Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 24 numero 20 – 26 maggio 2021

Scritto da
26 Maggio 2021

Agenzia settimanale – Anno 24 numero 20 – mercoledì 26 maggio 2021
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


 

 

 

 

 

Auserinforma

Progetto In Age-abitare l’età fragile. Il 27 maggio evento conclusivo
In-Age arriva al suo evento di chiusura del progetto che si terrà giovedì 27 maggio sulla piattaforma Zoom dalle ore 9 alle 12,30
l progetto IN-AGE “Inclusive ageing in place” è un progetto finanziato da Fondazione Cariplo con il coinvolgimento del Politecnico di Milano, dell’Istituto nazionale di ricovero e cura anziani (Inrca-Irccs), dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria e dell’Auser. Il progetto ha affrontato il tema della condizione di fragilità delle persone anziane che vivono sole, a domicilio, nel nostro paese e i relativi rischi di isolamento sociale e di abbandono. L’innalzamento dell’età media, accompagnato da un aumento dei rischi di essere affetti da forme di disabilità e malattie croniche, pone l’obbligo di assumere una nuova attenzione alla problematica dell’invecchiamento ‘inclusivo’ e, in particolare ai rischi dell’invecchiamento a casa propria. In questo quadro la ricerca si è posta l’obiettivo, a partire da un solido lavoro empirico, di proporre possibili azioni e strategie a sostegno del miglioramento della qualità della vita dell’anziano fragile e per un invecchiamento più sereno e sicuro nella propria abitazione. L’evento finale intende presentare e condividere gli esiti principali di questo lavoro, coinvolgendo organizzazioni di terzo settore, sindacati, esperti e operatori che affrontano quotidianamente i temi del sostegno alle condizioni di vita degli anziani fragili nel nostro paese. Saranno presentati e discussi gli esiti di un lavoro di ricerca derivante dall’analisi di 120 interviste condotte con anziani fragili, soli a domicilio, in tre regioni italiane (Lombardia, Marche, Calabria), nonché in diversi contesti urbani e delle aree interne.
Tutte le info e il programma dei lavori a questo link

Il presidente di Auser Gambolò (PV) Arcangelo Finotto nominato Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana
Il 2 giugno, Festa della Repubblica, il Presidente di Auser Gambolò (PV) Arcangelo Finotto riceverà l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana per il grande impegno profuso durante i mesi della pandemia.
Un grande riconoscimento che segue quello assegnato lo scorso anno al giovane volontario di Auser Ticino Olona Giacomo Pigni, nominato Cavaliere per essersi distinto nei servizi alla comunità durante il periodo del lockdown.
Onorificenze che valorizzano l’impegno quotidiano dei volontari Auser impegnati su tutto il territorio nazionale anche nei momenti più difficili.

Secondo appuntamento del ciclo di incontri Auser e Spi Cgil su Alimentazione, Salute e Benessere
Giovedì 27 maggio dalle ore 15 alle 17,30 si terrà il secondo appuntamento del ciclo di tre incontri su Alimentazione, Salute e Benessere promossi da Auser e Spi Cgil con la collaborazione del dott. Paolo Pigozzi.
Argomento dell’incontro: “muoversi per restare vivi. L’attività fisica è un pilastro fondamentale per la prevenzione, ma anche per riacquistare la salute, fisica e psichica. Socrate, le multinazionali e noi. Il movimento quotidiano”.
Paolo Pigozzi è medico dal 1977. Collabora con diverse riviste ed è autore di numerosi testi tra cui “Colazione da re” – Edizioni Liberetà, 2018 – diffuso a livello nazionale e occasione di numerose iniziative Auser/Spi a livello territoriale. Collabora con la rivista Liberetà.
Il link  per accedere alle videoconferenze è il seguente: https://spicgil.adobeconnect.com/benessere

Roma, nel quartiere Corviale 70 associazioni insieme
per la rigenerazione del territorio.  Auser Lazio e Abitare e Anziani tra i firmatari dell’intesa con la  Regione Lazio
Il protocollo, approvato dalla giunta Zingaretti, prevede la costituzione di un tavolo istituzionale sulla co-programmazione e la co-progettazione della rigenerazione urbana del quartiere Corviale. Un’intesa con oltre 70 associazioni per la costituzione di un tavolo di coordinamento istituzionale sulla co-programmazione e la co-progettazione interdisciplinare della rigenerazione urbana del ‘Quadrante di Corviale’. E’ il contenuto del protocollo d’intesa approvato dalla giunta Zingaretti.  In particolare, l’amministrazione regionale è impegnata a predisporre la redazione di un piano strategico operativo, che possa cogliere tutte le opportunità offerte dalla programmazione UE 2021–2027, dando seguito alle indicazioni degli obiettivi comunitari con partenariati allargati per realizzare positivi scambi e migliori interazioni con altri ambiti territoriali per la completa attuazione del progetto integrato di rigenerazione urbana del Corviale.
Questo accordo sarà inoltre aperto ad altri soggetti istituzionali e realtà sociali, culturali, educative e produttive del territorio per ampliare le attività previste con l’obiettivo di migliorare il decoro urbano, il livello dei servizi e la qualità della vita nel quartiere, favorendone anche lo sviluppo del tessuto sociale, culturale ed economico.
Il Corviale  (detto “il Serpentone” per via della sua lunghezza), è un complesso residenziale di edilizia popolare  di Roma risalente agli anni Settanta situato nella periferia sud-ovest della capitale (XI municipio). Nel tempo il quartiere è  diventato un simbolo del degrado delle periferie della capitale. Vi abitano più di 4.500 persone

Lombardia, campagna vaccinale: superati i 6.000 accompagnamenti di anziani e fragili, con oltre 1.750 volontari Auser dedicati
Al 15 maggio 2021 sono oltre seimila gli accompagnamenti di anziani soli e fragili presso gli hub vaccinale di tutta la Lombardia, svolti grazia all’impegno di 1500 volontari.
Gli accompagnamenti vengono svolti in tutta la Lombardia, in condizioni di sicurezza, con la gentilezza, la premura e l’empatia che i volontari, adeguatamente formati, sanno trasmettere. Le persone vengono assistite per tutto il tempo necessario, dall’accoglienza all’ingresso dell’abitazione, durante il periodo di permanenza all’interno del centro vaccinale fino al ritorno a casa. In media si percorrono 30 km e il tempo impiegato è poco meno di due ore per ogni vaccinazione. “Attualmente siamo molto impegnati per la somministrazione delle seconde dosi e risultano già stati fissati numerosi appuntamenti per le prossime settimane” sottolinea Auser Lombardia in una nota. “Un altro aspetto importante del nostro impegno è rappresentato dalla presenza dei nostri volontari negli Hub vaccinali per le operazioni di accoglienza, distanziamento, sorveglianza. In tutto sono 250 i volontari impegnati in questa attività, sette giorni su sette”
 Per info: Sara Bordoni (Responsabile Ufficio Comunicazione Auser Lombardia)
331/6211714 – sara.bordoni@auser.lombardia.it
www.auser.lombardia.it

Milano: Mail Art 2021, concorso creativo ispirato agli animali
Accademia Auser “Creatività e solidarietà” di Milano con la collaborazione
dell’Istituto di Comunicazione e Grafica G. Galilei –  Luxemburg,   promuove
l’edizione 2021 della  “ Mail  Art – Arte Postale”.
Molte persone hanno un rapporto davvero  speciale con gli animali che  le  arricchiscono  di emozioni, di “Vita, Amore e Cura”. Ci vogliamo  ispirare  non solo a  quelli domestici,  ma anche a quelli incontrati durante diverse esperienze di letture,   viaggi reali o immaginari, ricordi.
L’iniziativa, rivolta a persone di ogni età e nazionalità,  prevede la  realizzazione di  immagini  artistiche,   collage, foto, testi e quanto  altro ispira la creatività. Le opere  con supporto e tecnica libera ,  e misure  massime  di cm.18 x 25  dovranno essere inviate per  posta ad  Auser Via dei Transiti, n.  21 Milano  –  20127.
Complete di nome, cognome  andranno inviate  anche per e-mail  a nerina.benuzzi@auser.lombardia.it   Questo per consentirne, periodicamente, la pubblicazione sulla pagina Facebook di Auser nell’attesa di poter definire la  mostra  in presenza. Data di scadenza: 31  luglio  2021.

Savona,  Seguendo un libro, il progetto che promuove la lettura
“Seguendo un libro. Di mano in mano, di passo in passo e altre avventure” è il nuovo progetto di Auser Savona realizzato in collaborazione con il Ministero del lavoro e delle politiche sociali e della Regione Liguria. Un progetto per promuovere la lettura, il prestito e lo scambio di libri. Si organizzeranno visite a biblioteche e librerie storiche, laboratori di scrittura, letture a distanza per persone sole a casa o residenti in strutture per anziani. Grazie al progetto verranno promosse  raccolte di libri e riviste dedicata alla moda e laboratori di cucito. In collaborazione con le biblioteche si effettueranno  consegne a casa di libri e riviste per chi ha difficoltà a spostarsi.
Collaborano al progetto Ada, Acli e Anteas

Valbisenzio (PO): con il progetto “T’accompagno io” effettuati oltre 2500 servizi di trasporto sociale
T’accompagno io è un servizio prezioso che in tempo di pandemia è riuscito a dare risposte a centinaia di persone in difficoltà e a fronteggiare disagi ed emergenze. Tanto importante da raccogliere anche gesti concreti di solidarietà come quello della Concessionaria Autofan che nei giorni scorsi ha consegnato ai volontari di Vernio un nuovo mezzo attrezzato. I protagonisti del servizio sono ventotto volontari (autisti, accompagnatori e centralinisti), cinque dei quali operano a Vernio. Dal febbraio 2020 a oggi con T’accompagno io sono stati effettuati 2575 servizi (circa 600 soltanto dagli operatori di Vernio). I volontari hanno percorso oltre 72 mila chilometri di cui 27 mila con il mezzo a disposizione sul territorio di Vernio. Quando è iniziato il primo lockdown i volontari si sono mobilitati per fronteggiare le necessità degli anziani e delle persone fragili per la consegna di farmaci e della spesa a domicilio. A disposizione per gli spostamenti necessari c’erano un mezzo attrezzato e un’auto messe a disposizione da Auser Valbisenzio, un’auto di Auser- La Sartoria di Vaiano, un’altra auto attrezzata in concessione dal Comune di Vaiano. Adesso si è quindi aggiunto il mezzo attrezzato donato per la comunità di Vernio. T’accompagno io – lo ricordiamo – è un progetto promosso da Auser Valbisenzio e Auser Vaiano con il supporto dei Comuni di Vernio, Vaiano e Cantagallo e ha come obiettivo l’accompagnamento di persone sole o in difficoltà negli spostamenti quotidiani necessari. Il servizio si svolge dal lunedì al venerdì in orari da concordare, basta telefonare al numero 370 3565393, dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18.
Fonte: La Nazione

 
Dosolo (MN), “Accorciamo le distanze”, servizio di videotelefonia a domicilio
Comune di Dosolo e associazione Auser lanciano il servizio di videotelefonia a domicilio. Obiettivo dell’iniziativa è migliorare le condizioni di vita degli anziani soli e delle persone fragili a rischio esclusione sociale. Grazie ai tablet, o a un kit di semplici apparecchiature tecnologiche da collegare al televisore di casa, gli utenti del servizio potranno entrare in una rete di relazioni e dialogare in videotelefonia con altre persone. Uscire di casa per molti può rivelarsi complicato, a maggior ragione in questi tempi di pandemia: i cittadini aderenti al progetto potranno peraltro incontrare i vecchi amici o i parenti, o magari farsi nuove conoscenze, restando sul proprio divano. Il supporto tecnico sarà fornito da giovani volontari, che porteranno nelle abitazioni i dispositivi elettronici: il progetto, in questo modo, riuscirà a promuovere pure forme di cittadinanza attiva e solidarietà sociale. Le persone interessate, tanto per richiedere il servizio quanto per supportarlo col proprio impegno volontario, possono chiamare per informazioni il 334 8915413.
Fonte: Gazzetta di Mantova

 
Genova, all’Università Auser i corsi del secondo quadrimestre partiranno in presenza

Mentre volgono al termine i corsi del primo quadrimestre di  questo  anno  accademico  2021, è online  la proposta formativa  del  secondo quadrimestre. Finalmente, dopo  mesi  di  incertezza, si può annunciare  che  i  corsi  ripartiranno  in  presenza:  una notizia lungamente attesa, un impegno e una promessa per tutti gli iscritti  che speriamo si possa mantenere.
Basta andare su sito UniAuser Genova, scegliere e iscriversi.

 
Reggio Emilia, su Tele Reggio una rubrica fissa Auser dedicata alla digitalizzazzione
Venerdì 21 maggio è partita una rubrica televisiva Auser sull’emittente Tele Reggio dedicata alla digitalizzazione degli anziani.
All’interno della trasmissione Buongiorno Reggio, in onda dalle 8.30 alle 10 su Telereggio, verrà trasmessa una serie di lezioni relative all’alfabetizzazione digitale. La rubrica avrà cadenza settimanale: andrà in onda sempre al venerdì, all’interno del format Buongiorno Reggio.
 
 
Corsico (MI), un nuovo pulmino per aiutare anziani, disabili e fragili

Inaugurato il nuovo mezzo  destinato al servizio di trasporto sociale per anziani e persone fragili. E’ stato donato grazie all’iniziativa “Progetti del Cuore”, attraverso il contributo degli sponsor. Il veicolo è ora in mano ad Auser Insieme Volontariato Corsico, associazione che si occupa di sostegno ai bisognosi. Il gruppo, guidato dalla presidente Olivia Consolini, potrà utilizzare il veicolo per portare anziani e fragili a fare visite o terapie e nei centri vaccinali. L’associazione, in campo da 21 anni, conta oltre 700 associati e 60 volontari, molto attivi.
Fonte: Il Giorno

 
Agordo (BL). Al Circolo Auser “El Broi”  un nuovo mezzo per il trasporto di anziani e disabili
Dall’Unione montana agordina un’auto per il circolo Auser “El Broi” di Agordo. La formula sarà quella del comodato d’uso gratuito, per far sì che la benemerita associazione oggi presieduta da Alvio Peratoner possa utilizzare il Fiat Doblò – tetto alto – passo lungo XL per svolgere al meglio l’attività a vantaggio in particolare degli anziani e dei disabili di tutta la Conca Agordina. L’iniziativa parte dalla distribuzione alle Unioni montane del Veneto del Fondo nazionale per la montagna, per le annualità dal 2016 al 2019. Nello scorso ottobre l’Unione montana agordina era risultata così destinataria di 67.286 euro. La giunta guidata dal presidente Michele Costa ha deciso di destinarne circa la metà, 30 mila, all’acquisto di un mezzo attrezzato per il trasporto delle persone disabili in favore del circolo Auser.
A motivare la decisione, spiega la delibera dell’Uma, è stato il «valore aggiunto conferito dalle associazioni di volontariato alla comunità dei territori montani che, come nel caso dell’Auser El Broi, riescono ad offrire sostegno alle famiglie che accudiscono persone con disabilità e un aiuto ai più anziani e ai cittadini con limitazioni motorie, in ambiti dove il servizio sanitario e l’assistenza sociale non riescono ad arrivare».
Fonte: Corriere delle Alpi

 
Padova, al via il progetto “Dalia: donne anziane  libere dalla violenza”
Avviato il 3 maggio 2021 il progetto “Dalia: donne anziane libere dalla violenza” presentato da Rel.Azioni Positive scs, in partnership con il Centro Veneto Progetti Donna Auser  si prefigge una serie di azioni volte a indagare il fenomeno della violenza maschile sulle donne anziane e sviluppare adeguate risposte di contrasto al fenomeno nel territorio di Padova e provincia. Benché negli ultimi anni le donne coinvolte in situazioni di violenza della provincia di Padova che si sono rivolte ad un centro antiviolenza siano in costante aumento, le richieste di aiuto formulate da donne con più di 60 anni rimangono particolarmente basse. Nel periodo 2018-2021 (dato rilevato al 30 aprile 2021) sono 240 le donne con più di 65 anni che si sono rivolte al Centro Veneto Progetti Donna che sono il 7% del totale. Le donne che si sono rivolte al Cvpd nei primi quattro mesi del 2021 sono state 26. La più anziana ha 94 anni. L’obiettivo generale del progetto “Dalia donne anziane libere dalla violenza” è duplice. Da un lato intende prevenire e favorire l’emersione della violenza nei confronti delle donne over-65, fenomeno  caratterizzato da una scarsa visibilità causata sia dalle dinamiche specifiche della violenza contro le donne sia dalla particolare condizione di vulnerabilità data dall’età. Dall’altro vuole sviluppare delle risposte  adeguate ai bisogni specifici delle donne over-65 che fuoriescono dalla violenza.  Oltre al Centro Veneto Progetti Donna, associazione che da oltre 30 anni offre sostegno, accompagnamento e protezione alle donne coinvolte in situazioni di violenza attraverso i 5 Centri antiviolenza e gli 8 sportelli attivi su tutto il territorio della provincia di Padova, sono partner del progetto anche i Comuni di Abano Terme, Conselve, Due Carrare, Monselice, Selvazzano Dentro e Terrassa Padovana.
Per info. Ufficio Stampa  Mariangela Zanni  cel. 3459948956 www.centrodonnapadova.it

Foggia, supporto ai migranti, operativi  gli Sportelli Integra
l Saranno attivi dalla prossima settimana presso la nuova sede dell’Auser  in via Sant’ Alfonso dei Liguori a Foggia gli sportelli Integra – Corner, attivati nell’ ambito del pro getto “Shubh”. ” Riservato a cittadini stranieri titolari di protezione internazionale (asilo e protezione sussidiaria) fuoriusciti dal circuito dell ‘ accoglienza da non più di 18 mesi il progetto – informa una nota – ha come finalità il rafforzamento dell ‘ inclusione sociale e della cittadinanza attiva attraverso azioni di orientamento e bilancio delle competenze, supporto alla ricerca di un ‘ abitazione, promozione di opportunità formative e di iniziative di volontariato». Il progetto Shubh, finanziato dal Fondo Asilo Migrazione e Integrazione è realizzato dal capofila Inca-Cgil e la partnership di Arci, Auser, Sunia. Si punta alla realizzazione di un sistema regionale capace di rispondere in maniera personalizzata ai bisogni dei destinatari: integrando risorse, servizi e dispositivi disponibili, rafforzando e consolidando la rete territoriale.
Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno

 
Cossato (BI), inaugurata una nuova sede Auser
A Cossato è stata inaugurata in via Mazzini 68 la sede dell’Auser Cossato, la nuova associazione di volontariato presieduta da Marco Abate che in pochi mesi di attività ha consegnato alimenti a persone in quarantena, accompagnato chi non è autonomo nei centri vaccinali e collaborato con il Cissabo e alcune associazioni come gli alpini. La sede, aperta il mercoledì e il sabato dalle 9 alle 11 (su appuntamento: 3792471636 oppure 3491287320), sarà un punto di ascolto per aiutare chi è in difficoltà, anche consigliando a quale servizio rivolgersi in base al tipo di problema. Per il sindaco Enrico Moggio Auser è un tassello in più nella rete della solidarietà delle associazioni cossatesi, soprattutto per i prossimi mesi quando inizierà un’altra emergenza, questa volta di tipo sociale.
Fonte: La Stampa


Anziani e dintorni

Abitare e Anziani Informa: online il nuovo numero della rivista
E’ disponibile sul sito www.abitareeanziani.it il nuovo numero della rivista Abitare e Anziani Informa.La pubblicazione affronta il tema della riforma delle RSA con le proposte di Auser e quello del migliorare la qualità della vita delle persone con demenza e dei caregiver.
Il nuovo numero di AeA Informa è disponibile all’indirizzo https://www.abitareeanziani.it/rivista/
 
 
Carabinieri per censire le RSA – Fiaschi: “Una decisione che ci preoccupa fortemente”
“In seguito al comunicato stampa del Ministero della Salute sul protocollo sottoscritto con l’arma dei Carabinieri per censire le Residenze per Anziani, esprimiamo preoccupazione e forti perplessità. Attendiamo di leggere il protocollo prima di entrare pienamente nel merito, ma al momento non comprendiamo motivazioni e finalità della scelta di far intervenire l’arma dei Carabinieri per censire tali realtà.” Così commenta la Portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore Claudia Fiaschi.  
“Oggi la stima degli anziani che vivono in strutture residenziali è di circa 300 mila persone – dichiara Roberto Speziale, coordinatore della consulta Welfare – Inoltre ci sono le strutture in cui vivono le persone con disabilità e quelle con disturbi psichiatrici. Tra queste rientrano anche quelle nate grazie alla legge 112/2016 cosiddetta del ‘durante e dopo di noi’. Siamo consapevoli che possa esserci un problema di censimento di queste realtà, ma rivolgersi all’Arma non ci sembra la scelta più indicata, anche per il tipo di messaggio che rischia di passare. Ci lascia perplessi anche la durata del protocollo (tre anni) quando, se l’obiettivo come sembra e’ quello del censimento, sarebbero bastati tre mesi. Tali dati dovrebbero infatti già essere nella disponibilità di enti locali, aziende sanitarie e regioni. Così agendo si rischia piuttosto di criminalizzare queste strutture, che certamente vanno ripensate, anche alla luce delle esperienze legate alla pandemia, ma piuttosto per portare ordine normativo e mettere le realtà che lo necessitassero in condizione di adeguarsi a nuovi e più idonei standard organizzativi. Il tutto per poter continuare a svolgere al meglio il proprio importante ruolo all’interno di un sistema integrato di servizi di qualità che garantiscano centralità della persona, dignità e qualità di vita.”
 “Allo stesso tempo – prosegue la Portavoce Fiaschi  – è certamente importante rafforzare le attività di assistenza domiciliare purché siano di qualità, e supportate da servizi e risorse adeguate, tenendo anche in debito conto le esigenze di coloro che a vario titolo se ne prendono cura e carico, a partire dai caregiver.”
“Chiediamo al Ministro Speranza – conclude Fiaschi – un intervento per chiarire le finalità di questo accordo e garantiamo la nostra piena disponibilità a collaborare ad un censimento delle strutture residenziali ed a concorrere al miglioramento dei servizi residenziali così come di quelli legati all’assistenza domiciliare.”
Fonte: Forum Terzo Settore


Associazionismo Volontariato Terzo Settore

Azzardo, Mettiamoci in gioco contro la decisione nel Lazio di prorogare l’introduzione del distanziometro
Mettiamoci in gioco – campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo esprime la propria amarezza per la decisione della Giunta regionale del Lazio di prorogare di dodici mesi l’entrata in vigore della legge che introduce per le sale da gioco il distanziamento dai “luoghi sensibili”. La pandemia ha mostrato con chiarezza che la dipendenza dal gioco d’azzardo può essere seriamente contrastata attraverso una riduzione dell’offerta di gioco sui territori. La decisione della Regione Lazio, motivata dal sostegno ai lavoratori del comparto, colpisce uno degli strumenti principali per favorire la diminuzione del consumo di gioco. Per questo Mettiamoci in gioco ritiene che la Regione Lazio abbia preso una decisione che non tutela, in modo prioritario, la salute dei cittadini.
Aderiscono alla campagna Mettiamoci in gioco: Acli, Ada, Adusbef, Ali per Giocare, Anci, Anteas, Arci, Associazione Orthos, Auser, Aupi, Avviso Pubblico, Azione Cattolica Italiana, Cgil, Cisl, Cnca, Conagga, Confsal, Ctg, Federazione Scs-Cnos/Salesiani per il sociale, Federconsumatori, FeDerSerD, Fict, Fitel, Fp Cgil, Gruppo Abele, InterCear, Ital Uil, Lega Consumatori, Libera, Missionari Comboniani, Scuola delle Buone Pratiche/Legautonomie-Terre di mezzo, Shaker-pensieri senza dimora, Uil, Uil Pensionati, Uisp.
Per Info: Mariano Bottaccio  cell. 329 2928070 – email: ufficiostampa@mettiamociingioco.org www.mettiamociingioco.org

Concluso il XVII congresso nazionale di ASC asp, Lucio Palazzini riconfermato presidente
Il XVII Congresso Nazionale di ASC Aps ha concluso i lavori dando come mandato all’Assemblea Nazionale il compito di tradurre in programmi gli obiettivi di realizzazione delle due finalità del SCU: diventare un generatore e produttore di civismo, di volontà e capacità di mettere in pratica i valori fondativi della Costituzione e concorrere alla difesa civile e non armata della Patria. Tra gli altri compiti assegnati all’Assemblea Nazionale anche il sollecitare la stabilizzazione del contingente annuale del Servizio Civile Universale. Sul piano interno dovrà promuovere la valorizzazione delle competenze sociali e trasversali degli operatori volontari e degli adulti che li accompagnano e il coinvolgimento sistematico degli operatori volontari della vita associativa e nella programmazione degli interventi. Durante il XVII sono anche stati rinnovati gli organi dirigenti: sono stati eletti l’Assemblea Nazionale, l’Organo di Controllo e il Collegio dei garanti.  L’Assemblea Nazionale, subito convocata, ha confermato nella carica di Presidente Licio Palazzini il quale ha dichiarato “Ci aspettiamo che il Ministro agisca attuando la riforma. Noi siamo pronti. Un recentissimo nostro studio ha dimostrato che già nel 2022 è possibile un contingente di 100.000 giovani in SCU”.
Per info: www.arciserviziocivile.it


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it www.auser.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

I commenti sono chiusi