Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 24 numero 40 – 10 novembre 2021

Scritto da
10 Novembre 2021

Agenzia settimanale – Anno 24 numero 40 – mercoledì 10 novembre 2021
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

All’Auser il “Premio al Volontariato 2020″ della Presidenza del Senato della  Repubblica. Enzo Costa: “Un riconoscimento per tutti i nostri volontari”
L’Auser è stata insignita del Premio al Volontariato della Presidenza del Senato. La cerimonia di consegna si terrà il prossimo 13 novembre alle ore 12 presso l’Aula del Senato e si potrà seguire in diretta televisiva. “Un riconoscimento che ci riempie di orgoglio – commenta il presidente nazionale Enzo Costa – e che idealmente intendo consegnare a tutti i volontari e le volontarie della nostra associazione che con impegno, dedizione e coraggio hanno svolto le loro attività a favore delle persone più fragili e della comunità, in un momento così difficile per tutti noi”.

 
Le nuove sfide dell’Auser per una società più inclusiva e attenta ai bisogni degli anziani. A Roma il 18 e 19 novembre il X Congresso Nazionale. Atteso il ministro Andrea Orlando
“Tra presente e futuro, per una rinnovata visione sociale”.  E’ questo il titolo del X gresso Nazionale dell’Auser che  si terrà il 18 e 19 novembre a Roma, presso il Centro Congressi Frentani. Parteciperanno ai lavori oltre 300 fra delegati e invitati, in presenza e in remoto.  Un Congresso che definirà linee strategiche e organizzative per i prossimi quattro anni e vedrà il rinnovo delle cariche associative, ma che assume un valore particolarmente importante per Auser perché all’insegna del rilancio delle attività  dopo i difficili mesi di emergenza sanitaria.
Il 18 prevista la partecipazione del Ministro Andrea Orlando e di Maurizio Landini segretario generale della Cgil.
Tutte le info su www.auser.it

 
Aperto il bando per il premio di laurea “Sergio Veneziani 2021”
Al via la terza edizione del premio di laurea “Sergio Veneziani”, istituito da Auser Lombardia per ricordare il presidente che ha guidato la fase storica di massima espansione dell’associazione sul territorio regionale. C’è tempo fino al 15 maggio 2022 per candidarsi, seguendo le istruzioni espresse nel bando e nella domanda di partecipazione che si trovano sul sito www.auser.lombardia.it
Il bando  del premio istituito da Auser Lombardia è destinato alle tesi di laurea che si siano occupate del terzo settore nell’economia italiana, dall’impatto economico (generazione di occupazione, fornitura di servizi, qualità del welfare) alle ricadute sociali (coesione sociale, associazionismo e volontariato).
La partecipazione al premio è aperta ai neolaureati di Corsi di Laurea Magistrale delle Università lombarde.Il premio di laurea, che verrà assegnato tramite selezione, è costituito da un assegno di 1.500 euro, senza particolari vincoli d’uso, al lordo delle ritenute erariali. Possono partecipare al premio gli studenti che abbiano conseguito la Laurea Magistrale nell’anno accademico 2020-2021 (tesi di laurea discusse tra settembre 2020 e marzo 2022). Le domande di partecipazione, redatte sulla base della scheda scaricabile dal sito di Auser Lombardia (http://www.auser.lombardia.it) dovranno essere inviate all’indirizzo premiodilaurea@auser.lombardia.it e dovranno pervenire entro il 15 maggio 2022.

 
Padova: librerie unite contro la violenza sulle donne, una iniziativa del Centro Veneto Progetti Donna Auser
In vista del 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne, il Centro Veneto Progetti Donna- Auser lancia “Librerie unite contro la violenza”. L’iniziativa, in collaborazione con l’Assessorato alle pari opportunità e politiche di genere del Comune di Padova, coinvolge 18 librerie della città che, per tutto il mese di novembre, distribuiranno i segnalibri con il Numero Verde del Centro antiviolenza.  Le librerie aderenti saranno ben riconoscibili, poiché esporranno nella propria vetrina un adesivo del Centro Veneto Progetti Donna riportante delle domande frequenti sulla metodologia e il lavoro dei Centri antiviolenza. Lo scopo di questa iniziativa, oltre a diffondere il Numero Verde dell’associazione, è quello di sciogliere eventuali dubbi e perplessità che potrebbero costituire barriere per la formulazione di una richiesta di aiuto. Per chi vorrà, inoltre, sarà anche possibile lasciare un contributo per sostenere le attività e i progetti di contrasto e prevenzione della violenza di genere del Centro Veneto Progetti Donna.
Nei primi 8 mesi del 2021 sono state 799 le donne accolte dal Centro antiviolenza nella provincia di Padova, contro le 907 accolte nell’arco del 2020. Per questo motivo, iniziative come questa, che hanno lo scopo di sensibilizzare e informare sull’esistenza e la metodologia dei Centri antiviolenza, sono fondamentali per favorire l’emersione del fenomeno.
Per informazioni:  Ufficio Stampa Mariangela Zanni
comunicazione@centrodonnapadova.it 3459948956  www.centrodonnapadova.it

Genova: dieci anni di cultura e socialità, il compleanno di UniAuser
Il prossimo 29 novembre alle ore 10  presso la  Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale di Genova si terrà l’evento per festeggiare i primi dieci anni di attività dell’UniAuser di Genova. Sarà anche l’occasione per dare qualche anticipazione sulla proposta formativa del 2022 e sulle modalità di iscrizione.
L’ingresso prevede il rispetto delle normative Covid 19 in corso (Greenpass, mascherina, distanze, ecc.. )
 
 
Pietrasanta (LU), Auser spegne 30 candeline

Trent’anni al servizio di anziani, non autosufficienti e bisognosi. E’ un ricco bagaglio di esperienza, impegno e solidarietà quello fornito al territorio dalla sezione pietrasantina dell’Auser, che ha spento le candeline alla presenza dell’amministrazione comunale e del proposto del Duomo monsignor Stefano D’Atri. Sono stati l’assessore all’associazionismo Andrea Cosci e quella al sociale Tatiana Gliori a consegnare alla presidente dell’Auser Manuela Marina Bini un attestato per ringraziare l’associazione per la sua indispensabile e quotidiana attività. Il traguardo è stato festeggiato al centro civico di via Bernini alla presenza anche della presidente regionale Auser Simonetta Bessi e di altre associazioni versiliesi. Fondata nel ’91 dalla compianta Maria Carla Venturini con il marito Sergio Stefanini, l’associazione fa parte della Consulta del volontariato e valorizza il ruolo degli anziani con una miriade di servizi, tra cui momenti di condivisione a cui partecipano oltre 300 anziani, la spesa a domicilio e il trasporto per visite mediche e nelle strutture sanitarie. L’Auser oggi è composta da 442 soci e 45 volontari ed eroga ben 15mila ore dedicate all’assistenza delle persone. Il tutto completato da attività come il centro d’ascolto, l’attività motoria (ginnastica e ballo) e dal 2002 la sorveglianza e assistenza ai visitatori delle mostre a Palazzo Mediceo e alle Scuderie Granducali.
Fonte: La Nazione

Imperia, premiati i vincitori del concorso
Sabato 6 novembre 2021 presso il Centro sociale ” Il Melograno ” a Sanremo in Via Sen. G. Marsaglia ha avuto luogo la premiazione dei vincitori dei Concorsi di Poesia, Racconti brevi e Pittura promossi dalla Regione Liguria nell’ambito del  Patto di sussidiarietà risorse 2020-2021 in collaborazione con l’Auser e finanziati dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.  La Giuria, oltre a premiare i primi tre di ogni categoria ha giudicato  molto interessanti  tutti i testi pervenuti e ha raccomandato di gratificare ogni partecipante  con un attestato di encomio per lo spessore umano e poetico, pertanto ad ognuno di loro  è stata consegnata una Menzione speciale.

 
Campiglia Marittima (LI), “Non solo cammino”

E’ partito nei giorni scorsi a Campiglia Marittima (LI) il nuovo progetto Auser in collaborazione con Asd Follonica (settore Nordic Walking), “Non solo cammino”. Si propone di impegnare i partecipanti (fino ad aprile) in due uscite a settimana, con camminate in aree verdi e spazi pedonali del comune di Campiglia, nei parchi di Rimigliano e della Sterpaia, a Baratti. È consigliato soprattutto per chi ha più di 70 anni.
Possono partecipare i soci, per cui chi non lo è può richiedere la tessera annuale al costo di 13 euro. Necessari il Green pass e il certificato medico che attesti la capacità di fare attività ludico motoria. Per informazioni telefonare ai numeri 0565 850618 (sede Auser, lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12), 327 7678649 (presidente Vanni) o al 370 3279831 (vicepresidente Loredana Teglia).
Fonte: Il Tirreno

 
Mantova, quattro incontri per conoscere “Il mito e noi”

L’Auser provinciale di Mantova organizza un corso dal titolo “Il mito e noi”, che prevede 4 incontri su “Dei e dee greci ci guidano in un viaggio meraviglioso dentro i caratteri umani, alla scoperta del nostro mito personale”. Docenti: Daniela Fiorini e Federica Baroni, formatrici, consulenti e coach. Il primo incontro si terrà giovedì 11 novembre su “Introduzione al mito e simboli degli dei”. Martedì 16 l’appuntamento sarà con “Le personalità femminili attraverso le dee”. Giovedì 25 toccherà a “Le personalità maschili attraverso gli dei”. E il 9 dicembre a “Spunti e orizzonti di evoluzione personale”. Gli incontri gratuiti si terranno presso la sala civica di via Facciotto, 7 a Te Brunetti dalle 15.30 alle 17.30. Green Pass obbligatorio.
Per le iscrizioni: 0376/221615 o paola.radaelli@ausermantova.org.

Verbania, un parco attrezzato per gli anziani
L’Università del Ben Essere Auser di Verbania si sta occupando della creazione di un nuovo parco attrezzato per gli anziani. Il progetto nasce da Auser Insieme; il parco in questione sarà localizzato di fianco al Centro dell’associazione Rosa Franzi, dove sorge un’area verde incolta e semiabbandonata che già è stata ripulita durante la bella stagione grazie all’intervento dei volontari e grazie a quella che è stata simpaticamente chiamata “parco terapia”,  permettendo a chi voleva di muoversi e fare dell’attività fisica in compagnia per poter pulire una zona degradata.
Da qui è nata l’idea di poter creare un’area verde permanente attrezzata aperta a tutta la città e al pubblico, ma particolarmente attrezzata per anziani con strumenti e strutture apposite, realizzazione già molto presente all’estero e poco in Italia. Per ora già è stato sistemato su un’area di 100 metri quadri un appezzamento di prato sintetico in cui soprattutto durante l’estate è stato possibile svolgere numerose attività per gli iscritti, precedentemente svolte presso il teatro Il Maggiore abbandonato dopo l’allestimento del centro vaccinale. La creazione del parco rientra nel progetto “Vecchietti a chi”,  finanziato sia da Fondazioni, sia dal Comune di Verbania, sia dalle sottoscrizioni all’associazione che vede al momento iscritte ben 350 persone e ai sostegni che ad essa vengono generosamente dati.
Per la creazione del parco ci vorrà ancora qualche mese, si prevede di finirlo entro la prossima primavera, per poterlo aprire al pubblico completo con le sue attrezzature.
Fonte: verbaniamilleventi.org

Foggia, i Laboratori della Memoria diventano un caso di studio
Spi Cgil e Auser di Foggia diventano un caso di studio, e finiscono nei libri. È successo grazie ai Laboratori della Memoria, promossi qualche anno dalle due organizzazioni in collaborazione con un’ampia platea di partner, tra cui l’Università degli Studi di Foggia. Quella esperienza è ampiamente ripresa da Manuela Ladogana nel libro pubblicato qualche mese fa da Franco Angeli, “Il tempo “scelto”: Riflessioni pedagogiche sulla vecchiaia”.
Il Laboratorio della Memoria viene giudicato dall’autrice del saggio “emblematica testimonianza della possibilità per gli anziani di esprimere una creativa “generatività” sociale e culturale quando hanno a disposizione spazi e tempi di dialogo e di confronto intergenerazionale opportunamente predisposti: cioè quando hanno l’opportunità di raccontare, da protagonisti, la loro “storia” vedendo cosi valorizzata la loro funzione di “memoria di comunità”».
Manuela Ladogana è dottore di ricerca in Pedagogia generale, e tecnico scientifico presso il Laboratorio di Bilancio di Competenze del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Foggia.
I Laboratori della Memoria riprenderanno la loro attività nelle prossime settimane, con una nuova veste. Mantenendo sempre il loro carattere intergenerazionale, alimenteranno i due progetti di archivi digitali promossi da Spi Cgil (“L’Archivio della Memoria Ritrovata”) e Auser Territoriale Foggia (“Saperi, suoni, sapori”).L’autrice si riferisce ai laboratori che si svolsero dal 2007 al 2009.


Dal Sindacato

Cgil, la manovra non va bene. Si dovrà cambiare
L’assemblea generale della Cgil ha votato un ordine del giorno che valuta ancora insufficienti i provvedimenti e le linee di fondo della manovra del governo Draghi, in particolare sugli aspetti che riguardano la riforma fiscale e quella previdenziale. Sarà la segreteria nazionale a decidere ora come proseguire la mobilitazione avviata con Cisl e Uil. Sul sito della Cgil nazionale il testo completo dell’ordine del giorno.


Associazionismo Volontariato Terzo Settore

Dalle cooperative sociali il welfare per il 12% degli italiani
Con 7,2 milioni di assistiti, le 15 mila cooperative sociali attive nel nostro Paese si prendono cura del 12% della popolazione, rappresentando di fatto la spina dorsale del welfare italiano. Portatrici di un nuovo paradigma culturale ed economico, con le cooperative sociali il welfare si è fatto impresa. E lo ha fatto puntando soprattutto su donne e giovani. Gli occupati nelle cooperative sociali sono oltre 480 mila, più del 50% è donna; 50 mila posti sono stati creati nell’ultimo quinquennio. Gli occupati alle prese con qualche forme di svantaggio (fisico, psichico e sociale) sono 78 mila (40 mila i soggetti svantaggiati, 18 mila disabili e oltre 20 mila soggetti con altre gravi situazioni di disagio). È quanto emerge da  “TreOttoUno – Welfare di nuova generazione”, una riflessione sugli scenari del welfare a 30 anni dall’entrata in vigore della legge 381/1991 che ha introdotto nel nostro ordinamento la disciplina delle cooperative sociali. L’evento è stato promosso da Confcooperative Federsolidarietà e Legacoopsociali, con il patrocinio della Camera dei Deputati e la partecipazione di Elena Bonetti, ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia ed Erika Stefani, ministra per le Disabilità.
“Con il Pnrr viviamo un momento cruciale, probabilmente fondante, di una rinnovata politica di welfare incentrata sui servizi sociali territoriali e sulla sua programmazione di medio periodo – ha sottolineato Stefano Granata presidente di Confcooperative Federsolidarietà – in Italia si spende molto ma, forse, si investe male. Degli oltre 508 miliardi di spesa pubblica per il welfare, solo 10 miliardi vanno alle spese sociali territoriali. Gli investimenti innovativi delle cooperative sociali non sono sufficienti a compensare il gap tra domanda e offerta di servizi per cui è fondamentale ritarare la spesa in tal senso”.
Fonte: Redattore Sociale

 
5 dicembre, agire ora per il bene delle persone e del pianeta
Agire ora per garantire l’inclusione di chi spesso resta indietro, per combattere i cambiamenti climatici e far avanzare gli obiettivi di sviluppo sostenibile. È questo il filo conduttore della nuova campagna per la 36^ Giornata internazionale del volontariato, che si celebra ogni anno il 5 dicembre.
“Diventa volontario per un futuro condiviso” – in inglese Volunteer now for our common future – è lo slogan per promuovere l’edizione di quest’anno scelto da United nations volunteers (UNV), il programma delle Nazioni Unite nato a seguito della risoluzione del risoluzione del 1985. Un invito alle persone – sottolinea l’Unv nella presentazione della campagna – siano esse decisori o cittadini di questo mondo, ad agire ora per le persone e per il pianeta. Perché quando le persone sono incoraggiate a impegnarsi per risolvere i problemi, è più probabile che le soluzioni siano praticabili e durature”.
In questo senso incoraggiare, riconoscere e promuovere il volontariato è una parte importante della creazione di un futuro più equo e inclusivo per le comunità e in tutto il mondo.
L’iniziativa, infatti, vuole puntare l’attenzione sull’esigenza per ciascuno di assumersi una parte di responsabilità per fare in modo che vengano attuati i cambiamenti necessari a rendere il mondo più sicuro, più equo e inclusivo.
Come ogni anno, l’Unv invita tutti a partecipare alla campagna, mettendo a disposizione dei materiali di comunicazione – insieme agli hashtag #VolunteerNow e #IDV2021 – da utilizzare on line, sui social, per personalizzare t-shirt o altri gadget, destinati alle iniziative di promozione e valorizzazione del volontariato e del ruolo dei volontari, organizzate in occasione del 5 dicembre.
Fonte: Redattore Sociale


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it www.auser.it

 

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *