Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 25 numero 2 – 19 gennaio 2022

Scritto da
19 Gennaio 2022

Agenzia settimanale – Anno 25 numero 2– giovedì 19 gennaio 2022
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

Capire il Cile che cambia: tornano gli appuntamenti online di “Una Finestra sul Mondo”
“Una Finestra sul Mondo”, l’iniziativa di geopolitica e politiche internazionali organizzata da Auser Cultura in collaborazione con Lo Spiegone, torna per un nuovo ciclo di appuntamenti per capire meglio i cambiamenti in atto in Cile.
Tre eventi online, disponibili in diretta streaming.
Si parte giovedì 20 gennaio, dalle 18,30 alle 19,30 con l’incontro dal titolo “La vittoria elettorale dei socialisti di Boric: dalle piazze al Parlamento”, insieme a Francesca Rongaroli, Caporedattrice Area America Latina de Lo Spiegone.
Il secondo appuntamento è per giovedì 27 gennaio, sempre in orario 18,30-19,30 con “Il laboratorio neoliberista: un miracolo di disuguaglianze”, insieme a Elena Schiera, dell’Area America Latina de Lo Spiegone.
Infine il 3 febbraio, alla stessa ora, con “Il Cile che verrà, opportunità e rischi”, con il contributo di Lucia Capuzzi, giornalista Avvenire, del giornalista Paolo Hutter e di Francesco Betrò, direttore de Lo Spiegone).
Tutti gli eventi si terranno in diretta su Zoom all’indirizzo https://us06web.zoom.us/j/91626759916 e sulla pagina facebook di Auser Nazionale (https://www.facebook.com/auser.it)

C’è tempo fino al 28 febbraio 2022 per presentare progetti sui beni confiscati
L’Agenzia governativa per la coesione territoriale ha emanato un decreto che proroga al 28 febbraio 2022 (ore 12)  il termine per la presentazione di progetti per i beni confiscati.
Il decreto verrà pubblicato sul sito www.agenziacoesione.gov.it

Master Terzo Settore, iscrizioni aperte fino al 31 gennaio. Auser tra i partner
C’è tempo fino al 31 gennaio per iscriversi alla prima edizione del Master di II livello “Terzo Settore, innovazione sociale e governance dei sistemi locali di welfare”. L’iniziativa è promossa da Forum Nazionale del Terzo Settore: Auser parteciperà attivamente in alcuni dei momenti formativi.
Attraverso un programma multidisciplinare che integra le competenze sociologiche con quelle giuridiche, organizzative e manageriali, statistico-economiche, il Master punta a formare figure manageriali per le pubbliche amministrazioni, le imprese profit non profit e le organizzazioni di rappresentanza che operano nella progettazione, erogazione e valutazione dei servizi di welfare territoriali. Il percorso coniuga una solida formazione teorica, tecnica e metodologica con approfondimenti specialistici in materia finanziaria, fiscale, gestionale e giuridico-contrattualistica, su un ampio spettro di tematiche legate alla governance de welfare locale, alla riforma ed al management del terzo settore, ai processi di rigenerazione urbana e innovazione sociale territoriale.
Per informazioni: https://www.uniroma1.it/it/offerta-formativa/master/2022/terzo-settore-innovazione-sociale-e-governance-dei-sistemi-locali-di
andrea.ciarini@uniroma1.it

Eletta la nuova presidenza regionale dell’Auser Sicilia
Vanno ad affiancare il presidente Giorgio Scirpa, Angela Passari, Pippo Romancini e Massimo Raso. Sono stati inoltre nominati nuovo direttore regionale Dino Pisciotta e responsabile Auser cultura Franco Garufi. Nel corso del dibattito si è posta l’attenzione sulle iniziative che, “pure tra le tante difficoltà della situazione pandemica –  dice una nota – territorio per territorio, Auser continuerà a mettere in campo affinché il tema dell’invecchiamento attivo diventi centrale nelle scelte politiche dei vari livelli di governo; per rilanciare assieme allo SPI la contrattazione sociale, che il sindacato ormai da tempo pratica, anche la co-programmazione e co-progettazione che la riforma assegna con chiarezza al Terzo Settore”.

Voghera (PV), la sede Auser resta Hub vaccinale. Rinnovata la convenzione con Asst
La grande sede di Auser Voghera rimarrà hub vaccinale: è stata rinnovata la convenzione con ASST che vede la struttura situata in Via Famiglia Cignoli 1 come punto di riferimento fondamentale per il territorio. Sono allestiti otto box, di cui tre pediatrici nella fase attuale.
Dall’8 marzo 2021, giorno di apertura dell’hub, sono stati vaccinati oltre 165mila utenti, con punte di 800/1000 persone al giorno (ieri, 12 gennaio, la quota è stata 1062).
Ai telefoni di Auser Voghera, da marzo a dicembre 2021, sono arrivate in media 120 chiamate al giorno per ricevere informazioni sull’hub e sulle prenotazioni (specialmente nei primi sette mesi di apertura del punto vaccinale, periodo che coinvolgeva in maniera massiccia la fascia di popolazione più anziana, quattro volontari Auser sono stati dedicati esclusivamente alle prenotazioni online per sei ore al giorno). Nello stesso arco di tempo sono stati effettuati circa 500 accompagnamenti protetti da parte dei volontari Auser e ovviamente i numeri stanno aumentando ancora. Auser Voghera ha contribuito alla campagna vaccinale anche stampando centinaia di green pass e supportando moltissime persone extracomunitarie nel percorso necessario a ottenere la documentazione utile a ricevere vaccinazione e green pass.  Non solo: Carlo Mogolino presidente di Auser Voghera è anche uno chef e ogni giorno, nella grande cucina attrezzata di Auser, prepara con alcuni volontari ottimi piatti per il ristoro degli operatori sanitari, che possono così ricaricarsi per far fronte a turni molto intensi di lavoro.
Da marzo 2022 verrà aperta anche una mostra dei disegni realizzati dai bambini in attesa di ricevere la vaccinazione o portati per ringraziare gli operatori e i volontari; si conta di effettuare il rinnovo dell’allestimento ogni sette/dieci giorni.
Per ulteriori info: Sara Bordoni (Responsabile Ufficio Comunicazione di Auser Lombardia) sara.bordoni@auser.lombardia.it tel. 331/6211714
 

Lecco: il video di Auser su come convivere con il diabete
È online il nuovo video dedicato al benessere degli anziani realizzato da Auser provinciale Lecco.
In questa puntata viene affrontato l’argomento diabete: il filmato, già disponibile sul canale Youtube dell’associazione, si intitola infatti “Convivere con il diabete”.
È il secondo video dedicato al diabete, ed è stato realizzato grazie alla collaborazione di Auser Insieme Olginate e dello Spi Cgil Lecco, oltre che della dottoressa Luisa Brusa della cooperativa Cosma. La regia è di Costantino Figini, la sceneggiatura di Giacinta Papini, la voce narrante è di Gino Buscaglia.
I filmati della serie sono a disposizione di tutti gli enti e le istituzioni che vogliono divulgarli in favore della loro cittadinanza.
Fonte: Lecco Today

 
Lugo (RA): lunghe file per i tamponi, il sostegno dei volontari Auser
Con l’aumento esponenziale della richiesta di tamponi, a Lugo (RA) si sono attivati anche i volontari dell’Auser, impegnati nella gestione degli ingressi e del flusso di mezzi che si recano al drive through allestito nel parcheggio dell’ospedale Umberto I. In accordo con l’Ausl Romagna è stato prolungato il percorso all’interno del parcheggio, per contenere più auto in attesa. Ancora una volta durante l’emergenza Coronavirus, i volontari si dimostrano una grande risorsa, lavorando con impegno e passione nell’interesse della comunità.
Fonte: ravennatoday.it

Ancona, Auser dona 500 mascherine Ffp2 ai lavoratori della Caterpillar di Jesi in lotta
Auser provinciale di Ancona ha donato cinquecento mascherine Ffp2 alla Rsu della Caterpillar di Jesi da una delegazione di tutti i circoli Auser della provincia di Ancona, “a sostegno della loro lotta per la difesa del posto di lavoro”.
“I soci, i volontari, i presidenti di tutti i nostri circoli Auser, con questo piccolo ma concreto atto di solidarietà – dichiara la presidente provinciale Manuela Carloni – vogliono esprimere la loro vicinanza ai lavoratori e alle loro famiglie e tenere alta l’attenzione dell’opinione pubblica su questa difficile vertenza, perché crediamo sia responsabilità di tutti lavorare affinché la Caterpillar rimanga sul territorio e non sia disperso questo importante patrimonio produttivo, umano, professionale.
Fonte: Ansa

Perugia, attivo il taxi sociale di quartiere
Da lunedì 17 gennaio nel quartiere di Porta Sant’Angelo a Perugia è attivo il “Taxi solidale di quartiere”. Si tratta di un mezzo, messo a disposizione dall’Auser, in collaborazione con l’associazione Ya basta!, all’interno del progetto @Lab.qua (laboratori di quartiere) che accompagnerà gratuitamente le persone anziane che hanno necessità di recarsi dal medico, o in farmacia, al cimitero, dal parrucchiere a fare la spesa o a fare visita ai propri cari. Il servizio sarà attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00. Per fare richiesta basterà chiamare il numero 0755005666.

Fossombrone (PU); il taxi sociale dell’Auser
Un nuovo servizio a chiamata per quanti, per un motivo o per l’altro, non sono in grado di muoversi coi propri mezzi. È un progetto a cura di Auser Fossombrone (PU). Prezzi modici e praticamente nessuna limitazione di orario. Sono anche questi i punti di forza di un progetto che mira ad aiutare soprattutto gli anziani non autosufficienti: «A Fossombrone – sottolinea il presidente Ivano Tadei – gli ultrasessantenni sono un terzo della popolazione residente». Chi non ha figli, chi non ha la patente, chi se l’è vista revocare magari perché gli è venuto il diabete: sono tantissimi i casi possibili ai quali può dare un sollievo questo servizio sociale a chiamata. Già attivo con successo in quel di Colli al Metauro, è stato presentato ufficialmente alla stampa dal presidente Auser, che nell’occasione ha voluto rivolgere un duplice appello: all’amministrazione comunale per una sede meno sacrificata e più dignitosa e a garanzia di riservatezza a a nuovi volontari Auser: «Grazie a Regione e Banca Intesa San Paolo grazie ai quali abbiamo acquistato il taxi sociale».
Fonte: Il Resto del Carlino

Siena, trasporto sociale con “Nobili cause”
Auser Comprensorio Siena avvia il progetto “Nobili cause”, che darà la possibilità di avere a disposizione – con la formula del comodato d’uso gratuito – un automezzo da destinare al personale affinché possa effettuare, nel territorio della città e della provincia, il trasporto di anziani, ammalati e disabili. In questo modo le persone svantaggiate potranno essere aiutate, muoversi gratuitamente e liberamente, senza appesantire il bilancio dell’associazione. Partner è La fabbrica della solidarietà.
Fonte: La Nazione

Montegrotto (PD), raccolta di solidarietà per la popolazione dei campi profughi in Bosnia
La città di Montegrotto (PD), l’associazione Auser, in collaborazione con l’associazione l’Orto di Marco, hanno promosso una raccolta di aiuti umanitari per la popolazione dei campi profughi presenti in Bosnia. Grazie alla bontà e generosità di tanti cittadini di Montegrotto e dei comuni vicini la raccolta è andata molto bene. Auser sta completando le pratiche doganali, organizzando il trasporto per i primi giorni di febbraio. Il materiale è il più vario: vestiario invernale per adulti ed estivo per bambini da zero a 16 anni, scarpe invernali, prodotti per l’igiene, materiale per la scuola, giocattoli, 400 kg di pasta per le cucine popolari della Croce Rossa di Mostar. «Il mio plauso a chi s’è reso protagonista di queste azioni di generosità, di umanità, di aiuto il prossimo, che dimostrano l’alta sensibilità del territorio rispetto alle esigenze di chi vive nel bisogno» dice il sindaco Riccardo Mortandello, città gemellata con Mostar.
Fonte: Il Mattino di Padova

Bagnolo (RE), convenzione con l’Auser per attività di volontariato civico: dal verde pubblico ai luoghi dedicati alla memoria, in campo i volontari
Il Comune di Bagnolo ha approvato lo schema di convenzione con l’Auser per lo svolgimento di attività di volontariato per piccole manutenzioni e il decoro di aree pubbliche per l’anno 2022. L’accordo prevede attività svolta in aree verdi urbane, parchi attrezzati con giochi per bambini, luoghi dedicati alla memoria.  Le attività da realizzarsi non si configurano in mansioni professionali o imprenditoriali, ma come sviluppo dell’attività di volontariato e di impegno civico finalizzati al benessere dei cittadini.  Da tempo Auser è attiva anche sul territorio di Bagnolo, contando su numerosi volontari impegnati in iniziative di pubblica utilità.   La somma prevista come spesa a carico dell’ente pubblico è di 10.680 euro all’anno, costituita dal rimborso delle spese per le attività di volontariato effettivamente realizzate, per l’assicurazione dei volontari e, pro-quota, dalle spese generali per abbigliamento e i dispositivi di protezione individuali, necessari per la realizzazione delle attività indicate nella convenzione firmata dal Comune di Bagnolo e dai responsabili dell’associazione.
Fonte: Il Resto del Carlino
 

Almenno San Salvatore (BG), nuovo mezzo per i volontari di Auser Lemine
I volontari dell’associazione Auser Lemine di Almenno San Salvatore (BG) per il loro quotidiani viaggi di trasporto ammalati e disabili potranno contare su un nuovo Fiat Doblò, veicolo attrezzato per il trasporto di disabili. Il veicolo, di recente, è stato consegnato dalla società PMG, Società Benefit per la mobilità garantita, all’associazione di Volontariato Auser Lemine, che dal 1997 opera per il trasporto di persone in difficoltà verso le strutture socio-sanitarie della zona, nel capoluogo e in provincia di Bergamo.
Fonte: Eco di Bergamo


Associazionismo Volontariato Terzo Settore
 

Il Forum del Terzo Settore incontra la Ministra Carfagna: “Siano valorizzate la co-programmazione e la co-progettazione nel rapporto con le istituzioni pubbliche”
Si è svolto il 12 gennaio scorso l’incontro tra una rappresentanza del Forum del Terzo Settore guidata dalla portavoce Vanessa Pallucchi e la Ministra per il Sud e la Coesione Territoriale, Mara Carfagna. “Un incontro utile e positivo – ha dichiarato la Portavoce – nel quale abbiamo ribadito il ruolo cruciale e pro-attivo che il Terzo settore ha e vuole continuare a svolgere nei processi di cambiamento e di innovazione del Paese, anche a seguito delle sfide ambiziose e delle risorse economiche straordinarie messe a disposizione dal PNRR.”  “Riteniamo necessario che venga consolidata ed ampliata la collaborazione fra le istituzioni pubbliche ed il Terzo settore, attraverso gli strumenti virtuosi della co-programmazione e co-progettazione, in linea con quanto indicato anche dallo stesso PNRR ed in attuazione del principio costituzionale di sussidiarietà. Si tratta di un approccio fortemente innovativo attraverso il quale il Terzo settore può esprimere al meglio le proprie competenze ed esperienze – ha proseguito la Portavoce. Come Forum siamo pienamente disponibili ad offrire il nostro contributo affinché i prossimi provvedimenti vengano elaborati con il coinvolgimento delle rappresentanze del Terzo settore in modo da leggere al meglio i bisogni e le necessità delle comunità e valorizzare le capacità di risposta offerte da associazionismo, volontariato e impresa sociale che operano nei territori. Ciò anche al fine di superare alcune delle criticità emerse nei primi bandi attuativi delle azioni del PNRR.” “Abbiamo molto apprezzato – conclude la Portavoce Vanessa Pallucchi – le assicurazioni della Ministra Carfagna a proseguire e rafforzare la collaborazione con il suo Ministero e l’impegno a valorizzare il Terzo settore per il suo ruolo di protagonista della costruzione della coesione sociale nel territorio e soprattutto per la sua capacità di contribuire a ridurre e superare le disuguaglianze tra Nord e Sud del Paese e nelle aree interne e più marginali, dove crescono difficoltà e disagio.”

PNRR, Il Forum del Terzo Settore del Lazio presenta i primi progetti
Martedì 11 gennaio, le Associazioni aderenti al Forum romano del Terzo Settore e i Comitati della periferia romana hanno presentato agli Assessori Funari, per le Politiche sociali, e Veloccia, per l’urbanistica, una prima serie di progetti da inserire nei Piani Integrati finanziati con i fondi del PNRR. L’incontro è terminato con la richiesta di attivare quanto prima il Tavolo di co-progettazione previsto dal D.L.152/2021 in modo di rispettare il rigoroso calendario dettato dal PNRR. L’occasione è scaturita dalla possibilità di co-progettazione con le organizzazioni del volontariato inserita nel D.L. 152/2021 di avvio dei Piani Integrati da parte delle Città Metropolitane. Per questo tipo di investimento è prevista per Roma un’assegnazione di circa 330 milioni di euro.
Prendendo spunto da questa indicazione contenuta nel D.L. le Associazioni insieme ai Comitati della periferia, con il supporto di liberi professionisti, Ordine degli Architetti, docenti universitari e coinvolgendo anche i Comuni della Città Metropolitana si sono attivate per elaborare una prima proposta operativa sui progetti da inserire nei Piani integrati di prossima formazione per accedere ai finanziamenti del PNRR.
Il documento di circa 20 pagine con decine di indicazioni progettuali, si articola in due parti. Una prima parte in cui il Bacino territoriale che beneficia dell’intervento è riferito all’intera Città Metropolitana. Una seconda parte focalizzata su cinque Bacini territoriali: PrenestinoLabicano; Torre Angela-Tor Bella Monaca; Corviale-Magliana-Trullo; Valle del Tevere e Castelli. Si tratta di una occasione storica per verificare da un lato le effettive capacità e maturità delle associazioni del Terzo Settore romano di svolgere il ruolo a cui giustamente ambiscono e dall’altro lato per verificare la volontà, disponibilità e capacità della nuova amministrazione appena insediata di affrontare i temi della rigenerazione urbana attraverso una attiva interlocuzione anche con le forze del Terzo  Settore”. Così in una nota Francesca Danese portavoce forum terzo  settore e Paola Capoleva csv Lazio.
Fonte: Agenzia Dire
 
Diritto all’abitare: da Banca Etica un prestito obbligazionario subordinato per finanziare progetti di social housing
Banca Etica propone alla sua clientela un prestito obbligazionario subordinato con l’obiettivo di raccogliere 5 milioni di euro da destinare al finanziamento di progetti per il diritto all’abitare e il social-housing.
La proposta si rivolge a chi desidera investire i propri risparmi con in più la certezza di sapere che saranno impiegati per finanziare progetti per rendere disponibili alloggi a nuclei familiari con difficoltà abitative e per esperienze che promuovono un modo diverso di abitare.
“Secondo il Rapporto ASviS 2021, la crisi Covid-19 ha acuito il già grave disagio abitativo che caratterizza l’Italia, rendendo sempre più incompatibili i costi dell’abitare rispetto alla riduzione dei redditi reali. Si calcola che oggi oltre 1,1 milioni di famiglie vivano in condizione di disagio abitativo, acuto o grave. L’auspicabile sviluppo della dotazione di Edilizia Residenziale Pubblica appare sicuramente un fattore rilevante per contrastare il disagio abitativo; tuttavia, essa non può essere sufficiente, soprattutto considerando la presenza di fasce di popolazione il cui reddito, pur non consentendo l’accesso alla locazione ordinaria, non permette di rientrare nei bandi pubblici per l’accesso all’ERP. Lo sviluppo di interventi di social housing si propone di rispondere proprio a questa “fascia grigia”,  proponendo alloggi di qualità, ad alto risparmio energetico e che attivano i residenti per la costruzione di comunità inclusive e collaborative. La cultura dell’abitare sta intanto evolvendo anche in Italia, come dimostrano le esperienze dei cohousing, strutture nelle quali le abitazioni dei singoli e delle famiglie sono inserite in complessi che prevedono spazi comuni in cui si sviluppano relazioni solidali e condivisione di servizi utili alla vita quotidiana. – spiega la presidente di Banca Etica, Anna Fasano, esperta di social housing “
Per info: Chiara Bannella Comunicazione & Media Relations Banca Etica
cbannella@bancaetica.com www.bancaetica.itwww.eticasgr.it

 
Con i  bambini: a disposizione 20 milioni di euro per la creazione o il potenziamento di “spazi aggregativi di prossimità” per ragazzi e ragazze tra i 10 e i 17 anni. Il bando scade il 18 marzo
Con i Bambini, nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, ha pubblicato un nuovo bando per la creazione o il potenziamento di “spazi aggregativi di prossimità” per i minori tra i 10 e i 17 anni. L’obiettivo è offrire opportunità formative e socializzanti, anche in un’ottica di prevenzione del disagio giovanile, promuovendo il protagonismo e la partecipazione attiva dei ragazzi e delle ragazze, lo scambio tra pari e il coinvolgimento della “comunità educante”. Il bando scade il 18 marzo 2022 e mette a disposizione complessivamente 20 milioni di euro. Le proposte dovranno essere presentate da partenariati composti da un minimo di 3 organizzazioni, di cui almeno 2 di Terzo settore e il Comune in cui verrà realizzato il progetto. Potranno, inoltre, far parte del partenariato il mondo delle istituzioni e dei sistemi regionali di istruzione e formazione. Ogni organizzazione potrà presentare una sola proposta, in qualità di soggetto responsabile, o prendere parte ad una sola proposta in qualità di partner. Fanno eccezione unicamente le amministrazioni locali e territoriali (comuni, regioni, ASL, ecc.), le università e i centri di ricerca che possono partecipare, in qualità di partner, a più proposte. Saranno valutate positivamente le proposte innovative e flessibili, volte ad arricchire e qualificare l’offerta educativa e culturale dei territori di intervento, garantendo reali possibilità di accesso a servizi di qualità ed eque opportunità di sviluppo delle life skills. Inoltre, si sottolinea, l’assoluta necessità della presenza, fin dalla fase di presentazione della proposta, di un immobile idoneo da valorizzare, attorno al quale il progetto dovrà ruotare e svilupparsi. Come nei precedenti bandi, anche in questo caso i progetti che saranno selezionati da Con i Bambini prevedono l’introduzione della valutazione di impatto, ovvero una valutazione complessiva dell’efficacia delle azioni realizzate.
Le proposte dovranno essere presentate esclusivamente on-line, tramite la piattaforma Chàiros.


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it www.auser.it

 
 
 

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

I commenti sono chiusi

MENU