Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 24 numero 18 – 12 maggio 2021

Scritto da
12 Maggio 2021

Agenzia settimanale – Anno 24 numero 18 – mercoledì 12 maggio 2021
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


 

 

 

Auserinforma

Visite ad anziani nelle RSA “Finalmente si è pensato a chi non ha voce. Ora un nuovo modello di assistenza per gli anziani fragili”. Dichiarazione del presidente Costa
Siamo molto contenti che il ministro Speranza abbia firmato l’ordinanza che permetterà agli anziani delle RSA di ricevere nuovamente visite di parenti e amici. In sicurezza.
Attendevamo da tempo questa decisione, le condizioni di isolamento totale in cui da 14 mesi erano costretti a vivere gli anziani erano diventate  insostenibili, con forti ripercussioni  sulle loro condizioni psicofisiche. Le videochiamate, le stanze degli abbracci,  che anche grazie alla nostra rete di volontariato siamo riusciti ad organizzare e favorire in molte strutture, hanno permesso una qualche forma di contatto con l’esterno. Ma ricevere una visita di un  proprio caro o di  un amico, è un’altra cosa.
L’isolamento totale dal mondo esterno rischiava di diventare una pesante elemento di  discriminazione nei confronti di migliaia di anziani fragili, che erano stati vaccinati e poi  dimenticati.
Bene quindi che in questa fase generale di  riaperture si sia finalmente pensato a chi non ha voce.  Auspichiamo da tempo che si trovi al più presto un modello di assistenza che consenta agli anziani fragili di essere curati e sostenuti nel proprio territorio e a casa propria.

Alimentazione, benessere, salute: tre incontri online con il dott. Paolo Pigozzi. Una iniziativa Auser e Spi Cgil
Tre incontri online aperti a tutti  con il dott. Paolo Pigozzi per parlare di alimentazione sana, benessere e salute. Iniziativa promossa da Auser e Spi Cgil.Si comincia il 19 maggio con il tema “Mangiar bene per vivere bene.Come mantenere il nostro organismo e il sistema immunitario il più possibile in salute anche in tempi di pandemia. Tra scienza e tradizione. Riflessioni, suggerimenti e qualche ricetta”. L’appuntamento successivo si terrà il 27 maggio durante il quale si parlerà di “Muoversi per restare vivi”, terzo e ultimo incontro il 9 giugno con “Il cibo dell’anima. Ridurre lo stress, nutrire la mente e lo spirito per rinforzare il sistema immunitario e vivere felici e contenti. Un obiettivo che tutti meritiamo di raggiungere”.
Tutti gli incontri si terranno online dalle ore 15 alle 17,30 si potrà accedere a questo link

Lombardia, si intensifica l’impegno di Auser per la campagna vaccinale
Auser in tutto il territorio regionale con i suoi volontari sta intensificando l’impegno – iniziato nel mese di marzo scorso con le prime vaccinazioni di massa – per garantire l’accompagnamento sociale ai centri vaccinali a tutti coloro che ne hanno bisogno, soprattutto a cittadini anziani e a persone disabili e non autosufficienti. L’accompagnamento sociale, svolto in sicurezza da volontari esperti e con mezzi di trasporto adeguati alla condizione fisica della persona che chiede il servizio, risulta molto importante per consentire a coloro che sono più fragili o con maggiori problemi di mobilità di ricevere il vaccino e mettersi al riparo dalla pandemia. Al 30 aprile 2021 sono stati effettuati 5.138 accompagnamenti presso i centri vaccinali, i volontari impegnati sono 1.427, le auto utilizzate per i trasporti sono 508 mentre le ore di volontariato effettuate superano quota 9mila.

 
Commozione tra gli anziani Kenioti che hanno ricevuto  le prime dosi di vaccino
Auser a fianco di Amref nella campagna “Un vaccino per il bene dell’Africa. Per il bene di tutti”.
Da marzo 2020, il mondo sta affrontando la sfida sanitaria più impegnativa degli ultimi decenni: il COVID-19. Il governo keniota ha annunciato da poco l’acquisto di nove milioni di dosi di vaccini.
Amref Health Africa è uno dei partner ufficiali del Governo del Kenya per la distruzione e somministrazione dei vaccini contro il COVID-19. Il vaccino a disposizione è l’AstraZeneca. Grazie a questa partnership, dalla seconda metà di marzo 2021, Amref ha iniziato la campagna di vaccinazione sul territorio nazionale, concentrandosi sull’immunizzazione del personale sanitario impegnato in prima linea e delle persone anziane e fragili, con età superiore a 58 anni, senza distinzione di nazionalità o sesso. Nella mobilitazione per una salute globale  ed un accesso equo ai vaccini nel continente africano, Auser si è affiancata ad Amref nella campagna “Un vaccino per il bene dell’Africa. Per il bene di tutti”.
“Non si possono lasciare indietro i più poveri nella lotta contro la pandemia di Covid 19 – sottolinea il presidente nazionale Auser Enzo Costa – l’accesso per tutti al vaccino è un segno di giustizia sociale, nessuno deve essere dimenticato perchè la lotta contro questo virus riguarda il mondo intero. La salute è un diritto di tutti e la sua garanzia è una responsabilità a cui noi – che in questo mondo siamo dei privilegiati – non possiamo sottrarci”.
La campagna è volta a promuovere e finanziare interventi indispensabili allo sviluppo di un programma di vaccinazione di massa trasversale in otto Paesi dell’Africa sub-sahariana.
Nella prima fase della lotta al COVID-19, Amref Health Africa ha raggiunto oltre 1,3 milioni di persone, formato circa 110.000 medici, infermieri e operatori sanitari in Africa, attrezzato cinque laboratori in Kenya per effettuare i test. Con questa campagna congiunta, di tutte le Amref, si mira a formare migliaia di operatori sanitari sulla corretta somministrazione del vaccino, allestire centri di vaccinazione, arrivare nelle aree più remote con cliniche mobili e presidiare la catena del freddo. Il lavoro di
Amref si concentrerà in Etiopia, Kenya, Malawi, Senegal, Sud Sudan, Tanzania, Uganda, Zambia, con l’obiettivo di raggiungere oltre 9milioni di beneficiari.
 
 
Lecco, una serie di video con i consigli per gli anziani
Una serie di video dedicata alla terza età. A realizzarla è Auser provinciale Lecco. L’iniziativa si chiama “Auser con gli anziani” e con essa verranno proposti consigli per il benessere dei nonni.
La prevenzione delle cadute è il tema del primo filmato, già disponibile sul canale YouTube dell’associazione. Il video, autoprodotto, è stato realizzato grazie alla collaborazione di Auser Insieme Olginate e dello Spi Cgil Lecco. La regia è di Costantino Figini, la sceneggiatura di Giacinta Papini, la voce di Gino Buscaglia.
I filmati saranno pubblicati con cadenza periodica e messi a disposizione di tutti gli enti e le istituzioni che vorranno divulgarli in favore della loro cittadinanza. I successivi temi trattati saranno:
– Anziani e estate. Come affrontare il caldo
– Consigli dietetici
– L’alimentazione dell’anziano diabetico
– La prevenzione del piede diabetico
– Consigli per i parenti/caregiver su come relazionarsi con un anziano affetto da demenza
Fonte: leccotoday.it
 
 
Migliaro (FE), donata ad Auser da un privato una carrozzina per gli accompagnamenti delle persone fragili
La solidarietà non si ferma e non si deve fermare, soprattutto in un momento complesso come questo. Lo sanno bene i volontari dell’Auser di Migliaro, mai fermi da quando è scoppiata la pandemia nei propri servizi a favore dei più deboli (ossia gli ospiti delle case di riposo), così come il sostegno della gente è continuato nel territorio. Come dimostra la donazione effettuata nei giorni scorsi da parte di un privato a favore della comunità. Si tratta del dono di una preziosa carrozzina a favore della sezione locale dell’Auser servirà per facilitare l’accompagnamento verso le strutture sanitarie delle peresone più fragili e con difficoltà di movimento.

 
Lombardia, online il Webinar sui primi risultati del progetto “L’uso dello spazio e del tempo: il ruolo di ambiente, relazioni sociali e tecnologie”
Come ambiente, reti sociali e strumenti tecnologici possono essere facilitanti oppure innalzare barriere nella vita quotidiana delle persone over65 in Lombardia, specialmente da quando il Covid19 ha imposto nuove regole nell’utilizzo degli spazi e del tempo? La scienza dà le prime risposte attraverso i risultati dei focus group condotti nell’ambito del progetto “Tapas in Aging”, gestito dalla Fondazione I.R.C.C.S. Istituto Neurologico Carlo Besta in collaborazione con Auser Regionale Lombardia come partner. Il video del webinar è pubblicato sul sito www.auser.lombardia.it e sulla pagina Facebook di Auser Lombardia.
“Noi ricercatori stiamo facendo un’esperienza fantastica grazie alle ricerche che portiamo avanti con Auser Lombardia – commenta Matilde Leonardi (Neurologa di fama internazionale e Direttrice U.O.C. Neurologia, Salute Pubblica e Disabilità della Fondazione IRCCS Istituto Neurologico ‘Carlo Besta’) – e, da quando lo spazio senza limiti è diventato ristretto e il tempo senza costrizioni ha assunto caratteristiche inaspettate, ogni giorno scopriamo assieme ai professionisti e a volontari di Auser molti aspetti. La solitudine può essere uno dei determinanti di disabilità nell’invecchiamento e Auser ha un ruolo importante per migliorare la salute di coloro che entrano in contatto con l’associazione. L’OMS, prendendo atto dell’importante lavoro che Auser svolge, ha inserito l’esperienza nazionale di Auser come buona prassi nel report per il decennio 2020-2030 per l’invecchiamento sano, il documento che traccia le linee guida per gli stati membri”.
i primi quattro focus group – ne verranno organizzati altri due – in cui sono stati coinvolti i volontari Auser hanno riguardato la Città Metropolitana di Milano (Auser Prealpi, Auser 19, Auser Sesto San Giovanni e Auser Pioltello), di Varese (Auser Gallarate e Auser Carnago) e di Cremona (Auser Provinciale Cremona, Auser Pessina Cremonese, Auser Pandino, Auser Romanengo, Auser Università Popolare Cremona) e i soci di Nestore.

Montevarchi (AR), Auser accompagna al cimitero chi non può muoversi in autonomia
“Ti accompagniamo noi”: si chiama così il nuovo servizio lanciato dall’Auser di Montevarchi (AR) con il supporto dell’amministrazione comunale. Il progetto vede i volontari mettere a disposizione i mezzi dell’associazione per accompagnare chi vuole recarsi in visita ai propri cari al cimitero, ma non ha la possibilità di farlo in autonomia. Il servizio, per garantire la massima sicurezza, viene effettuato su prenotazione telefonando allo 055 984428. “L’Auser si occupa essenzialmente di aiutare le persone fragili, come ad esempio accompagnarle alle visite mediche o più recentemente aiutarle nelle procedure per le prenotazioni delle vaccinazioni – spiega Andrea Donati, presidente dell’Auser Comprensorio Valdarno – In questo periodo complesso abbiamo visto una particolare sofferenza in quelle persone che desideravano andare a trovare i loro cari defunti e per questo, avendo anche dei mezzi grandi che permettono di fare un servizio in sicurezza, abbiamo avuto l’idea di istituire questo servizio di accompagnamento verso i cimiteri comunali”. “L’amministrazione comunale è felice di appoggiare questo progetto particolarmente importante e utile e che nasce dalla generosità dell’Auser” commenta il sindaco Silvia Chiassai.
Fonte: La Nazione

Arcore (MB), con lo Sportello per l’assistenza digitale supporto e orientamento sul web
Ad Arcore (MB) il terzo presidio delle Associazioni Alisei e Auser per facilitare l’accesso alle risorse del web. Dopo Monza San Rocco e Cesano Maderno Villaggio Snia, anche il vimercatese potrà contare su uno Sportello di Assistenza Digitale in un dialogo intergenerazionale: questo il nome dell’iniziativa che, tramite un numero di telefono dedicato e in presenza presso le sedi distribuite sul territorio, prova a dare una mano a quanti – non solo anziani – abbiano difficoltà con la tecnologia e faticano a destreggiarsi tra computer, smartphone e tablet.
Lo Sportello di Assistenza Digitale, infatti, è un servizio gratuito che può essere richiesto per ottenere supporto e orientamento nell’utilizzo delle risorse del web. L’iniziativa è inserita nell’ambito del progetto “Integra” approvato e finanziato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali attraverso regione Lombardia.
Lo Sportello di Arcore risponde al 348 6244580 il mercoledì dalle 14 alle 17, a partire da mercoledì 12 maggio. E, quando sarà possibile, riceverà l’utenza in presenza presso la sede Auser di via S. Apollinare 1.
“Per Auser questa iniziativa è una nuova opportunità – dice Giuseppe Pagani, presidente di Auser Insieme San Rocco – la nostra realtà ha già nelle sue corde quella dell’alfabetizzazione informatica per gli anziani e per quelle persone che non hanno disponibilità. Quando sarà possibile farlo in sicurezza organizzeremo anche degli incontri di formazione in presenza e incontri informativi per evitare le truffe informatiche”.
Fonte: mbnews.it

Cornaredo (MI), tornano i “Nonni al parco”
È ripartito nei giorni scorsi il dispiegamento dei “nonni al parco”, volontari dell’Auser insieme di Cornaredo (MI), che hanno come per gli anni passati il compito di sorvegliare i parchi per evitare – con la loro presenza dissuasiva – che gli stessi si trasformino in luoghi dove tutto è possibile.
Oggi più che mai diventa preziosa la presenza di questi volontari “sentinelle” che vigilano per la tranquillità degli anziani, dei bambini e delle mamme, affinché non ci siano assembramenti e le regole, alle quali tutti noi siamo assoggettati in questo lungo periodo di pandemia, siano rispettate. I nonni al parco, forniti di giubbotti rifrangenti e di cartellini di riconoscimento, sono costituiti in piccoli gruppi e vigileranno dalle 17 alle 19 dei giorni feriali. Avranno l’impegno di passeggiare ed osservare che tutto vada bene, ma non interverranno in prima persona, bensì avranno il contatto diretto con il Comando della Polizia Locale.
L’esperimento, ovviamente voluto dall’Amministrazione Comunale e supportato dall’Auser, è giunto al settimo anno consecutivo e riscuote il consenso dell’intera Comunità che nei mesi estivi frequenta assiduamente i parchi di piazza Libertà e quello di via San Siro.
Fonte: primamilanovest.it

Cavriago (RE), lettori volontari prestano la loro voce per contrastare la solitudine degli anziani
«C’è chi si fa leggere il giornale, chi ci indica un libro preciso da leggere, chi invece si affida a noi per conoscere un testo nuovo. Ma per tutti, anche per noi lettori volontari, diventa un appuntamento importante ed atteso. Si fanno chiacchiere, ci si confronta, nascono legami». Lo racconta Vanessa Manfredini, una delle dieci lettrici volontarie che a turno prestano la loro voce e un po’ del loro tempo a «Pronto, chi legge?», servizio gratuito di letture telefoniche nato durante il lockdown per contrastare la solitudine degli anziani ma ancora in evoluzione. Ogni settimana vengono raggiunte telefonicamente persone di Cavriago, Reggio e anche Parma. Il progetto è realizzato con Auser Cavriago, i Servizi sociali e la parrocchia. «La paura del contagio, la chiusura dei centri sociali, le limitazioni degli spostamenti hanno azzerato per molte persone le occasioni di socialità. In particolare tra gli anziani si sono amplificate le situazioni di disagio ed isolamento». Per prenotare la lettura (o regalane una) basta chiamare lo 0522/373466 o inviare una e-mail a multiplo@comune.cavriago.re.it.
Fonte: Il Resto del Carlino

 
Prato, programmate le “vacanze insieme” per gli anziani
Auser promozione sociale Prato, Anteas, Ada con i Comuni di Prato, Poggio a Caiano, Carmignano e Montemurlo propongono ‘Vacanze insieme’, periodi di ferie per anziani per dare un po’ di distrazione e relax ai cittadini più fragili dopo il lungo periodo di pandemia e sofferenza.
Info: Auser via Aniene 46 Prato, telefono 0574-38826.
Fonte: La Nazione

 
Parma, Paolo Bertoletti nuovo presidente Auser
Paolo Bertoletti, 64 anni, da pochi mesi in pensione, è  il nuovo presidente di Auser Parma, eletto dai delegati partecipanti all’assemblea on line. Bertoletti approda al vertice di Auser dopo una vita trascorsa in Cgil dove è entrato nel 1980 come delegato sindacale dell ‘ allora Simonazzi, fino a diventare segretario provinciale nel 2000, segretario del sindacato pensionati e concludere la carriera a Bologna. Succede ad Arnaldo Ziveri, che ha lasciato la guida di Auser per raggiunti limiti di mandato, al termine di sette anni vissuti affrontando con grande diplomazia e realismo mille problemi e difficoltà: dalla «crisi» nei rapporti con il Comune di Parma fino alla pandemia, che ovviamente ha lasciato segni pesanti sia sui volontari (prevalentemente anziani), sia sull’affidamento delle attività. Tuttavia il bilancio tracciato da Ziveri non lascia dubbi: l ‘ Auser di Parma è ben viva e in salute, e anche in tempi difficili fa davvero tanto per migliorare il benessere delle persone più fragili.
Fonte: Gazzetta di Parma

Siena, ripartono le attività ricreative e culturali
Con il ritorno della zona gialla, l’Auser comunale di Siena riprende gradatamente le proprie attività sociali e culturali. Il 13 maggio riprende l’ Università del Tempo Ritrovato con le sue conferenze su Siena e di carattere generale. Le conversazioni fra maggio e luglio si svolgeranno all’aperto, nello spazio rionale antistante la sede di via Tolomei 7 (inizio alle 17). Queste le date degli appuntamenti con i relatori: 13 maggio, presentazione del libro ‘Storia della Resistenza Senese’, con Laura Mattei e Riccardo Bardotti; 20 maggio, ‘I Fisiocritici. Un’Accademia in convento’, con Mario De Gregorio; 27 maggio, Donatella Coli ‘L’assistenza medica e l’evoluzione della medicina nel primo conflitto’; 3 giugno, Jacopo Grisolaghi, ‘Che cos’è la sindemia? Gli effetti del Covid anche in chi non ha avuto il Covid’; 10 giugno, Anna Maria Guiducci ‘Il Museo per tutti’; 17 giugno, Gabriella Rustici ‘Un’epidemia esemplare: il tifo a Siena nel 1817’; 24 giugno, Renato Scarinci ‘Fantasmi e altri spiriti a Siena’; 1° luglio, Massimo Bianchi, ‘Il Regolamento del Palio di Siena. Le modifiche dal 1949 a oggi’; 8 luglio, Duccio Balestracci presenta il libro ‘Il Glossario del Palio di Siena illustrato’.
Fonte: La Nazione


Dal Sindacato


Vaccini: Comitato Right2cure a Commissione Ue e Governo, sui brevetti scelte chiare e immediate
“Chiediamo alla Commissione Europea e al Governo italiano, di pronunciarsi subito, in modo chiaro e definitivo, sulla moratoria temporanea dei brevetti”. Così il Comitato Italiano della Campagna Europea Right2Cure #NoprofitOnPandemic, di cui la Cgil fa parte insieme ad altre 108 realtà e associazioni.
“Le dichiarazioni del Presidente del Consiglio Mario Draghi ad Oporto, di plauso a Biden, erano parse un segnale positivo per il Comitato, che gli aveva rivolto un appello in tale direzione il 19 aprile senza aver mai ricevuto alcuna risposta, ma a queste non sono seguiti atti concreti, bensì un susseguirsi di argomentazioni di fonte governativa contraddittorie e ambigue”, si legge nel comunicato. “Non si può continuare così, occorre una ferma assunzione di responsabilità sia sulle decisioni che il Governo italiano può assumere in autonomia, sia sulle scelte della Commissione Europea, sulla quale il nostro Governo può esercitare, insieme ad altri Paesi, una forte e pubblica pressione”.
Secondo il Comitato “non ci sono altre strade, oltre la moratoria: la gestione della produzione e distribuzione dei vaccini da parte delle aziende farmaceutiche proprietarie dei brevetti, ha dimostrato di essere ampiamente fallimentare e incapace di dare risposte ai due terzi dell’umanità”.
Per maggiori informazioni noprofitonpandemic.eu Per firmare l’ICE eci.ec.europa.eu


Anziani e dintorni


Pnrr: Sindacati, bene l’istituzione di un tavolo tecnico/politico di confronto sulla non autosufficienza
“L’incontro con il Governo sull’esigenza di varare una legge quadro sulla non autosufficienza è stato positivo”. Lo dichiarano in una nota congiunta i Segretari confederali di Cgil, Cisl, Uil, Rosanna Dettori, Andrea Cuccello, Domenico Proietti ed i Segretari Generali della Federazione dei Pensionati, Ivan Pedretti, Piero Ragazzini, Carmelo Barbagallo, al termine dell’ incontro in videoconferenza con i Ministri del Lavoro e della Salute, Andrea Orlando e Roberto Speranza.
“È positivo che Il Pnrr abbia fatto propria la nostra proposta di una legge quadro per le persone non autosufficienti, ma la sua approvazione deve avvenire adesso e non a fine legislatura nel 2023. Se questa è davvero la sfida per il welfare, il fattore tempo è determinante”. “Questa riforma – sottolineano i sindacalisti – deve affrontare in maniera coordinata i diversi bisogni che scaturiscono dalle conseguenze dell’invecchiamento della popolazione finalizzato ad offrire le migliori condizioni per mantenere la massima autonomia possibile. Le risorse del welfare socio sanitario per la non autosufficienza, previste dal Pnrr, non sono sufficienti rispetto al fabbisogno stimato per un primo pacchetto di interventi (dai 7,5 ai 9 miliardi di euro), considerando che vanno resi strutturali i finanziamenti per le indispensabili assunzioni di personale”.
Per i sindacati va garantito in tutto il territorio nazionale un unico riferimento che accolga e prenda in carico il bisogno, evitando rimpalli tra diversi uffici di diverse istituzioni. Vanno anche valutate le interconnessioni con l’altra importante legge quadro per la disabilità. Governo e Sindacati hanno convenuto sulla costituzione di un tavolo politico e di un tavolo tecnico di confronto interministeriale e partecipato dalla Conferenza delle Regioni e dall’Anci che avviino da subito la discussione sulla riforma della non autosufficienza e sulla rapida e concreta attuazione dei progetti del Pnrr.


Associazionismo Volontariato Terzo Settore


L’Italia che riapre
Il nuovo decreto sulle riaperture prevede una serie di indicazioni che coinvolgono anche le attività degli enti non profit, dallo svolgimento delle riunioni degli organi sociali ai servizi di ristorazione, anche per i circoli associativi.  
Sulla Gazzetta Ufficiale n. 96 del 22 aprile 2021 è stato pubblicato il dl 22 aprile 2021, n. 52 (cosiddetto decreto riaperture) che introduce misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell’epidemia da Covid-19. La previsioni interessano anche lo svolgimento delle attività degli enti non profit.
Le misure previste hanno validità dal 26 aprile al 31 luglio 2021: quest’ultima è anche la data a cui è stato prorogato lo stato di emergenza.
L’obiettivo del provvedimento è quello di una progressiva eliminazione delle restrizioni imposte sino ad oggi per limitare il contagio, fermo restando, comunque, l’obbligo del mantenimento, per tutte le attività oggetto di precedenti restrizioni, dei protocolli e delle linee guida adottati o da adottare da parte della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome sulla base dei criteri definiti dal Comitato tecnico-scientifico.
Tutte le info su www.forumterzosettore.it e cantiereterzosettore.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *