Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 23 numero 34 – 14 ottobre 2020

Scritto da
14 Ottobre 2020

Agenzia settimanale – Anno 23 numero 34 – mercoledì 14 ottobre 2020
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


 

 

 

 

 

Auserinforma

7229 lettere ai nonni di tutta Italia, successo dell’iniziativa di Nonno Nanni e Auser
7229, questo il numero delle  lettere inviate ai nonni di tutta Italia per la Festa dei Nonni 2020, celebrata lo scorso 2 ottobre. L’iniziativa dell’azienda di prodotti caseari Nonno Nanni intitolata “Cari Nonni” prevedeva infatti di inviare una lettera dono ai propri cari per ringraziarli del loro ruolo prezioso, direttamente dal sito carinonni.nonnonanni.it.   Nonno Nanni ha provveduto a  stampare tutte le lettere e a recapitarle gratuitamente per posta. Un messaggio d’amore non solo ai propri nonni, ma a tutti i nonni d’Italia, Auser riceverà infatti  una donazione di 10 mila euro da parte dell’azienda a sostegno delle attività in aiuto agli anziani soli.

 
Lutto in Auser Veneto, è mancato Ennio Golfetto

Lo scorso 9 ottobre all’età di 76 anni è mancato Eugenio Golfetto. Ennio è stato per lunghi anni Ispettore nazionale, è stato vicepresidente di Auser Veneto ed attualmente ricopriva l’incarico di coordinatore degli ispettori di Auser Veneto e Friuli Venezia Giulia. Ennio ha contribuito con la sua professionalità e dedizione a costruire l’Auser.
Solare, gentile, competente, tutta l’associazione lo ricorda con grande affetto e si stringe alla famiglia condividendo il dolore di questa grande perdita.

 
Padova: violenza contra le donne anziane, ora un progetto si prende cura di loro
“Si-Cura: uscire dalla violenza dopo i 65 anni”  è un progetto finanziato dalla Fondazione Cariparo in partenariato con il Comune di Padova e i circoli Auser di Cittadella e Terrassa Padovana. Intende favorire l’emersione della violenza contro le donne over 65 e sviluppare adeguate risposte di contrasto al fenomeno nel territorio di Padova. Nell’ambito di questo progetto, sono previsti degli incontri di sensibilizzazione di base in alcuni circoli Auser allo scopo di migliorare sia la capacità di riconoscere i segnali che possono far sospettare situazioni di violenza, che la conoscenza di quanto la rete territoriale può offrire per avviare queste donne verso un percorso di uscita.
Il prossimo appuntamento si terrà presso la Fornace Carotta a Padova, il 15 ottobre alle 15.30 insieme all’UPEL di Padova.  L’incontro è a ingresso libero (fino a un massimo di 70 posti) e si svolgerà nel rispetto delle norme anti-Covid.

 
Apprendimento permanente: un diritto per tutte le età. Webinar con Fabrizio Dacrema di Auser Cultura

Evento webinar organizzato dalla Cooperativa Sociale Glocal Factory di Verona. La conferenza fa parte di un ciclo di incontri, un laboratorio di idee nato durante il lock down per riflettere su temi sociali.
L’incontro si intitola “Apprendimento permanente: un diritto per tutte le età” e sarà condotto da Fabrizio Dacrema, responsabile nazionale Auser Cultura.
L’evento sarà trasmesso sulla piattaforma Zoom mercoledì 14 ottobre, alle 17,00 CET.Questo il link per partecipare alla conferenza:
https://us02web.zoom.us/j/83740800257?pwd=QzZoZjk1ZDRpQmgxSjZvRVF2MjZHQT09
 
 
Lecco, inaugurato un nuovo minivan per il trasporto di anziani e disabili
Sindaco, autorità e volontari hanno presenziato l’altro giorno all’inaugurazione di un nuovo minivan in dotazione ad Auser Lecco.  “I volontari sono una risorsa fondamentale per la nostra città”, ha sottolineato primo cittadino lecchese durante il taglio del nastro del veicolo. Il mezzo verrà utilizzato per accompagnare anziani e persone con disabilità motorie in ospedale, dal medico, ad appuntamenti in Municipio con gli assistenti sociali o per svolgere incombenze essenziali, ma anche per permettere loro di partecipare a iniziative di svago e di divertimento. Il mezzo è stato inaugurato l’altra mattina alla Casa della solidarietà e della terza età nel rione di San Giovanni. È stato allestito grazie alla generosità di numerosi sponsor privati lecchesi e alla collaborazione dei responsabili della società specializzata Pmg Italia. “Siamo contenti, è un grande gesto di solidarietà quello che ci hanno regalato gli imprenditori lecchesi – ha spiegato Claudio Dossi, presidente di Auser provinciale –. Servirà soprattutto per le persone anziane, disabili e fragili, che accompagneremo verso ospedali e cliniche, ma anche per iniziative di divertimento e di svago, ovviamente quando si potranno fare. È questa la direzione giusta, come associazione abbiamo bisogno di sentire la città vicina: gli imprenditori, i volontari, i rappresentanti istituzionali”.
Fonte: Il Giorno

 
Bologna, Training Cognitivo Computerizzato
L’Università di Bologna ha ideato un programma – il Training Cognitivo Computerizzato – che, attraverso l’utilizzo di un computer o di un tablet, consente in modo semplice e divertente di affrontare e risolvere una serie di esercizi che stimolano l’attenzione, la memoria e le funzioni esecutive. Oggi questa attività digitale può essere sperimentata grazie all’iniziativa promossa da Auser Bologna, in collaborazione con l’Università di Bologna e Lepida: tutte le persone dai 75 anni in su, che possiedano un computer o un tablet, potranno testare il nuovo programma di Training Cognitivo; un tutor, inoltre, affiancherà ogni partecipante durante tutta la fase di utilizzo e il programma potrà essere sperimentato al proprio domicilio in base agli impegni quotidiani e agli orari di ciascuno. Il programma prevede anche una fase di verifica, e se gli esiti saranno positivi, con benefici sull’allenamento di cervello e mente, l’esperienza potrà essere replicata ed estesa a una fetta più ampia di popolazione anziana, come strumento per il mantenimento e il miglioramento delle capacità cognitive.
Per offrire la propria disponibilità a partecipare al progetto o per richiedere maggiori informazioni, si può contattare Roberto Marega (r.marega@auserbologna.it – 348/3363500), Giovanni Pluchino (gianni.pluchino@gmail.com – 339/5203280) o Stefano Baccolini (stefano.baccolini@libero.it  – 345/8198578), oppure visitare il sito www.auserbologna.it.

 
Cesena, vaccini antinfluenzali al teatro Auser

E’ partita in questi giorni la somministrazione del vaccino antinfluenzale in Emilia Romagna. Lo scopo è quello di coprire la fascia più debole della popolazione ed evitare la sovrapposizione di sintomi influenzali con quelli del Coronavirus, semplificando così la diagnosi e la gestione dei casi sospetti. Per contenere gli afflussi c’è chi ha pensato a sedi alternative, più capienti, per ospitare i pazienti in attesa di vaccino, in alternativa agli ambulatori dei medici di base che presentano spesso sale d’attesa troppo piccole per un ‘pubblico numeroso’.
A Cesena ad esempio, con l’approvazione dell’Ausl, si sta utilizzando  la sala del teatro Auser di fronte all’ambulatorio in corso Comandini, che contiene 80 posti a sedere. Lo spazio, più ampio, è in grado di contenere più agilmente i pazienti facilitando il distanziamento e tutte le normative in vigore per il contrasto del virus.
Fonte: Il Resto del Carlino

Asolo (TV), con l’Università Popolare per capire meglio la pandemia
Non si finisce mai d’imparare e l’Università Popolare dell’Asolano riapre l’anno accademico per la venticinquesima volta. Gli incontri, previsti il martedì e il venerdì da ottobre ad aprile, partiranno dall’attualità per svilupparsi fino a toccare molti ambiti della conoscenza. A distanza di sicurezza, con mascherine e l’iscrizione all’Auser, con un costo sostenibile in rapporto al numero di lezioni, l’Università Popolare dell’Asolano si pone il compito di dare tridimensionalità e contesto alla moltitudine di informazioni assorbite durante la pandemia. Non si tratta di corsi pensati soltanto per le generazioni meno abituate al mondo digitale, ma anche per i giovani dell’asolano, che hanno vissuto un momento che è stato definito dal presidente Daniele Ferrazza “di relazioni sociali rarefatte” e che può trovare conforto nella consapevolezza di un mondo che può ricominciare.
“Fermarci sarebbe stato un bruttissimo segnale – afferma il giornalista, ex sindaco di Asolo – Ci siamo ritagliati alcuni spazi “leggeri” per incoraggiare il sorriso che deve accompagnare le nostre giornate”.
Fonte: qdpnews.it
Cornaredo. Università delle Tre Età, si riparte
Corsi, laboratori e tante iniziative culturali. L’attività dell’Ute Auser di Cornaredo per il 2020, è garantita grazie al gran lavoro svolto in queste settimane da volontari e insegnanti.
“Siamo estremamente contenti di essere riusciti a programmare una intensa attività culturale – sottolinea la responsabile Clelia Maesano – non è stato facile, ma ce l’abbiamo fatta, il tutto nel rispetto delle regole anti Covid”. Gli accessi agli spazi comunali dove si svolgeranno le iniziative dovranno essere prenotati per tempo dagli interessati, per evitare ogni assembramento. La ripartenza è fissata per il 7 novembre con una uscita didattica tra Soave e Peschiera del Garda, una gita realizzata in collaborazione con l’amministrazione comunale.
Fonte: Settegiorni Bollate

 
Vignola (MO), l’Università della libera età Ginzburg riparte per conoscere il presente
Storia e danze etniche protagoniste a Vignola (MO), con i corsi organizzati dall’università della libera età “N. Ginzburg” che riprendono questa settimana. Da giovedì alle 18,30, presso Villa Trenti, il prof. Giuseppe Quattrini inizierà tre incontri a cadenza settimanale che avranno come tema “Leggere il mondo di oggi”. Si inizierà giovedì con una riflessione su “Italia, la nascita della Repubblica”, per proseguire poi il 22 ottobre con “L’apartheid in Sudafrica” e finire il 29 ottobre con “Le primavere arabe”.
«Avvicinarsi al presente con una maggiore consapevolezza storica – spiegano gli organizzatori di questo ciclo di appuntamenti – è una necessità per non rischiare di perdersi nel flusso continuo delle informazioni».Sempre giovedì a partire dalle 21, presso la palestra Bluedance di via Frignanese 1328, partirà un corso di danze etniche, che poi proseguirà per otto settimane. Per ulteriori informazioni: 059 764199.
 L’Università Popolare Natalia Ginzburg del distretto di Vignola è un’associazione di promozione sociale che si propone come finalità prioritarie la formazione e l’educazione permanente degli adulti, in piena sintonia con la carta dei valori Auser.
Fonte: Gazzetta di Modena

 
Sala Baganza (PR),  cercasi Nonni Vigile
Mancano «nonni vigile» a Sala Baganza e l’Auser ha lanciato un appello per reclutare persone in modo da garantire il servizio. Il servizio dei nonni vigili è molto importante per la comunità e rischia di non essere più garantito dai volontari dell’Auser che, armati di pettorina e paletta si prendono cura dei piccoli studenti salesi all’entrata e all’uscita delle scuole elementari e medie di via Vittorio Emanuele II. A lanciare l’appello è lo stesso coordinatore Auser di Sala Baganza Riccardo Bertoli. «Prima eravamo una trentina, oggi poco più di venti. Abbiamo quindi bisogno di 3-4 nuovi nonni vigili e sarebbe opportuno che ci fosse qualcuno anche per coprire i turni sui pulmini. Si tratta di servizi che consideriamo essenziali, che non potremo più assicurare se non arriveranno altri  volontari» . Una carenza, quella dei volontari, che si è già fatta sentire sul servizio del Piedibus: «Avevamo intenzione di far partire una seconda linea – spiega Bertoli – ma purtroppo non ci siamo ancora riusciti». A chi vorrà mettersi a disposizione, Auser fornirà tutti i dispostivi di protezione individuale necessari per la prevenzione del covid-19 (mascherine, guanti etc.), sottolinea il coordinatore.
Chi fosse interessato, può rivolgersi all’Ufficio scuola del Comune, telefonando allo 0521 331304.
Fonte:  La Gazzetta di Parma

Nogara (VR), anziani più informati sui pericoli del gioco d’azzardo
Ha preso il via al circolo Auser di Nogara, con una speciale lezione dal titolo «Tra gioco e illusione. Il fenomeno del gioco d’azzardo», un nuovo progetto di informazione e sensibilizzazione sul gioco d’azzardo patologico (Gap) promosso dal Dipartimento Dipendenze di Legnago e Bussolengo dell’Ulss 9 Scaligera. La proposta, rivolta agli anziani che frequentano i circoli Auser e le università del tempo libero, ha tra i suoi obiettivi quello di far conoscere un fenomeno purtroppo diffuso e in grado di mettere in difficoltà molte famiglie, per approfondirne i molteplici rischi e risvolti di tipo economico, psicologico e relazionale. Gli incontri, che nei Distretti 3 e 4 saranno inseriti nel calendario delle diverse università del tempo libero attive nei rispettivi territori, sono finalizzati anche alla promozione dell’uso consapevole del denaro, in modo da garantire maggiori tutele alle fasce più deboli, ma anche di favorire un contatto precoce con giocatori a rischio e facilitarne l’accesso ai servizi. Tutti questi concetti, utili anche a riconoscere in anticipo il gioco d’azzardo patologico, vengono ribaditi nell’opuscolo «Se vuoi davvero vincere smetti di giocare», che l’Ulss 9 Scaligera ha realizzato grazie alla collaborazione della ex quarta A (ora quinta) del liceo per la grafica dell’istituto «Minghetti» di Legnago. «Durante il lockdown», spiega il docente Raffaele Formica, «è stata fatta una selezione delle migliori idee arrivate dai ragazzi di questa classe. Alla fine, a disegnare il depliant in questione sono state le allieve Nihal Chagdani e Irene Cardin.
Fonte. L’Arena di Verona

Time to care anche in Liguria
Anche Auser Liguria partecipa al bando nazionale  del progetto “Time to care” e seleziona quattro giovani per attività di supporto e assistenza agli anziani.  Le domande vanno presentate entro il 31 ottobre 2020. Il bando è rivolto a persone tra i diciotto e i trentacinque anni che vogliono impegnarsi, per un periodo di sei mesi, in attività di supporto e assistenza agli anziani. Attività di ‘welfare leggero’, assistenza da remoto, mediante contatti telefonici o servizi informativi per gli anziani, anche online.
Auser Liguria impiegherà quattro giovani, due a Genova, uno a La Spezia e uno a Savona. I modelli di domanda sono sul sito http://famiglia.governo.it/it/avvisi-e-bandi/bando-time-to-care

Asti, associazioni unite contro le truffe agli anziani
Dopo l’incontro del 6 ottobre scorso per il Patto Sicurezza tra la Prefettura e il Comune di Asti, si torna a riunire il Tavolo Anziani.
Appuntamento il 14 ottobre alle 9 con i presidenti delle associazioni Ada, Anteas, Auser e l’assessorato alle Politiche Sociali. La riunione inizierà ad approfondire come utilizzare nel modo più efficace possibile, le risorse destinate alla realizzare di campagne di tipo informativo/divulgativo e formativo, le misure di prossimità nonché interventi di supporto. All’incontro saranno presenti l’assessore alle politiche sociali, Mariangela Cotto, il dirigente Roberto Giolito e il Comandante della polizia locale, Riccardo Saracco.

 
Poggibonsi (SI), riapre lo Sportello della Volontaria Giurisdizione
Riapre a Poggibonsi lo Sportello della volontaria giurisdizione, un importante servizio del Tribunale di Siena. Si tratta di una sorta di cerniera con l’ufficio giudiziario dove volontari appositamente formati sono a disposizione per procedure di amministrazione di sostegno e pratiche relative ai minori, per orientamento, informazioni, deposito di ricorsi. In particolare, sempre per i minori, è possibile ricevere indicazioni e modulistica per ottenere una serie di autorizzazioni: al rilascio di un documento per l’espatrio, ad accettare o rinunciare a una eredità in nome e per conto del minore, a riscuotere una somma dall’assicurazione, dalla banca o una pensione. Lo sportello, in funzione dal 2015 per dare risposte ai cittadini in seguito alla soppressione degli uffici giudiziari di Poggibonsi, sarà aperto il lunedì dalle 17 alle 19 e il venerdì dalle 10 alle 12. Vista l’emergenza sanitaria, l’accesso è consentito solo su appuntamento telefonando allo 0577 981000 il lunedì dalle 16,30 alle 17 o scrivendo all’indirizzo giustiziainsieme@gmail.com.
Il progetto del Tribunale di Siena, è nato dalla collaborazione con Ftsa, Comune, Acli, l’Auser, Pubblica Assistenza e Cna.
Fonte. La Nazione Siena

 
Cossato (BI), frutta e verdura alle famiglie in difficoltà

Nuovi atti di solidarietà a Cossato (BI). Nei giorni scorsi i volontari dell’Auser hanno ritirato diversi quantitativi di generi alimentari da distribuire alle famiglie bisognose della città. “35 cassette di patate sono state portate alle parrocchie del Centro, della Speranza e di Ronco – spiega il presidente Marco Abate – A nome di Auser Cossato voglio ringraziare l’azienda della famiglia Pellerei per aver iniziato una collaborazione fornendoci gratuitamente frutta e verdura per le famiglie cossatesi che ne hanno urgente aiuto”.
Fonte: newsbiella.it

 
Massa Lombarda (RA). Servizio navetta dei volontari Auser per le visite al cimitero

Torna anche quest’anno, grazie alla collaborazione tra Auser Massa Lombarda e l’Amministrazione Comunale, il servizio di navetta gratuita per raggiungere il cimitero nelle giornate di domenica 1 e lunedì 2 novembre. La navetta effettuerà un servizio continuo dalle 9 alle 11 e dalle 13.30 alle 16. I punti di raccolta sono previsti in piazza Matteotti, nel parcheggio dello stadio “Dini e Salvalai” e nella piazza del Bar a Fruges. In questi punti e al cimitero saranno presenti i volontari di Auser. Chi è impossibilitato a raggiungere i punti di raccolta può prenotare il servizio di trasporto direttamente da casa entro venerdì 30 ottobre contattando l’Urp al numero 0545 985890 o 985852.
Fonte: ravennawebtv.it

Boretto (RE), un nuovo spazio lettura ed emeroteca in sicurezza
È stato nei giorni scorsi a Boretto (RE) al centro ricreativo “Bottega del tempo libero” il nuovo spazio lettura/emeroteca, un servizio promosso dal Comune, dalla stessa Bottega del tempo libero e dall’Auser Boretto per arricchire l’offerta culturale e aggregativa del paese e per offrire ai cittadini nuove occasioni di incontro e di relazioni positive. L’occasione ha visto il taglio del nastro da parte del sindaco Matteo Benassi e del presidente della Bottega del tempo libero, Attilio Benassi.
“Vogliamo riappropriarci della socialità, pur nel rispetto delle regole – ha affermato il primo cittadino – per essere pronti quando, presto o tardi, finirà l’emergenza. Fare cultura è sempre una sfida, ma le sfide bisogna saperle cogliere perché quando si crede in un progetto i risultati arrivano. Fondamentale l’aspetto relazionale: sarà quindi centrale il ruolo dei volontari che animeranno e ascolteranno, cercando di cogliere le preferenze degli utenti per rendere dinamico e appetibile il servizio offerto. Un grazie in particolare a Bottega del Tempo Libero ed Auser”.
“In un tempo in cui si legge sempre meno – ha aggiunto Attilio Benassi – inaugurare un’emeroteca rappresenta una sfida. Offriremo quotidiani locali, nazionali e sportivi oltre a riviste di vario genere ma soprattutto questo spazio lettura sarà un luogo in cui potersi confrontare e chiacchierare in compagnia”.
Lo spazio sarà attivo tutti i giorni dal martedì alla domenica dalle ore 10. Nelle giornate di apertura saranno a disposizione anche alcuni volontari per accompagnare i cittadini alla lettura e alla discussione; sarà inoltre in funzione un punto ristoro per chi vorrà sorseggiare un buon caffè e fare due chiacchiere.
Per usufruire del nuovo spazio lettura/emeroteca in piena sicurezza restano valide le regole di comportamento per il contrasto all’emergenza Covid-19: l’obbligo di indossare la mascherina a copertura di naso e bocca, il rispetto del distanziamento sociale di almeno un metro dalle altre persone e la frequente igienizzazione delle mani.
Fonte: nextstopreggio.it

Montemurlo (PO), i volontari Auser sorvegliano il verde pubblico
Basta vandali nei giardini pubblici e arriva la stretta del Comune di Montemurlo. il sindaco ha firmato un’ordinanza per limitare l’accesso ai due parchi publici cittadini dopo i numerosi atti vandalici delle settimane scorse che hanno deturpate le aree verdi di Montemurlo. Saranno i volontari di Auser VerdeArgento di Montemurlo a controllare l’apertura e la chiusura dei due parchi cittadini.
Fonte: La Nazione
 


Dal Sindacato

Le otto  proposte al Governo dell’Alleanza contro la povertà
Otto proposte al Governo per ridisegnare il Reddito di cittadinanza in maniera più equa, inclusiva e attenta alle nuove emergenze sociali nate con la pandemia. Le presenta l’Alleanza contro la Povertà in Italia, di cui la Cgil fa parte. L’obiettivo è “il rafforzamento del RdC con la possibilità di accedere anche per coloro che hanno ricevuto il reddito di emergenza: misura necessaria per rispondere alle sempre maggiori richieste di aiuto”.
Incrementare il sostegno economico per le famiglie in povertà con figli; ampliare la platea dei beneficiari includendo gli stranieri residenti da due anni; allentare temporaneamente i requisiti per far accedere chi è recentemente caduto in condizione di povertà e ha usufruito del Rem; agevolare l’utilizzo dell’Isee corrente; confermare la consistenza del Fondo Povertà e rafforzare i servizi sociali consentendo le assunzioni del personale necessario; reintrodurre l’analisi preliminare da parte del Segretariato Sociale sui bisogni dei nuclei. Queste, in sintesi, le otto richieste indirizzate all’Esecutivo.
Il documento completo si può scaricare a questo link


 Associazionismo Volontariato Terzo Settore

Censimento Istat del Non Profit, crescono le associazioni ma non i dipendenti
La crescita del non profit in Italia continua al ritmo regolare di circa il 2 per cento annuo (grazie soprattutto al Sud). Ma per la prima volta si riduce in modo sensibile l’incremento dei dipendenti: appena l’1 per cento rispetto all’ultima annualità disponibile. È quanto emerge dall’aggiornamento al 2018 del Censimento permanente delle istituzioni non profit presentato in anteprima dall’Istat alla ventesima edizione delle Giornate di Bertinoro.
Al 31 dicembre del 2018 operavano nel paese 359.574 organizzazioni, con una crescita di poco superiore alle 9 mila unità rispetto al 2017, pari a un +2,59 per cento. Un assestamento sostanziale dopo anni di tumultuosa espansione: si pensi che dal censimento del 2001 a questo, relativo a 17 anni più tardi, si è registrato un +52,8 per cento complessivo.
I dipendenti delle istituzioni non profit aumentano da 844.775 a 853.476, pari a un +1 per cento: il confronto tra il 2017 e il 2016 parlava di un +3,9 per cento; quello tra il 2016 e il 2015 di un +3 per cento.
Il rapporto dell’Istat incrocia poi il settore di attività con quattro forme organizzative. Le organizzazioni di volontariato e le onlus sono in massima parte concentrate nei settori dell’assistenza sociale-protezione civile e della sanità: le prime nel 65,4 per cento dei casi, le seconde nel 48,8 (le onlus registrano anche un 17,1 per cento nel settore delle cooperazione e solidarietà internazionale). Le associazioni di promozione sociale sono invece concentrate per l’82,7 per cento nel settore Cultura, sport e ricreazione; mentre le imprese sociali (cooperative per la quasi totalità) si dividono tra assistenza sociale e sviluppo economico, settori in cui si impegna il 77,5 per cento del totale. Il rapporto riporta infine un’analisi dei benefici del 5 per mille, a cui nel 2018 erano iscritte 60.425 istituzioni non profit (16,8 per cento del totale). Ne emerge che la scelta operata dai contribuenti al momento della dichiarazione dei redditi ha premiato maggiormente le realtà impegnate nei settori dell’assistenza sociale e protezione civile (25 per cento), dell’istruzione e ricerca (23,2 per cento), della sanità (15,6 per cento) e della cooperazione e solidarietà internazionale (12,3 per cento). Il settore della cultura, sport e ricreazione, sebbene raccolga oltre il 40 per cento delle istituzioni non profit destinatarie del cinque per mille ha ricevuto il 12 per cento delle preferenze.
Fonte: Redattore Sociale

 
L’ASviS  e risultati del Festival dello sviluppo sostenibile 2020
La pandemia non ha fermato il Festival dello sviluppo sostenibile dell’ASviS. Con 812 eventi organizzati in tutto il Paese e nel mondo, grazie alla collaborazione del Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), la manifestazione giunta alla sua quarta edizione ha coinvolto e sensibilizzato anche quest’anno decine di milioni di persone, soprattutto giovani. Nel complesso, gli eventi principali del Festival trasmessi in diretta streaming hanno raggiunto 24,8 milioni di persone e le visualizzazioni sono state 1,6 milioni. Il concerto di Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura organizzato in occasione del quinto anniversario dell’Agenda 2030 è stato visto da oltre 15mila persone solo sui canali ASviS. Gli hashtag ufficiali della campagna #FestivalSviluppoSostenibile e #ORADIAGIRE diffusi dai canali dell’ASviS hanno raggiunto complessivamente 50 milioni di impressions.  “Il Festival si è svolto nel pieno del dibattito sul futuro del Paese, che soffre la profonda crisi causata dall’emergenza pandemica”, ha sottolineato il Portavoce dell’ASviS Enrico Giovannini. “Tutti i nostri sforzi vanno nella direzione di misurare la sostenibilità attraverso strumenti analitici, di avanzare proposte e sollecitare azioni da parte delle istituzioni e della politica per non perdere le opportunità offerte dalla straordinaria mobilitazione di risorse economiche, europee e nazionali. Quest’anno i territori, le città, le regioni sono state particolarmente attive e propositive, sottolineando l’esigenza di politiche coordinate e sistemiche, che possano servire a realizzare quella transizione “giusta” nella direzione del Green Deal e tutelare il principio di giustizia intergenerazionale posto alla base della definizione di sviluppo sostenibile”.
Per info: www.asvis.it www.futuranetwork.eu

 
“Ristoranti Contro La Fame”, dal 16 ottobre l’iniziativa di Azione contro la fame per contrastare l’insufficienza alimentare e sostenere le aziende italiane

Torna dal 16 ottobre per la sesta edizione l’iniziativa “Ristoranti Contro La Fame” promossa da Azione contro la fame che coinvolge ristoranti, chef e amanti del cibo, per regalare la gioia del cibo a tanti bambini nel mondo.
I clienti infatti hanno la possibilità di donare 2€ per il piatto solidale, 0.50€ per la pizza solidale e 0.50€ a bottiglia d’acqua: tutto per “aggiungere un posto a tavola” e condividere così la gioia del cibo con un bambino malnutrito.
 In questo anno particolare, il progetto mira anche a sostenere il mondo della ristorazione, colpito in maniera molto forte dalle conseguenze della crisi derivante dalla pandemia di Covid-19.
Per l’elenco dei ristoranti aderenti e per tutte le informazioni: www.ristoranticontrolafame.it
 


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it www.auser.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *