Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 23 numero 39 – 18 novembre 2020

Scritto da
18 Novembre 2020

Agenzia settimanale – Anno 23 numero 39 – mercoledì 18 novembre 2020
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


 

 

 

 

 

Auserinforma

10 mila euro da parte di Nonno Nanni per rafforzare l’iniziativa “Auser non si ferma”
Auser ha ricevuto la donazione di 10 mila euro da parte di Nonno Nanni, frutto dell’iniziativa “Cari Nonni” che l’azienda ha organizzato in occasione della Festa dei Nonni dello scorso 2 ottobre.
Il generoso contributo verrà utilizzato dall’associazione per sostenere l’iniziativa “Auser non si ferma”, rafforzando tutte le attività sul territorio attualmente in corso per contrastare solitudine e isolamento delle persone anziane e supportare le fragilità, dalla compagnia e sostegno telefonico alla consegna di pasti e farmaci a domicilio, dagli accompagnamenti protetti alle iniziative di apprendimento online fino al volontariato civico.
Da parte di tutta l’Auser, un sentito grazie a Nonno Nanni per l’impegno, il sostegno e la sensibilità dimostrata.

 
Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Il nostro impegno non si ferma
Quest’anno la ricorrenza del 25 novembre “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne” cade nel mezzo della seconda ondata della pandemia di Covid-19, che ci costringe a non poter partecipare, né organizzare eventi pubblici, sostituiti dove sarà possibile da eventi online, per richiamare l’attenzione sul tema della violenza contro le donne che continua ad essere drammaticamente presente nelle famiglie, nelle case, nei luoghi di vita e di lavoro e che incide, molto più di quanto si possa immaginare, anche sulla vita delle donne anziane.
Lo sottolinea  in una nota L’Osservatorio Nazionale Pari Opportunità e Politiche di Genere dell’Auser.  “Il rischio  – prosegue – è che il tema della violenza sulle donne, le molestie e lo stalking siano oscurati dalla situazione emergenziale in cui ci troviamo, dagli ospedali alla crisi economica, dove sono ancora le donne a pagare il prezzo più alto, come fossero fatti che non ci riguardano, perché lontani da noi, o che possono essere affrontati in un altro momento.
Inoltre in questo periodo che ha relegato spesso le donne in casa con il maltrattante, che le ha costrette a fare i salti mortali tra lo smartworking ed i figli a casa, costringendo una parte di loro a rinunciare al lavoro, si è riscontrata una ulteriore insofferenza verso tutto ciò che riguarda il genere femminile. Gli insulti in rete e sui social stanno dilagando e a questi si aggiunge la descrizione tossica dei femminicidi, liquidati come fatti di cronaca nera, quando non semplificati con una narrazione stereotipata, che concepisce il rapporto uomo-donna nel matrimonio fermo alla metà del secolo scorso, quando le donne non potevano sottrarsi al ruolo di custodire e conservare le relazioni familiari a qualsiasi costo.  Narrando sistematicamente solo il punto di vista maschile, sempre con un occhio di riguardo, si continua a rafforzare la sottocultura che alimenta il femminicidio.
Fortunatamente ci arrivano anche notizie che ci rincuorano. Alle ultime elezioni presidenziali USA Kamala Harris, diventa la prima donna vice-presidente degli Stati Uniti d’America; e Antonella Polimeni è eletta “rettore” dell’Università La Sapienza di Roma”.
“Le Donne Auser – conclude la nota – con pazienza e tenacia, con il nostro impegno ed il nostro cammino, con al fianco uomini “femministi” quotidianamente aggiungiamo un tassello affinché tutte le donne possano vivere una vita senza violenza e possano fare liberamente le loro scelte”.

 
Contrastiamo la violenza sulle donne, l’impegno di Auser a 360°

Il prossimo 27 novembre dalle ore 11 alle 13, si terrà un webinar sulla piattaforma Zoom promosso da Auser Lombardia sul tema “Contrastiamo la violenza sulle donne: l’impegno di Auser a 360°”. Introduzione di  Fulvia Colombini (Presidenza Auser Lombardia). Partecipano:  Filo Rosa Auser, un racconto a tre voci Loredana Serraglia (Presidente), Sandra Romano (Vicepresidente) Antonella Manfrin (Referente Centro Antiviolenza);  Coop. «I Sei Petali», un esempio virtuoso di rinascita Marisa Guarneri (Fondatrice Casa delle Donne Maltrattate – Milano);  La prevenzione inizia a scuola
Prof. Vito Ilacqua (Dirigente Scolastico IS Falcone di Gallarate) Prof.ssa Luisa Santoro (Docente IS Falcone di Gallarate);  La parola ai giovani Luca Benetti (Dottorando) e Martina Barba (Studentessa). Conclude Lella Brambilla presidente di Auser Lombardia. Modera l’incontro Sara Bordoni responsabile comunicazione Auser Lombardia. Nel corso del webinar Emma Zanella (direttrice del museo MA*GA di Gallarate) e la storica dell’arte Francesca Chiara presenteranno tre opere a tema, per riflettere sul femminile e sulla sua rappresentazione.  Collegamento sulla Piattaforma Zoom https://zoom.us/j/4107076069 meeting ID 4107076069  password 2711. Diretta su facebook.com/maga.museo

 
Torino, ’Siamo tutte farfalle’, un progetto contro la violenza di genere
In occasione del 25 Novembre Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne Auser Insieme Torino e lo Spi Cgil con il Patrocinio della Circoscrizione 7 di Torino lanciano il progetto ‘Siamo tutte farfalle, vogliamo il sole, la libertà e un fiore su cui vivere” in n collaborazione con: Soms De Amicis Anpi Sez. Gattini Ass. 2PR Ass. Comitati Riuniti di PortaPalazzo e con il sostegno del Commissariato di Polizia di Stato Dora Vanchiglia di Torino e il Presidio di Polizia Municipale di Porta Palazzo. Dal  20 novembre al 4 dicembre 2020 sulle pagine Web e Facebook della Circoscrizione 7 di Torino Saranno trasmessi brevi video di donne residenti nel territorio che esprimono il proprio pensiero sulla violenza di genere.

Marche, “Anche noi in Rete”: campagna di alfabetizzazione digitale
Anche noi  in Rete: le funzioni dello Smartphone oltre Whatsapp. E’ il titolo del progetto formativo messo a punto da   Auser Marche. Per conoscere meglio la comunicazione digitale, non restare esclusi, partecipare alla vita sociale attraverso videochiamate, corsi online e tanto altro, ma anche come scaricare una app in sicurezza, Auser Marche promuove un percorso formativo di dieci incontri che coinvolgerà da novembre a gennaio 2021 tutte le province. I docenti tutti volontari, sono stati formati con la collaborazione del personale dei CPIA Centri provinciale per l’istruzione degli adulti e dei professori Giuseppe Rossi e Paola Nicolini dell’Università degli studi di Macerata.
La partecipazione è gratuita e aperta a tutti ma è necessaria l’iscrizione. Per iscriversi è necessario inviare un messaggio a questi numeri in base alla provincia di residenza:
3331245229 Ancona; 3204621128 Fermo; 3394520969 Pesaro Urbino; 3336555258 Ascoli Piceno; 347 Macerata 4561453.  www.ausermarche.it
L’iniziativa rientra nel progetto Riesco Marche Reti Inclusive e Solidali per la Comunità, progetto finanziato dalla Regione Marche con risorse del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
 
 
Montelupo Fiorentino (FI), Auser non lascia soli gli anziani
L’emergenza sanitaria ha tanti effetti collaterali, fra questi uno non trascurabile è l’aumento del senso di solitudine in tante persone, particolarmente gli anziani.
L’Auser di concerto con il comune di Montelupo Fiorentino (FI), ha avviato due iniziative volte a sostenere le persone sole.
La prima è un vero e proprio “Telefono amico”. I volontari dell’associazione si alternano per contattare telefonicamente tutte le persone anziane con cui negli anni sono entrati in contatto o che vengono segnalate dai servizi sociali o che ne fanno richiesta chiamando il numero 0571 51161.
Una chiacchierata, una battuta, ma anche la richiesta concreta per rispondere a un bisogno semplice: il servizio si prefigge di contrastare così il senso di solitudine che consegue il distanziamento sociale, necessario per arginare il diffondersi del virus.
A questa iniziativa se ne affianca un’altra, rivolta a chi può muoversi e uscire fuori di casa, le “Camminate in sicurezza”. Si tratta di attività motoria proposta all’aperto e in sicurezza ogni mercoledì e venerdì, 10 appuntamenti da 50 minuti ciascuno (con ritrovo in piazza 8 Marzo 1944). Per informazioni e iscrizioni, anche in questo caso, è necessario rivolgersi all’associazione(0571 51161).
Fonte: Comune di Montelupo Fiorentino

Trani, con “Nonno Hashtag” per sconfiggere la solitudine degli anziani
Si chiama “Nonno Hashtag” la nuova iniziativa dell’associazione Auser Trani per sconfiggere la solitudine dilagante tra gli anziani, e non solo, soprattutto in questa fase particolare e molto delicata della nostra vita. Infatti, l’emergenza Covid 19 ha messo tutti a dura prova, soprattutto gli anziani che, oltre la crisi sanitaria, devono fronteggiare il problema della solitudine. Per questo è nata la nuova iniziativa di Auser Trani, che punta a realizzare una serie di corsi, dibattiti ed incontri online per essere vicini anche a distanza.
Tutte le informazioni sono disponibili sulla pagina facebook di Auser Trani.
Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno
 
 
Massa Lombarda (RA), i volontari Auser portano gli studenti a fare il tampone

Ancora una volta la collaborazione tra il Comune di Massa Lombarda (RA), scuola e associazionismo si è rivelata utile ed efficace per la comunità. Nei giorni scorsi infatti alcuni studenti e insegnanti della media ’Salvo D’Acquisto’ sono stati convocati dall’Ausl per il tampone drive through al Pala De Andrè. Alcuni ragazzi non avevano la possibilità di andare a Ravenna e la collaborazione ha permesso di organizzare il trasporto di ragazzi e accompagnatori grazie ai mezzi di Auser e dell’amministrazione. Così il sindaco Daniele Bassi e la dirigente scolastica Giovanna Castaldi hanno espresso il loro grazie all’associazione. “Il rapporto di collaborazione tra le istituzioni che operano sul territorio permette di affrontare in modo adeguato e tempestivo le problematiche che possono presentarsi, a maggior ragione in questa situazione di emergenza”.

 
Castel San Pietro Terme (BO), per chi non ce la fa, pane e pizza ed altri beni alimentari
Ha preso il via in questi giorni la nuova collaborazione fra l’Auser e il Panificio Stanziani, che si trova in piazza Acquaderni nel centro storico di Castel San Pietro Terme, per la donazione delle eccedenze di pane,  pizza e di altri beni alimentari. I prodotti donati verranno utilizzati dall’Auser per progetti di solidarietà all’interno del protocollo comunale “Aggiungi un posto a tavola” che vede coinvolte 12 associazioni ed enti benefici, e saranno destinati  alle famiglie bisognose di Castel San Pietro Terme, segnalate dai servizi sociali dell’ASP.
Il nuovo accordo si aggiunge a quelli già in corso con altri due esercizi commerciali alimentari di Castel San  Pietro Terme: il Forno Pasticceria Bertella che si trova in piazza Papa Giovanni XXIII che collabora al progetto da diversi anni e L’Orto del Contadino di via Cavour che dal maggio scorso dona frutta, verdura e altri prodotti.
«Ringrazio tutte le attività che donano i loro prodotti – afferma l’assessora Giulia Naldi -. E’ un contributo importante per il sostegno alle famiglie in difficoltà che purtroppo sono in aumento a causa dell’emergenza Covid-19 che stiamo vivendo. E un grande grazie per il prezioso lavoro che svolgono a tutti i volontari dell’Auser, al presidente Giovanni Mascolo e alla referente di Castel San Pietro Terme».
Fonte: Comune di Castel San Pietro Terme (BO).

Sassuolo (MO), donazione all’Ospedale grazie alle mascherine autoprodotte da Auser
Auser ha donato 3350  €  all’ospedale di Sassuolo (MO) grazie al progetto #Sassuolocittattiva.
La donazione è frutto della vendita, effettuata in questi mesi, delle mascherine autoprodotte da Auser nell’ambito di per il progetto Quartiere Vivo che proseguirà anche nelle prossime settimane.
 
 
Cambio al vertice di Auser Ticino Olona: Mauro Squeo succede a Pinuccia Boggiani
Auser Ticino Olona ha scelto il suo nuovo presidente. Mauro Squeo, 68enne nativo di Molfetta subentra a Pinuccia Boggiani, eletta in consiglio comunale a Legnano.
Il neo presidente è abbiatense di adozione tanto che, dal 2013 al 2016, è stato assessore al Bilancio, Personale, Commercio e Società Partecipate di Abbiategrasso nella giunta del sindaco Arrara.
Pensionato dal 2010, Squeo, eletto all’unanimità nuovo presidente dall’assemblea Auser, è entrato nel mondo del volontariato nel comprensorio di Abbiategrasso. In quel contesto è stato referente della presidenza di Auser Ticino Olona, oltre che componente del direttivo della Lega SPI di Abbiategrasso e referente dell’ultimo progetto di Sportello Sociale per l’analisi del bisogno e relativa risposta. Nella vita lavorativa è stato responsabile del credito di una società del gruppo Italtel e di una divisione della Siemens, svolgendo anche il ruolo di responsabile sindacale interno della Fiom Cgil dal 1992.  Ed è stato anche presidente delle Farmacie Comunali.
Fonte: legnanonews.it

 
La Loggia (TO), nasce il telefono solidale per aiutare gli anziani in difficoltà
A La Loggia nasce il telefono solidale per non far sentire soli gli anziani. Chiamando i numeri 375/5313961 o 327/3697111, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00-11.00 e dalle 15.00-17.00, gli operatori dell’Auser del paese ricontatteranno chi telefona per controllare lo stato di salute, se c’è necessità di qualcosa oppure anche solo per scambiare qualche parola contro la solitudine.  Il servizio di “Telefono solidale” è istituto dal Comune di La Loggia in accordo con l’Auser di La Loggia, al fine di fronteggiare l’attuale emergenza sanitaria da Covid-19 e non far sentire sole le fasce più deboli della popolazione.

 
Omegna (VB), Comune e volontariato uniti per dare “Una mano”, partito il progetto di aiuto alle famiglie in difficoltà

La crisi sanitaria sta provocando enormi ricadute sul piano economico e molte famiglie si sono ritrovate in una condizione di grande disagio. A Omegna il Comune in collaborazione con le associazioni di volontariato ha organizzato una serie di iniziative a sostegno di chi è vittima di questa situazione.
Il progetto è stato battezzato “ Una mano”. Collaborano cinque enti del terzo settore: Caritas, San Vincenzo, Pro Senectute, Auser e Volontari del soccorso. Vengono garantite la consegna di borse della spesa con generi di prima necessità, consegna a casa gratuita di spesa e farmaci per over 65, ascolto e aiuto telefonico, carrello sospeso.
Fonte: vcoazzurratv.it

 
Mantova, consegna spesa e medicinali per gli anziani del territorio
Consegna della spesa e dei medicinali a persone anziane: sono servizi che fanno parte del Piano Mantova del Comune, realizzato in collaborazione con Auser Provinciale . Per quanto riguarda la consegna a domicilio della spesa, partita pochi giorni fa, la domanda giunge ai servizi sociali, che verificano i requisiti dei richiedenti: persone anziane che non abbiano una rete parentale con la possibilità di seguirli costantemente. Ai volontari di Auser vengono passati i numeri di telefono, per contattare gli interessati e prendere la lista della spesa, consegnata poi a domicilio dai volontari di Alcenero e Arci. Una attività che offre maggiore serenità alla gente nella propria abitazione e a tutti i familiari, sotto l’egida del Centro servizi volontariato e del Forum del terzo settore. Ma le telefonate dei volontari di Auser servono pure per implementare la lista dei contatti in dotazione all’Associazione, per portare avanti il progetto Filo d’argento, che si svolge nel Mantovano così come su tutto il territorio nazionale. Solo nella provincia di Mantova, infatti, sono circa 8.000 i volontari Auser, che prestano tempo nei 38 centri sul territorio, effettuando in media un centinaio di chiamate giornaliere, solo nell’ambito cittadino. Il servizio si è nel tempo sviluppato, consentendo anche di compiere videochiamate, tramite tablet dato in comodato d’uso a chi ne faccia richiesta e cercando di creare relazioni sociali tra chi faccia parte della rete. Perché le persone contattate sono spesso sole e bisognose di trascorrere il tempo parlando con qualcuno.
Il numero da chiamare per richiedere la consegna della spesa o farmaci a domicilio è 0376 376860. Per parlare con i volontari del progetto Filo d’argento il numero è 800995988 da telefono fisso, call center Auser Nazionale. Il servizio funziona dalle 8 alle 20 tutti i giorni.
I volontari di Mantova rispondono dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18, dal lunedì al venerdì.
Fonte: La Voce di Mantova

 
Donate ad Auser Piemonte 44 latte di idropittura da parte della società Azko Nobel Coating Spa. Serviranno per la manutenzione delle sedi

Auser Piemonte ha ricevuto  la donazione di 44 latte di idropittura bianca da  10 litri ciascuna che verranno utilizzate per la manutenzione delle sedi associative.  Protagonista del generoso gesto la società Akzo Nobel Coatings Spa.
“Ringraziamo la Akzo  per aver scelto la  nostra Associazione e la mission che perseguiamo a favore degli anziani- ha dichiarato il presidente regionale Elio Lodi –  ha dimostrato una particolare sensibilità a questo tema, troppo poco sentito nella società attuale. Pertanto tale donazione verrà utilizzata per la manutenzione delle sedi in cui si svolgono le attività istituzionali previste dalla nostra Associazione”.
Torino. Garantito il servizio di Trasporto Sociale
Auser Torino grazie ai suoi volontari e alla struttura presso la sede in via Salbertrand 57/25 non si ferma: proseguono i servizi di accompagnamento in auto.
Per prenotazioni tel. 011.7750511 (centralino) dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 12 e dalle 14.30 alle 17.30.

Massa Carrara, il trasporto solidale dell’Auser
Auser di Massa Carrara è  in campo con i propri volontari garantendo l’attività di trasporto sociale per le persone fragili e a rischio isolamento che necessitano di recarsi presso studi medici, dal dentista, dal fisioterapista o per altre necessità.
Il servizio è disponibile presso i comuni di Carrara, Massa e Montignoso.
Per prenotare il servizio  con almeno 24 ore di anticipo telefonare al numero  0585049712 dalle 10 alle 12 dal lunedì al venerdì.

Abbadia San Salvatore (SI), torna l’iniziativa “Spesa SOSpesa”, patrocinata dal Comune  e sostenuta da Auser, Caritas, Protezione Civile e Lua
Torna l’iniziativa “Spesa sospesa”, ovvero la possibilità di donare generi alimentari a lunga conservazione e prodotti per l’igiene, a chi si trova in difficoltà economica a causa della pandemia da Sars-Cov2.
Ne ha dato  annuncio il Comune di Abbadia San Salvatore, ricordando il successo della “prima edizione” avvenuta nella passata primavera, quando il virus e la malattia Covid-19 si sono diffusi anche in tutta l’area amiatina.
Nei supermercati sarà predisposto un apposito carrello dove lasciare i prodotti come olio, pasta, latte, pomodori, biscotti, legumi, alimentari in scatola, cibi a lunga scadenza e prodotti per l’igiene personale.
Per usufruire dei pacchi alimentari sarà necessario contattare Comune, Servizi Sociali o Caritas. L’iniziativa, patrocinata dal Comune, è sostenuta dalle associazioni Auser, Caritas, Protezione Civile e LUA (Libera Università Amiatina).

Valchiavenna, un nuovo mezzo di trasporto Auser per anziani e disabili
Un nuovo mezzo di trasporto da mettere a disposizione dei volontari che, ormai da alcuni decenni, svolgono servizi in favore di anziani, disabili e cittadini che incontrano difficoltà di spostamento per aggiungere strutture sanitarie o uffici per pratiche di cui necessitano.
A decidere l’aumento del “parco auto” il direttivo di Auser Valchiavenna. L’ associazione è attualmente impegnata su due fronti: da una parte svolge compiti di collaborazione con l’Ufficio di Piano della Comunità montana del Mera che raccoglie tutte le istanze di assistenza sociale provenienti dai Comuni della Valle, e, insieme all’associazione Anteas, fornisce i volontari-autisti che trasportano le persone che ne fanno richiesta. Un altro fronte riguarda i cittadini che si rivolgono direttamente ad Auser con richieste di trasporto anche fuori provincia, più raramente fuori regione. Date le crescenti necessità il direttivo ha quindi deciso di attrezzarsi di un nuovo mezzo capace di ospitare senza difficoltà persone disabili cui fornire anche una carrozzina per gli spostamenti.
Fonte: Il Giorno

Nonantola (MO), libri a domicilio grazie ai volontari
 A causa delle restrizioni in atto per contenere il contagio da Coronavirus, non è possibile, al momento, recarsi in biblioteca.
A Nonantola (MO) il servizio di prestito e alcune attività già programmate proseguiranno con altra modalità: grazie alla collaborazione di Auser e della Consulta del Volontariato) infatti, sarà effettuata a domicilio la consegna di libri, giochi e di cd.
Le richieste possono pervenire ai servizi comodamente tramite e- mail o telefono. La consegna verrà effettuata al domicilio dei richiedenti nei giorni previsti per la consegna. Per agevolare la scelta e le richieste, gli operatori redigeranno con regolarità proposte di lettura, ludiche e di ascolto che verranno pubblicate sul sito del Comune di Nonantola e/o inviate a quanti ne faranno richiesta. Gli operatori restano comunque disponibili, come sempre, per una consulenza personalizzata.
Fonte: Modena Today

Ribolla (GR), Auser in campo con la campagna “Nessuno resta solo”
Auser Ribolla continua la propria attività per aiutare le persone sole e bisognose. Per richiedere aiuto e informazioni, o semplicemente  parlare,  si può telefonare presso la sede al numero 0564-578150 dalle 9 alle 12. Per richiedere  la consegna della spesa e delle medicine, il Comune ha messo a disposizione il numero della biblioteca comunale 348-730622.

“I nostri volontari non si sono mai fermati”  la testimonianza di Auser Boretto (RE)
“Noi di Auser siamo in campo tenendo aperta l’isola ecologica, i trasporti, il sostegno alle attività scolastiche, con i checkpoint negli ambulatori medici e altre attività. Ovunque, dove c’è bisogno”.
“Potremmo starcene comodamente a casa, al sicuro. Invece non stiamo fermi perché portatori di un grande valore che è l’impegno, il sostegno e la solidarietà verso gli altri, verso chi ha bisogno. Così come fanno tante associazioni locali. Nei prossimo giorni abbiamo in calendario 16 accompagnamenti con i nostri mezzi verso poliambulatori, ospedali, cliniche, ecc. Lo faremo con la massima scrupolosità e in sicurezza.
Non ci fermiamo, lo faremo solo se arrivassero disposizioni in questa direzione”.

Osimo (AN), una mano in più
I volontari dell’Auser di Osimo sono operativi e a disposizione dei bisogni della comunità, soprattutto delle persone più fragili. Chiamando il numero 3463939740 si può richiedere la consegna della spesa e dei farmaci a casa, la consegna di effetti personali presso gli ospedali dove si trovano ricoverati i propri congiunti, compagnia telefonica divenuta oggi quanto mai preziosa per affrontare non da soli questo difficile periodo.

Trani, presentazione del libro di Massimo D’Alema
Giovedì 19 novembre alle ore 18 si terrà la presentazione del libro “Grande è la confusione sotto il cielo” di Massimo D’Alema. L’evento sarà in diretta sulla pagina Facebook Auser Trani ed è organizzato da Auser Trani Cultura. Si tratta di un libro di storia contemporanea e di riflessione sugli ultimi decenni.  L’evento potrà essere seguito in diretta sulla pagina Facebook “Auser Trani” e sarà dato ampio spazio alle domande degli utenti che si potranno fare tramite commenti. Partecipano all’iniziativa: Massimo D’Alema; Luigi Vavalà docente di storia e filosofia; Piero Bevilacqua Professore di Storia contemporanea presso la Sapienza Università di Roma; Armando Vitale Presidente della Fondazione Imes ed ideatore del Progetto Gutenberg; Lucia de Mari giornalista di Radio 24 – Il Sole 24 ore; Vincenzo Topputo Auser Trani Cultura.

Tolentino (MC), al via il progetto In Rete per creare nuove voci su Wikipedia
Ha preso il via il progetto di educazione digitale “ Tolentino in Rete” promosso dal Circolo Auser il Girasole di Tolentino, l’Istituto comprensivo Lucatelli  e l’Università di Macerata.
Quindi studenti dell’Istituto Lucatelli, i loro docenti e  quindici volontari Auser Tolentino con la collaborazione di due professori dell’Università degli studi di Macerata, creeranno nuove voci su Wikipedia con parole immagini di persone che vivono a Tolentino. Come la ricordano, come la vivono oggi e come la immaginano nel futuro.


Anziani e dintorni

Coronavirus e Rsa: diritti, tutele e consigli Online il Vademecum di Cittadinanzattiva
Orientare i cittadini che hanno familiari ricoverati nelle RSA (Residenze Sanitarie Assistenziali) in questo difficile periodo di emergenza sanitaria. È questo l’obiettivo del Vademecum “Coronavirus e RSA: diritti, tutele e consigli”, realizzato da Cittadinanzattiva con il contributo non condizionato di Medtronic Foundation, e disponibile sul sito web dell’organizzazione https://www.cittadinanzattiva.it/approfondimenti/salute/13698-le-residenze-sanitarie-assistenziali-rsa-una-guida-in-tempi-di-emergenza.html
Questi alcuni consigli ed informazioni per i cittadini, contenuti nel Vademecum: è proibito l’ingresso all’interno delle RSA ai parenti e ai visitatori, salvo nei casi strettamente indicati dalla direzione sanitaria; nei casi previsti, l’ingresso deve avvenire rispettando tutti i protocolli di sicurezza della struttura; si raccomanda fortemente, prima di recarsi presso la struttura sanitaria, di contattare la struttura in modo da avere contezza delle reali possibilità di ingresso, oltre che informarsi sulla zona di appartenenza della regione nella quale è sita la struttura; è consigliato verificare se la struttura ha redatto un protocollo di sicurezza COVID per avere garanzie sulla sicurezza degli ospiti in caso di contagi e, nel caso in cui non fosse presente (o non venisse fornito), si consiglia di sporgere reclamo al responsabile della struttura sanitaria; nel caso in cui non fosse possibile recarsi presso l’RSA, si consiglia di chiedere agli operatori se è possibile parlare con i propri cari attraverso modalità via web (ad esempio, Skype) o se è possibile avere notizie sul loro stato di salute con regolarità, chiamando in determinati giorni concordati.

 
Emilia Romagna. Tutti  i numeri dei servizi a sostegno di chi soffre di demenza

Oltre alle nuove diagnosi di demenza, lo scorso anno in Emilia-Romagna sono state effettuate 6.142 diagnosi di “Mild Cognitive Impairment” (Disturbo Neurocognitivo Minore), una condizione di “rischio” che dev’essere attentamente monitorata per la sua possibile evoluzione in demenza.
Tra le strutture accreditate (sia residenziali sia diurne) ci sono 13 Nuclei residenziali dedicati a questo tipo di patologia e 9 Centri diurni, cui si aggiungono i posti disponibili nelle oltre 320 Case residenza per anziani non autosufficienti e nei 200 Centri diurni per anziani non autosufficienti. Sempre nel 2019 è stata garantita l’assistenza farmacologica a 10.762 persone con demenza, con 10.883 consulenze specialistiche di tipo psicologico, assistenziale, legale e tecniche per adattamento degli ambienti domestici.
Sono i numeri presentati dalla Regione Emilia Romagna nei giorni scorsi. A cui si devono aggiungere 2081 persone che hanno usufruito della stimolazione cognitiva, mentre 170 gruppi di sostegno ed auto-aiuto con il coinvolgimento di 2211 partecipanti e gli interventi psicologici di sostegno al caregiver (8868 in totale) hanno garantito opportunità per contrastare l’isolamento delle famiglie e la possibilità di sostenere il lavoro di cura delle stesse. In tutta la regione sono attivi più di 50 Caffè Alzheimer, con circa 3 mila partecipanti: I Centri per i disturbi cognitivi e demenze possono avere sede anche all’interno delle Case della salute, punto di riferimento del territorio per l’accesso alle cure primarie.
Fonte: Redattore Sociale


Associazionismo Volontariato Terzo Settore

No alla proroga al 31 marzo 2023 delle concessioni per le sale bingo
“Mettiamoci in gioco”, la Campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo esprime la propria netta contrarietà all’ipotesi di inserire nel testo della legge di bilancio una proroga al 31 marzo 2023 delle concessioni per le sale bingo, come sarebbe previsto in una bozza della legge che sta circolando in questi giorni. La Campagna ritiene che lo stato debba definire al più presto un quadro normativo complessivo per il settore gioco d’azzardo ­e, solo successivamente, procedere alla stipula delle nuove concessioni che sarebbero così coerenti con quanto previsto nella legge quadro.
Info: Mariano Bottaccio – cell. 329 2928070
email: ufficiostampa@mettiamociingioco.org
www.mettiamociingioco.org

 
Gli italiani e la povertà educativa minorile nell’era Covid. L’indagine di Con i bambini e Demopolis
In vista della Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, verrà presentata l’indagine “Gli italiani e la povertà educativa minorile nell’era Covid: vissuti, percezioni, bisogni emergenti dell’opinione pubblica”, che si terrà mercoledì 18 novembre alle ore 15.30 in diretta streaming sul sito www.conibambini.org. La ricerca, realizzata dall’Istituto Demopolis, è stata promossa dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.
I risultati dell’indagine saranno presentati dal direttore dell’Istituto Demopolis Pietro Vento. Ne discuteranno Carlo Borgomeo, Presidente di Con i Bambini; Stefano Buffagni, Presidente del Comitato di Indirizzo Strategico del Fondo; Francesco Profumo, Presidente di Acri; Claudia Fiaschi, Portavoce del Forum nazionale del Terzo Settore.


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it www.auser.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *