Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 25 numero 19 – 18 maggio 2022

Scritto da
18 Maggio 2022

Agenzia settimanale – Anno 25 numero 19 – mercoledì 18 maggio 2022
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it



Auserinforma

“Uno sguardo femminista sulla guerra”: torna l’appuntamento con Una Finestra Sul Mondo
Mercoledì 25 maggio, dalle ore 18 alle 19.30, si terrà un nuovo appuntamento con “Una Finestra sul Mondo”, il ciclo di seminari online di geopolitica organizzati da Auser Cultura in collaborazione con Lo Spiegone e Osservatorio Pari Opportunità e Politiche di Genere di Auser Nazionale.
L’incontro del 25 maggio si intitola “Uno sguardo femminista sulla guerra”: è previsto l’intervento introduttivo di Tiziana Scalco della Presidenza Auser Lombardia, seguita dalla redattrice de Lo Spiegone sul tema “Femminismo e pacifismo: la narrazione della guerra nei media e il mantenimento dello status quo”.
Interverranno poi Vilma Nicolini, Responsabile Osservatorio Pari Opportunità e Politiche di Genere di Auser Nazionale e la saggista Lea Melandri.
L’iniziativa si potrà seguire in diretta sulla pagina Facebook di Auser Nazionale www.facebook.com/auser.it.

Abitare e Anziani Informa, online il nuovo numero della rivista
E’ disponibile il nuovo numero di Abitare e Anziani Informa, la rivista periodica dell’associazione Abitare e Anziani.
La pubblicazione è dedicata ai PINQuA,  il Programma Innovativo Nazionale Qualità dell’Abitare. La selezione dei 27 progetti presentati è introdotta dall’editoriale del Prof. Simone Ombuen, a cui segue l’articolo di Elisabetta Turri di Auser Nazionale e due note redazionali  illustrative del programma PINQuA.
La rivista è disponibile in formato pdf a questo link: https://www.abitareeanziani.it/rivista/

Brescia, uno sportello di mediazione per i rifugiati ucraini
Uno sportello dedicato ai rifugiati ucraini che cercano lavoro: è quello attivato in via Folonari a Brescia, grazie al sostegno del progetto di aiuto della Fondazione Comunità Bresciana.  Iryna Muzika e Yelisaveta Malimon sono le due mediatrici che si alternano il lunedì e mercoledì dalle 14.30 alle 16.30, e il giovedì e il venerdì allo stesso orario. Hanno già raccolto un’ottantina di profili che poi fanno avere alla fondazione che funge da anello di congiunzione con le aziende e le loro associazioni che si sono dette disponibili a offrire un’occupazione.
L’obiettivo è quello dell’integrazione all’interno della comunità e del tessuto economico del territorio: dei circa 80 profili che finora sono stati raccolti ci sono professionalità di ogni livello, anche laureati, medici, infermieri, insegnanti. Nella maggior parte dei casi si tratta di donne.
“C’è voglia di accettare una qualsiasi attività, almeno all’inizio, anche se diversa dalle proprie competenze”, spiegano le due mediatrici.
Fonte: Brescia Oggi

 
Barberino Tavarnelle (FI): “Ho tempo”, il progetto di volontariato a cui si accede con una App

Mettere a disposizione il proprio tempo, donarlo agli altri, è un bellissimo gesto amore. Ed è con questo spirito che prende forma «Ho tempo», servizio di volontariato che risponde ai bisogni della porta accanto e al quale si accede con una App. È stato firmato nei giorni scorsi a Barberino Tavarnelle, un protocollo per l’attivazione del progetto, promosso da sei associazioni del territorio e dall’Unione comunale del Chianti fiorentino, un progetto collettivo, un servizio gratuito, una nuovissima app, attivati da una rete associativa per andare incontro alle necessità e condividere il disagio di chi chiede aiuto. Un abbraccio circolare è il simbolo scelto dalle associazioni che promuovono l’iniziativa sottoscritta da Arciconfraternita della Misericordia di Barberino Tavarnelle, Auser Volontariato Insieme, Ci incontriamo, Calcit di Barberino Tavarnelle, Giardino SottoVico, Le tre e un quarto e l’Unione comunale del Chianti Fiorentino. Una rete di soggetti attivi da anni e con importanti risultati nei servizi socio-sanitari che vuole contribuire allo sviluppo di forme di solidarietà, anche saltuarie, che possano rafforzare la vocazione del territorio e dell’identità di Barberino Tavarnelle, tesa alla promozione dell’inclusione sociale, alla coesione e alla crescita unitaria della comunità. Il servizio si basa sulla formula dell’incrocio tra domanda e offerta, ovvero tra chi chiede di ricevere il servizio volontario e chi offre il proprio tempo.
Per diventare volontario o richiedere il servizio 334 70 58 778 o accedere all’App Ho tempo. Info: www.hotempo.org, info@hotempo.org.
Fonte: La Nazione

Palazzolo sull’Oglio (BS), riconoscimento civico per il volontario Auser Bruno Cervi
Sabato 14 maggio la città di Palazzolo sull’Oglio (BS) ha conferito al volontario Auser Bruno Cervi il riconoscimento civico per il suo impegno nel volontariato.
L’iniziativa infatti, che si è svolta in occasione della festività di san Fedele, offre alla Città l’opportunità di onorare e premiare chi con il proprio impegno si è distinto nei vari ambiti di attività, da quello imprenditoriale alla cultura, dal volontariato all’impegno civico e sociale.
Con questo importante attestato, Bruno Cervi vede riconosciuto l’impegno profuso per ben 19 anni alla presidenza della Università della LiberEtà, assunta ormai ad essere una importante  realtà socio-culturale per la città di Palazzolo e comuni limitrofi.

 
Foggia: “Libriingiro”, al via il progetto Auser e Spi Cgil

«La conoscenza e la cultura non possono finire in un cassonetto.» Con questo slogan, Auser e Spi Cgil di Foggia e provincia lanciano Libriingiro, un progetto per impedire che i libri finiscano al macero, e per sostenere la lettura.
La rivoluzione digitale sta mettendo a rischio la memoria custodita dai libri, che affollano i nostri garage e i nostri ripostigli, e che sarà difficile sottrarre al macero se non verranno rimessi in circolo. Purtroppo le biblioteche istituzionali sono ormai alle prese con gli stessi problemi, e il solo modo per salvare i libri dal macero è quello di organizzare un circuito di donazioni.
I circoli Auser e le leghe Spi Cgil della provincia di Foggia diventano così sedi di recupero e riciclo di libri usati, esponendoli e regalandoli a quanti vorranno riceverli, anche in occasione di manifestazioni, incontri ed iniziative pubbliche.
Il meccanismo è semplice: i circoli Auser e le Leghe Spi raccolgono i libri di quanti stanno per buttarli via e intendono “riciclarli”, e li regalano nel corso delle loro iniziative e presso le loro sedi.
«Metti in circolo la memoria», è l’appello che il sindacato dei pensionati della Cgil e l’associazione per l’invecchiamento attivo rivolgono alla cittadinanza.
Si comincia sabato 14 e domenica 15 maggio, in occasione della Festa del Volontariato promossa dal CSV Foggia. Il logo di Libriingiro è stato disegnato da Matteo Carella, che Auser e Spi ringraziano per la sensibilità dimostrata verso il progetto. Coordinatore del progetto è il prof. Antonio Soldo, già Dirigente Scolastico, e componente del consiglio direttivo di Auser Territoriale Foggia.

 
Molfetta (BA), il progetto “Colto e mangiato” apre anche ai più piccoli

Favorire l’inclusione sociale e lo scambio intergenerazionale coltivando la terra. È questo l’obiettivo di “Colto e Mangiato”, progetto ideato e promosso dalla Auser di Molfetta e accolto, per il terzo anno di fila, dall’amministrazione comunale, che ha rinnovato la concessione d’uso gratuita della porzione di terreno a Lama Scotella trasformata in un orto sociale e disposto il parziale finanziamento dell’iniziativa.
Grazie a un contributo di circa 5mila euro, che servirà a coprire le spese vive di attivazione dell’orto e della consulenza tecnico-scientifica dell’agronomo, le attività previste dal progetto sono state prorogate fino alla fine di ottobre prossimo. Nato per favorire il trasferimento dei saperi legati alla coltivazione della terra dagli anziani agli studenti della città, il progetto ha coinvolto nel tempo altri cittadini e tantissimi bambini, anche disabili, che hanno dimostrato grande interesse e curiosità. Un risultato raggiunto attraverso la collaborazione di altre associazioni, come “Appoggiati a me” e “Apertamente”, che si occupano di bambini autistici e la “Comunità Oasi 2” che si occupa di migranti e politiche finalizzate alla loro inclusione sociale ed economica di volontariato.
Nell’ottica di avvicinare sempre più bambini al progetto, il Comune di Molfetta ha accolto la proposta dei genitori e dei soci delle varie associazioni, concedendo l’allestimento di un’area dedicata esclusivamente alle coltivazioni dei più piccoli. Su richiesta dell’associazione Auser Onlus, infatti, l’amministrazione comunale ha disposto l’attribuzione di un ulteriore contributo economico unico di 2500 euro, destinato alla creazione di questo nuovo spazio.
Qui, stando a quanto riporta la proposta avanzata da Auser Molfetta, sarà favorito un approccio scientifico alla terra, che mira alla scoperta, alla conoscenza e alla sperimentazione. Saranno creati percorsi sensoriali di esplorazione dell’ambiente anche attraverso la tradizionale pratica orientale di abbracciare gli alberi presenti e sarà approfondito lo studio delle erbe aromatiche nostrane. Inoltre, grazie a delle coperture mobili, saranno organizzati laboratori di lettura ad alta voce, per esercitare la concentrazione e agevolare la comprensione. Queste attività, essenziali per lo sviluppo cognitivo, linguistico ed emozionale di ragazzi e bambini, anche piccolissimi, saranno estese anche agli adulti, che potranno utilizzare gli spazi per rilassarsi e leggere all’aria aperta.
Fonte: molfetta.ilfatto.net

Stradella (PV): ludopatia, è boom su internet. Aperti tre sportelli di ascolto
La pandemia ha fatto aumentare la piaga del gioco d’azzardo online. A dirlo sono i dati del monitoraggio realizzato negli ultimi due anni nell’ambito del progetto Gap (Gioco d’azzardo patologico) della provincia di Pavia. A fronte di questo fenomeno, nella programmazione 2022 di Ats si è deciso di confermare e potenziare le attività di contrasto attive sul territorio oltrepadano ad opera del Piano di zona Broni-Casteggio in collaborazione con la cooperativa sociale La Collina di Voghera. Il progetto “Mettiamoci in gioco 2022” ha previsto, ad esempio, l’apertura di tre sportelli d’ascolto sul territorio dell’Oltrepo Pavese orientale, a Stradella (sede Auser, ingresso da via Montebello, al mercoledì dalle 14 alle 18), Broni (presso la Camera del lavoro in via Da Vinci, al martedì dalle 14 alle 18) e Bressana Bottarone (sede Auser in piazza Marconi al lunedì dalle 14 alle 18). «L’iniziativa consente di accogliere la persona che attraversa un momento di difficoltà e che potrebbe essere orientata ai servizi competenti anche dagli operatori che offrono un primo ascolto – spiega Elena Zotti, vicepresidente de La Collina -. In ogni sportello opera un’equipe multidisciplinare formata da figure professionali quali psicologo, assistente sociale, educatore professionale, educatore finanziario. Attualmente vengono seguiti in modo continuativo cinque giocatori, che vanno da una fascia di età dai 40 ai 70 anni».
Fonte: La Provincia Pavese

Pieve a Nievole (PT), con “Rete Amica” per accompagnare gli anziani nel mondo del digitale
Si chiama “Rete Amica” il progetto del comune di Pieve a Nievole (PT) per aiutare gli anziani a muoversi nel mondo digitale. L’iniziativa prevede 5000 euro di contributi regionali e bancari. «Ci fa piacere – dice il sindaco Gilda Diolaiuti questo riscontro al nostro progetto. La soddisfazione è ancora più rilevante perché siamo di fronte a un problema vero: la necessità di aiutare le persone non più giovani a relazionarsi col mondo digitale. Il progetto coinvolge l’Auser e i giovani, con un decisivo ritorno sotto l’aspetto sociale». Rete amica nasce all’interno del bando «Siete presente, con i giovani per ripartire» realizzato da Cesvot e finanziato da Regione-Giovanisì in accordo col Dipartimento per le politiche giovanili e il contributo delle 11 fondazioni bancarie. Il progetto pievarino nasce dalla collaborazione tra le Auser di Pieve (capofila), Monsummano, Larciano e Massa e Cozzile insieme al Comune. Avrà inizio all’Auser di Pieve il 23 maggio per chiudersi a novembre. I corsi di formazione sono realizzati e gestiti dai giovani.
Per informazioni: 0572-95631.
Fonte: La Nazione

 
Gallarate (VA), terzo appuntamento alla scoperta del territorio

Nell’ambito del Progetto “Nuove Trame”, Auser Insieme Gallarate organizza il terzo incontro del ciclo “Curiosando nel Varesotto” dal titolo “Edicole Sacre” che si terrà Giovedì 19 Maggio alle ore 17,45 sia in presenza che da remoto. Al termine aperitivo con l’autore. Chi desidera seguire l’incontro non in presenza, può collegarsi al seguente link di Zoom:
https://us02web.zoom.us/j/86323040160?pwd=M1RVZGtaeFpFbVpVUFpTSlE5UTRxUT09

 
Mestre, un nuovo circolo Auser dedicato a Bruno Trentin
E’ stata  inaugurata al sesto piano della sede Cgil di via Ca’ Marcello la “altana dei diritti”, il nuovo spazio del nuovo circolo Auser dedicato a Bruno Trentin. Il circolo Auser Aps vuole aprirsi alla città con numerose iniziative dedicate alla socializzazione e all’inclusione.
Fonte: La Nuova Venezia

Casalpusterlengo (LO), l’orto dell’Auser aperto per lo sport
L’Auser di Casalpusterlengo (LO) torna a spalancare le porte del suo Orto aperto per fare sport tra la terra e il cielo. Con la bella stagione l’associazione invita associazioni e palestre a farsi avanti per organizzare corsi di ginnastica negli spazi “green” di via Scotti: fra la primavera e l’estate del 2020, la proposta dell’Auser era nata come la risposta a una necessità perché allora non era consentito fare sport al chiuso. Così erano partiti corsi di ginnastica e di aikido. Lo scorso anno la collaborazione per gli allenamenti di aikido era poi proseguita. «Da parte dell’Auser c’è ancora massima disponibilità a mettere a disposizione di associazioni e palestre il nostro spazio, perché riteniamo sia un modo bello per valorizzare l’Orto aperto e farlo conoscere il più possibile – spiega Tea Valendino, presidente dell’Auser -: noi nel frattempo svolgiamo il nostro corso di ginnastica dolce in quest’area; ho sempre detto che l’Orto aperto si chiama così perché è uno spazio aperto a tutti e mi fa piacere che possa essere utilizzato» conclude la presidente. L’Orto aperto è un’area verde all’angolo fra via Scotti e via De Gasperi, prima abbandonata, trasformata poi in un luogo di aggregazione intergenerazionale dove a crescere non sono solo piante e verdure, ma anche i frutti sociali. Si tratta di un progetto Auser realizzato circa cinque anni fa con anche la disponibilità del Comune e il sostegno della Fondazione Comunitaria della provincia di Lodi.
Fonte: Il Cittadino di Lodi
 
 
Bettolle  (SI), una giornata tutta dedicata alla prevenzione e alla salute

Auser Centostelle di Bettolle con il patrocinio del Comune di Sinalunga, organizza per il 22 maggio una giornata tutta dedicata alla prevenzione. L’evento conclude il ciclo di conferenze organizzate dall’Auser che hanno visto una grande partecipazione di pubblico e vasto interesse al tema. La mattina dalle 10 alle 12 controllo della pressione e della glicemia e conferenze  con esperti su diabete, dolori cervicali, agopuntura, malattie metaboliche. Nel pomeriggio dalle 15 alle 17 conferenza con la dott.ssa Rosa La Mantia (Direttore sanitario presidio Ospedaliero, Amiata, Val d’Orcia, Valdichiana Senese)  su “Sviluppo della Sanità locale alla luce del PNRR”.
I controlli, a numero chiuso, gratuiti, sono esclusivamente su appuntamento ai n. 3393722969 – 3490655041 dal 10/05/22.

Corigliano Calabro (CS): uno spazio verde per tutte le generazioni
Il Comune di Corigliano Calabro (CS)e l’Auser hanno sottoscritto un protocollo di intesa per la rigenerazione e la cura di un’area verde per la realizzazione di uno spazio pubblico per favorire l’inclusione sociale, l’interazione tra gli anziani e le nuove generazioni ed eliminare le differenze sociali.
Lo spazio si trova in una zona della città ad elevata densità abitativa e priva di aree verdi e potrebbe essere sfruttata anche dai cittadini di altri quartieri.
Fonte: Gazzetta del Sud
 

Bibbiano (RE), quattro incontri per imparare a usare lo smartphone
Quattro incontri in biblioteca per imparare a usare lo smartphone: è l’iniziativa pensata da Auser per gli anziani non avvezzi alla tecnologia ma desiderosi di imparare a usare i dispositivi di ultima generazione e magari sorprendere così i loro giovani nipoti.
I corsi sono partiti  venerdì, 13 maggio, dalle 16 alle 17, presso la biblioteca comunale di Bibbiano “Milena Fiocchi”.
Per prenotarsi è possibile contattare lo 0522 253230.

Legnano (MI): “Nonni, mi leggete un libro?”
Auser Ticino Olona  e la Biblioteca Civica Legnano (MI) e Auser Ticino Olona organizzano l’evento “Nonni, mi leggete un libro?” dedicato ai bambini in età compresa tra i 4 e gli 8 anni.
L’iniziativa si terrà giovedì 19 maggio alle ore 17.30: nonni e volontari leggeranno ai bambini bellissime favole nel parco della biblioteca. Una bella occasione per sviluppare il piacere della lettura attraverso un importante scambio intergenerazionale.
Prenotazione consigliata scrivendo a: biblioteca.legnano@csbno.net o telefonando allo 0331 547370.
Fonte: sempionenews.it

Parma: l’Armadio della Scuola per aiutare i bambini in difficoltà
Dal lavoro di quattro associazioni – Famiglia più, Auser Parma, Portos e Liberamente come capofila – nasce un sito che permette di donare materiale scolastico e esperienze didattiche ai bambini che vivono situazioni di difficoltà economica. Si chiama l’«Armadio della scuola» ed è uno dei frutti del progetto «Parma Facciamo Squadra» partito nel 2018. L’idea di fondo è che tutti i bambini e le bambine hanno il diritto di andare a scuola con ciò che serve nello zaino e di vivere le stesse esperienze dei compagni, senza rinunciare alle gite o alle uscite didattiche quando sono fuori dalla portata economica delle loro famiglie.Per informazioni: www.csvemilia.it – www.armadiodellascuola.it
Fonte: Corriere Buone Notizie
 

Save the date – Il primo giugno a Este (PD)  giornata di chiusura dell’anno culturale di Auser Veneto
Mercoledì  primo  giugno 2022 si terrà a Este (PD) la giornata di chiusura dell’anno culturale di Auser Veneto. Un evento pubblico all’insegna della socializzazione, un’occasione di confronto e riflessione, ma soprattutto l’opportunità per ritrovarsi dopo due anni di pandemia. Appuntamento alle 9, dopo la registrazione dei partecipanti, saluti istituzionali di Maria Gallo presidente Auser Veneto e Alessandro Rebonato responsabile regionale di Auser Cultura. E poi previsto l’intervento del prof. Andrea Martini dell’Università di Padova sul tema “Le ragioni delle guerre”. Interverrà inoltre Fabrizio Dacrema responsabile nazionale di Auser Cultura. E poi musica, pranzo sociale e una visita guidata alla scoperta della zona archeologica.
Per info: Alessandro Rebonato cell. 333-7443934 Luigi Rossi cell. 335-7438309 presidenza1veneto@auser.veneto.it

Cremona, il Microfestival di maggio
Auser Unipop Cremona promuove il Microfestival di maggio una rassegna di incontri aperti alla cittadinanza volti a esplorare generi e linguaggi diversi, tra parole, note e colori.
Letture, discussioni e laboratori attraverso la letteratura, la poesia, i fumetti, gli album illustrati e la musica, all’insegna dell’intreccio di modi differenti di fare cultura e dell’incontro tra generazioni, dai bambini alla terza età. Ultimo appuntamento quello di sabato 14 maggio alla scoperta del ruolo delle donne in Giappone a cura di Jessica Fornasari.

Sassari, una mostra con le opere dei volontari
Metti insieme artisti professionali e non, ed ecco che il risultato è sorprendente. La scommessa l’ha vinta l’Auser di via Tintoretto che nei giorni scorsi ha allestito nella sua sede una mostra che coinvolge un gruppo di soci che all’arte si dedicano e alla sua diffusione contribuiscono nel quartiere di Monte Rosello Basso. Dove l’associazione rappresenta un punto di riferimento per i suoi abitanti ma anche per quelli provenienti da altre zone della città. Ad attirarli le molteplici attività che l’Auser offre per il tempo libero con la sua Università Popolare: dalle escursioni ai corsi di lingua sarda e straniera, dal ballo alla ginnastica fino a una serie di laboratori creativi, come disegno, decoupage, cucito e patchwork. Lezioni messe in pratica in alcune opere esposte proprio nella mostra i che si può visitare, negli orari di apertura della sede Auser fino a giugno. E infatti sono quadri, borse, coperte e tante altre opere che allestiscono il lungo corridoio e gli spazi dedicati all’esposizione quelli che “I ragazzi del salotto” come si è chiamato spiritosamente il gruppo nocciolo duro dell’associazione, hanno realizzato insieme.
Fonte: La Nuova Sardegna


Anziani e dintorni

Aperte le iscrizioni agli Stati generali dell’assistenza a lungo termine
Sul sito www.italialongeva.it  sono aperte le iscrizioni alla settima edizione di Long Term Care, gli stati generali dell’assistenza a lungo termine promossi da Italia Longeva che si svolgeranno a Roma in presenza e online il 19 e 20 luglio 2022.
La settima edizione della due giorni che Italia Longeva, di concerto con il Ministero della Salute, dedica annualmente alla Long-Term Care si focalizzerà su strategie, percorsi e modalità di implementazione della riorganizzazione dei modelli di presa in carico dell’anziano fragile e multimorbido e sull’introduzione di nuovi flussi di cura e di assistenza così come delineato dal PNRR e dal DM 71 e dai relativi piani di attuazione a livello regionale.


Associazionismo Volontariato Terzo Settore

 I Forum del Terzo Settore regionali si confermano i soggetti maggiormente rappresentativi del Terzo Settore sui territori
Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha rinnovato l’importante riconoscimento per i Forum delle seguenti Regioni: Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana, Lazio, Abruzzo, Calabria, Sicilia, Friuli Venezia Giulia.“Costruire coesione e capitale sociale è il nostro scopo: continuiamo a lavorare vicino alle persone, dentro le comunità” sottolinea il Forum Nazionale.
Qui il link al sito del Ministero con l’esito dell’Avviso pubblico: https://bit.ly/37Cp7Ws

“I care: studiare insieme” consegnati i 30 pc portatili agli alunni del doposcuola
Si conclude il primo ciclo del progetto di Cesvot e Fondazione CR Firenze nato per combattere la povertà educativa amplificata dalla pandemia
Il progetto di volontariato I care: studiare insieme promosso da Cesvot e Fondazione CR Firenze, con la collaborazione dell’associazione Meeting Point, scuola secondaria di primo grado “P. Calamandrei”, Scuola di Giurisprudenza e la Scuola di Economia e Management dell’Università degli Studi di Firenze, ha visto coinvolti, da Ottobre 2021 a Maggio 2022, trenta alunni ed alunne della scuola secondaria di primo grado “P. Calamandrei” e trenta studenti e studentesse dell’Università degli Studi di Firenze. Al doposcuola gli studenti universitari hanno inoltre affiancato delle speciali attività educative rivolte agli alunni denominate “pillole di diritto”, rispettivamente dedicate alla figura di Piero Calamandrei, ai principi fondamentali della Costituzione italiana, a storia e caratteristiche dell’Unione europea e alla cittadinanza digitale.
Sono stati consegnati 30 dei 50 pc portatili donati da Fondazione CR Firenze alla Scuola Calamandrei, frutto dell’accordo tra la stessa Fondazione CR Firenze e Tim, a tutti gli alunni  che hanno partecipato al progetto, mentre gli studenti universitari hanno ricevuto un bonus libri dal valore di 50 euro da spendere presso la Libreria Campus ed il riconoscimento di crediti formativi attivi. Alla cerimonia di consegna dei pc portatili avvenuta presso l’Istituto comprensivo “P.Calamandrei” erano presenti Luigi Paccosi, presidente Cesvot, Marco Pierini, Università degli studi di Firenze e CSAVRI, Chiara Mannoni, Fondazione CR Firenze, Lucia di Giovanni, Istituto comprensivo Calamandrei, don Paolo Milloschi, Meeting Point, Sara Funaro, Comune di Firenze.
Per Info: e-mail: comunicazione@cesvot.it


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it www.auser.it

 

 

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

MENU