Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 25 numero 29 – 27 luglio 2022

Scritto da
27 Luglio 2022

Agenzia settimanale – Anno 25 numero 29 – mercoledì 27 luglio 2022
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


L’Agenzia di Informazione Auser torna dopo la pausa estiva.
A tutti l’augurio di una serena estate!

Auserinforma

Emergenza caldo, Auser rinnova il suo impegno verso gli anziani soli. Attivi in estate diversi servizi, tra cui la telefonia sociale
L’estate è esplosa e con essa le ondate di calore che rendono difficili e faticose le attività quotidiane, soprattutto per le persone anziane e fragili. In più il virus non demorde. L’Auser è impegnata a tutto campo anche quest’anno per aiutare gli anziani, soprattutto quelli che vivono da soli, ad affrontare con serenità i disagi legati all’estate. Protagonista è il servizio di Telefonia Sociale e aiuto alla persona Filo d’Argento, dotato del Numero Verde Nazionale gratuito 800-995988, attivo tutti i giorni della settimana dalle 8 alle 20 (raggiungibile da rete fissa). Una chiacchierata al telefono, la spesa e i medicinali consegnati a casa, la possibilità di essere accompagnati in caso di visite e controlli medici, a fare il vaccino, o semplicemente andare al mercato o trascorrere una giornata al mare. La telefonia sociale gestita dall’Auser è un valido aiuto che migliora la qualità della vita di chi vive in solitudine.
L’Auser ha inoltre lanciato la campagna “Aperti per ferie” un piano di risposte articolate e diversificate che viene  incontro ad  esigenze di aiuto concreto, di compagnia e socializzazione, di informazione e prevenzione. Passeggiate all’aria aperta, ginnastica nei parchi, visite guidate per scoprire gli angoli più belli dei centri storici delle nostre città, incontri culturali, musica, balli, merende in compagnia, soggiorni estivi nelle località turistiche e tanto altro ancora.
Sul sito www.auser.it  è  attiva    la sezione speciale “Aperti per Ferie”  nella quale  trovare tutte le notizie utili per aiutare gli anziani e le loro famiglie ad affrontare con serenità il periodo estivo. Si può scaricare la Guida con tante informazioni utili per prevenire ed affrontare i malesseri legati al gran caldo.
Sempre sul sito dell’Auser è inoltre consultabile la pagina “dalla A alla Z” l’elenco in ordine alfabetico delle attività e delle iniziative a favore degli anziani, messe in campo dagli enti locali e dal volontariato per affrontare l’emergenza caldo.

Ferrara, “Uffa che afa!” Centinaia gli anziani soli seguiti
Il progetto ‘Uffa che afa’, avviato dal Comune il 16 maggio scorso (attivo fino al prossimo 15 settembre), sta registrando un vero e proprio boom di richieste. Nelle prime settimane di attività, il progetto ha registrato complessivamente 175 chiamate per 150 utenti giornalieri in carico svolte da parte del personale di Cup2000, con 70 anziani che vengono chiamati regolarmente per tenere monitorata la situazione. Al tempo stesso la centrale operativa gestita dalla cooperativa Integrazione Lavoro mette a disposizione un operatore sempre reperibile durante tutta la giornata, con un numero di cellulare dedicato e una casella di posta, con la disponibilità ad attivare servizi anche urgenti di accompagnamento o di valutazione delle situazioni in collaborazione anche con le assistenti sociali del territorio. Il gruppo operativo del progetto “Uffa che afa” è formato dal Comune di Ferrara, in particolare dall’assessorato alle Politiche sociali, Associazione servizi alla Persona ASP, l’Azienda Usl di Ferrara, l’Azienda Ospedaliera Sant’Anna, Protezione Civile del Comune, Lepida (in cui è confluito il servizio di teleassistenza e gestione del numero verde di Cup 2000). Le Forze dell’Ordine e la Croce Rossa partecipano al progetto che vede coinvolte anche le Associazioni Auser, Anteas, Ancescao e la Coop Integrazione Lavoro. «L’attenzione ai più deboli, attiva per tutto l’anno – spiega l’assessore alle Politiche Sociali, Cristina Coletti – si potenzia in vista delle ondate di calore estive per affrontare gli effetti della combinazione fra temperature alte e umidità». Il perdurare del disagio per alcuni giorni può «produrre problemi nella popolazione più fragile, a partire dagli anziani. Per questo – spiega Coletti – il numero verde 800 072110, attivo dal lunedi al venerdi dalle 8, 30 alle 17 e il sabato dalle 8,30 alle 13.00, è a disposizione anche per informazioni e consigli specifici. Attraverso il numero verde non verranno solamente forniti consigli utili per mantenere uno stile di vita corretto per fronteggiare al meglio il grande caldo, ma sarà possibile attivare anche un pronto intervento di tipo sociale con l’assistenza di operatori qualificati». Uffa che Afa” è solamente un altro tassello nella rete di servizi attivi nel periodo estivo, in cui spesso gli anziani rimangono soli e si ritrovano più vulnerabili al fenomeno delle truffe. In tal senso l’Amministrazione comunale prosegue con la campagna di informazione ‘Non ci casco’, che attraverso vademecum distribuiti capillarmente nei punti di aggregazione del territorio e pillole web punta a prevenire i raggiri ai più deboli.
Fonte: Il Resto del Carlino

Lesmo (MB), un numero verde per gli anziani
L’amministrazione comunale di Lesmo, in collaborazione con Auser Filo d’Argento e con il supporto della Caritas parrocchiale, dell’Associazione Croce Bianca sezione Besana in Brianza, dell’Associazione Protezione Civile Camparada Correzzana Lesmo e dell’Associazione Cronoteca, promuove un servizio di call Center al fine di prevenire e gestire l’emergenza associata alle ondate di calore estivo. Per chi avesse bisogno di qualche consiglio o di aiuto soprattutto in questi giorni di caldo torrido con l’anticiclone africano può contattare il numero verde Auser 800 995.988 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18.
Fonte:Il Cittadino di Monza Brianza

 
Al mare a Marina di Pisa con Auser del Valdarno

Le associazioni Auser del territorio Valdarno inferiore (San Miniato, Castelfranco di sotto, Santa Croce sull’Arno e Montopoli Val d’Arno) come tutti gli anni prima della pandemia e come lo scorso anno (interruzione del servizio solo l’anno 2020 in pieno Covid-19) hanno proposto i soggiorni giornalieri a Marina di Pisa presso il bagno Costa Azzurra, “il servizio che offriamo alle persone anziane del nostro territorio – raccontano gli organizzatori –  comprende l’accompagnamento dalle singole abitazioni a Marina di Pisa  e ritorno, compagnia e attività ludiche sul posto, nonché monitoraggio delle situazioni più critiche. Anche quest’anno abbiamo avuto 55 utenti che hanno partecipato, qualcuno anche solo una volta, alcuni più volte e molti quasi sempre a seconda dei posti disponibili sui nostri pulmini. A questo proposito ringraziamo il Comune di San Miniato che in alcuni casi ci ha messo a disposizione il pulmino utilizzato dalle associazioni che lo richiedono” “Personalmente – proseguono –  e a nome di tutte e quattro le Associazioni del comprensorio,  un ringraziamento va al Sindaco di San Miniato Simone Giglioli per la sensibilità dimostrata verso i nostri anziani, venendo a salutarli e parlando con loro non solo dell’iniziativa ma anche di altri problemi e bisogni legati al territorio”.
Questa iniziativa partita il 14 di Giugno, terminerà il 28 di Luglio, mentre per il mese di Agosto e Settembre verranno proposte gite giornaliere, la prima il 2 di Agosto sul Monte Serra con pranzo sociale.
 

Francavilla Marittima (CS), i vent’anni di Auser
Nel pomeriggio di domenica 20 luglio nel rione Fontana Vecchia  di Francavilla Marittima, si è svolta la manifestazione di festeggiamento del ventennale del Circolo Auser “Vincenzo Sassone”. La piazza  ha accolto alcune centinaia di persone tra soci e cittadini e dirigenti di altri circoli Auser. La cittadinanza di Francavilla Marittima, con la sua numerosa presenza, ha voluto ringraziare l’Auser per l’importante lavoro che svolge a servizio della comunità: vent’anni di solidarietà, di amore, di passione, di spettacoli e di cultura. Un traguardo che rende orgogliosi le numerose persone che in tutti questi anni hanno potuto toccare con mano l’umanità e l’affetto spontaneo che i volontari hanno trasmesso in ogni minuto della loro attività, maggiormente di compagnia a chi è più solo, anche con una semplice telefonata.La serata dei festeggiamenti si è svolta alla presenza del Sindaco e dell’Assessore alle Politiche Sociali, oltre a tutti i Sindaci che si sono alternati in quest’ultimo ventennio, i quali, intervenendo, hanno ricordato la stretta collaborazione tra Auser e le loro Amministrazioni, rapporti attivi e costruttivi da cui sono nati progetti importanti e di sicuro di grande interesse per Francavilla Marittima.
Il 20° anniversario di fondazione dell’Auser Francavillese, una delle associazioni più attive e dinamiche fra quelle che operano sul territorio, peraltro ben radicata nel tessuto socio-economico, riuscendo a divulgare la cultura dell’impegno sociale, disinteressato e assolutamente gratuito, valorizzare le persone anziane, divenendo portavoce delle esigenze e dei bisogni altrui e riferimento per la società civile. Il presidente del Circolo Auser, Lorenzo Calcagno, nella sua relazione, ha ringraziato tutti i collaboratori, il Sindaco, il Parroco, il presidente di Auser Territoriale, Franco Lofrano, il segretario Generale Spi Cgil del Comprensorio di Castrovillari, Franco Spingola; ha espresso viva soddisfazione per aver sempre presenti nelle iniziative e a sostegno delle stesse, Bruno Tassone, presidente Auser regionale Calabria e il direttore Cataldo Muraca. Calcagno ha sottolineato che le attività ricreative, di turismo sociale e per il tempo libero promosse dall’Auser di Francavilla Marittima sono uno degli elementi di prevenzione della fragilità e dell’isolamento sociale degli anziani, poiché stare insieme, fare una gita, un viaggio, una visita guidata, partecipare a un gruppo teatrale sono un toccasana contro la solitudine. Al dibattito sono intervenuti il Sindaco, Gaetano Tursi, l’Assessore alle Politiche Sociali, tutti i precedenti Sindaci, il Responsabile del circolo Culturale, Enzo Cordasco, i Dirigenti del Circolo, Teresa Piscitello, Angela Lo Passo, Filomena Rugiano, oltre al Segretario Comprensoriale Spi Cgil, Franco Spingola.  A tarda sera, a chiusura del dibattito dei festeggiamenti, coordinato da Carmine Bruno, dirigente del Circolo, è intervenuto Bruno Tassone, presidente Auser Calabria che in conclusione ha consegnato una targa ricordo del ventennale.

San Nicolò (PC): partite di briscola, dama e tombola. E si insegna anche a realizzare un orto. L’estate Serena dell’Auser
L’estate all’Auser “Trebbia” di San Nicolò è fresca, culturale, profuma di caffè e vi si ode il fruscio delle carte da briscola. Promette la presidente Maria Rosa Repetti: «Terremo aperto tutta estate, da lunedì a sabato dalle ore 14 e 30 alle 18. Consulteremo i soci per capire se sarà opportuno chiudere, al limite, la settimana di Ferragosto. Tutti i cittadini saranno ben accolti. Attendiamo in modo particolare chi non può raggiungere le località di villeggiatura. Qui ci sono gli spazi per mantenere i consigliati distanziamenti e per socializzare con giochi e letture». Entrando nei locali di via Curiel 29, condivisi con altre associazioni, si può ammirare la biblioteca allestita dagli uomini del circolo grazie alle donazioni.
Fonte: La Libertà

Rubiera (RE), Auser aperta per ferie
Sino al 31 luglio, la sezione rubierese di Auser propone dei ritrovi mattutini nel verde per fare esercizi fisici sotto controllo, e con la guida di un’esperta. L’appuntamento è per ogni mercoledì dalle 8.30 alle 9.45 alle panchine di Auser all’interno del parco della Croce Rossa (o parco Paduli), in via De Gasperi a Rubiera. La partecipazione è aperta a tutti e gratuita, l’attività è condotta da Claudia Sacchi, istruttrice della UISP di Reggio Emilia.
Per informazioni ed iscrizioni, contattare il numero 333 -958.2646.
Fonte: Gazzetta di Reggio

Reggio Emilia: Emergenza caldo, Auser in campo per gli anziani fragili
Nel piano predisposto da Ausl e Comune (in sinergia con Auser, Croce Verde e Croce Rossa) rientra un centro di ascolto telefonico (0522 320666) per aiutare le persone che rimangono in città e che possono trovarsi in situazioni di bisogno, soprattutto nei giorni più caldi. Il numero è attivo dal 14 giugno al 3 settembre 2021 dalle 9 alle 12 dal lunedì a venerdì; dalle 9 alle 18 il sabato e la domenica. Restano validi i comportamenti utili suggeriti dai medici per fronteggiare le temperature elevate, soprattutto nel caso di persone anziane.
Fonte: Gazzetta di Reggio

Reggio Emilia: 500 anziani seguiti dai volontari con il Telefono Amico
Grazie al servizio gratuito di Telefono Amico, nel territorio cittadino di Reggio Emilia, Auser raggiunge 500 anziani soli a cui i volontari tengono compagnia e che vengono aiutati in caso di necessità con accompagnamenti verso strutture sanitarie, aiuto nel fare la spesa, nello sbrigare pratiche e molto altro.
In tutta la provincia di Reggio Emilia, nel 2021, sono stati 2.170 gli anziani (di cui il 72% donne, prevalentemente over 80) coinvolti dall’associazione in attività di compagnia telefonica. A questo link si può vedere il filmato andato in onda su TgReggio. CLICCA QUI

Fidenza (PR), tanti in campo per l’emergenza caldo e per aiutare gli anziani
Con le ondate di calore estive scatta anche l ‘ emergenza anziani. Il Comune, in collaborazione con Asp Distretto di Fidenza, ha messo a punto una serie servizi per aiutare i più deboli ad affrontare il grande caldo. Consegna gratuita di farmaci e spesa a domicilio: occorre rivolgersi alla segreteria Asp (0524/202711), dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 14, e il martedì e il giovedì dalle 8 alle 13 e dalle 14 alle 17. Servizi sociali dedicati agli anziani: si possono contattare le assistenti sociali di Asp, Carlotta Adorni (0524/202747) e Chiara Moraschi (0524/202722). L ‘ associazione culturale ri creativa, con sede al centro ex macello, apre le porte a tutti, anche ai non tesserati, dal lunedì al sabato dalle 14 alle 18. Per recarsi in strutture per visite mediche o disbrigo di pratiche, si può contattare il Filo d ‘ argento di Auser, chiamando lo 0524/523775.
Fonte: La Gazzetta di Parma

Rimini, un nuovo servizio di trasporto sociali per anziani e fragili
Un nuovo servizio di trasporto rivolto ad anziani, adulti non autosufficienti, persone fragili o a rischio di impoverimento economico, relazionale e sociale, in carico o segnalati dai Servizi Sociali del Comune. L’iniziativa «amplia il ventaglio di risposte ai bisogni di chi vive condizioni a rischio di emarginazione», spiega l’assessore Flaviana Grillo.
Il servizio è a cura del Comune in collaborazione con Auser Rimini e Filo D’Argento.
Per Info: 0541.343799
Fonte: Il Resto del Carlino

Montemurlo (PO): “Parla con noi”, contro la solitudine degli anziani in estate
Nasce con l’intento di aiutare le persone più fragili ‘Parla con noi’, il servizio voluto dal Comune di Montemurlo (PO) e realizzato insieme all’Auser Montemurlo. Il numero di telefono al quale rivolgersi è il seguente: 338.775310. Il servizio ‘Parla con noi’ nacque nell’aprile 2020, in piena pandemia, dalla volontà del Comune di Montemurlo e Auser di offrire un’opportunità di supporto e socializzazione agli anziani soli e più in generale alle persone più fragili. Una linea telefonica amica per condividere con qualcuno pronto ad ascoltare le ansie, le paure di un difficile momento e le necessità. Il servizio di ascolto e supporto, gestito dai volontari Auser, è attivo dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 18. Il servizio è aperto a tutti, ma è stato pensato in particolare per le persone più fragili e per gli anziani. Le telefonate sono un modo per condividere le preoccupazioni, ma anche per attivare i servizi territoriali, per riacquistare spazi di socialità. Ora che l’estate entra nel pieno con agosto alle porte il rischio che molti anziani, scoraggiati anche dall’afa persistente si isolino è ancora più forte: per questo l’amministrazione rilancia il servizio e invita gli anziani a chiamare i volontari per qualsiasi necessità, ma anche per scambiare qualche parola di compagnia. Dall’altro lato della cornetta ci sono due volontari dell’Auser Montemurlo, che hanno seguito un corso di formazione presso l’ufficio politiche sociali del Comune, in modo da essere pronti e preparati a rispondere a tutte le domande e le richieste d’aiuto.
Fonte: La Nazione

Borgomanero (NO): all’ingresso e al centro prelievi dell’Asl l’opera dei volontari Auser
All’ingresso dell’ospedale di Borgomanero entrano in azione gli «angeli» a disposizione degli utenti per fornire tutte le indicazioni ma anche per controllare che si attengano alle disposizioni in materia di sicurezza sanitaria. Nell’atrio dell’ospedale Ss. Trinità in viale Zoppis e all’ingresso del Centro Prelievi dell’Asl in via Monsignor Cavigioli è diventato operativo un servizio di informazioni ma anche di monitoraggio, per verificare ad esempio che chi accede alla struttura indossi correttamente la mascherina ed effettui la misurazione della temperatura corporea. Il servizio, regolato da una convenzione siglata dall’Asl e dalla sezione borgomanerese dell’Auser presieduta da Maria Bonomi, è stato affidato a un gruppo di volontari coordinati da Guido Panizza, di cui fanno parte anche Massimo Bordin, Emanuele Sgaramella, Bruna Savoini e Anna Tomasi. Alcuni di loro erano stati impegnati sino a qualche mese fa nei centri vaccinali cittadini a supporto del personale sanitario. Il servizio viene garantito ogni mattina, da lunedì a venerdì, nella fascia oraria compresa tra le 7,30 e mezzogiorno. I volontari forniscono indicazioni utili a chi deve effettuare visite, esami e prelievi ma anche a chi deve pagare il ticket dovuto per le prestazioni sanitarie. «Si tratta di un servizio molto importante per il nostro ospedale e per la nostra comunità – evidenzia la dottoressa Arabella Fontana, direttore del presidio ospedaliero per questo è doveroso rivolgere un sentito ringraziamento all’Auser e ai suoi volontari per quanto stanno facendo». «Ringraziamo tutto il mondo del volontariato e in particolare i volontari dell’Auser di Borgomanero – dice Angelo Penna, direttore generale dell’Asl Novara – per l’impegno e la collaborazione che continuano a mettere in campo dall’inizio della pandemia sino ad oggi, al fianco di tutto il sistema sanitario e a favore della popolazione del nostro territorio».
Fonte: La Stampa

Cuneo, il 5 agosto Festa provinciale dell’Auser al fresco della montagna
L’Auser Provinciale di Cuneo, dopo due anni di stop, a causa del Covid, organizza per venerdì 5 agosto, la grande festa Provinciale Auser,  nel verde del Real Park di Entraque.
Un’occasione molto attesa per ritrovarsi, condividere, e trascorrere una piacevole giornata all’aria aperta al fresco della montagna. “Nella mattinata dell’evento – raccontano i responsabili in una nota –  si organizzerà un incontro, sotto il tendone della struttura che ci ospita, con i partecipanti, che condivideranno i problemi da affrontare in questo difficile momento. Si parlerà delle code per i prelievi sui marciapiedi dell’ASL, della difficoltà a raggiungere gli Hub vaccinali “Covid”, dei tempi di attesa per visite ed esami che sovente vengono prenotati presso altri ospedali della provincia o addirittura della regione, degli accompagnamenti alle strutture sanitarie, delle difficoltà a fare la spesa o a sbrigare pratiche varie. Si discuterà anche di solitudine, del filo interrotto delle relazioni, dell’insicurezza e delle paure che ci trasmettono le informazioni dei media (epidemie, guerre, nuove povertà) e di molto altro ancora”. Bisogni e istanze che verranno esposti  verranno raccolti in un documento da presentare alle Istituzioni Sanitarie e Politiche dei vari territori, offrendo la sua collaborazione a cercare possibili soluzioni. Dopo l’incontro seguirà il pranzo sociale e nel pomeriggio un po’ di musica sulla pista del Real Park.
E’ prevista la partecipazione di un pullman dell’Auser di Fossano ed uno dell’Auser di Bra e, se necessario, una navetta da Cuneo.
Per informazioni: Auser Cuneo 0171- 601092 oppure Armando Oreste 3355961844

Montemesola (TA):  E…state con noi, fra piatti tipici e rievocazioni storiche
Cucina tipica, rievocazioni storiche, degustazioni e valorizzazione delle ricchezze del nostro territorio. Il tutto ” condito ” da una buona dose di intrattenimento. È tutto pronto a Montemesola per la consueta rassegna estiva ” E… Sta te con noi ” , organizzata dalla locale associazione turistica Pro Loco, con il patrocinio dell ‘ amministrazione comunale e dell ‘ Unpli Puglia, in collaborazione con le associazioniAsd Gioventù Montemesola, Ant e Auser, Confraternita di San Michele Arcangelo, i frantoiani, panificatori e produttori agricoli montemesolini. Un calendario ricco di eventi e novità che vedrà splendere ” Largo Osanna ” , ribattezzata dalla Pro Loco di Montemesola ” Piazza dei Sapori ” . La rassegna estiva si aprirà venerdì 29 luglio con il raduno dei cortei storici multi epoca a cui seguirà la XX edizione della Sagra delle Fave Bianche, rievocazione storica del banchetto nuziale del Marchese Andrea Saraceno, dove sarà possibile degustare il tipico piatto locale. A seguire si terrà la finale regionale de ” Il Cantagiro ” . Sabato 30 luglio invece, durante la sagra delle ” orecchiet te e fricielli maritati ” , altra per la della nostra cucina locale, si terrà la semifinale provinciale del concorso Lady Miss e Miss Summer Testimonial Pro Loco 2022. Durante l’ultima serata della rassegna, domenica 31 luglio, si terrà il tanto atteso Gran Festival dei Baffi, giunto alla sua quarantottesima edizione. L ‘ evento, nato nel 1965, fu presentato per la prima volta dal grande Pippo Baudo. La serata sarà allietata da uno spettacolo di burlesque e dalla impeccabile cucina locale in occasione della sagra dell ‘ arrosto dove sarà possibile degustare dell’ottima carne.
Fonte:  Gazzetta del Mezzogiorno

Castano Primo (MI), accordo tra Comune e Auser per sostenere le persone fragili
L’Amministrazione comunale di Castano Primo (MI) ha stipulato il completamento dell’accordo, già sottoscritto in forma sperimentale, con l’associazione Auser. Si tratta di un ulteriore tassello per mettere in campo una serie di iniziative e misure destinate alle persone più fragili e a quanti sono costretti a confrontarsi con situazioni di difficoltà e criticità.
Nello specifico, le attività concordate riguardano da una parte il servizio di mobilità territoriale con un apposito autoveicolo allestito e attrezzato per il trasporto di persone in situazioni di fragilità, con particolare attenzione agli anziani che hanno necessità di spostarsi (in maniera continuativa o occasionale) per raggiungere gli esercizi commerciali e il mercato dove acquistare generi e beni di prima necessità, o per altri servizi diurni; dall’altra, la promozione di eventi socio-culturali e corsi di vario genere, in collaborazione con altri enti presenti sul territorio e che si svolgeranno nella Casa dei Castanesi o a distanza, in modalità “da remoto”.
Fonte: malpensa24.it

San Giovanni in Marignano (RN): in spiaggia a Cattolica anche grazie ad Auser
Nonne e nonni marignanesi al mare. Il Comune ha organizzato due settimane insieme ad Auser per il benessere della terza età. Infatti, sono state 40 le adesioni di quest’anno all’iniziativa del Comune di San Giovanni in Marignano, Assessorato ai Servizi Sociali, per l’esperienza di ben due settimane al mare a Cattolica, ogni mattina dalle 6.30 alle 10.30. Il servizio ha previsto anche il trasporto da ogni frazione del Comune allo stabilimento balneare, dove i nonni hanno potuto usufruire di ombrelloni e lettini in formula completamente gratuita. A curare questa iniziativa, insieme all’amministrazione comunale, anche l’Associazione Auser che collabora con l’amministrazione nella gestione delle attività e proposte per la terza età attive tutto l’anno sul territorio e che gravitano attorno al Centro Ricreativo L’Amicizia. In occasione dell’ultimo giorno di mare,  si è condivisa una merenda, offerta dal Comune, presente nella figura del sindaco Morelli e vicesindaca e assessora ai Servizi Sociali Bertuccioli, insieme ai volontari e al presidente e vicepresidente Auser Massimo Fusini e Sauro Tonti e ai referenti dei Servizi Sociali Comunali.
Fonte: Corriere Adriatico

 
Carrara, successo dell’iniziativa di letture nel parco
La riscoperta del piacere della lettura è passata anche dal Parco Puccinelli di Carrara con “Torniamo a raccontare”, uno dei numerosi progetti promossi da  Auser Carrara nell’ambito dell’iniziativa culturale “Il libro oltre la siepe”. Un evento, che ha regalato ai visitatori la possibilità di gustarsi una giornata al fresco in compagnia di un buon libro. Un percorso durato un mese, che è entrata nel cuore di adulti e bambini e, alla chiusura, molti hanno espresso il desiderio di avere una zona del parco dedicata allo scambio di libri, soprattutto i più piccoli.
Fonte: La Nazione

 
Gallarate (VA): rinnovata al 2024 la convenzione con Auser per il trasporto dei disabili
Sarà ancora Auser Gallarate a organizzare e gestire i servizi di trasporto scolastici, riabilitativi e saltuari a favore di persone disabili, minori e anziani residenti nel territorio di Gallarate e del Distretto di zona che comprende i Comuni del circondario.  La nuova convenzione della durata biennale e dal valore economico di 50mila euro è stata approvata dalla giunta Cassani all’unanimità durante l’ultima seduta. Nell’ultimo triennio Auser Gallarate ha già svolto questa attività con risultati più che positivi, nonostante le difficoltà conseguenti allo scoppio della pandemia. L’associazione ha fatto sapere di essere in grado di proseguire per ulteriori due anni ad organizzare e gestire, tramite i propri volontari e mezzi di cui dispone, un servizio integrato di trasporti sociali ricomprendenti sia i trasporti individuali che collettivi rispondenti a molteplici bisogni anche in situazioni di emergenza. La convenzione è stata dunque riproposta per 24 mesi per trasporti continuativi di 25 persone a regime nell’ambito della provincia di Varese, entro 30 chilometri di distanza da Gallarate, e per 100 trasporti annui, a richiesta dei Comuni, nel medesimo ambito territoriale. Aggiunge Renato Losio, presidente di Auser Gallarate: «Non mi piace chiamarla convenzione, ma progetto, perché abbraccia vari di tipi di fragilità. In questi anni ci siamo resi disponibili per affrontare tutta una serie di emergenze che non erano prevedibili, come il Covid o l’arrivo degli ucraini in città a seguito dello scoppio della guerra nel loro Paese». Al centro del progetto resta dunque il trasporto dei disabili, fondamentale e importantissimo. «Ma con questo nuovo accordo abbiamo formalizzato un sistema ben più ampio».
Fonte: malpensa24.it

Zinasco (PV), in un anno 567 trasporti sociali “servono volontari, la domanda di aiuto cresce”
Cerca volontari l’Auser di Zinasco.. Un’associazione nata nel 2006, afferma il presidente Eugenio Dossi che lo scorso anno ha accompagnato 567 persone, non solo soci, nelle strutture sanitarie provinciali. «Abbiamo operato anche durante questi anni di pandemia e, di questi 567 accompagnamenti, 62 hanno riguardato le vaccinazioni anti Covid – spiega Dossi -. La nostra sede è in uno spazio messo a disposizione gratuitamente dal Comune che, lo scorso anno, ci ha erogato un contributo di 747,36 euro». Dall’Auser spiegano che i soci sono 82, gli utenti 67, circa 13200 i chilometri percorsi, 662 le ore dedicate dai volontari ai servizi, mentre quelle svolte in ufficio per pratiche amministrative sono state circa 800. «Un ringraziamento va ai volontari e ai cittadini di Zinasco – dice il presidente -. L’Auser continuerà a svolgere il suo servizio con tanta dedizione».
Fonte: La Provincia Pavese


Associazionismo Volontariato Terzo Settore

Il nuovo Quaderno di Cesvot: “L’impatto della digitalizzazione negli enti del terzo settore”
È stato pubblicato l’ottantanovesimo volume della Collana I Quaderni di Cesvot: “L’impatto della digitalizzazione negli enti del terzo settore. Prospettive giuridiche e sociali” di Matteo Trapani, dottore di ricerca presso l’Università di Pisa e avvocato esperto di innovazione sociale e digital transformation. La pubblicazione nasce da una ricerca promossa da Cesvot e condotta dal Dipartimento di diritto pubblico dell’Università di Pisa con l’obiettivo di fornire una fotografia del terzo settore su: stato di avanzamento digitale, costi legati alla digitalizzazione, competenze digitali, innovazioni in tema di gestione dei processi interni all’organizzazione derivanti dalla fase storica della pandemia da Covid-19 che ha costretto a utilizzare maggiormente i sistemi a distanza. Alla ricerca hanno partecipato 400 enti di terzo settore impegnati nei settori: culturale, sportivo e ricreativo (36%), sanitario (23,3%), socio assistenziale (21,7%), mentre il restante 19% afferisce ai settori legati all’istruzione e alla ricerca, all’ambiente, allo sviluppo economico, alla tutela dei diritti, alla cooperazione e alla filantropia. I dati raccolti nella ricerca hanno evidenziato come, alla luce della nascita di nuove funzioni ed obblighi digitali, numerose sono le criticità organizzative e competenziali che attengono a tre differenti categorie: la formazione, le modalità organizzative e le previsioni normative. Tra i dati più significativi si nota che la spesa percentuale in ambito ICT (Information and Communication Technologies) non supera il 5%. Inoltre solo il 6,25% ha partecipato a progetti insieme ad enti di ricerca, università o altri soggetti pubblici o privati per aumentare il proprio livello di competenze digitali e infrastrutturale. La formazione sui temi legati al digitale è stata prevista solo dal 19,50% degli enti di terzo settore intervistati, a fronte di un riconoscimento del 68% dell’impatto del digitale sulla propria organizzazione e attività. La formazione si rende necessaria se consideriamo che il 67,75% degli ets chiede di sviluppare progetti e piattaforme digitali con la Regione Toscana e gli enti locali nell’ottica di mettere in atto percorsi di partecipazione, co-progettazione e co-programmazione.
Il Quaderno è scaricabile gratuitamente in formato pdf a questo link, previa registrazione all’area riservata MyCesvot.

Servizio Civile per non perdere una generazione di giovani
Gli ultimi due anni hanno ulteriormente aumentato la marginalità sostanziale dei giovani nella capacità di pesare nelle scelte politiche e economiche, generando nuovi comportamenti; si sono accresciute alcune difficoltà e tardano impatti positivi del PNRR.
“Questo ci dicono le varie ricerche nazionali e internazionali e questo si è riflesso anche nel Servizio Civile Universale.  Complice la dilatazione dei tempi del ricorso avvenuti durante il bando, alcuni alert già presenti in precedenza si sono accentuali. La generazione Z –  che rappresenta il nostro riferimento – sta cambiando i paradigmi con cui si mette in relazione con la società, e necessita di approcci diversi per non diventare una generazione esclusa.” Con questa premessa, il presidente Licio Palazzini, ha introdotto i lavori dell’Assemblea di ASC aps tenutasi il 20 Luglio scorso, appuntamento che prosegue idealmente la discussione iniziata con l’assemblea di maggio.
“A maggio abbiamo iniziato un percorso di riflessione sull’evoluzione dell’approccio dei giovani al servizio civile, partendo dai numeri dell’ultimo bando e dagli esiti dei colloqui, segnati da un numero di assenze più alto del recente passato. Ora, con i progetti avviati e gli operatori volontari in servizio, ci siamo confrontati sui trend sociali in atto, sulle risposte che arrivano dai giovani e le sfide che abbiamo di fronte come istituzioni e organizzazioni”. “Essere una associazione con circa 1000 organizzazioni aderenti, presenti sull’intero territorio nazionale, ci offre una lettura multiforme dell’Italia giovanile e riusciamo a vedere, come in un prisma, le tante diverse facce di quest’epoca”  ha proseguito Licio Palazzini.
ASC Aps è la più grande associazione di scopo italiana dedicata esclusivamente al servizio civile cui aderiscono – relativamente al servizio civile – 5 associazioni nazionali (Arci, Arciragazzi, Auser, Legambiente, Uisp) decine e decine di organizzazioni locali. È anche l’unica associazione ad avere disponibili le serie complete di dati, approfondimenti ed analisi sui giovani in servizio civile a partire dal 2009.


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it www.auser.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

MENU