Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 25 numero 13 – 6 aprile 2022

Scritto da
6 Aprile 2022

Agenzia settimanale – Anno 25 numero 13 – mercoledì 6 aprile 2022
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

Emergenza Ucraina: la campagna di raccolta fondi nazionale #auserperintersos, raggiunge la cifra di 61mila euro
Dallo scoppio della guerra in Ucraina Auser Nazionale ha lanciato una campagna di raccolta fondi a sostegno dell’intervento umanitario in Ucraina e ai confini con Moldavia e Polonia, portato avanti dagli operatori di Intersos. Soprattutto personale medico che con cliniche mobili attrezzate stanno prestando soccorso e protezione ai tantissimi civili in fuga, anziani, donne e bambini, molti dei quali colpiti dai bombardamenti.  
In poco più di un mese la grande mobilitazione nei territori ha permesso di raccogliere oltre 61mila euro che sono già stati devoluti all’organizzazione umanitaria.
Nel centro medico specializzato per minori dell’Ucraina Occidentale, a Leopoli, Intersos ha avviato la ristrutturazione di emergenza del piano interrato. In questo spazio  i pazienti e il personale trovano rifugio quando suonano le sirene degli allarmi che annunciano la possibilità di attacchi contro la città. Il centro medico, specializzato per minori, accoglie pazienti oncologici e con malattie rare, garantendo trattamenti medici specializzati e cure palliative.

Una Finestra sul Mondo, approfondimento sui crimini di guerra
Giovedì 7 aprile, dalle 18.30 alle 19.30, torna l’appuntamento con “Ukraine Calling”, la serie di videoconferenze nell’ambito dell’iniziativa “Una Finestra sul Mondo” che Auser Cultura ha organizzato insieme a Lo Spiegone.
Questa settimana l’argomento sarà quello della violenza del conflitto: “Crimini di guerra tra storia, regolamentazioni e conseguenze” con Veronica Vismara, Autrice Lo Spiegone e “La guerra e i civili: gli eventi dì Bucha e aggiornamenti dal conflitto” con Kevin Carboni, Autore Europa de Lo Spiegone.
E’ possibile seguire la videoconferenza via Zoom, all’indirizzo https://us06web.zoom.us/j/91626759916, oppure in diretta facebook sulla pagina di Auser Nazionale (www.facebook.com/auser.it)

 

Firenze: ambulatorio solidale Auser, aiuto e ascolto per persone in difficoltà
L’Auser Firenze, dopo varie vicissitudini legate al Covid, inaugura l’Ambulatorio solidale rivolto a persone in difficoltà e non in grado di affrontare le spese necessarie a curarsi adeguatamente. Medici specialisti visiteranno gratuitamente e promuoveranno iniziative di educazione alla prevenzione e alla cura di sé. L’attività dell’ambulatorio verrà svolta presso i locali di Montedomini (Azienda Pubblica Servizi alla Persona) e inizierà nei giorni dopo l’inaugurazione fissata per mercoledì 6 aprile.
L’Auser Firenze ha promosso la nascita di un Ambulatorio per visite mediche gratuite, gestito da volontari medici Auser. L’ambulatorio si rivolge sia a italiani che stranieri, cittadini in difficoltà e privi delle risorse necessarie per potersi adeguatamente curare. Si tratta di una popolazione fragile, in difficoltà che le indagini socio-sanitarie ci dicono essere numerosa anche a Firenze e che è cresciuta negli ultimi 2 anni a causa della pandemia.
Nel contempo, il progetto prevede un Punto di ascolto per i problemi socio-sanitari delle persone, e di indirizzo per dare informazioni sui servizi territoriali di prossimità, anche attraverso azioni informative-formative secondo il modello della cittadinanza generativa.
La sede dell’ambulatorio si trova a Firenze all’interno della Struttura di Montedomini, in via de’ Malcontenti, 6. Presteranno la loro opera, a titolo del tutto gratuito, 12 medici specialisti in varie discipline, quasi tutti in pensione, 1 psicologo, 1 infermiera, 1 assistente sociale, 2 addetti per l’accoglienza. Gran parte di loro sono volontari Auser.
L’Ambulatorio medico gratuito sarà aperto, inizialmente, 2 volte alla settimana. Le consulenze si riferiscono a tutte le patologie tipiche di una popolazione disagiata quali, per esempio, quelle polmonari e delle prime vie aeree, ma un’attenzione particolare sarà dedicata alle patologie croniche (ipertensione arteriosa, diabete mellito, etc.).
Saranno presenti medici specialistici di varie discipline che verranno coinvolti tramite le collaborazioni già in essere con la Società della Salute di Firenze e l’ Onlus Santa Maria Annunziata. Oltre alle visite, sarà distribuito materiale di educazione sanitaria e verranno realizzati graduali percorsi informativi-formativi e di orientamento su varie tematiche, quali: conoscenza delle norme basilari di igiene, corretti stili di vita, conoscenza dei percorsi del sistema sanitario toscano, etc.

Cefalù (PA), Sportello Salute con Auser e Spi
Al via il progetto “ Rete Solidale” a Cefalù (PA). L’idea è nata per venire incontro ai bisogni di salute dei cittadini, con particolare attenzione alla disabilità e alla non autosufficienza.
I servizi attivati costituiranno l’asse portante per un nuovo modo di costruire Salute, secondo il modello bottom-up, mantenendo un costante e proficuo rapporto di confronto/ collaborazione con le Istituzioni e il Terzo Settore. La Camera del Lavoro di Cefalù assieme allo SPI e all’Auser saranno i soggetti attuatori di quanto previsto dal progetto.
Nello specifico gestiranno tre ambiti di intervento: Uno Sportello della Salute, che fornirà informazione sui servizi sanitari e sociosanitari, ascolto e supporto sulle problematiche di salute, in particolare alla disabilità ed non autosufficienza e uno Spazio per la Promozione della Salute Comunitaria, “aperto” rivolto alle Associazioni, e a chiunque vuole promuovere la salute sul Territorio.
Fonte: madonielive.com

Savona, un dialogo tra generazioni nel nome della cultura
È questo il significato del nuovo progetto “Auser Cultura”, presentato dalla presidente Anna Giacobbe nella sede della Casa del Volontariato in via San Lorenzo, a Savona. Nell’occasione è stato reso noto un ampio cartellone di appuntamenti, dove sono coinvolti, tra il pubblico ma anche tra gli oratori, “giovani” di tutte le età, per ampliare il patto generazione, a cui Auser lavora da anni. «La nostra associazione – dice Anna Giacobbe – da tempo lavora nell’ottica dell’invecchiamento attivo. Oggi più che mai, però, appare fondamentale integrare e rafforzare il dialogo tra le generazioni. Anche per questo nasce Auser Cultura: si tratta di un primo cartellone di eventi, dove sono presenti eventi di arte, cultura, teatro, letteratura, in un ruolo di interscambio tra pubblico e oratori. Un modo per coinvolgere tutte le generazioni in una doppia fase: una teorica, con lezioni e approfondimenti in aula e poi le visite in loco per visitare mostre, palazzi, musei, di cui si è discusso durante le conferenze. Qui è fondamentale il ruolo dei giovani, coinvolti nel ruolo di docenti e guide, ma anche tra il pubblico su temi vari, di loro interesse». Tante le proposte da aprile a fine anno, con il coordinamento di Anna Traverso, Nicoletta Riva e Rosanna Lavagna. Si va dalle conferenze di filosofia ai laboratori di scrittura passando per gli “itinerari” con lezioni e poi gita. In elenco sono già presenti Villa Pallavicini e Madonna della Guardia; visita al Duomo di Lucca; Villa Hambury; Parma e Saluzzo. «Il piacere di continuare a conoscere è fondamentale nell’ottica dell’invecchiamento attivo – dice Anna Giacobbe- La nostra sfida è quella di organizzare un modello di educazione permanente per continuare a vivere da protagonisti in una società che cambia velocemente, dove i rischi di esclusione sociale per le fasce economiche più deboli e meno pronte a livello d’istruzione sono alti. La cultura, quindi, come un piacere, ma anche quale forma di difesa».
Fonte: Il Secolo XIX

Comiso (RG), Auser Sicilia ha aderito e partecipato alla manifestazione per la pace indetta da un vasto cartello di forze
Lo scorso 4 aprile a Comiso, nel 40° Anniversario della storica “marcia” contro i missili Cruise, si è svolta una manifestazione per la pace indetta da numerose organizzazioni sociali e a cui ha aderito anche Auser Sicilia. “Siamo a Comiso per manifestare per la pace, per esprimere la contrarietà dei Siciliani alla logica delle armi e della guerra come strumento per la risoluzione dei conflitti internazionali e per chiedere l’immediato cessate il fuoco e la fine di questa e di tutte le guerre. Riteniamo particolarmente necessario manifestare, oggi che assistiamo alla guerra che imperversa in Ucraina ed il devastante strascico di morte e sofferenza. Come Auser – così come l’intero mondo associativo del Terzo Settore –continua Giorgio Scirpa Presidente Regionale Auser Sicilia – ci riteniamo fortemente mobilitati in concrete azioni di solidarietà verso la popolazione Ucraina, al tempo stesso consapevoli che occorre una forte mobilitazione mondiale per costringere la Russia a interrompere l’invasione, ristabilendo le condizioni per una libera autodeterminazione del popolo ucraino. Siamo a Comiso anche per ricordare come, 40 anni fa, i Siciliani siano stati protagonisti del più grande movimento per la pace e contro la militarizzazione del pianeta e di chi immaginava l’Isola come avamposto strategico e centro di enormi interessi anche mafiosi. Una battaglia che vide, in prima fila, Pio La Torre che, dopo 26 giorni, venne trucidato a Palermo.”
 

Bovalino (RC), pronto a partire il Bibliobus dell’Auser, con tanti nuovi libri per gli anziani soli
“Siamo pronti a riprendere il tour col Bibliobus Itinerante della “Cultura in movimento”.
Siamo stati riforniti di un cospicuo numero di nuovi libri. Sono veramente interessanti e di vario genere”. L’Auser Noi ci siamo di Bovalino è pronto a far ripartire il pulmino carico di libri che una volta a settimana raggiungerà con i volontari  località diverse limitrofe a Bovalino. Auser Noi ci Siamo svolgerà questo  servizio a favore delle persone sole, anziane o comunque interessate alla lettura e impossibilitate a raggiungere una biblioteca. Si tratta di un’attività mirata a promuovere l’abitudine alla lettura, riconosciuta come strumento valido per intervenire sulle fragilità caratteristiche della solitudine e della vecchiaia sviluppando un tenore di vita impegnato, attivo e gradevole.
“Ringraziamo coloro che hanno sostenuto la raccolta e la spedizione di nuovi libri. L’attuazione di questa attività si è sviluppata nell’ambito del progetto solidarietà della Lombardia a favore del nostro circolo”, sostengono i responsabili.

 
Parma, dopo 13 mesi termina il servizio Covid dei volontari Auser
Dopo 13 mesi di servizio nei tre accessi all’ospedale Maggiore per verificare la temperatura, aiutare a compilare moduli, far disinfettare le mani e dare informazioni sulla dislocazione dei reparti, termina il servizio dei volontari di Auser Parma che – assieme a quelli di Intercral hanno aiutato il personale sanitario nella gestione dei periodi più duri della pandemia Covid. «Era il 22 febbraio 2021. La vaccinazione dei nostri volontari non era ancora iniziata, ma erano comunque lì – ricorda il presidente di Auser Parma, Paolo Bertoletti Da allora oltre 70 volontari hanno ruotato in questi 13 mesi. Dalle 7 alle 20, tutti i giorni. È stato impegnativo, ma anche una esperienza di grande soddisfazione e consapevolezza. Io e tutta l ‘ Auser li vogliamo ringraziare. A volte sembra che l ‘ impegno dei volontari sia dovuto. No. È una scelta responsabile e solidaristica. È tempo tolto ad interessi e affetti pensando al bene collettivo». «Grazie a tutti i volontari, di Auser e delle altre associazioni, che per oltre un anno hanno prestato tempo e pazienza, ogni giorno, estate e inverno, per aiutarci a proteggere i malati e limitare la circolazione del virus in ospedale, sempre con il sorriso e una parola d ‘ aiuto – di ce il direttore dell’ospedale, Massimo Fabi – Uno sforzo al fianco degli operatori impegnati nei reparti, ai quali hanno fatto da filtro e barriera. Un grande dono all’ospedale e alla città».
Fonte: La Gazzetta di Parma

Mantova, con “Nonno digitale”  i ragazzi guidano gli anziani nel mondo online
Leggere una ricetta mandata sullo smartphone dal proprio medico, ottenere il pass di Aster utilizzando il circuito di PagoPa (ormai obbligatorio per tutte le transizioni economiche con la pubblica amministrazione) oppure consultare il proprio fascicolo sanitario online con Spid o la carta d’identità elettronica. La realtà digitale con cui siamo costretti a confrontarci ogni giorno per operazioni fondamentali non è semplice per tutti. Non lo è soprattutto per quelle generazioni abituate e cresciute esclusivamente con i documenti cartacei o con gli sportelli fisici a cui rivolgersi per qualunque pratica. Per questo l’Auser di Mantova  e l’istituto superiore Fermi hanno lanciato “Nonno digitale”, due corsi per insegnare agli anziani tutti i segreti del mondo online: si va dalle email allo Spid, agli acquisti online sicuri e via dicendo. Ad impreziosire l’iniziativa è la circostanza che a fare da maestri ai soci di Auser sono gli studenti dell’istituto, adeguatamente formati dall’insegnante Mariachiara Puviani.«Abbiamo già iniziato il corso nella sede di Marmirolo – spiegano presidente e vice dell’Auser di Mantova, Mara Fiorini e Paola Radaelli – a cui hanno aderito una quindicina di nostri soci. I ragazzi del Fermi sono molto bravi e gli studenti sono usciti molto soddisfatti dalle prime lezioni, dedicate alle email e all’uso dello smartphone. Per iscriversi basta telefonare allo 0376/221615.L’età media dei frequentanti è sulla settantina, ma non mancano allievi con qualche anno in più. Uno dei temi trattati è quello delle frodi informatiche, un terreno per la verità molto insidioso per tutte le generazioni.
Fonte: Gazzetta di Mantova
 

Monza, riapre lo sportello di assistenza digitale
Riapre a Monza lo sportello di Assistenza digitale, il servizio di aiuto all’uso di internet e i nuovi dispositivi tecnologici di Alisei e Auser Insieme San Rocco messo in campo dalle associazioni in collaborazione con Diritti Insieme. Lo sportello è attivo su appuntamento da martedì 5 aprile telefonando al numero 039.27.31.291 dalle 9.30 alle 12.30 il martedì e il giovedì. Il servizio mira a diffondere l’alfabetizzazione digitale dei cittadini che ne facciano richiesta, in particolare gli anziani.
Fonte: Il Giorno
 

Civitavecchia (RM), fotografare le stelle: un corso con l’Associazione Astrofili del territorio
I locali di Auser Civitavecchia (RM) in via Santa Barbara ospiteranno dal 7 aprile al 28 ottobre un corso di astrofotografia tenuto dall’Associazione Astrofili di Civitavecchia.
Le lezioni teoriche si terranno tutti i giovedì dalle 19 alle 20.30, mentre quelle pratiche, che prevedono l’utilizzo di fotocamere digitali e telescopi, si svolgeranno in giorni da concordare, in zone particolarmente buie nei dintorni.
Per informazioni: 347.0372176 – 373.7547645
 

Senigallia (AN), dopo due anni riapre la biblioteca del centro sociale
Ha riaperto nei giorni scorsi, dopo quasi due anni, la biblioteca del centro sociale delle Saline di Senigallia (AN). Alcuni volontari Auser, con il supporto dei competenti uffici comunali, da alcune settimane stanno risistemando la piccola ma nutrita biblioteca posta all’interno del centro sociale Saline, curata in passato dai volontari del centro sociale, ma rimasta inutilizzata in questi ultimi due anni causa pandemia. I volontari Auser hanno inoltre donato alcuni propri libri raggruppando tutti i volumi in tre principali generi d’interesse: narrativa, classici, gialli e altri generi vari. Le modalità per prendere i libri da leggere restano le medesime con la possibilità di ritirare un libro alla volta e tenerlo per massimo un mese. I volontari si metteranno a disposizione dei cittadini tutti i giorni, dal lunedì al venerdì per 2 ore, dalle 9.30 alle 11.30, sia per la consegna che il ritiro dei libri, che per qualsiasi altra necessità. I volontari faranno molto di più, consegnando a casa degli utenti che non possono uscire di casa, i libri di cui faranno richiesta chiamando o inviando una mail. «Sarà attivato anche il servizio Libro a domicilio per le persone che hanno difficoltà a muoversi» spiega una nota del Comune. Per contatti o informazioni è possibile chiamare il centro sociale al numero 071/7927260 oppure il cellulare dell’Auser  338.1389678. L’e-mail a cui scrivere è auser.senigallia2014@libero.it.
Fonte: Corriere Adriatico

“La medicina popolare in Romagna”: un incontro a Forlì
 Mercoledì 6 aprile, alle ore 16.00, presso la Sala Mazzini, corso della Repubblica 88 a  Forlì, Giancarlo Cerasoli terrà una conferenza dal titolo “La medicina popolare in Romagna”.  L’incontro fa parte del ciclo di appuntamenti promosso dall’Auser su “Storia della salute e medicina a Forlì”.
Fonte: Forlì Today

Gallarate (VA), cultura e divertimento, il piacere di ritrovarsi all’Auser
Tante occasioni per stare insieme e divertirsi, tante opportunità per stimolare la propria curiosità e continuare ad apprendere. Auser Gallarate ha messo a punto un programma ricreativo e culturale per i prossimi mesi molto ricco e diversificato.  E tutti in presenza, in sicurezza, recuperando il piacere di ritrovarsi o farsi nuovi amici. C’è il teatro, i pomeriggi danzanti, gli incontri culturali su tanti argomenti diversi: l’arte, la storia locale, la botanica, la sana alimentazione, tutti conclusi da un piacevole aperitivo.
Tutti gli incontri si terranno presso la sede di Auser Gallarate via Del Popolo,3 con ingresso libero nel limite della capienza consentita. Possibilità di partecipare online richiedendo il link alla segreteria: auserinsiemegallarate@gmail.com

Pozzolengo (BS), doppia festa all’Auser che compie 18 anni
Sabato mattina 9 aprile alle ore 10,30 avrà  luogo presso la  sede Auser di Via Verdi la presentazione al pubblico della nuova  vettura fiat doblò 1600   per trasporto disabili ricevuta in donazione da Bonadomane Rosetta in ricordo di suo marito Ettore Coffrini  e si svolgerà la celebrazione dei 18 anni di attività dell’associazione, saranno presenti le autorità locali e regionali.

Mirano (VE), riapre il centro di socializzazione per over65
Riapre il centro di socializzazione per over 65 di Villa Errera dopo due anni di pandemia. Da tempo sono state programmate le attività. Tra queste, iniziative di invecchiamento attivo e di socializzazione. A Mirano, dove la percentuale degli over 65 è pari al 26% della popolazione, progetti come questo possono aiutare gli anziani a contrastare l’inattività e le eventuali patologie correlate. «Occorre ripartire gradualmente ma con coraggio» dichiara l’assessore alle Politiche sociali Gabriele Petrolito «Ada, Anteas, Auser e Apsam hanno presentato il loro programma. Ci saranno balli, cineforum, conferenze, visite guidate, gite e spettacoli, presentazione di libri e commento giornali, incontri e opere artistiche.
Fonte: La Nuova Venezia

San Bonifacio (VR), esperienze in circolo per e con gli anziani
Terza età attiva e col progetto Esperienze in circolo potrebbe avviarsi anche il servizio del nonno in affitto: è una delle iniziative che per i prossimi dodici mesi saranno proposte a San Bonifacio grazie alla sinergia tra l’assessorato ai servizi sociali del Comune, Cpl servizi Onlus, Fondazione Oasi, Fantasiarte, Auser, Anteas ed Ada ed Ulss 9 Scaligera, l’università di Verona ed il servizio dell’assistente sociale. Progetto Le Esperienze in circolo costituiscono una progettualità di rete, finalizzata a promuovere l’invecchiamento attivo, che ha ottenuto un finanziamento regionale di 37 mila euro sui 39 mila di costo complessivo del progetto. «L’idea di fondo», spiega Annamaria Sterchele, assessore ai servizi sociali, «è di offrire delle opportunità che non siano solo finalizzate a riempire il tempo degli over 65 della città, ma anche a trasformarli in risorse preziose a servizio di tutta la collettività». Sono 4.521 gli over 65 che abitano a San Bonifacio e di questi 1.237 abitano da soli: il Comune, anche grazie ai tanti servizi già attivi grazie al volontariato sociale, ha promosso una ricognizione dei bisogni sui quali è stato costruito un ampio ventaglio di proposte a cui concorre ognuna delle realtà coinvolte.
Tantissime le iniziative in campo, per tre pomeriggi la settimana ci sarà anche  spazio per le carte e la tombola, la lettura dei giornali e la ginnastica dolce ma pure il laboratorio di cucina, le bocce, l’arte. Esperienze in circolo partirà in aprile: informazioni allo 045.6132654.
Fonte: L’Arena di Verona


Dal Sindacato
 

Cgil, eletta la nuova Segreteria Nazionale
L’Assemblea generale della Cgil, riunitasi a Roma il 4 aprile presso il Centro Congressi Frentani, ha eletto la nuova segreteria nazionale con 185 voti a favore, 34 voti contrari, 18 astenuti. Quattro i nuovi ingressi: Daniela Barbaresi (segretaria generale Cgil Marche), Christian Ferrari (segretario generale Cgil Veneto), Luigi Giove (segretario generale Cgil Emilia Romagna), Francesca Re David (segretaria generale Fiom Cgil). Lasciano la segreteria Rossana Dettori, Ivana Galli e Roberto Ghiselli, ai quali viene riservato il ringraziamento di tutta l’Assemblea generale per il lavoro svolto in questi anni.
Con la votazione di oggi la segreteria nazionale della Cgil è costituita da: Maurizio Landini, Daniela Barbaresi, Christian Ferrari, Gianna Fracassi, Luigi Giove, Giuseppe Massafra, Emilio Miceli, Francesca Re David, Tania Scacchetti


Associazionismo Volontariato Terzo Settore
 

Roma, iniziativa pubblica del Forum sulla riforma del Terzo Settore: “Chiediamo norme fiscali giuste”
Mercoledì 6 aprile a Roma presso la Sala Capranichetta alle ore 11,30 si terrà una iniziativa pubblica promossa dal Forum del Terzo Settore per affrontare i temi più caldi e delicati della legge di riforma del Terzo Settore.  
Dopo 5 anni la riforma del Terzo settore è ancora incompleta – sottolinea il Forum – manca una definizione del quadro fiscale ed il vaglio della Commissione Europea.Il Terzo settore è in prima linea per rispondere all’emergenza umanitaria di queste settimane, così come lo è stato nella recente emergenza sanitaria e sociale legata alla pandemia. Impegno che viene riconosciuto da più parti, ma al quale non seguono iniziative concrete di sostegno. Il Terzo settore non chiede trattamenti di favore, ma norme giuste e comprensibili e si appella a governo e parlamento per la rapida approvazione del dispositivo fiscale.

 

Il nuovo eBook di Cesvot: “Le convenzioni ex art. 56 del Codice del Terzo Settore”
È online il diciannovesimo eBook di Cesvot: “Le convenzioni ex art. 56 del Codice del Terzo Settore” di Fabio Lenzi, esperto di pubbliche amministrazioni, sistemi di welfare e consulente Cesvot. La pubblicazione nasce da un’indagine promossa da Cesvot diretta all’analisi giuridica e contenutistica delle convenzioni in essere fra pubbliche amministrazioni toscane ed enti del terzo settore alla luce dei contenuti della Riforma introdotti con il Codice del Terzo settore. Attraverso l’analisi di numerosi testi convenzionali, la ricerca ha consentito di elaborare delle schede ‘di buone pratiche’ giuridiche e contenutistiche il cui taglio pratico-operativo ne costituisce un significativo valore aggiunto. Come gli altri eBook, anche questo ha un taglio molto operativo ed è diviso in due parti. La prima descrittiva, nella quale si fa cenno al contesto normativo e alle nuove convenzioni con il volontariato e l’associazionismo. La seconda, più ampia, comprende la raccolta di tre schede tecnico-pratiche dirette a migliorare la qualità dei testi convenzionali delle tipologie di servizi frequentemente affidati dalle pubbliche amministrazioni locali (in particolare Comuni e Società della Salute) ad organizzazioni di volontariato o associazioni di promozione sociale: il trasporto o l’accompagnamento sociale, i servizi di sostegno alle attività scolastiche e i servizi domiciliari “leggeri”.
L’eBook è scaricabile gratuitamente in formato pdf a questo link, previa registrazione all’area riservata MyCesvot.


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it www.auser.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

I commenti sono chiusi

MENU