Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 24 numero 13 – 7 aprile 2021

Scritto da
7 Aprile 2021

Agenzia settimanale – Anno 24 numero 13 – mercoledì 7 aprile 2021
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

ETS, prorogati  i termini per l’approvazione del Bilancio d’Esercizio
il nuovo Decreto Legge dal Governo Draghi del 31 marzo ha prorogato anche per gli Enti di Terzo Settore i termini per l’approvazione del Bilancio d’esercizio al 29 giugno 2021.
 La proroga sarà valida per tutti gli ETS: in particolare per OdV‚ APS e Onlus, che erano rimasti esclusi dalla analoga proroga per tutti gli altri enti contenuta nel Decreto Milleproroghe (Dl 183/20 convertito nella legge 21/21).

Vaccinazioni anti-Covid, volontari Auser in campo in tutta Italia per aiutare gli anziani soli
Da Nord a Sud dell’Italia migliaia di  volontari Auser sono in campo per aiutare gli anziani soli e fragili a prenotare la vaccinazione  sulle piattaforme informatiche e ad accompagnarli successivamente presso i siti vaccinali, in molti casi lontani decine di chilometri.
Auser è in campo con centinaia di automezzi, molti dei quali attrezzati per il trasporto di anziani in carrozzina. Un’attività di grande importanza in questa fase della campagna vaccinale che coinvolge gli anziani e le persone più fragili.
Inoltre le Asl di Vercelli e Novara hanno sottoscritto apposite convenzioni per coinvolgere  nella somministrazione dei vaccini, i medici in pensione degli ambulatori della solidarietà Auser di Borgomanero e Vercelli.
Per info: auser.it

 
Ai medici di famiglia l’appello dei colleghi di Borgomanero: “Aderite al piano per le vaccinazioni”. Trenta dottori e volontari del poliambulatorio Auser hanno scritto una lettera aperta: “Servono rinforzi”
Non sono sufficienti i medici di famiglia che hanno aderito alla campagna di somministrazione dei vaccini e trenta fra dottori e volontari del poliambulatorio dell’Auser di Borgomanero lanciano un appello ai colleghi perché aderiscano alla campagna di vaccinazione. Una parte dei medici di Medicina generale non ha infatti ancora dato il proprio consenso soprattutto per timore di problemi legali, qualora alla somministrazione del vaccino seguisse qualche disturbo grave nel paziente.
Così i medici in pensione e i volontari che operano da tempo a titolo totalmente gratuito per l’Auser di Borgomanero hanno scritto una lettera aperta ai colleghi: «Il virus corre e corre veloce e in più si trasforma. Noi dobbiamo correre più veloce, arrivare prima che lui si trasformi completamente e ci costringa a cercare un nuovo vaccino, vanificando tutti i sacrifici compiuti finora. Dobbiamo risparmiare tante vittime. Per questo noi medici volontari Auser, pensionati e non, siamo al vostro fianco, anche con personale amministrativo e con infermieri. C’è bisogno della collaborazione di tutti voi medici di famiglia, per far sì che entro l’estate tutta la popolazione novarese venga vaccinata. Molti di voi si sono già mossi aggregandosi in strutture idonee per vaccinare. Qualcuno però esita, ha dei dubbi o è contrario. Ciò può comportare ritardi e disagi per i pazienti, che si sentiranno oltre modo trascurati. La parola ritardi non possiamo permettercela».
Per questo, aggiungono «vi preghiamo di rivedere la vostra posizione e aderire in massa alla campagna di vaccinazione. Alla nostra firma si aggiungerebbero senz’altro le centinaia di pazienti che aspettano solo di vaccinarsi e magari di farsi vaccinare dal loro medico curante».
Fonte: La Stampa

 
La Spezia, “Al tuo fianco” operativo lo sportello contro le violenze agli anziani

Dal 12 aprile in via Parma 24, sarà attivo uno sportello a contrasto del maltrattamento degli anziani. In Italia un anziano su tre è vittima di una forma di violenza: maltrattamenti psicologici, fisici, truffe finanziarie, abusi sessuali. Grazie al progetto “Al tuo fianco” (Elder abuse) promosl so da Auser della Spezia e sostenuto con il finanziamento dell’8 per mille della Chiesa Valdese, sarà possibile avere sul territorio provinciale uno sportello in grado di accogliere le vittime di abuso e supportarle nella loro richiesta di aiuto. Un servizio attivo il lunedì ed il venerdì dalle 10 alle 12 ed il mercoledì dalle 15 alle 17 gestito da volontarie dell’Auser che, opportunamente formate all’ascolto forniranno consigli per affrontare le diverse situazioni, coadiuvate dall’intervento di professionisti, psicologi e avvocati.
Per contatti e appuntamenti telefonare al numero 0187- 513108. Parallelamente, grazie all’interessamento diretto della Prefettura della Spezia, Auser potrà avvalersi di una stretta collaborazione con tutte quelle istituzioni e servizi (in particolare le Forze dell’Ordine, i Distretti sociali e l’Azienda sanitaria), indispensabili per concrete azioni di accompagnamento.
Fonte: La Nazione

 
Lentiai (BL), trecento viaggi solidali per aiutare chi è in difficoltà
Un anno dallo scoppio della pandemia l’impegno messo in campo dal circolo Auser Lentiai non si è mai fermato: i numeri parlano di 300 accompagnamenti effettuati nei confronti delle persone più deboli, ai quali si sono aggiunte 256 consegne della spesa o farmaci a domicilio e 1280 telefonate di supporto psicologico.
Sono 25 i volontari impiegati e lo sforzo prosegue anche quest’anno, nell’auspicio che la situazione possa un po ’alla volta migliorare.
È sempre valsa la pena tenere aperto il circolo in questi mesi segnati dal Covid-19? «Certamente sì, visti i riscontri che registriamo sia tra i nostri tesserati che tra le volontarie e i volontari, che per parte loro hanno offerto un impeccabile servizio alla cittadinanza, espresso in vari modi», spiega il presidente Lorenzo Durante. «Prima di tutto, una volta ultimato il trasferimento nella nuova sede, oggi al centro Tres, abbiamo attivato i contatti telefonici istituendo il numero verde 800 845 630, cercando in tal modo di regalare un sorriso o una parola di conforto alle persone, soprattutto a quelle sole o con qualche acciacco, che periodicamente vengono chiamate dalle nostre volontarie. Queste si alternano durante tutta la settimana, domenica e festivi esclusi, dalle 9.30 alle 11.30».
L’Auser prosegue inoltre sia il servizio del bus navetta per il mercato di Lentiai, che quello dei nonni vigili. Anche se molti servizi oramai si indirizzano sempre più verso soluzioni on-line.
E per il futuro?  «In questi giorni abbiamo aderito all’iniziativa “Viva Vittoria” , a sostegno di una riflessione sul tema della violenza sulle donne. Appena possibile riprenderemo con le camminate in piccoli gruppi, sperando ad un ritorno alla normalità. Stiamo inoltre programmando la seconda edizione di “Cinema all’aperto”, sempre nel cortile della biblioteca: le serate si terranno tra luglio ed agosto, mentre il calendario curato dal nostro amico e regista Stefano Usardi è ancora in allestimento», conclude il presidente.
Fonte: Il Corriere delle Alpi

 
Bergamo, boom di chiamate per il trasporto sociale
L’Auser che con i suoi 780 volontari e i 150 automezzi è tra le realtà più impegnate su questo fronte conferma di ricevere centinaia di richieste al giorno. «Per avere un quadro più preciso – spiega il presidente Mario Vitali – ho chiesto proprio in questi giorni un report aggiornato alle 52 Ala (associazioni locali affiliate) che abbiamo sul territorio. La maggior parte dei nostri volontari è impegnata proprio nel trasporto sociale per visite, esami, disbrigo di pratiche e, in questo periodo, soprattutto per accompagnare gli anziani a fare il vaccino». Nel 2020 sono stati 15.048 i contatti telefonici al «Filo d’argento» e 2.058 le persone accompagnate per motivi sociosanitari (i viaggi molti di più, contando le andate e i ritorni). Il servizio è gratuito. «Le donazioni sono ben accette, per il resto le spese per i mezzi sono coperte dai contributi dei Comuni con i quali siamo convenzionati. Certo questo sarà un anno lacrime e sangue, i tesserati sono calati (l’anno scorso abbiamo perso 18 volontari per Covid) ma non ci fermiamo. Abbiamo sospeso l’attività solo pochi giorni anche durante il primo lockdown».
Sempre più anziani, quindi, chiedono il trasporto sociale. Ma non bisogna dimenticare che anche i volontari che effettuano questo servizio hanno i capelli bianchi. «La media è tra i 70 e i 75 anni», per questo Auser e Anteas hanno già provveduto a inoltrare i nominativi ad Ats perchè siano subito vaccinati.
Fonte: Eco di Bergamo

 
San Vincenzo (LI), Spi-Cgil e Auser propongono di verificare se la farmacia comunale possa essere il luogo adatto alla somministrazione
“Facendoci portavoce delle molteplici segnalazioni pervenute allo Spi-Cgil e all’Auser di San Vincenzo, ci appelliamo al Comune affinché venga istituito anche nel nostro territorio un Centro di somministrazione vaccinale”.
Così Gabriella Giomi, segretaria Spi-Cgil San Vincenzo, e Franco Nencioni, presidente Auser San Vincenzo, hanno firmato una nota congiunta per chiedere di “verificare la possibilità di far aderire la Farmacia comunale all’iniziativa di vaccinazione prevista dall’accordo siglato fra le associazioni dei farmacisti, il governo e le Regioni”.
“La popolazione sanvincenzina è composta in gran parte da persone in età avanzata: non tutte dispongono di un mezzo a propria disposizione oppure sono in grado di raggiungere i centri vaccinali delle zone limitrofe scarsamente servite dai mezzi pubblici. – hanno proseguito – Riterremmo pertanto opportuno che l’Amministrazione comunale si adoperasse con le strutture preposte affinché venga facilitata la campagna di vaccinazione per le persone più in difficoltà non solo perché più anziane ma anche perché più deboli”.
Fonte: quinewsvaldicornia.it

 
Reggello (FI), Comune e Auser aiutano gli anziani nella prenotazione del vaccino anti Covid
Da martedì 6 aprile, presso la Biblioteca Comunale di Cascia a Reggello, è partito un nuovo servizio di aiuto per la prenotazione online dei vaccini anti-covid, riservato alle persone che appartengono alle categorie per cui è possibile la vaccinazione. In sostanza queste persone, che possono vaccinarsi, potranno effettuare la prenotazione online con l’aiuto di personale dedicato rivolgendosi semplicemente alla biblioteca comunale.
“Grazie all’Auser che si è resa disponibile per gestire questo progetto per aiutare specialmente gli anziani o le persone meno avvezze a utilizzare il portale Web della Regione Toscana -sottolinea il sindaco Giunti – tra l’altro, il servizio di Prenotalbus offerto da ColBus aiutarà chi ha difficoltà a muoversi dalle frazioni per arrivare alla biblioteca comunale nel capoluogo”.
“Il servizio è attivo ogni martedì e venerdì, dalle 9 alle 12; il mercoledì e giovedì, invece, dalle 14,30 alle 17.
Per il servizio di Prenota il Bus basta telefonare, gratuitamente, al numero verde 800.335850.
Fonte: valdarnopost.it

 
Cremona, una nuova auto per il trasporto sociale grazie ad una generosa donazione di privati
L’Auser di Cremona ha vissuto un momento importante, nella bellissima cornice di piazza del Comune. L’occasione è stata la presentazione della nuova macchina attrezzata appena acquistata, grazie a generose donazioni. «Ringraziamo la famiglia Bernuzzi e la signora Beatrice Strevignoli — dicono la presidente Manuela Cavedagna e il vice presidente Giuseppe Taino — che con la loro generosità hanno voluto ricordare due congiunti recentemente scomparsi. Erano presenti anche una rappresentanza della associazione Abio e per la ditta Lameri il signor Carotti, che hanno contribuito all’acquisto del mezzo. Un grazie anche al presidente Cesare Macconi della Fondazione Comunitaria per l’attenzione che ha avuto nei nostri confronti».
Per Auser questa è stata un’altra tappa del progetto iniziato due anni fa, che prevede l’ampliamento e l’ammodernamento del parco macchine, e che proseguirà nell’anno in corso con la raccolta fondi per la sostituzione di due macchine ormai datate. «Sarebbe molto importante che fossero rimpiazzate con due vetture elettriche visto che percorriamo ogni giorno le strade cittadine per trasportare anziani e bambini con disabilità». Il sindaco Gianluca Galimberti e l’assessore Rosita Viola, presenti all’incontro, hanno avuto parole di ringraziamento e di incoraggiamento nei confronti dell’associazione per quanto Auser sta facendo per le persone in difficoltà.  
Fonte: La Provincia di Cremona

La Spezia, un progetto per migliorare la qualità di vita nei centri cittadini
Un progetto a quattro mani per la tutela dell’ambiente e la riqualificazione delle aree urbane. È quanto realizzato dal Comune di Beverino (SP) con la collaborazione dell’Auser della Spezia per sviluppare i valori sociali e ambientali attraverso la cura delle aree vissute dai cittadini. Il piano prevede la manutenzione condivisa e partecipata delle aree verdi pubbliche di tutte le frazioni – Corvara, Bracelli, Beverino Castello, Padivarma, Cavanella di Vara, San Remigio, Castiglione di Vara -, ubicate a ridosso dei centri storici e dei centri abitati, che verranno riqualificate al fine di migliorare la fruibilità da parte delle famiglie e dei bambini. A completare il quadro degli interventi, la manutenzione dei cimiteri e delle cunette stradali. «Il Comune di Beverino e Auser La Spezia si sono uniti per un unico obiettivo: migliorare la qualità di vita nei centri cittadini, valorizzando le risorse ambientali e sociali che possano educare e rendere più coesa la comunità – fanno sapere dal municipio della bassa Val di Vara -. Con questa attività condivisa tra istituzioni e associazioni di volontariato, si vuole valorizzare, evidenziare l’incidenza e l’importanza della coesione e collaborazione fondata sulla divulgazione di sani principi di vita». Il Comune della bassa Val di Vara provvederà a versare all’Auser un contributo per i rimborsi delle spese vive sostenute dai volontari, e a mettere a disposizione i mezzi e le attrezzature necessarie.
Fonte: La Nazione

Cossato (BL), Auser cresce e apre una nuova sede
Cresce l’impegno dei volontari dell’associazione Auser di Cossato, da mesi attiva nel portare aiuti alle famiglie in difficoltà e nel sostenere con trasporti e consegne i servizi del consorzio socio-assistenziale Cissabo.
È di questi giorni la firma del contratto di affitto per l’apertura di una sede in via Mazzini: sarà un presidio dove chi sta attraversando un periodo difficile potrà trovare un supporto amico.
Fonte: ilbiellese.it

 
Il Comune di Casalserugo (PD), in collaborazione con Auser, avvia il servizio telefonico di assistenza per la prenotazione on line del vaccino
Al via anche a Casalserugo il servizio di assistenza per la prenotazione on line dei vaccini per le classi dal 1942 al 1951. “In questi giorni riceviamo molte segnalazioni di persone che hanno difficoltà ad effettuare le prenotazioni online. – spiega il sindaco Matteo Cecchinato – Per questo attiviamo un numero dedicato a chi non ha la possibilità di procedere autonomamente. Il numero è disponibile anche per richiedere il servizio di trasporto già attivo grazie alla preziosa collaborazione dell’Associazione Auser di Casalserugo”.
Il numero di telefono 345.2504777 è disponibile per le richieste dei nati dal ‘42 al ‘51, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13. Il numero non è disponibile per eventuali segnalazioni relative al servizio vaccinazioni per le quali è disponibile il numero dell’Ulss 6
Euganea 800 032 973.
Fonte: lapiazzaweb.it


Dal Sindacato


O i brevetti o la vita. Il 7 aprile click day
Il 7 aprile, in occasione della Giornata mondiale della salute, il Comitato Italiano della Campagna Europea Diritto alla Cura, promossa da oltre 90 organizzazioni tra cui la Cgil, con lo slogan ‘O i brevetti o la vita’ torna a mobilitarsi con un click day per invitare quante più persone possibile a firmare l’Iniziativa dei Cittadini Europei al link  “Tutti hanno diritto alla protezione da Covid 19. Nessun profitto sulla pandemia”. L’obiettivo dell’ICE è raccogliere 1 milione di firme per chiedere all’Ue di modificare gli accordi commerciali con una sospensione, almeno temporanea, dei brevetti dei vaccini.
Per la Cgil e per gli altri soggetti promotori della Campagna “è fondamentale che l’accesso ai vaccini sia garantito a livello globale per evitare che ulteriori varianti del virus si sviluppino e vanifichino gli sforzi fatti finora. La salute è un diritto umano ed è tempo che sia un diritto per tutti”.
Mercoledì 7 aprile, dalle ore 18 si terrà  inoltre una diretta online sulla pagina Facebook italiana di Right2cure/DirittoallaCura


Associazionismo Volontariato Terzo Settore


Terzo settore, Forum: “Le nuove linee guida per lavorare con la PA rappresentano un concreto passo avanti”
“Le linee guida per i rapporti con la Pubblica amministrazione sono un passaggio fondamentale per la valorizzazione del Terzo settore: adesso si può collaborare al meglio con le istituzioni pubbliche”. Lo afferma Claudia Fiaschi, portavoce del Forum nazionale del Terzo settore, esprimendo soddisfazione per la firma del ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Andrea Orlando sul decreto di adozione delle linee guida sul rapporto tra pubbliche amministrazioni ed enti del Terzo settore, a seguito dell’intesa sancita nell’ultima seduta della Conferenza unificata.
Le linee guida contenute nel decreto declinano i percorsi amministrativi che la PP.AA. dovrà seguire per rendere operative le attività di co-programmazione e co-progettazione, gli strumenti di accreditamento e le convenzioni. “È un chiaro passo avanti – sostiene la portavoce del Forum – rispetto alla legge Turco che prevedeva questa possibilità, ma solo nell’ambito dei servizi sociali, e solo per progetti innovativi. Adesso invece, con queste linee guida, le prassi collaborative diventano la modalità normale, e non più eccezionale, di rapporto tra gli enti di Terzo settore e tutte le amministrazioni pubbliche. È uno degli effetti più importanti della riforma ed è l’inizio di una relazione basata sul principio dell’amministrazione condivisa, come affermato dalla Corte Costituzionale”.
Il Forum valuta positivamente l’orientamento espresso dal Ministero del Lavoro sull’utilizzo degli strumenti collaborativi per attuare le iniziative per il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e definire la nuova programmazione dei fondi strutturali europei. “Apprezziamo molto – ha dichiarato Fiaschi – che il Ministro abbia riconosciuto ancora una volta l’importanza dell’attività svolta dal Terzo settore, e che abbia annunciato anche per le prossime settimane provvedimenti per il suo sostegno”.
Tutte le info e gli approfondimenti sul sito www.forumterzosettore.it


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it www.auser.it

 

Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

I commenti sono chiusi