Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 24 numero 19 – 19 maggio 2021

Scritto da
19 Maggio 2021

Agenzia settimanale – Anno 24 numero 19 – mercoledì 19 maggio 2021
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


 

Auserinforma

Spot Auser in onda sulle reti RAI dal 21 al 27 giugno
Lo Spot Auser “Il tempo dà valore alle cose, una vita attiva dà valore alle persone”  è stato programmato per la messa in onda sulle reti RAI nel prossimo mese di giugno, dal 21 al 27.
Dopo la messa in onda su La7, Sky, Mediaset e molte emittenti locali, ora tocca alla RAI che ha finalmente  approvato la  richiesta di messa in onda gratuita.


Alimentazione, benessere e salute.  Tre incontri online con il Dott. Paolo Pigozzi. Una iniziativa Auser e Spi Cgil

Primo appuntamento mercoledì 19 maggio dalle ore 15 alle 17,30.
Si parlerà su “Come mantenere il nostro organismo e il sistema immunitario il più possibile in salute anche in tempi di pandemia. Tra scienza e tradizione. Riflessioni, consigli e qualche ricetta”. Gli incontri sono promossi da Auser e Spi Cgil.
Gli incontri successivi si terranno il 27 maggio e il 9 giugno sempre alla stessa ora.
Link per accedere alle videoconferenze: https://spicgil.adobeconnect.com/benessere

 
Foggia: un nuovo sportello per l’accompagnamento sociale e lavorativo dei migranti. Progetto Shubh
Si chiama Integra Corner il nuovo sportello rivolto ai migranti che è stato inaugurato a Foggia nei giorni scorsi. Si tratta di uno sportello di orientamento e accompagnamento sociale e lavorativo rivolto ai cittadini migranti titolari di protezione e asilo internazionale fuoriusciti dal circuito dell’accoglienza da non più di 18 mesi.
L’iniziativa rientra nel progetto Shbh finanziato dal Fondo Asilo Migrazione Integrazione (FAMI) con capofila l’Inca Cgil e in partnership con Auser, Sunia e Arci. Attraverso azioni mirate si pone l’obiettivo di favorire l’integrazione dei cittadini stranieri residenti sul territorio italiano sui temi del lavoro, della casa e dell’istruzione.
Il progetto coinvolge sette regioni e 21 territori provinciali.
Fonte: FoggiaToday

Larino (CB), dalla Fondazione Michelino Trivisonno Onlus un contributo per apparecchiature oculistiche da destinare all’ambulatorio solidale Auser
Apparecchiature per esami oculistici sono state consegnate al Circolo Auser di Larino e saranno destinate al nuovo Ambulatorio medico solidale, gestito da medici volontari Auser in pensione. Sono il frutto della donazione concessa  dalla Fondazione Michelino Trivisonno Onlus, in favore del progetto  promosso dall’associazione di volontariato Auser Molise – circolo di Larino.
Un progetto innovativo che si aggiunge a quelli già avviati in  Piemonte e Calabria e che  consentirà di effettuare gratuitamente visite ad anziani ed a persone che si trovino in condizioni di disagio economico e a rischio di emarginazione sociale.
La Fondazione Michelino Trivisonno Onlus ha inteso sostenere il progetto e ha votato all’unanimità dei componenti del Consiglio di Amministrazione, la concessione di un contributo pari a 3500 euro per l’acquisto di apparecchiature per l’effettuazione di visite oculistiche.  Nello specifico le strumentazioni consistono in un tavolo di elevazione manuale con pianale doppio per 2 strumenti; una lampada a fessura mod. Inami 900 usata e revisionata, con mentoniera; Autorefrattometro mod. AR800 Nidek usato e revisionato; Cassetta da 232 lenti piane con occhiale di prova; Frontifocometro a lettura interna usato; sgabelli con elevazione a gas.
Fonte: Moliseweb
 
 
Sacile (PN), volontari Auser vaccinati e in prima linea con i progetti solidali

I volontari Auser sono in campo in una serie di attività di aiuto ai più fragili.  Il servizio trasporti per anziani e disabili con l’auto assegnata dal Comune per “Progetti del cuore” e poi Telefono amico e l’Unione fa la spesa. «L’auto in comodato d’uso assegnata dal Comune all’Auser partirà dal lunedì al venerdì – dice il presidente Enrico Marchiò -. È un servizio di accompagnamento dalla periferia al centro per anziani, disabili e cittadini in difficoltà». L’Auser sfida la solitudine di tanti anziani, disabili, ammalati e “single”: i progetti 2021 sono condivisi da 45 volontari e 452 tesserati coordinati da Marchiò. «La pandemia ha acuito l’isolamento di tante persone – aggiunge Marchiò -. Le nuove iniziative andranno a regime con “Telefono amico” e “L’unione fa la spesa”.
I numeri nel bilancio 2020: 452 tesserati, 45 volontari attivi, 341 accompagnamenti, 13. 114 chilometri percorsi e 735,5 ore donate agli altri. L’Unione fa la spesa e Telefono amico saranno a regime fra un mese e va avanti anche lo storico progetto “Filo d’argento”, cioè il taxi solidale anche sulle lunghe distanze, per terapie ed emergenze. L’associazione raccoglie gli Sos di chi vive la solitudine e guarda avanti, anche con la spesa porta a porta.«L’unione fa la spesa è il progetto in tandem con Coop Alleanza 3. 0 – dicono i volontari -. Consiste nella consegna gratuita a domicilio di alimenti, farmaci e farmaci da banco di prima necessità che si possono acquistare nei punti salute alla Coop e partirà speriamo a breve».
Fonte: Messaggero Veneto

Olbia, Auser sempre operativa: i laboratori creativi ripartiranno presto nella nuova sede
L’Auser di Olbia è sempre operativa. L’associazione comunica infatti che è attivo il servizio di segreteria telefonica (0789 26777) per permettere a chiunque abbia bisogno di raggiungerla anche durante le ore di chiusura del centro di ascolto, che è invece operativo dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 18. Inoltre l’associazione ricorda che chiunque voglia sostenere l’Auser potrà farlo anche tramite il 5×1000. Questo il codice fiscale: 97321610582. Tra le altre novità pure quella della nuova sede. Tra qualche settimana l’Auser si trasferirà da via Padova a via del Piave. Qui ripartiranno i laboratori di cucito creativo, i corsi di cucina e la sartoria solidale, con le volontarie che eseguiranno piccole riparazioni di cucito in cambio di una piccola offerta. Sempre attivo il tesseramento, al costo di 13 euro, che consente di sostenere l’associazione e di usufruire anche dei vari servizi offerti.
Fonte: La Nuova Sardegna

 
Bovalino (RC), “Se ti chiamo, rispondi”, il nuovo progetto di videochiamate per anziani e disabili
 Auser noi ci siamo di Bovalino, ha lanciato una nuova iniziativa con il servizio di videochiamate “se ti chiamo, rispondi”. Ed è stata subito una esplosione di emozioni.
Seguendo la scia di radio Auser, che nasce dai primi di marzo del 2020, quando era ormai chiaro che le porte delle nostre “case” sarebbero state chiuse per un lungo periodo, prende avvio questo nuovo progetto dell’Auser di Bovalino. “Ci siamo resi conto che le sole canzoni non bastavano, ci voleva soprattutto il contatto visivo -sottolina Antonio Pecorella – “Ciao, come stai, ti vedo in forma”, è stata questa la frase detta da un anziano che abbiamo incontrato per caso, che ci ha fatto da apripista. Riflettendo siamo arrivati alla conclusione che era necessario inventarci qualcosa per poterci vedere”.  E’ così che è nato il progetto “Se ti chiamo rispondi”, con l’intento di riaprire le porte della socializzazione per gli anziani ed i diversamente abili, in un modo diverso, innovativo. “La scelta è stata quella di dare regolarità ad una nuova modalità per mettersi in contatto con i propri amici: le videochiamate – prosegue Pecorella – Con le tecnologie a nostra disposizione, e l’esperienza maturata su radio Auser, tutto è risultato semplice e immediato: attraverso un tablet, delle semplici cuffiette e il canale whatsapp, le videochiamate hanno preso vita e sono state da subito un’esplosione di emozioni tra i vari interlocutori”.
 

Cava Manara (PV), attivato lo sportello psicologico gratuito
Il Comune di Cava Manara (PV), in collaborazione con l’Auser Le Querce, ha deciso di attivare per un mese, a titolo gratuito, uno sportello psicologico a cura della dottoressa Federica Noviello, psicologa e psicoterapeuta che da diversi anni collabora con vari progetti nella zona di Cava Manara e che si è messa a disposizione per colloqui telefonici personali per chi avesse bisogno di sostegno durante questo periodo particolare dovuto al prolungarsi dell’emergenza da Coronavirus.
È possibile contattare il numero telefonico 331/5009585, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13, in modo tale da poter fissare un appuntamento telefonico dedicato. È anche possibile scrivere a una e-mail all’indirizzo federicanoviello.psi@gmail.com.Il servizio sarà a disposizione della popolazione fino al prossimo 15 giugno.
Fonte: La Provincia Pavese
 
 
Asti, riprendono le iniziative all’aperto

L’Auser Asti ha ripreso l’attività motorie all’aperto, nella sede di via Lamarmora 15, con i corsi di ginnastica, pilates, e yoga.
Per partecipare e informazioni: 0141/30.060.

Bagni di Lucca (LU), riapre “Ponte 31”, il negozio della solidarietà
Ha riaperto nei giorni scorsi  il negozio della solidarietà “Ponte 31” gestito dall’ Auser a Ponte a Serraglio, frazione di Bagni di Lucca. L’attività è diventata un vero e proprio punto di aggregazione che richiama tanta gente sia a offrire gli oggetti che poi vengono esposti, sia ad acquistarli. I clienti non mancano e l’Auser riesce con gli incassi ad aumentare i pacchi alimentari che consegna, in accordo e su indicazione dei servizi sociali dell’amministrazione comunale, alle famiglie in gravi difficoltà economiche, purtroppo in costante aumento anche a Bagni di Lucca. Ogni fine settimana il negozio resterà aperto al pubblico dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18. Intanto il gruppo dei volontari sta ultimando i lavori nel magazzino che si trova in località Ponte a Diana, dove è già possibile fare visita prendendo appuntamento. A Ponte a Serraglio intanto l’esercizio che funziona dal 2018 non è solo un luogo in cui è possibile trovare articoli da regalo, oggetti per l’arredamento, soprammobili, bijoux, ma anche e soprattutto un posto dove con un acquisto si può fare del bene. Le restrizioni e le chiusure imposte dal decreto per la sicurezza anti- Covid avevano sospeso la attività delle volontarie dell’associazione Auser, guidata da Gemma Fazzi, che si occupano del negozio e del magazzino. Sospesa era solo la vendita nel negozio in via Vittorio Emanuele, perché il lavoro di sostegno per aiutare le famiglie in difficoltà del territorio non si è mai arrestato. Tanti gli oggetti che sono stati donati dalle famiglie per aiutare i meno fortunati, base del ricavato delle vendite che andrà a sostegno del progetto alimentare. In vendita si possono trovare oggetti di bigiotteria, tazze, piatti, soprammobili, piccola mobilia. Sempre al lavoro in queste ultime settimane, con Gemma Fazzi, sono le volontarie Silvana Fabbri, Tuija Kotiranta e Janet Nati, impegnate anche per completare la sistemazione del magazzino a Ponte a Diana, dove c’è una esposizione ancora più grande che comprende anche mobili. Per prenotare la visita al magazzino e chiedere informazioni è possibile chiamare al numero 335-1778613.
Fonte: Il Tirreno

 
Sesto Fiorentino (FI), Pierluigi Pettini nuovo presidente Auser
 L’Auser di Sesto ha un nuovo presidente. A Stefano Sturlini, giunto a conclusione del suo mandato, è subentrato Pierluigi Pettini, 57 anni, dal 2017 attivo nell’associazione come vicepresidente del circolo Zambra. L’elezione è avvenuta nell’ambito dell’assemblea congressuale cui hanno partecipato la presidente regionale Simonetta Bessi, il presidente territoriale Renato Boni e il sindaco di Sesto Lorenzo Falchi. Il nuovo presidente sembra avere le idee chiare sugli obiettivi da raggiungere: «Ripristinare i servizi che i volontari Auser svolgevano prima del Covid – dice – cercando di rispondere con immediatezza alle nuove esigenze di aiuto alle persone fragili e con il trasporto sociale. L’obiettivo è riattivare le attività sociali al più presto, in sicurezza, per stare vicini alle persone anziane, promuovere attività culturali e per il tempo libero». Grazi agli spazi esterni da domenica riaprirà, per il momento solo di pomeriggio, il circolo Auser La Zambra.
Fonte: La Nazione


Treviso, dal presidente Auser l’appello per nuove soluzioni abitative per gli anziani

Aiuti concreti alla natalità, sostegni per i giovani, nuove case per gli anziani. Serve un nuovo “patto sociale” tra i cittadini e le istituzioni, mediato dai sindaci, autentiche sentinelle del territorio. Umberto Tronchin, presidente provinciale di Auser, lancia un appello ai sindaci, forte di una rete che comprende 65 circoli, 20 università popolari e novemila iscritti. Nel merito propone, fra l’altro, di dare realizzazione alla legge sul Dopo di noi,  affrontare il grande tema della disabilità, superare la condizione di isolamento degli anziani che spesso vivono in solitudine, privi di una vita sociale, in case inadatte alle loro condizioni e per le quali molto spesso la soluzione sono le Rsa. “E’ indispensabile dare risposte e possibilità concrete alle donne che fuggono dalla violenza – sottolinea Tronchin-  favorire la realizzazione di sistemi abitativi che garantiscono integrazione, bassi costi, autonomia, convivialità, aiuto e mutualità. Questa idea, anche in provincia di Treviso, potrebbe essere declinata nella realizzazione di appartamenti di 50 metri quadri, privi di barriere, con spazi comuni per garantire la convivialità, collocati nelle città e nei centri urbani in modo da garantire la vita sociale (bar, caffè, giornale, piccole spese)”.
Fonte: La Tribuna di Treviso
 

Treia (MC), nasce la biblioteca e sarà aperta a tutti. Un progetto per promuovere la lettura
L’Auser  Treia ha promosso il   Progetto di Promozione della Lettura (PPL). Il progetto nasce dalla constatazione che nel territorio treiese manca una biblioteca pubblica. Da qui l’idea di costituire un primo nucleo di biblioteca cittadina.  Oggi possiamo dire che la biblioteca sta nascendo ed avrà sede presso l’Auser e la Cgil.  “Vorremmo ringraziare per il suo fondamentale apporto il  Presidente regionale dell’Auser Antonio Marcucci, che ha permesso il concreto avvio del PPL” ci tiene   a sottolineare Andrea Biondi responsabile di Auser Treia. “Un primo nucleo di biblioteca sta ora nascendo e verrà reso disponibile al pubblico dal 29 giugno 2021. Stiamo sistemando le numerose donazioni di libri; scegliamo i testi ritenuti attualmente più fruibili e soprattutto li stiamo catalogando. La biblioteca sarà aperta a tutta la popolazione treiese e maceratese, non ai soli soci Auser. Ma una biblioteca non è il deposito dei libri, è il faro culturale di una comunità. Per questo lavoriamo senza sosta a varie modalità per potenziare l’impatto culturale del PPL”
Sarà anche una biblioteca itinerante, verranno organizzati eventi culturali, letture pubbliche nei parchi, attività per l’infanzia, incontri con gli autori.
“Infine ci teniamo a ricordare – conclude Biondi – che tutto ciò che abbiamo fatto in merito al PPL, è stato reso possibile solo e grazie ai soci e alle socie dell’Auser che si sono resi disponibili dimostrando un alto senso del bene comune e vero interesse per i bisogni della comunità.
 

Treia (MC), yoga facile per tutte le età, ripartono i corsi
Sperimentare lo Yoga Facile con Auser Treia per il ringiovanimento ed il rilassamento. Le lezioni dopo un periodo d’interruzione causa lockdown, riprendono open air sul prato in Loc. Moje 34. L’insegnante Danizete da Silva, allieva della maestra  Rossana De Paolis, terrà lezioni gratuite ai soci Auser per avvicinare allo “Yoga Facile”, adatto a qualsiasi fascia di età.
Per info: 320.2591620

Reggio Emilia, La Ciambella di Nonna Luisa aiuta le persone con demenza
Fornire un supporto concreto mediante una rete informale di volontari che si rivolge alle persone con deficit cognitivo e ai loro familiari. A tal fine è nato nel 2012 “Tempo d’Incontro. Volontariato e comunità insieme per la demenza”. Oggi le tre Associazioni promotrici AIMA, AUSER ed EMMAUS lanciano una raccolta fondi per sostenere il progetto, e lo fanno abbinando la solidarietà alla più genuina gastronomia reggiana. Tramite una donazione di 15 euro sarà possibile ricevere a casa o ritirare nella sede Auser una deliziosa ciambella preparata dalla Pasticceria Incerti in onore di nonna Luisa, proprio come la faceva lei e seguendo la sua ricetta alla lettera: nonna Luisa era una persona estremamente generosa, che amava creare momenti di convivialità preparando ciambelle che offriva a figli, nipoti e vicini. Nei suoi ultimi anni ha vissuto con una demenza, per questo i suoi familiari hanno scelto di sostenere il progetto Tempo d’Incontro, collaborando a questa raccolta fondi. Il modulo per prenotare la Ciambella Luisa è disponibile sul sito di AIMA all’indirizzo www.aimareggioemilia.it/ciambella
Per informazioni AIMA 339 7733104 (Eleonora), AUSER 333 4702480 (Viviana), EMMAUS 338 7184014 (Marica)
Fonte: Il Resto del Carlino

Prato, si riparte con “Vacanze Insieme”
Auser Prato, Anteas, Ada con i Comuni di Prato, Poggio a Caiano, Carmignano e Montemurlo organizzano ‘Vacanze insieme 2021’, soggiorni estivi per anziani in Versilia, in montagna, sulla riviera adriatica e alle terme di Ischia.
Tutte le informazioni sui vari soggiorni: 0574-38826, Auser territoriale Prato Via Aniene 46.
Fonte: La Nazione

Carobbio (BG), “Abbiamo bisogno di volontari”
Con l’emergenza sanitaria sono aumentate le fragilità e l’Auser Monte Angeli di Carobbio è alla ricerca di nuovi volontari che possano prestare servizio sul territorio. L’amministrazione comunale rilancia l’appello: «Grazie alla loro disponibilità – hanno scritto il vicesindaco e assessore ai Servizi Sociali Fabio Cesare Giavarini – è possibile portare aiuto e sostegno agli anziani, ai disabili, ai minori e a tutte le persone fragili che hanno bisogno di essere accompagnate a visite mediche, terapie, servizi pubblici o che necessitano di consegna pasti a domicilio. Per questo l’amministrazione comunale vuole essere a fianco dell’Auser nella ricerca di nuovi volontari, bastano poche ore del vostro tempo per fare la differenza». L’associazione è guidata dal presidente Carlo Martinelli: «Siamo una ventina di volontari, il gruppo è radicato nel territorio, da circa venti anni». Chi fosse interessato può contattare il Comune al numero 035/4276201 oppure scrivere a uff.protocollo@comune.carobbio.bg.it.
Fonte: Eco di Bergamo

Vaiano (PO), al via i laboratori su internet del progetto Amico Web
Si inizia giovedì 20 maggio alle 15,30 con il laboratorio “Movimenti facili con stoffe e seggiole” condotto da Anna Maria, volontaria della Sartoria Auser.
Dopo una lunga preparazione partono i laboratori via web del progetto Amico Web, il progetto per contrastare la solitudine sostenuto dalla Società della Salute di Prato, Comune di Vaiano, Fondazione CDSE, Villa Magli/Rsa L.Mengoni, Spi Cgil Lega Valbisenzio, Farmacia Cooperativa di Vaiano, Auser Vaiano La Sartoria e Auser Territoriale Prato Il successivo appuntamento è il 26 maggio alla stessa ora con Fabio, educatore professionale della RSA L.Mengoni che propone il laboratorio “Dolce movimento”. Gli appuntamenti continueranno tutto il mese di giugno e luglio una o due volte la settimana e prevedono il laboratorio “Raccontami una storia” condotto da Silvia, la proiezione dei filmati “Alla scoperta del territorio” con il CDSE, un filmato sugli Uffizi e uno sul parco della Villa di Castello condotti da Lisa, ed i laboratori Cucù, cucina, cucito e altro ancora condotti dalle volontarie della Sartoria Auser.
Chi è interessato a ricevere il link per connettersi può chiamare il numero 3714767972 il martedì e il giovedì mattina dalle 10 alle 12.


Associazionismo Volontariato Terzo Settore


Forum Terzo Settore. La portavoce Fiaschi: “Nelle riaperture i circoli sociali sono discriminati, incomprensibile il blocco delle attività fino a luglio”
Il  programma delle riaperture del nuovo provvedimento approvato dal Consiglio dei Ministri contiene una inspiegabile discriminazione nei confronti delle attività di centri sociali, culturali e ricreativi la cui riapertura è prevista solamente dal 1° luglio. Una misura che contrasta con quanto disposto per gli eventi culturali, le attività sportive, le fiere, i convegni e molto altro.  Peraltro l’accesso ai circoli è limitato ai soli soci e questo permette sicuramente un migliore controllo e una maggiore tracciabilità rispetto alle iniziative aperte al pubblico. “Il tema rimane, ancora una volta, quello della sperequazione delle misure applicate per la rete dell’associazionismo di promozione sociale e del volontariato – commenta Claudia Fiaschi, Portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore –. A parità di garanzie e di rispetto dei protocolli di sicurezza, le decisioni per le riaperture continuano a discriminare in modo incomprensibile le associazioni. Si tratta di un atteggiamento che non trova spiegazioni in motivazioni legate alla tutela della salute, atteso che le stesse attività possono essere svolte dagli esercizi pubblici e dagli operatori commerciali. Il distanziamento interpersonale causato dalla pandemia ha ulteriormente indebolito le relazioni sociali e ha lasciato soli i più fragili, pensiamo agli anziani costretti per mesi a non uscire di casa. Bisognerebbe incentivare la riapertura di spazi di aggregazione, in sicurezza, piuttosto che condannarli ad una ulteriore chiusura. Inoltre c’è bisogno di far ripartire l’associazionismo di promozione sociale e culturale perché è stato uno dei settori più colpiti da questa crisi ed ha bisogno di supporto e sostegno. Non si può da un lato, obbligare per legge gli enti a tenere in tempi rapidi le assemblee per i cambi di statuto e contemporaneamente continuare a bloccare le loro attività”.

 
Co-programmazione e Co-progettazione: nella Costituzione della Repubblica, per la Sussidiarietà, con il Terzo Settore

Lunedì 24 maggio, dalle ore 18,00 alle 20,00 si terrà il webinar di FQTS. Primo appuntamento della linea formativa A1L1*, dedicata al ruolo degli ETS nella co-programmazione, e indirizzata a tutti gli iscritti ad FQTS.
Co-programmazione e co-progettazione sono due strumenti innovativi di collaborazione tra Pubblica Amministrazione e Terzo settore, attuati secondo principi di trasparenza e che hanno assunto recentemente piena legittimità, da un punto di vista giuridico e normativo, almeno al pari degli altri strumenti basati sulla competizione, certamente più lontani dalle esperienze di servizio e di partecipazione propri del Terzo Settore. Co-programmazione e co-progettazione permettono infatti al Terzo settore di diventare attore pienamente responsabile di cambiamento nei territori e nelle comunità.
Il seminario sarà occasione per approfondire le modalità di lettura dei bisogni, la conseguente destinazione delle risorse e la scelta degli interventi da attuare e come individuare e mettere a punto iniziative condivise specifiche.
Per partecipare è necessario registrarsi a questo link
Ai primi 1.000 iscritti verrà mandato il link di accesso. Per tutti gli altri sarà possibile seguire la diretta sul canale YouTube di Fqts


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it www.auser.it

Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *