Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 25 numero 1 – 12 gennaio 2022

Scritto da
12 Gennaio 2022

Agenzia settimanale – Anno 25 numero 1– giovedì 12 gennaio 2022
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

Auser ha dato la sua adesione a “Smartphonfest 2022 Orientarsi nell’era dell’onlife”
Si tratta di una iniziativa promossa da Articolo 99 associazione per il dialogo sociale dei già consiglieri del Cnel e rivolta agli studenti delle seconde classi degli istituti secondari di secondo grado. Si tratta di un vero e proprio torneo di Storytelling.
“Viviamo in un tempo nuovo definito efficacemente Onlife condizione propria dell’era digitale – si legge nel bando – simbolicamente aperto dallo smartphone, icona dell’irreversibile interconnessione tra il mondo virtuale e quello fisico: l’ambiente nel quale esistiamo. Cos’è, come lo percepiamo, quali potenzialità e quali rischi ci lascia intuire? Quali saperi, quali esperienze potrebbero esserci d’aiuto per orientarci e navigare in spazi
largamente inesplorati e suggerirci scelte per il futuro? Forse, allora può esserci d’utilità una palestra, una Palestra del Futuro. Un luogo per una riflessione creativa, per esercitarci, per addestrarci, per progettare e per poi confrontarci con altre classi di studenti del 2° anno, con avremo un’occasione in più per misurare le nostre capacità e le possibilità di realizzare le aspirazioni che coltiviamo”. I ragazzi insieme ai loro docenti si dovranno cimentare in una sorta di torneo di storytelling: racconti, video, fumetti, ecc.  I primi tre classificati saranno premiati.
Il concorso è promosso da Articolo Novantanove in partenariato con soggetti che operano nel sociale e prestano particolare attenzione alla centralità della scuola e ad una crescente qualità dell’insegnamento. Sono ammesse a partecipare le 2^ classi degli Istituti secondari di secondo grado. C’è tempo fino a marzo 2022 per individuare l’idea e caricarla sulla piattaforma.
Per info:  smartphonfest@articolo99.it  www.articolo99.it  www.losviluppolocalechevorrei.it  

La Spezia: Auser in campo con il progetto “Alfabeto anziani”
Poter avere un farmaco a casa oppure qualcuno che venga a insegnare come ricevere e mandare una email. O avere un posto dove andare a incontrare un po’ di gente, per passare due ore a chiacchierare. O sapere che in caso di bisogno puoi fare una chiamata e arriva un mezzo di trasporto che ti accompagna dove serve. Sono questi e altri simili, semplici ma indispensabili, i servizi dedicati agli anziani della provincia di La Spezia e della Lunigiana selezionati da Fondazione Carispezia che ha deciso di sostenerli con oltre 300mila euro. Il bando si chiama «La comunità per i suoi anziani», i progetti individuati sono sei. E l’obiettivo generale è quello di potenziare la rete di aiuti e servizi a favore di questa fascia particolarmente fragile della popolazione.
Le sei iniziative, sostenute complessivamente con circa 330 mila euro, prevedono interventi innovativi e integrati su tutto il territorio della provincia della Spezia e della Lunigiana, messi in campo da partnership formate da Comuni e organizzazioni del Terzo settore: dal promuovere la domiciliarità come percorso preferenziale volto a garantire la permanenza dell’anziano nel proprio contesto di vita al supporto rivolto anche ai familiari per ricostruire relazioni sociali interrotte dalla pandemia, fino alla sperimentazione di modelli innovativi per un’assistenza di prossimità in risposta ai nuovi bisogni.
Il primo dei sei progetti si chiama «Alfabeto anziani» e ne è responsabile Auser La Spezia: prevede laboratori e servizi di counseling anche per ridurre il divario digitale tra generazioni. Il progetto presentato da Auser La Spezia è un tentativo di consolidare le  tradizionali attività Auser di aiuto alla persona con qualche innovazione nel sostegno alla domiciliarità “nello spirito degli obiettivi che ci siamo dati e dei progetti che saranno attivati con i fondi pnrr”.
Fonte: Corriere Buone Notizie

Genova: corsi, conferenze e itinerari culturali con Uni Auser che ha presentato il nuovo Anno Accademico 2022
I suoi pilastri sono cultura e socialità e proprio per tenere saldi entrambi le attività di Uni Auser Genova non si sono mai fermate nemmeno nel periodo più buio della pandemia. E adesso, dopo aver festeggiato i 10 anni di attività, riparte con il nuovo Anno Accademico ed una offerta formativa ricca e stimolante. Corsi, conferenze e numerosi itinerari culturali, tante proposte per soddisfare il desiderio di continuare a conoscere a tutte le età. “Nonostante le preoccupazioni legate all’aggravarsi della situazione pandemica – sottolinea  il presidente Michele Cozza – abbiamo a lungo lavorato perché questo programma costituisca una certezza”.
L’85% degli iscritti sono pensionati e il 75% è costituito da donne e provengono da tutti i quartieri della città. In dieci anni UniAuser Genova è passata da duecento a oltre mille iscritti, da tredici corsi a oltre ottanta. Senza contare la crescita esponenziale dei volontari.
Le materie quest’anno spazieranno dall’alimentazione e all’enologia all’archeologia, pittura, arte, fotografia, disegno, scrittura creativa, cinema, letteratura, lingue straniere, benessere e salute. E poi gli incontri sul teatro a cura del teatro nazionale di Genova, l’introduzione alla lirica e la storia della città.
Per info: www.uniasergenova.it

 
Bologna, riprendono gli incontri di approfondimento sull’ambiente
Giovedì 13 gennaio, dalle 15 alle 17, riprende il ciclo di incontri dedicato ai temi e gli obiettivi dell’Agenda 2030 ONU, promosso dal gruppo Auser per l’ambiente di Auser Insieme Bologna Aps, con l’appuntamento: Nuova politica agricola europea e green deal. Gli obiettivi della nuova Politica Agricola Comune attraverso i temi principali del Green Deal europeo e degli obiettivi dell’Agenda ONU 2030, a partire dal Goal 2 saranno al centro di questo incontro: porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un’agricoltura sostenibile. Presentano Loris Marchesini e Emilia Guberti di Auser Insieme Bologna; intervengono Andrea Segrè Professore Politica agraria internazionale e comparata dell’Università di Bologna, Alessio Mammi  Assessore regionale all’agricoltura e all’educazione alimentare, Paolo De Castro Europarlamentare, Primo Vice-Presidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo. L’evento si svolgerà solo online collegandosi con il computer, tablet o smartphone alla piattaforma zoom a questo link
Per maggiori informazioni: https://www.auserbologna.it/agenda-onu-2030-nuova-politica-agricola-europea-green-deal/

Peschiera Borromeo (MI): il “Magazzino degli scarti” per riflettere sulle debolezze umane
Sabato 22 e domenica 23 gennaio la Biblioteca Comunale “G. Gerosa Brichetto” di Peschiera Borromeo (MI) ospiterà un’installazione artistica vivente: il progetto “Il Magazzino degli scarti” nasce da un’idea della regista Simonetta Favari e verrà realizzato in collaborazione con Auser Peschiera Borromeo. L’installazione sarà composta da oggetti abbandonati e da “quadri viventi” rappresentati da 11 personaggi considerati scarti della società. Ma chi sono questi “scarti”?  La risposta si troverà ascoltando i loro racconti, che consentiranno di riflettere sulle debolezze umane.
«Il Magazzino degli scarti – spiega Simonetta Favari – ospita rifiuti materiali e rifiuti umani la cui anima parlerà, mediata da una toccante riproduzione della memoria. Il visitatore potrà scegliere di limitarsi alla sola visione di ciò che lo circonda, oppure lasciarsi trasportare dalle storie, tutte molto forti e coinvolgenti».
Piero Boron, presidente dell’Auser di Peschiera, sottolinea: «Favari ci ha abituati ormai da tempo a spettacoli teatrali e performance che parlano degli ultimi, delle fragilità della nostra società. E lo ha sempre fatto con molta sensibilità, coinvolgendo nei suoi lavori i nostri soci più attivi del Laboratorio di Scrittura. Pertanto siamo felici di appoggiare anche questa sfida, certi che il pubblico ne rimarrà colpito ed entusiasta».
L’ingresso alla Mostra in via Carducci 5 sarà gratuito, nel rispetto della normativa vigente anti covid e solo su prenotazione contattando il numero 328. 2783214 dalle 10:00 alle 13:00.
Fonte: 7giorni.info

Lecco, raddoppiati i servizi di Auser durante la pandemia: “Un importante aiuto ai più fragili”
Sono numeri da record quelli raggiunti da Auser a livello provinciale durante l’anno da poco concluso. L’associazione  guidata da Claudio Dossi, con le sue declinazioni territoriali, ha svolto ben 38.292 servizi di accompagnamento sociale, con un incremento del 52% rispetto al 2019, anno pre-covid. Molti di questi sono stati trasporti verso gli hub vaccinali. Un risultato importante, ottenuto anche grazie all’apertura di tre nuove sedi in provincia di Lecco, sono 15 ora in totale con 1.700 soci, e che evidenzia la crescente domanda di supporto da parte delle persone più fragili, a testimonianza della buona qualità dei servizi offerti dai volontari, 415 in tutto, di cui 123 nuovi aderenti nel 2021. Agli accompagnamenti si aggiungono le 31.500 telefonate sociali di inclusione fatte ai 1.500 anziani che l’associazione ha in carico, 650 delle quali fatte in videotelefonia, i 55 servizi di raccolta del latte materno donato dalle mamme e consegnato al reparto di pediatria dell’ospedale Manzoni, i 3.700 pasti e le 100 consegne di farmaci effettuate, le 800 spese fatte e i 6.000 servizi fuori dalle scuole lecchesi a tutela dei bambini durante l’attraversamento. Non basta. Auser si è impegnata nella realizzazione di video di sensibilizzazione rivolti agli anziani su salute e corretti stili di vita, messi a disposizione degli 85 Comuni della provincia e che hanno avuto più di 3000 visualizzazioni, frutto di una collaborazione con alcuni medici di medicina generale associati alla cooperativa Cosma. Poi corsi di attivazione cognitiva e di ginnastica dolce, tuttora in corso. Grazie proprio agli ottimi rapporti di Auser con i Comuni, sono state firmate nel 2021 dieci nuove convenzioni di telefonia sociale. Non sono mancate infine tante iniziative di promozione sociale e culturale. Decine d’iniziative svolte in sicurezza nonostante le restrizioni. Solo per citarne alcune, l’albero di natale alto 6 metri fatto all’uncinetto dalle volontarie di Auser Paderno, i cappellini fatti da cittadini e volontari  di LaorcaLab per finanziare l’associazione, le importanti iniziative sulla figura di “Dante” che ha coinvolto un folto pubblico, i cori  Auser con le loro iniziative sul territorio.
Fonte: Lecco Today

Acquapendente (VT), attivato il servizio di ritiro farmaci
Ad Acquapendente (VT) verrà realizzato un servizio di ritiro presidi e farmaci presso la farmacia aziendale dell’ospedale di Montefiascone. Il Comune di Acquapendente insieme ad Auser Tuscia ha predisposto un servizio di supporto dedicato a coloro che non possono recarsi personalmente a ritirare i presidi e farmaci presso la farmacia aziendale dell’ospedale di Montefiascone.  Per usufruire del servizio sarà necessario consegnare presso l’ufficio Servizi Sociali del Comune una delega contenente i dati dell’utente debitamente sottoscritta e copia del suo documento d’identità. Il ritiro dei presidi e dei farmaci presso la farmacia aziendale dell’ospedale di Montefiascone avverrà ogni due lunedì, a partire da lunedì 10 gennaio. Il servizio è già stato attivato venerdì 7.
Fonte: Il Messaggero

 
Turano Lodigiano (LO), volontari in aiuto di chi è in quarantena
A Turano Lodigiano (LO) Comune e volontari tendono una mano ai cittadini positivi e che hanno bisogno di beni di prima necessità. Nei giorni scorsi infatti ha preso il via l’iniziativa volta a dare un sostegno concreto a tutti i cittadini  che sono costretti in casa in quarantena. Un servizio domiciliare, su appuntamento, per la consegna di farmaci e alimenti. A occuparsi fattivamente del trasporto dei beni sono i volontari dell’Auser e della Protezione civile, da sempre al servizio della cittadinanza, mentre a occuparsi delle prenotazioni è il Comune. Per gli interessati è necessario contattare il numero 0377948364, interno 4, dalle 9 alle 11.30 dal lunedì al sabato.
Fonte: Il Cittadino di Lodi
 
 
Mulazzano (LO), il centro prelievi riprende in pieno l’attività
A Mulazzano (LO) riprende a pieno ritmo l’attività del centro prelievi, la cui importanza è fondamentale per l’intera realtà locale. La sede dell’ambulatorio è in via Leopardi 7 e gestito dai volontari della consulta Auser: dopo gli appuntamenti, i prelievi saranno effettuati da parte di un’infermiera inviata dall’ospedale di Lodi. Ogni volta sono sempre una quindicina gli utenti che si prenotano, soprattutto anziani con patologie croniche, mamme in dolce attesa o con i bimbi piccoli e più in generale chi è sprovvisto di un mezzo di trasporto, tutti soggetti che incontrerebbero non pochi disagi a raggiungere l’ospedale Maggiore di Lodi.
Fonte: Il Cittadino di Lodi

Copparo (FE): Auser un punto fermo per la comunità
E’ stata rinnovata, con l’introduzione di alcune novità, la convenzione fra il Comune di Copparo (FE) e l’Auser locale, con durata biennale, dall’1 gennaio 2022 al 31 dicembre 2024. I volontari continueranno dunque a garantire nel territorio comunale alcuni importanti servizi come l’ aiuto nella manutenzione e pulizia del verde pubblico, nonché per le piccole manutenzioni e la pulizia del patrimonio monumentale; l’accompagnamento per sorveglianza degli studenti sugli scuolabus; l’assistenza e vigilanza in occasione di mostre, esposizioni e manifestazioni organizzate dal Comune; il supporto alla vigilanza all’interno di musei, biblioteche, sale civiche e teatro; il servizio di trasporto gratuito in favore di persone residenti nel territorio comunale, che non hanno possibilità di muoversi in autonomia per recarsi a visite o esami clinici e in centri riabilitativi.
Inoltre si è scelto di dare spazio alla formazione dei volontari, riconoscendone il valore e l’importanza quale strumento per l’incremento della qualità dell’azione volontaristica e l’ottimizzazione dei servizi prestati. In tal senso, l’amministrazione comunale si impegna a mettere a disposizione annualmente una somma volta all’organizzazione di corsi su tematiche più interessanti e funzionali, le quali si valuteranno di concerto con Auser. La prima proposta che sarà analizzata al prossimo incontro verterà sulla gestione del verde puntando, oltre che sul tema della sicurezza sul lavoro, su aspetti agronomici e sulle manutenzioni: nozioni completate da esercitazioni sul campo.
Fonte: La Nuova Ferrara

Rivalta (TO), festeggiati i 90 anni di Ottavio, socio fondatore di Auser e volontario sempre attivo
Nel 2021 Auser Rivalta ha effettuato 608 servizi di accompagnamento in ospedali e centri medici per cure e esami diagnostici a beneficio di tutte quelle persone che non hanno avuto la possibilità di muoversi in autonomia.  Socio fondatore e volontario sempre attivo Ottavio Signorino che ha festeggiato i suoi 90 anni.
«È questo il cuore del nostro servizio alla comunità – spiega Lillo Cosentino, presidente di Auser Rivalta – un servizio che senza la disponibilità di persone come Ottavio, che sa cosa significa donare il proprio tempo al prossimo, non potrebbe essere svolto. Ci sono odio ed egoismo nel mondo, che fanno molto rumore, ma per fortuna anche tante cose buone che operano nel silenzio».
Auser con i suoi 49 soci è una delle 73 associazioni di volontariato che operano a Rivalta, un numero significativo per una cittadina di ventimila abitanti. «Non c’è un ambito della vita sociale in cui non sia presente il volontariato» ha ricordato il sindaco di Rivalta Sergio Muro. «Siamo contenti di poter augurare anche noi “Buon compleanno” a Ottavio Signorino, un modello di dedizione, cura e attenzione per la comunità che deve essere esempio per le tante persone che vogliono dedicare un po’ del loro tempo libero agli altri, a prescindere dall’età».
I festeggiamenti per i 90 di Ottavio Signorino, oltre a essere stati il momento per ufficializzare i dati sui servizi svolti nell’anno appena chiuso da Auser, sono stati anche occasione per comunicare il contributo di 25.000 euro stanziato dall’amministrazione comunale per finanziare l’acquisto di un nuovo monovolume attrezzato per il trasporto persone che potenzierà i servizi dell’associazione.
Fonte: Iltorinese.it
 

Forlì, giglio d’argento a Wally, storica volontaria Auser
Il Comune di Santa Sofia(FC)  ha consegnato nei giorni scoris a Wally Valbonesi, storica volontaria Auser,  il Giglio d’Argento massima benemerenza cittadina.  Wally Valbonesi è stata la Responsabile del Centro Operativo Auser per 19 anni svolgendo la sua attività con dedizione, intelligenza, capacità relazionali trasferendo nel volontariato le doti di umanità e sensibilità già dimostrate con i bambini nella vita lavorativa. Sotto la sua guida il Centro Operativo ha raggiunto centinaia di  aderenti, facendone un reale punto di aggregazione e di socializzazione per tutti i cittadini anziani di Santa Sofia e promuovendo una pluralità di iniziative e di supporti per fornire aiuto alle persone fragili.Il medesimo senso di solidarietà umana l’ha portata a organizzare esperienze forti di accoglienza e integrazione a favore di persone migranti. Per i profondi  convincimenti valoriali e le doti personali messe in pratica in tanti anni, Wally Valbonesi incarna l’autentico spirito del volontariato e costituisce un esempio di civismo democratico meritevole di pubblico riconoscimento.


Anziani e dintorni
 

Anziani e disabili, Italia fanalino di coda in Ue per spesa in assistenza: il peso del privato cresce, mentre lo Stato arretra
Insufficienti. Sono le risorse che l’Italia investe sull’assistenza di anziani e persone con disabilità: il 2,5% del pil, un punto sotto alla media del 3,5% dei paesi Ocse più sviluppati e due meno della Germania (4,5%) che si trova al primo posto, seguita a stretto giro da Gran Bretagna (4,3%) e Francia (4,1%). E mentre il servizio pubblico continua a calare, scendendo dal 30% al 25%, avanza il settore privato, ora al 26% dal 23%. Inoltre cresce in maniera significativa il ruolo chiave del non profit – che include anche le cooperative sociali – e che copre quasi la metà dell’offerta totale di posti letto per anziani e disabili (49%), rispetto al 42% di dieci anni fa. I dati sono contenuti nel rapporto Anziani e disabili: un nuovo modello di assistenza realizzato dalla Fondazione per la Sussidiarietà (FPS), in collaborazione con Cesc – Università degli studi di Bergamo, Crisp – Università degli studi di Milano, Politecnico di Milano e Università degli studi di Parma e con la partecipazione di Fondazione Don Gnocchi e Fondazione Sacra Famiglia. Statistiche aggiornate ai dati disponibili fino al 2018, che fotografano il quadro italiano dell’assistenza e cura di soggetti anziani non autosufficienti e disabili gravi. La ricerca (120 pagine), a cura di Alberto Brugnoli e Antonello Zangrandi, è frutto di un percorso di confronto e approfondito lavoro con ricercatori, docenti universitari ed esponenti di altri enti del settore socio-sanitario, pubblici, privati e non profit, e contiene analisi e proposte concrete per la riforma del settore
Fonte: Il Fatto Quotidiano


Associazionismo Volontariato Terzo Settore
 

Il Forum del Terzo Settore chiede che sia convocata con urgenza la cabina interministeriale sul Terzo Settore, inattiva da mesi
Agli effetti devastanti della crisi derivata dalla pandemia si è aggiunta l’insensibilità della politica che invece di sostenere le attività degli enti del Terzo settore ha voluto colpirli. “In questi mesi abbiamo ascoltato più volte parole di apprezzamento per l’opera svolta dal Terzo settore e dal volontariato da molti esponenti politici, le parole di riconoscimento che ci aveva dedicato alcune settimane fa il Presidente Draghi ci avevano fatto ben sperare. Dobbiamo purtroppo constatare che non sono seguiti i fatti. Per questo ci appelliamo al premier perché nel 2022 si cambi passo, altrimenti centinaia di piccole e piccolissime associazioni correranno il rischio di scomparire e la tenuta sociale del Paese si indebolirà in una situazione già di crisi” –  dichiara Vanessa Pallucchi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore in una nota diffusa a fine anno.
Il 2021  è stato infatti un anno molto difficile per le oltre 350mila organizzazioni non profit italiane: associazioni, organizzazioni di volontariato, imprese e cooperative sociali, quotidianamente in prima linea in innumerevoli attività di impegno civico e sociale. Gli effetti della pandemia hanno colpito soprattutto le iniziative legate alla socialità, alla cultura, all’educazione. Molti enti si sono rapidamente riconvertiti per rispondere alle nuove emergenze sociali e sanitarie, ma altri hanno dovuto chiudere sia per difficoltà oggettive dovute all’impossibilità di continuare a fare sul campo quel lavoro di relazione e coesione nelle comunità, ma anche per le incertezze sulle nuove norme e sul regime fiscale che gli enti dovranno assumere con la riforma del Terzo settore. Era necessario un cambio di passo, che invece non è avvenuto. La legge di bilancio  approvata non solo ha inserito l’obbligo Iva – solo sospeso per due anni – per le associazioni che non svolgono attività commerciale ma non contiene alcuni importanti provvedimenti attesi da tempo da tutto il Terzo settore: gli emendamenti che li contenevano sono stati tutti respinti dal Governo. Si va dalle modifiche alle norme fiscali per gli enti associativi – senza le quali permane un regime di incertezza per migliaia di organizzazioni –, al sostegno straordinario per le associazioni di volontariato e quelle di promozione sociale – in pratica una parziale restituzione per le risorse non erogate in anni di mancata attuazione della riforma –, alla mancata esenzione dall’IRAP – una tassa che ormai paga quasi solo il non profit. L’elenco potrebbe essere più lungo e si aggiunge alla già lamentata disattenzione per il Terzo settore nei primi bandi per l’attuazione del PNRR, fino alla beffa dei contributi ristori: poche risorse, arrivate con un anno e mezzo di ritardo e con poco più di una settimana per inoltrare le domande.
Per info: www.forumterzosettore.it


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it www.auser.it

 

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *