offre ai canegratesi di tutte le età l’opportunità di parlare con tre psicologhe qualificate.
 «In questo periodo abbiamo tutti dovuto affrontare nuove difficoltà, spesso da soli e senza la possibilità di condividere preoccupazioni, dolori, lutti, ansie, emozioni – spiega il presidente Auser Gerolamo Bienati -. Il distanziamento sociale, l’impossibilità, per intere settimane, di vedere e incontrare le persone care hanno reso più difficile elaborare gli eventi. Ora le cose stanno lentamente cambiando, e proprio ora c’è più bisogno di qualcuno con cui parlare dei propri vissuti e delle prospettive».
Le persone che richiederanno il servizio ad Auser saranno messe in contatto con le psicologhe ed effettueranno tre incontri gratuiti. Al servizio potranno rivolgersi non solo adulti, ma anche bambini: «Nel caso in cui un genitore percepisca il disagio del figlio può rivolgersi a questo sportello – spiega Bienati -. Un primo campanello d’allarme può essere l’evitare di uscire di casa oppure i disturbi del sonno».
Fonte: legnanonews.com

Cossato (BI): il virus fa rinascere l’Auser
A Cossato (BI) rinasce l’associazione di volontariato Auser su iniziativa di Marco Abate, con altri volontari che già durante l’emergenza Covid hanno dato una mano quando necessario. Lo scopo dell’associazione è aiutare chi è in difficoltà collaborando con il Comune, il Cissabo, le parrocchie e le altre associazioni presenti anche nei paesi limitrofi. «L’Auser a Cossato c’è stata fino al 2007 e ha collaborato con il Comune, ad esempio per la cura della pineta e per l’asilo nido di Lorazzo o per la manutenzione lungo il torrente Strona – ha detto Abate l’altro giorno durante la presentazione, avvenuta presso il ristorante pizzeria Giulia che sarà anche la sede di ritrovo dell’associazione Auser Volontariato Cossato -. Abbiamo deciso di rimetterla in piedi perché riteniamo che in città se ne senta l’esigenza: nei mesi scorsi abbiamo collaborato con le parrocchie e aiutato le persone che erano in quarantena, ad esempio portando il loro cane a passeggio o portando fuori l’immondizia. Per ora le adesioni sono una ventina e siamo pronti ad accogliere pensionati e giovani che vogliano mettersi a disposizione».
Per informazioni: 3491287320 – marco.abate1957@gmail.com
Fonte: La Stampa

Palermo, riapre il Giardino del Benessere
Dopo la chiusura per causa Covid19 e in considerazione delle ultime disposizioni nazionali e regionali, da questa settimana sono riprese le attività del “Giardino del Benessere”, bene confiscato alla mafia ed affidato ad Auser Provinciale Palermo dal Comune di Palermo.
Il progetto, sostenuto da Fondazione Con il Sud, Fondazione Sicilia ed Auser Nazionale, nasce dalla collaborazione dell’Auser Provinciale Palermo con People Help the People e Auserolontariato Sicilia.
Tantissime le attività, tra salute e benessere ed attività motorie sia libere che organizzate come ginnastica dolce, balli di gruppo, attività di avviamento allo sport per bambini, attività del tempo libero, bocce, carte, dama, scacchi, serate danzanti etc., compatibilmente con le norme nazionali e regionali, nella massima sicurezza per i partecipanti, con l’obiettivo di fare usufruire il giardino a tutti i cittadini e restituire così un bene alla collettività.
Ogni lunedì e venerdì dalle ore 09:30 alle ore 12:30 si svolgeranno i laboratori di attività motoria ed il martedì e giovedì dalle ore 16:00 alle ore 19:00 il laboratorio di Salute e Benessere.
Per informazioni: https://www.facebook.com/ilgiardinodelbenessere.palermo
Fonte: trapaniok.it

 
Brescia, Giuseppe Gambarelli  è il nuovo presidente provinciale

Si è svolta nel salone Buozzi della Camera del Lavoro di Brescia l’assemblea dei delegati dell’Auser provinciale chiamata a eleggere la nuova dirigenza che guiderà l’associazione nei prossimi anni. Al termine della fase di consultazione, l’assemblea ha eletto Giuseppe Gambarelli quale nuovo presidente, affiancato da Pietro Prevedoni e Amelia Pisante nel ruolo di vicepresidenti. Un applauso ha salutato Giovanni Marelli e Roberto Resini, arrivati a fine mandato, e ha espresso loro il ringraziamento per l’importante lavoro svolto in questi anni, capace di cogliere importanti risultati nei servizi, nell’aiuto alla persona, favorendo l’invecchiamento attivo e valorizzando il ruolo dei «diversamente giovani» all’interno della società.
L’assemblea, alla quale hanno partecipato anche Lella Brambilla (presidentessa di Auser Lombardia), Angelo Andreoli (segretario Cgil Brescia) e Pierluigi Cetti (leader Spi Cgil), è stata un’utile occasione per illustrare il bilancio sociale dell’Auser Brescia, associazione che sviluppa molteplici attività – dal volontariato alla promozione sociale – ed è presente capillarmente su tutto il comprensorio con ben quaranta circoli, circa 5500 iscritti e più di mille volontari. Fra le attività centrali dell’opera di Auser vanno ricordati il servizio di assistenza telefonica «Filo d’argento» e gli accompagnamenti protetti, iniziativa che garantisce il trasporto periodico di persone anziane in ospedali o Rsa e che nel 2019 si è attestato su 1 milione e 200 mila chilometri percorsi dai volontari.
Fonte: Brescia Oggi

 
Gavorrano (GR), nasce il progetto solidale per un aiuto concreto anche dopo l’emergenza

Da un aiuto nato in un periodo di emergenza ad un coordinamento vero e proprio che continuerà ad occuparsi delle esigenze della comunità di Gavorrano fino a che ce ne sarà bisogno. Il sindaco Andrea Biondi ha presentato nei giorni scorsi il progetto “Gavorrano Solidale”, nato dall’unione di più forze: quella della Croce Rossa, dell’Auser e della  Commissione pari opportunità. Dall’esperienza maturata durante il picco dell’epidemia dunque nascerà una realtà duratura che avrà un direttivo, a cui il Comune destinerà una somma, tra gli 8 e 10 mila euro, per gli aiuti. Il coordinamento si occuperà dei pacchi alimentari ma anche di aiuti immediati nel caso ci fosse bisogno di pagare delle bollette o altre spese necessarie. Sarà fatta un’analisi scrupolosa delle varie situazioni ma sarà anche una procedura snella per permettere l’intervento immediato in caso di necessità».
Fonte: Il Tirreno

Castel San Pietro (BO), “Dona la spesa” fino al 31 agosto
E’ stata prorogata fino al 31 agosto l’iniziativa di solidarietà ‘Dona la spesa’ organizzata grazie alla collaborazione fra Coop Alleanza 3.0 e Auser di Castel San Pietro (BO) per sostenere le famiglie in difficoltà della zona. L’iniziativa prevede la possibilità per chi fa la spesa al supermercato Coop di Castel San Pietro di donare, richiedendolo direttamente alla cassa, 1 euro (per 1 piatto di pasta) o 5 euro (per un pasto completo); oppure i soci possono donare l’equivalente in punti (100 punti = 1 euro, 500 punti = 5 euro). Periodicamente, la cifra donata viene consegnata sotto forma di buoni spesa all’Auser di Castel San Pietro, indicata dal Comune quale referente del progetto, che la utilizza per acquistare i prodotti di cui necessitano maggiormente le persone e le famiglie in condizioni di fragilità. «Fino ad ora nel supermercato di Castel San Pietro sono stati raccolti buoni spesa per 360 euro – afferma, a nome di tutti i volontari, Graziella Montebugnoli, referente pro tempore dell’Auser castellana.
Fonte: Il Resto del Carlino

 
Empoli (FI), verso il ritorno alla normalità

Adeguare le sedi agli attuali protocolli anti-contagio, provvedendo alla sanificazione delle strutture per garantire sicurezza a tutti. Auser Empolese Valdelsa si prepara a riprendere la sua tradizionale attività in ambito sociale, fermo restando che molti dei presidi che svolgono servizi di volontariato sono rimasti aperti per il lockdown, svolgendo attività di supporto agli anziani e alle persone in difficoltà. «Da tutta la presidenza Auser territoriale – spiega la presidente Daniela Tinghi – va un forte apprezzamento e ringraziamento a tutti i volontari e ai giovani pony Auser che si sono adoperati nei vari servizi, dimostrando un elevato senso di appartenenza alla nostra associazione. Ora possiamo programmare la riapertura anche di tutte le sedi associative che svolgevano attività ricreative e culturali. Una porta aperta è meglio di una porta chiusa, lo faremo con gradualità e nel pieno rispetto delle regole previste dai decreti». Le persone sole e anziane non hanno vissuto bene questa emergenza: da un lato hanno dovuto fare i conti con una malattia che si è rivelata molto severa nei confronti delle fasce più deboli, mentre dall’altro sono state costrette a rinunciare alla socialità e alle abitudini. «Da trent’anni – dice ancora Tinghi – costruiamo momenti di socializzazione e occasioni per uscire di casa e incontrare altre persone perché se si esclude e si isola una persona sola, subentra il fattore malattia che si chiama depressione.
Fonte: La Nazione

Montale (PT), un tè con l’autore
A Montale (PT) la cultura riprende on line con il progetto «Un tè con l’autore» proposto dall’Auser e realizzato in collaborazione col Comune. Gli incontri con gli scrittori si terranno in video-conferenza, sulla piattaforma Zoom, in attesa di poter utilizzare la villa Smilea non appena sarà superata l’emergenza sanitaria. La finalità del progetto è promuovere la presentazione di libri nella biblioteca della Villa Smilea, per valorizzare sia l’ambiente prestigioso della villa che il patrimonio librario. Il presidente dell’Auser Franco Pessuti e l’assessore alla Cultura del Comune di Montale Tiziano Pierucci hanno deciso di dare inizio al progetto organizzando on line la presentazione del primo libro, che si terrà mercoledì 24 giugno, alle ore 15, su piattaforma Zoom. Il volume di cui si parlerà in video-conferenza è il romanzo della scrittrice Orietta Fantechi intitolato «Il catalizzatore (il gatto che mandava sogni)» pubblicato da Europa Edizioni. L’autrice sarà collegata on line con Montale dall’isola di Stromboli. Insieme all’autrice sarà presente l’attore montalese Franco Paluzzi, che leggerà alcuni passi del romanzo. A Villa Smilea sarà presente anche la nuova responsabile della biblioteca Giulia Mazzotti, che si è mostrata fin da subito entusiasta del progetto, e la conduttrice dell’incontro Dunia Topazzi. Coloro che sono interessati a partecipare, potranno richiedere il link per l’adesione alla biblioteca del comune di Montale (tel. 0573-952250, dal lunedì al venerdì ore 9.00/14.00) o all’associazione Auser (tel. 3427720243). La presentazione verrà registrata e riproposta sul canale YouTube del Comune di Montale. «Con questa iniziativa – dice l’assessore Pierucci – intendiamo offrire l’opportunità alla cittadinanza di riprendere i contatti con il mondo della cultura e della letteratura, promuovendo, in collaborazione con Auser, ulteriori presentazioni di libri con un progressivo coinvolgimento del numero di persone in presenza, compatibilmente con le prescrizioni anti covid»
Fonte: La Nazione

Gara di pittura on line dell’Università delle Liberetà di Trieste
L’Università delle Liberetà di Trieste, in questo periodo in cui è rimasta chiusa per la pandemia, ha intrapreso un’iniziativa per coinvolgere, a distanza, i soci interessati all’arte pittorica. È nata così la prima Ex Tempore di pittura on line, completamente “smaterializzata”, che ha dato ai soci la possibilità di concorrere presentando proprie opere, realizzate a casa nell’arco di tre giorni, sul tema “La vita e i colori intorno a me”.
Le immagini fotografiche, della migliore definizione possibile, sono state inviate con email o WhatsApp. Le opere, pubblicate sul sito dell’Associazione (http://trieste.auserfvg.it/restando-a-casa/), sono state valutate da una giuria tecnica composta dai docenti dei corsi di disegno e pittura e da esperti d’arte e di fotografia, che con il loro voto hanno definito i primi tre lavori da premiare.
I premi consistevano in buoni, rispettivamente di 50, 30 e 20 euro, da utilizzare per le iscrizioni ai corsi dell’anno accademico 2020-2021. Una giuria popolare ha inoltre votato online.  Il premio per il primo arrivato, consisteva in una Coppa di riconoscimento. L’iniziativa ha avuto una buona partecipazione: quindici artisti hanno inviato le loro opere. Il primo posto è stato attribuito dalla giuria tecnica all’opera dal titolo “Primavera in lockdown”, valutazione che è stata confermata dall’elevato numero di voti ottenuti sul sito dell’Associazione.
A settembre, all’inizio delle iscrizioni, ci sarà la cerimonia di consegna dei premi, questa volta con presenza fisica degli autori.

 
Crema (CR), i numeri dell’impegno durante l’emergenza
Partner del Comune nel sostegno agli over 65 e alle persone in quarantena, l’Auser  ha compiuto 468 servizi, dalla spesa a domicilio, alla consegna di farmaci, all’aiuto nella risoluzione delle pratiche. Le domande d’accesso ai Buoni spesa sono state 902, delle quali 690 ritenute valide. Complessivamente “sono stati raggiunti 611 nuclei con 564 buoni spesa, 38 pacchi alimentari e in 9 casi entrambi”. Un sostegno arrivato dal fondo nazionale del Dipartimento di Protezione civile e dalle donazioni al Comune. Il servizio di solidarietà alimentare erogato con la Caritas locale è stato di 200 mila euro (182 mila della Protezione civile, 18 mila grazie a donazioni dei cittadini).
Fonte: Crema Online


Anziani e dintorni

Webinar di Italia Longeva sull’Assistenza Domiciliare
Italia Longeva ha organizzato per il prossimo 7 luglio un webinar sull’assistenza domiciliare integrata  dal titolo Assistenza Domiciliare Integrata: ripensare modelli e strumenti a partire da quanto imparato in emergenza”. Il webinar di svolgerà dalle 16.00 alle  18.30. L’obiettivo è di mettere i decisori e gli attori sul territorio a confronto e condividere alcuni denominatori comuni di modelli virtuosi – anche di quelli emersi durante la gestione dell’ADI in pandemia – al fine di delineare possibili percorsi di riorganizzazione del setting assistenziale.
Per seguire l’evento occorre registrarsi sul sito www.italianlongeva.it

“Spazio fragilità”, a Novara un luogo di ascolto per anziani e persone disabili
Anziani, persone disabili e famiglie: l’obiettivo di “Spazio fragilità” è offrire loro un aiuto. “Spazio fragilità” è un luogo di ascolto, in viale Roma alla Asl, dove possono recarsi persone in difficoltà. Al momento lo spazio è chiuso fisicamente, ma gli operatori hanno deciso di attivarsi con modalità alternative a quelle in presenza per garantire il proprio sostegno alla cittadinanza.
Da lunedì 22 giugno, via mail o al telefono si possono chiedere informazioni rispetto a servizi di sostegno alla domiciliarità, servizi e prestazioni sanitarie territoriali, servizi alternativi alla permanenza domiciliare, orientamento nel quadro della legislazione vigente, consulenza relativa alle procedure per l’attivazione di servizi o l’accesso a prestazioni e attività e iniziative offerte dalle associazioni e degli enti di Terzo Settore.
Dopo il colloquio ogni situazione verrà valutata per indirizzare al meglio le famiglie. Il servizio è gestito da assistenti sociali dell’Asl No e del Comune di Novara, con il supporto dei volontari delle associazioni e degli enti del Terzo settore. La consulenza è gratuita.
Lo Spazio Fragilità è uno degli interventi di “Una comunità che cura” progetto che si colloca nel quadro del Bando “We.ca.re: Welfare Cantiere Regionale – Strategia di innovazione sociale della Regione Piemonte”.
Fonte: Novara Today


Associazionismo Volontariato Terzo Settore

Il Forum del Terzo Settore agli Stati Generali dell’economia
“Una parte significativa delle risorse del Recovery Plan vanno dedicate alla creazione di una rete permanente di protezione sociale che metta in connessione i bisogni delle persone e delle comunità con le istituzioni e il terzo settore. Una valorizzazione del ruolo sociale ed economico del terzo settore per il quale è indispensabile prevedere misure di sostegno alla capitalizzazione del sistema e ai processi di innovazione tecnologica e organizzativa del terzo settore.” È questa in sintesi la proposta avanzata da Claudia Fiaschi, Portavoce del Forum nazionale del Terzo Settore, intervenuta agli Stati Generali dell’Economia a Villa Pamphili dove il Forum ha presentato un proprio documento per il rilancio del Paese.
Il primo passo è quello di definire i LEP, i livelli essenziali delle prestazioni, previsti dalla Costituzione e mai attuati, indispensabili per configurare un piano di azione Sociale omogeneo e attento ai soggetti più fragili. Il piano deve essere anche l’occasione per far evolvere il potenziale sociale, economico ed occupazionale di alcuni settori di attività del terzo settore come quelli della cultura e dello sport sociale spesso in prima linea proprio nei territori più deboli.
Da non sottovalutare il ruolo della cooperazione sociale e dell’impresa sociale nelle politiche attive per il lavoro a favore delle persone più deboli nell’accesso al mercato del lavoro.
“Per questo – ha spiegato Fiaschi durante il confronto – siamo convinti che oggi sia assolutamente necessaria l’attivazione di un piano pluriennale, che permetta al Paese di assumere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dettati dall’Agenda 2030 dell’ONU.”
Fonte: Forum Terzo Settore

Il rilancio post crisi degli enti del terzo settore. Il nuovo ebook del Cesvot
È online il nuovo eBook di Cesvot, “Il rilancio post crisi degli enti di terzo settore”, uno strumento per reagire alla crisi causata dall’emergenza sanitaria che ha coinvolto gli enti di terzo settore. La pubblicazione è di Stefano Martello, giornalista e comunicatore esperto di comunicazione integrata.Nell’eBook il lettore è guidato alla scoperta dei processi di gestione organizzativa e strutturale necessari per la costruzione di un rilancio maturo, esplorando ogni singola fase della strategia: dall’analisi di potenzialità e vulnerabilità, alla definizione degli obiettivi, alla misurazione dei risultati.L’eBook si concentra su quella che nella gestione di crisi è denominata fase di “rilancio”, sempre interdipendente alle fasi di pianificazione e di contrasto. Centrale nel testo la dimensione programmatica della comunicazione, e del comunicatore, come facilitatore nel raccordo tra i diversi soggetti – interni ed esterni all’organizzazione – e le diverse
L’eBook è scaricabile gratuitamente in formato pdf sul sito www.cesvot.it previa registrazione all’area riservata.

Mettiamoci in Gioco contro la scelta della Regione Piemonte di favorire l’azzardo
“Mettiamoci in gioco”, la Campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo, esprime la propria ferma contrarietà all’emendamento, voluto dalla Giunta della Regione Piemonte, con cui si elimina la retroattività della norma che prevede il divieto dell’offerta di gioco d’azzardo nelle vicinanze di “luoghi sensibili” come scuole, parrocchie, istituti di credito. Di fatto, l’emendamento mina alla radice l’efficacia della legge regionale sul contrasto al gioco d’azzardo, che ha permesso la chiusura di numerose opportunità di gioco.
In particolare, colpisce il modo in cui si è arrivati alla presentazione dell’emendamento, in un blitz notturno con il quale si è inserita la nuova norma in un decreto “omnibus” che ha tutt’altre finalità.
Mettiamoci in gioco ritiene grave che questo cedimento agli interessi della lobby dell’azzardo avvenga proprio in un momento di profonda crisi economica e sociale, in cui certo non andrebbero incentivati comportamenti che producono sperpero di denaro, aggravando in molti casi situazioni di povertà e precarietà economica.
Per informazioni: www.mettiamociingioco.it


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it www.auser.it

 

 

 

 

 

 

 

 

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *