Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 24 numero 26 – 7 luglio 2021

Scritto da
7 Luglio 2021

Agenzia settimanale – Anno 24 numero 26 – giovedì 7 luglio 2021
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


 

 

 

 

 

 

 

Auserinforma

Online “Riforma in Movimento”, la prima indagine sull’impatto della Riforma sugli Enti del Terzo Settore, Indagine a cui ha partecipato anche la rete Auser
“Riforma in Movimento” è l’indagine digitale promossa da Terzjus e Italia non profit per recepire e dare voce al vissuto degli enti italiani rispetto alla nuova legislazione.
Come hanno affrontato questo cambiamento? Come si sono preparati? Quali sono i dubbi, le preoccupazioni e quali le necessità? In che modo la Riforma viene vissuta come un’opportunità e quanto come una sfida? La ricerca che è stata aperta dal 3 febbraio al 19 marzo 2021 -aveva lo scopo di far emergere e rendere accessibile a chiunque (Terzo Settore tutto, Istituzioni, cittadini, volontari, stakeholder del non profit) la posizione degli enti.L’indagine Riforma in Movimento ha coinvolto 1671 partecipanti. I segnali che sono emersi raccontano di una percezione di futuro che travalica il dettato della norma, ma anche di un vissuto di riletture interne per affrontare il cambiamento. L’analisi dei dati raccolti è ora disponibile all’interno del report pdf “L’impatto della Riforma sugli enti non profit”, che li racconta attraverso grafici e infografiche.
Si può scarica gratuitamente il pdf a questo link

Presentato il primo Report Terzjus 2021 sul Terzo Settore
È ora disponibile il Terzjus Report 2021 – Riforma in Movimento; il primo rapporto sullo stato e le prospettive della legislazione del Terzo settore in Italia dell’Osservatorio Terzjus.
Il rapporto, scaricabile gratuitamente a questo link riporta lo stato dell’arte della Riforma del Terzo Settore in Italia.
Si tratta di un lavoro unico nel suo genere. Da un lato infatti approfondisce la normativa per focus tematici fornendo: importanti spunti di analisi; proposte concrete e innovative per riformulare alcuni aspetti della Riforma elaborate a partire da riflessioni del Settore.
Dall’altro riporta l’impatto della normativa sulle organizzazioni non profit, protagoniste dirette della Riforma, le quali sono state chiamate a raccontare con la propria voce quelle che sono le necessità, il vissuto e le proposte relative a questo importante cambiamento.
Il Rapporto 2021 è suddiviso in 14 capitoli, che trattano i seguenti temi: l’evoluzione della normativa, il concetto di “attività economica”, l’impatto e la percezione della Riforma sugli enti non profit italiani, il Registro Unico Nazionale del Terzo Settore, il rapporto tra lo Sport Dilettantistico e il non profit, il lavoro e il volontariato, il rapporto con le Pubbliche Amministrazioni, il Bilancio Sociale e la valutazione d’impatto, le storie degli enti.
Insieme al Terzjus Report 2021 viene anche pubblicato un instant-book digitale che contiene 43 interviste qualitative a leader ed esponenti del Terzo Settore.

Auser Campania ha un nuovo presidente
Anselmo Botte è il  nuovo presidente di Auser Campania. Succede a Franco Buccino che ha concluso il secondo mandato.
Alla fine degli anni ’80  Botte comincia  a lavorare con la CGIL di Salerno occupandosi di disoccupati e organizzando il CID (Centro Informazioni Disoccupati) e di migranti, istituendo il Dipartimento Immigrazione, del quale è stato responsabile fino al suo pensionamento avvenuto nel giugno 2020. Nel 1990 entra a far parte della segreteria della Flai di Salerno, e successivamente (2009) in quella della Camera del Lavoro di Salerno dove gli viene affidata  la responsabilità della zona di Battipaglia. Ha seguito costantemente e in particolare i migranti braccianti della Piana del Sele.
Da un anno e mezzo Anselmo Botte era membro della presidenza dell’Auser Campania.

Palermo: E…state aperti per ferie
L’Auser Metropolitana di Palermo nell’ambito del progetto Nazionale Auser, è tutta l’estate aperta con un fitto programma di attività di socializzazione: musica dal vivo e serate conviviali, laboratori di danza terapia e di gruppo, laboratori di attività motoria e di cucina, tornei di burraco. Inoltre tante attività culturali come presentazioni di libri, conferenze e convegni. Si svolgeranno inoltre serate con gruppi teatrali e folkloristici e tante altre iniziative autogestite. Tutte le attività si svolgono all’aperto, nella massima sicurezza e può partecipare chi è vaccinato o con tampone negativo esibendo certificato.
Le attività si svolgono presso il  Giardino del Benessere e Terrazze a Mare di Ficarazzi, beni confiscati alla mafia e concessi in gestione  all’Auser e presso Auser Bagheria, Mezzojuso, Castelbuono, Misilmeri, Leonardo Sciascia, Leonard Da Vinci, Montelepre e Marineo.
Per informazioni: TEL. 335220589/0916172628  mail: auserpalermo@gmail.com

Auser Carbonia Aperta per ferie
Dal 1 luglio al 20 agosto i volontari di Auser Carbonia sono in campo per la campagna estiva Aperti per ferie con tante iniziative di aiuto e sostegno agli anziani soli e fragili. Oltre ad essere impegnati nel 118, i volontari Auser  seguono con attenzione i bisogni degli anziani nel periodo estivo, soprattutto chi è solo e fragile: compagnia telefonica attraverso il Numero Verde del Filo d’Argento 800-995988, consegna delle medicine e della spesa, piccole commissioni, accompagnamento per visite e controlli medici e inoltre occasioni per ritrovarsi e stare insieme- in sicurezza – al parco, per fare quatto chiacchiere, seguire una conferenza e tanto altro ancora.
La sede Auser è aperta lunedì, mercoledì, venerdì dalle 13 alle 18,  martedì e giovedì dalle 9 alle 13.

Calascibetta (EN). Parte il Filo d’Argento Auser, tanti aiuti per gli anziani soli
Dal 5 luglio è entrato in funzione a Calascibetta il progetto Filo d’Argento Auser, mirato in particolare a fornire aiuto e sostegno alle persone anziane sole e fragili. I volontari sono a disposizione per servizi di accompagnamento con auto  per visite e controlli medici, per la spesa, per la compagnia. “Avevamo fatto una raccolta firme per sollecitare il Comune su questo problema – racconto Francesco Giudea responsabile dell’Auser – oggi possiamo dire che siamo riusciti nel nostro intento e siamo potuti partire con il progetto in collaborazione con il Comune. Rivolgo inoltre un appello per chi volesse dedicare qualche ora della settimana a fare volontariato, basta veramente poco per fare la differenza!”
Il progetto ha la durata di un anno.
Per info e contatti: Auser Calascibetta 0935560805 via Dante 1.

Legnano (MI), il Centro antiviolenza Auser Filo Rosa trasloca nella villa sequestrata alla ‘ndrangheta
Il Centro antiviolenza di Auser Filo Rosa  trasloca nella villa sequestrata alla criminalità organizzata, in via Pasubio a Legnano. Il servizio, rientrante nella Rete Antiviolenza Ticino Olona ha una nuova e più accogliente sede. Qui lavoreranno cinque psicologhe, quattro avvocati e una decina di volontarie. «Finalmente siamo riuscite a raggiungere questo obiettivo – afferma Loredana Serraglia -. Abbiamo uno spazio idoneo per poter svolgere le attività del centro. La violenza sulle donne continua ad aumentare e la pandemia con le sue restrizioni non ha fatto altro che mettere ulteriormente in difficoltà le vittime».
L’immobile era stato sottratto alla ‘ndrangheta nel 2012 e poi assegnato al comune di Legnano dall’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata nel 2015. L’anno successivo l’amministrazione guidata dall’allora sindaco Alberto Centinaio aveva messo la villa a disposizione della Rete antiviolenza per la realizzazione di una struttura di accoglienza, con successiva partecipazione ad un bando regionale proprio per finanziare gli interventi di adeguamento necessari.
«Siamo soddisfatte – commenta la consigliera Pinuccia Boggiani capogruppo del PD nonchè ex presidente dell’Auser Ticino Olona e attuale volontaria di Auser Filo Rosa -. Il trasferimento è stato effettuato nell’arco di pochi giorni ed è stato possibile farlo grazie e ai volontari di Auser filo d’argento. Finalmente, si è concretizzato un progetto ambizioso: dare una collocazione al servizio di aiuto alle donne vittime di violenza di genere. C’è ancora tanto da fare, ma noi non ci tireremo indietro».
Fonte: legnanonews.com

Perugia: nonni e bambini protagonisti del nuovo progetto regionale
Si chiama “Resilienza intergenerazionale: nuove opportunità per crescere insieme nella fase post Covid 19”. E’ il progetto presentato da Auser Umbria, Anteas e Ancescao, presenti tra gli altri Tiziana Ciabucchi (Auser), Massimo Braganti, direttore sanità e welfare della Regione Umbria e Domenico Pantaleo, della presidenza nazionale di Auser. «Lo scambio intergenerazionale che è alla base di questo progetto – ha osservato Pantaleo – può essere uno strumento potente per affrontare le difficoltà che la fase post-pandemica, nell’ottica di ridurre quelle disuguaglianze che il Covid ha amplificato. Da questo punto di vista quella che sta partendo in Umbria può essere un’esperienza pilota importante anche a livello nazionale». Il progetto è partito il 5 maggio con un finanziamento di 507.157 euro, di cui 458.077 con fondi dalla Regione Umbria Le attività che verranno realizzate nell’arco di dodici mesi permetteranno di promuovere l’accessibilità e la qualità dei servizi per la prima infanzia (fascia 3-6) attraverso la sperimentazione di nuove pratiche di apprendimento e la valorizzazione del ruolo dei nonni; favorire l’apprendimento scolastico e ridurre il rischio di abbandono e dispersione e offrire supporto ai minori (fascia 6-13) che vivono in nuclei familiari multiproblematici. Tra gli obiettivi, combattere il fenomeno del digital divide e fornire un supporto psicosociale a minori/famiglie ed anziani.
Fonte: La Nazione
 

Capralba (CR), sala intitolata al fondatore Francesco Cattaneo, morto per Covid
Cerimonia pubblica sa Capralba (CR) per l’intitolazione della sala al piano terra del palazzo comunale, sede dell’Auser locale, al suo storico presidente nonché fondatore Francesco Cattaneo, morto per Covid il 20 marzo dell’anno scorso.  “Mettere il nome di Francesco in questo luogo – ha detto il sindaco Damiano Cattaneo – è un riconoscimento non solo all’impegno sociale di Francesco ma anche al lavoro di tanti volontari che in 27 anni hanno donato tempo e fatica alla nostra comunità. Da neo-pensionato, nel 1994, Francesco organizzò il primo gruppo di volontari per il trasporto sociale degli anziani. Da quel nucleo, pochi mesi dopo nacque l’Auser che lui stesso ha guidato ininterrottamente fino al giorno della sua scomparsa”.
Fonte: La Provincia di Cremona

Concorso Nazionale di poesia e fotografia promosso dall’Auser Montale (PT). Tema “il fiume”
L’Auser Montale (PT)con il patrocinio del Comune promuove il 22° Concorso Nazionale “Grigioperla” di poesia e il 2° Concorso Nazionale di fotografia. Tema obbligato “Il fiume”.
La partecipazione è aperta a tutti.  La premiazione è prevista per il 16 ottobre 2021 presso il Salone delle feste di Villa Smilea a Montale. “Il  tema del Fiume  è il filo conduttore di tutte le nostre attività culturali per l’anno 2021 –si legge in una nota – .Il nostro intento è come sempre stimolare alla riflessione sulla vita e sul mondo e all’espressione di idee e sentimenti autentici e profondi che portano ad una vera ed efficace comunicazione tra le persone. Come nelle passate edizioni la partecipazione è aperta ai cittadini delle città gemellate con Montale, Senlis in Francia e Langenfeld in Germania, per facilitare la partecipazione dei nostri amici europei accettiamo anche testi in lingua che saranno valutati e tradotti da esperti linguisti degli Istituti di cultura tedesca e francese presenti in Toscana”.
Per informazioni: Ufficio Auser tel. 3427720243 Ufficio Cultura Comune di Montale tel. 0573 952234 Centro Sperimentale di Fotografia Prato tel. 3483406427.

Lecco, trasporto sociale green con tre nuovi veicoli elettrici
 Tre utilitarie di nuova generazione entreranno nel parco auto di Auser Lecco per il trasporto e l’accompagnamento degli anziani, di disabili e di persone fragili verso i luoghi di cura.
I tre veicoli elettrici sono stati presentati nel cortile interno del Palazzo del Municipio di Lecco, un passo avanti dell’associazione per una mobilità sempre più sostenibile.
Claudio Dossi, presidente Auser Provinciale Lecco, durante la presentazione ha spiegato la funzionalità delle nuove auto: “Le automobili elettriche fanno parte di un progetto condotto da Auser per essere più vicini alle persone delle aree interne, i rioni interni lecchesi e la Valsassina. Accompagneremo, grazie ai nostri volontari, le persone verso i luoghi di cura, ma anche verso quelli di cultura perché crediamo che il volontariato debba occuparsi anche di avvicinare le persone alle bellezze dei nostri luoghi”.
Fonte: lecconotizie.com

Treviso, piano anticaldo per anziani
Temperature alle stelle, malori frequenti soprattutto tra gli anziani, il Comune di Treviso apre dal 12 luglio il centro di via Castello D’amore per dare un po’ di refrigerio a chi non può trovarlo altrove. Il servizio si rivolge in particolare agli anziani che non hanno l’aria condizionata a casa. La prenotazione è obbligatoria telefonando al numero verde 800938844. Per chi non sapesse come raggiungere il centro anziani Ca’ Sugana si potrà infatti usufruire del trasporto gratuito contattando Auser o Anteas con un piccolo rimborso spese chilometrico o utilizzando il voucher taxi o noleggio con conducente messo a disposizione dall’amministrazione. «Si tratta di un servizio particolarmente richiesto da parte della cittadinanza che dà la possibilità di affrontare le alte temperature di questo periodo in compagnia e in sicurezza», le parole dell’assessore alle Politiche Sociali, Famiglia e Disabilità Gloria Tessarolo. «Il centro anziani è inoltre dotato di un’area verde esterna e di un servizio bar».
Fonte: La Tribuna di Treviso

 
Piombino (LI), le sedi dell’Auser ospitano le studentesse delle superiori
Le sedi dell’Auser ospitano giovani studenti per l’alternanza scuola-lavoro, grazie a un protocollo d’intesa tra l’istituto superiore Einaudi Ceccherelli di Piombino e l’Auser territoriale Piombino Val di Cornia Isola d’Elba, che coinvolge alcune studentesse che frequentano il III° e IV° anno dell’indirizzo di operatore socio-sanitario. Lo stage (iniziato a marzo) terminerà il 31 agosto per un totale di 260 ore. Le sedi dove le studentesse prestano servizio per due volte a settimana sono Auser Piombino, Auser Venturina Terme e Auser San Vincenzo. Le ragazze svolgono attività di ufficio come tesseramento, contabilità, centralino, seguite costantemente dai propri tutor. «Tutti i presidenti, compreso me – riferisce Bono Banchi, dell’Auser territoriale Piombino Val di Cornia Isola d’Elba -, si complimentano con le studentesse per il loro impegno e per le capacità di apprendimento, che gli hanno permesso di adempiere alle mansioni in totale autonomia, attentamente seguite dai rispettivi tutor. Ringrazio l’istituto superiore Einaudi Ceccherelli per averci coinvolto in questo progetto, con la speranza che questa collaborazione continui anche in altre occasioni. Ci auguriamo che molti altri plessi scolastici di ogni ordine e grado condividano con Auser nuovi progetti anche con la partecipazione delle amministrazioni comunali, per far conoscere alle nuove generazioni il mondo del volontariato, il suo valore sociale e umano, che ci ha contraddistinto nei mesi più difficili di questa pandemia, mettendoci a disposizione della Protezione Civile dei vari Comuni, nel trasporto di spesa, farmaci a domicilio, prenotazione dei vaccini e supporto telefonico».
Fonte: Il Tirreno

 
Terni, Vania Cittadini è la nuova presidente di Auser Terni
L’occasione è servita anche per fare il punto sull’attività svolta, che presenta numeri importanti: più di 1600 servizi alla persona, dall’accompagnamento alla consegna di generi alimentari e medicinali e di quasi 600 quotidiani, recapitati a domicilio insieme alla spesa durante l’emergenza sanitaria; oltre 450 colloqui telefonici con persone sole e anziani, ai quali è stato garantito anche il supporto psicologico. Sono i dati del Filo d’Argento di Terni,«C’è bisogno di alleanze sui territori per continuare il grande lavoro fatto fin qui da Alessandro e intercettare così più bisogni possibile – afferma la neopresidente Cittadini _ . Il mio obiettivo è raggiungere soprattutto i territori periferici: più riusciamo a radicarci nei territori e più saremo in grado di essere di sostegno a chi fa riferimento a noi». L’impegno quotidiano di Auser Terni durante la pandemia è anche diventato un libro: «Grandi storie in piccoli spazi», che racconta l’impegno dei volontari e le storie delle persone sostenute nei momenti più difficili dell’emergenza Covid. «Il mio non è un addio ma un ciao – è il saluto di Alessandro Rossi _, perché oggi come ieri non rinuncio all’idea di cambiare il mondo con cortesia, disponibilità e semplicità di azione».
Fonte: La Nazione

Prato, raccolta fondi per un nuovo mezzo attrezzato
Al via la raccolta fondi per un nuovo mezzo attrezzato da utilizzare per T’accompagno io, servizio condotto da Auser Vaiano (PO) e Auser Valbisenzio che nella fase dell’emergenza e della pandemia si è reso protagonista di migliaia di interventi decisivi per supportare la comunità locale.
“È un servizio prezioso, davvero importante per la nostra comunità, che merita il massimo supporto – sottolineano il sindaco Bosi e l’assessore Bellini – per questo invitiamo tutti, in primo luogo le imprese del territorio, a dare una mano e a sostenere il progetto”.
“Attualmente i volontari del servizio sono in prima linea per accompagnare le persone sole e in difficoltà anche presso i centri di vaccinazione anti Covid”, spiega–il presidente Giampaolo Collini. La generosa centrale operativa di T’accompagno io – è composta da ventotto volontari (autisti, accompagnatori e centralinisti). Da quando è esplosa l’emergenza Covid – ai primi di marzo del 2020 – con T’accompagno io sono stati effettuati circa 2700 servizi (almeno 750 a Vaiano) mentre i volontari hanno percorso quasi 75 mila chilometri. Sono 65 le persone accompagnate a vaccinarsi.
Quando è iniziato il primo lockdown i volontari si sono mobilitati per fronteggiare le necessità degli anziani e delle persone fragili per la consegna di farmaci e della spesa a domicilio. A disposizione per gli spostamenti necessari attualmente ci sono un mezzo attrezzato e un’auto messi a disposizione da Auser Valbisenzio, un’auto di Auser- La Sartoria di Vaiano, un’altra auto attrezzata in concessione da ACG ITALIA che – come mette in evidenza Fabrizio Scannerini – collabora dal 2017 con Auser e il Comune di Vaiano. Nelle settimane scorse un altro mezzo è stato donato alla comunità di Vernio da AUTOFAN.
T’accompagno io – lo ricordiamo – è un progetto promosso da Auser Valbisenzio e Auser Vaiano con il supporto dei Comuni di Vernio, Vaiano e Cantagallo e ha come obiettivo l’accompagnamento di persone sole o in difficoltà negli spostamenti quotidiani necessari (farmacia, istituti medici e fisioterapici, studi dentistici, ospedali, spesa alimentare). Il servizio si svolge dal lunedì al venerdì in orari da concordare, basta telefonare al numero 370 3565393, dalle ore 9 alle 12 e dalle 15 alle 18.
Fonte: tvprato.it
 

Tolentino (MC), la città finisce su Vikidia grazie ad un progetto Auser
Un’ ampia pagina su Tolentino in Vikidia. Sono stati i ragazzi dell’Istituto comprensivo Lucatelli a creare tale spazio sull’enciclopedia online e collaborativa destinata alla fascia d’età dagli 8 ai 13 anni. Il progetto è stato proposto dall’Auser Il Girasole ed è stato realizzato con la collaborazione dei docenti Paola Nicolini e Pierluigi Feliciati di Unimc e grazie al contributo della Fondazione Carima. Tale iniziativa, Educazione digitale, civica e intergenerazionale, si è conclusa giovedì scorso. E, così, dopo sei incontri on line, si sono incontrati finalmente in presenza i ragazzi delle seconde classi della secondaria di primo grado e i soci dell’Auser con il coordinamento di Maria Teresa Marziali, referente Auser Marche Cultura. Con l’occasione sono state realizzate dai ragazzi altre interviste. Si sono create relazioni ancora più significative che hanno portato a decidere di continuare il progetto, partendo dalla realizzazione di video sull’esperienza al quale è stato dato il titolo Raccontiamoci su Wiki, che sarà pronto tra pochi giorni. «Ringraziamo dice Maria Teresa Marziali, referente Auser Marche Cultura – la Fondazione Carima, le docenti Ombretta Piloni e Michela Nerpiti, il dirigente scolastico Mara Amico dell’Istituto comprensivo Lucatelli, Elisa Cirilli e Livyia Kazantseva di Unimc».
c. pass.
Fonte: Corriere Adriatico

Sacile (PN), Auser aumenta i servizi per disabili, ammalati e persone in difficoltà
A Sacile: decollano  i progetti “L’unione fa la spesa” per riempire la dispensa a chi ha difficoltà e “Trasporto sociale” con il taxi solidale. Sono coordinati in tandem con il Comune e l’assessorato ai servizi sociali. «Servizio spesa alla Coop di San Michele per le persone non autosufficienti attivo da questa mattina – confermano Enrico Marchiò presidente Auser con l’assessore Antonella Baldo -. Disco verde acceso anche per il trasporto sociale: è attivo dal lunedì al venerdì, con tappe diversificate».Il taxi solidale raggiungerà a giorni alterni Villorba, San Michele, Cornadella poi Topaligo, Schiavoi, Vistorta, Cavolano, Casut, via Flangini, San Odorico, San Giovanni del Tempio, via Curiel. «Approvato il consuntivo 2020 – dicono i volontari Auser -. Percorsi 13 mila 114 chilometri con 735 ore di attività».
Fonte: Messaggero Veneto
 
 
Foggia, l’archivio della Memoria Ritrovata
Presentata alla Camera del Lavoro di Foggia, l’anteprima dell’archivio della ” Memoria Ritrovata ” , promosso dallo Spi Cgil in collaborazione con l’Auser e con il patrocino di Spi Cgil Puglia, Cgil Puglia, Cgil Foggia, Fondazione Foa ed Anpi di Capitanata. «Introducendo i lavori – informa una nota – Alfonso Ciampolillo, segretario generale Spi Cgil Foggia, ha sottolineato come il sindacato dei pensionati della Cgil sia custode e depositario di una grande memoria, che ha dato un contributo decisivo al riscatto e all’emancipazione dei lavoratori nel secolo scorso, e come l’ Archivio intenda, attraverso la digitalizzazione di tale memoria, valorizzarla e tramandarla alle giovani generazioni». Secondo Antonella Cazzato, segretaria regionale Spi Cgil Puglia «l’iniziativa interpreta in modo originale e qualificato le politiche di recupero della memoria».
Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno
 

Valperga (TO), parte il progetto Mai soli, per gli anziani della casa di riposo
L’interazione tra una casa di riposo, Il Castello, gestito dall’impresa sociale Anteo, il Comune di Valperga, la Pro loco Valperga Belmonte e l’Auser, sta alla base dell’interessante progetto “Mai soli”, che è stato presentato nella splendida cornice delle sale del maniero che fu residenza dei Conti signori del Canavese. Un progetto che ha quale mission quella di contrastare le solitudini attraverso un sistema di solidarietà diffusa.«Vi è la necessità di creare interazione tra la popolazione e gli ospiti del Castello in un momento in cui il Covid li ha costretti alla solitudine ed all’isolamento – ha affermato la direttrice della residenza per anziani, Francesca Hangler-. Stiamo, quindi, cercando volontari, persone che abbiano voglia di dedicare anche solo una o due ore al mese ai nostri ospiti in base a quello che sono in grado di fare». Ad esempio, se c’è qualcuno capace di suonare la chitarra potrà organizzare un pomeriggio musicale, chi è maggiormente portato per la relazione interpersonale potrà fare compagnia agli ospiti. «Il Castello anche se è gestito da privati è sempre un bene di Valperga, aperto a tutti gli orizzonti- ha sottolineato il sindaco, Walter Sandretto -. Oggi siamo un piccolo gruppo che può diventare un grande gruppo di umanità, collaborazione per il nostro territorio: Anteo, Comune, Pro loco, Auser. Solo con la sinergia, l’unione e lo stare insieme si riesce a fare qualcosa per il nostro territorio».Per segnalare la disponibilità a diventare volontario è possibile contattare lo 0124/61713, per segnalare esigenze per ricevere supporto, invece, i recapiti telefonici sono lo 0124/617146 (interno 2) o 0124/617958 (interno 3).
Fonte: La Sentinella del Canavese

 
Sassuolo (MO), in un complesso di edilizia popolare la “Saletta ricreativa” gestita dall’Auser. Uno spazio per incontrarsi
A Sassuolo lo chiamano il  “Serpentone” e se ne parla  come quartiere particolarmente difficile. Della zona si è discusso molto anche negli ultimi mesi, con l’approvazione della convenzione per l’assegnazione e la gestione di alloggi in housing sociale al civico 75: un progetto che, alla base, avrebbe l’intenzione di aumentare la socialità del quartiere e favorirne la riqualificazione e che prevede unità abitative a disposizione della città – a canone calmierato – per i prossimi quindici anni. Ma in via Respighi c’è chi sta cercando di portare avanti un tentativo di riqualificazione già da alcuni anni, attraverso attività per bambini e anziani, nella “Saletta ricreativa” di Auser. Da un lato, le tombole per gli anziani di Auser, per tenerli attivi e favorire la socializzazione coinvolgendoli in tante iniziative, dall’altra, dal 2017 si sono affiancate anche attività per bambini e ragazzi.
Fonte: La Gazzetta di Modena

 
La Spezia, pronto intervento digitale per gli anziani

Da sempre in prima linea a favore dei cittadini più anziani, Auser ha deciso di sperimentare tra Arcola e Sarzana un servizio dedicato proprio a coloro che per motivi di età non hanno confidenza con i nuovi strumenti tecnologici, con le pratiche burocratiche in rete o con un acquisto online. Telefonando al numero 388 7910872 dal lunedì al venerdì dalle 14 alle 16.30 risponderà un esperto che si metterà a disposizione per un consiglio e un aiuto immediato oppure, se necessario, darà un appuntamento nella sede Spi-Auser di Romito Magra, via Provinciale 43.
Come si fa una videochiamata? Come aprire una casella di posta elettronica? Perché non riesco a ricevere una foto? Ora, per questi come per mille altri quesiti, i cittadini ultrasessantacinquenni residenti nel distretto sociosanitario n. 19, potranno rivolgersi gratuitamente al Servizio di pronto intervento divario digitale dell’Auser.
Inoltre l’associazione, nello stesso ambito territoriale, organizzerà brevi corsi di alfabetizzazione informatica utili a orientarsi nel mondo di internet. Il progetto fa parte del programma Anziani BenEssere in Liguria sostenuto dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali e dalla Regione Liguria ed è realizzato in collaborazione con Arci e Ada
Fonte: cittadellaspezia.com
 

Luzzara (RE), un pulmino nuovo per il trasporto di anziani e disabili
E’ stato inaugurato  un nuovo pulmino Fiat Ducato a nove posti per il trasporto di bambini, anziani e disabili, al servizio della comunità di Luzzara. La festa per l’avvio ufficiale del nuovo automezzo, in forza all’Auser locale, è avvenuta alla sede dell’associazione, in viale Filippini, nella zona del polo sanitario del paese. E’ stato il parroco, don Piergiorgio Torreggiani, a benedire il mezzo di trasporto al momento del taglio del nastro tricolore. Presenti pure il sindaco Elisabetta Sottili, il presidente Auser locale, Maria Edria Toffoli, il presidente provinciale dell’associazione, Vera Romiti, volontari e cittadini. Il mezzo di trasporto è stato acquistato con fondi dell’Auser, con il contributo del Comune di Luzzara e dell’Associazione Camperisti Solidali. E’ stato rimarcato il forte impegno di Auser per il servizio di trasporto a sostegno di persone bisognose.
Fonte: Il Resto del Carlino

 
Gallarate (VA), nonni sempre più digitali grazie agli studenti
” Nonni digitali ” e ” Una mano per realizzare lo Spid ” . Sono questi i due progetti, presentati nell’ultima consulta anziani del Comune, che rispondono a esigenze emerse nel corso degli incontri con gli over 65. Il Manuale ” nonni digitali ” , nasce da una sinergia speciale tra scuola e gli anziani. I ragazzi del Gadda-Rosselli e dell’Istituto Ponti hanno realizzato un testo per aiutare gli over 65 gallaratesi con la tecnologia. Dall’utilizzo di Whatsapp a quello di Gmail e Google Chrome. Un manuale «chiaro e ricco di immagini» studiato dai ragazzi, con il supporto dei docenti. Per ricevere il manuale è possibile scrivere una mail a s e r v s o c @ c o m u n e . g a llarate.va.it. Inoltre, alcune copie saranno disponibili ai Servizi Sociali e sarà pubblicato anche sul sito del comune nella sezione dedicata alle consulte. Lo Spid, ovvero l ‘ identità digitale, è uno strumento che è sempre più parte integrante quotidianità ma, purtroppo, non per tutti è così semplice crearla. Ecco allora scendere in campo la presidente della banca del tempo Georgia Gionchetta, che insieme ad Auser, associazione Buon Vicinato e Croce Rossa Italiana hanno creato una rete di realtà del terzo settore per supportare gli anziani nella creazione dello Spid. Per informazioni è possibile chiamare (a partire dal primo luglio i seguenti numeri: Auser e Banca del Tempo al 320.6283145 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 ed il Buon Vicinato al 347.4110358 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18).
Fonte: La Prealpina


Associazionismo Volontariato Terzo Settore

Riparte il gioco, subito una legge  per regolamentare l’azzardo. L’Appello di Mettiamoci in gioco rivolto a Parlamento e Governo
Mettiamoci in gioco – campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo ha presentato a Roma e online, un Appello indirizzato a Parlamento e governo per regolamentare e ridurre l’offerta del gioco d’azzardo nel nostro paese. Nel momento in cui riaprono le sale giochi e tutta l’offerta dell’azzardo torna disponibile, è necessario un intervento urgente e incisivo da parte delle istituzioni.
La Campagna rileva, ancora una volta, che il settore dell’azzardo “è segnato da drammi individuali e familiari e che non favorisce la crescita del Paese, ma anzi ne inghiotte i risparmi in una voragine che lascia dietro di sé una scia di povertà – economica e non solo -, sofferenza, solitudine e perdita di quei valori fondamentali per la tenuta del tessuto sociale”. A questo bisogna aggiungere le sempre più estese infiltrazioni della criminalità organizzata anche nel gioco legale.
Mettiamoci in gioco ritiene che i provvedimenti adottati finora per limitare i costi sociali e sanitari del gioco non siano sufficienti. Per questo, nell’Appello intitolato “Basta azzardo senza regole!”, chiede a Parlamento e governo di adoperarsi per: approvare una legge nazionale che regolamenti il consumo di gioco d’azzardo nel nostro paese, riducendone drasticamente l’offerta; rendere realmente efficace la legge che vieta la pubblicità su alcuni canali televisivi e sui quotidiani; limitare l’offerta di gioco ai luoghi espressamente dedicati;  garantire e tutelare l’autonomia decisionale di Regioni ed Enti locali per quanto riguarda la concreta applicazione, sul proprio territorio, delle normative in materia; rendere stabili i fondi per la prevenzione, la diagnosi e la cura del Disturbo del Gioco d’Azzardo (DGA); regolamentare la presentazione dei prodotti di gioco, i contesti in cui si gioca e i software di slotmachines e videolottery per limitarne l’aggressività e il potere di generare dipendenza.
Aderiscono alla campagna Mettiamoci in gioco numerose associazioni fra cui Auser
Per Info: www.mettiamociingioco.org


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it www.auser.it

 

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

I commenti sono chiusi