Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 25 numero 37 – 19 ottobre 2022

Scritto da
19 Ottobre 2022

Agenzia settimanale – Anno 25 numero 37 – mercoledì 19 ottobre 2022
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

Auser aderisce alla manifestazione nazionale per la pace del 5 novembre a Roma
Cessare il fuoco immediatamente tra Russia e Ucraina. Convocare una conferenza internazionale di pace sotto l’egida dell’Onu. Mettere al bando tutte le armi nucleari. Questi i  punti principale  della piattaforma che, il prossimo 5 novembre a Roma, riporterà in piazza il movimento per la pace. Sarà una manifestazione nazionale, quella convocata dalla rete Europe For Peace, formata dalle principali reti per la pace in Italia con l’adesione di centinaia di organizzazioni tra cui Auser. “La minaccia nucleare incombe sul mondo”, avverte con allarme la piattaforma della manifestazione, ed è “responsabilità e dovere degli Stati e dei popoli fermare questa follia. L’umanità e il pianeta non possono accettare che le contese si risolvano con i conflitti armati. La guerra ha conseguenze globali: è la principale causa delle crisi alimentari mondiali, ancor più disastrose in Africa e Oriente, incide sul caro-vita, sulle fasce sociali più povere e deboli, determina scelte nefaste per il clima e la vita del pianeta. La guerra ingoia tutto e blocca la speranza di un avvenire più equo e sostenibile per le generazioni future.  Per interrompere la guerra sottolinea la piattaforma, “l’Italia, l’Unione Europea e gli Stati membri, le Nazioni Unite devono assumersi la responsabilità del negoziato” che fermi “l’escalation” e raggiunga l’immediato cessate il fuoco. È urgente lavorare ad una soluzione politica del conflitto, mettendo in campo tutte le risorse e i mezzi della diplomazia al fine di far prevalere il rispetto del diritto internazionale, portando al tavolo del negoziato i rappresentanti dei governi di Kiev e di Mosca, assieme a tutti gli attori necessari per trovare una pace giusta”. “Chiediamo al Segretario generale delle Nazioni Unite di convocare urgentemente una Conferenza internazionale per la pace, per ristabilire il rispetto del diritto internazionale, per garantire la sicurezza reciproca e impegnare tutti gli Stati ad eliminare le armi nucleari, ridurre la spesa militare in favore di investimenti per combattere le povertà e di finanziamenti per l’economia disarmata, per la transizione ecologica, per il lavoro dignitoso”.
Per info e adesioni: https://retepacedisarmo.org/europe-for-peace/
 
 
L’Auser alla mobilitazione di Europe For Peace che ritorna nelle piazze di tutta Italia dal 21 al 23 ottobre per chiedere la Pace
La coalizione Europe for Peace, formata dalle principali reti per la pace in Italia con l’adesione di centinaia di organizzazioni,  preoccupata per l’escalation militare che ha portato il conflitto armato alla soglia critica della guerra atomica, torna  dal 21 al 23 ottobre, nelle piazze italiane per chiedere percorsi concreti di Pace in Ucraina e in tutti gli altri conflitti armati del mondo.
Per info: www.sbilanciamoci.info/europe-for-peacewww.retepacedisarmo.org

La coperta della pace arriva a Salerno, è lunga 200 metri
La coperta della pace è in marcia verso Salerno . L’iniziativa  è stata proposta ad Auser  Salerno Centro dalla presidente del “Salotto letterario Donata Doni” di Lagonegro, Agnese Belardi. “Abbiamo subito accettato e coinvolto il Comune di Salerno per avere i dovuti permessi ed anche altre associazioni con cui siamo in rete -sottolinea la responsabile -. E così sabato 29 ottobre 2022 alle 11.00 ci ritroveremo davanti la nostra sede Auser in  via Portacatena e dopo i saluti Istituzionali con l’assessore alle Politiche Sociali Paola De Roberto e il Consigliere comunale e Presidente della Commissione Bilancio Fabio Polverino, e Carminuccia Marcarelli referente Osservatorio Antidiscriminazione e CittadinanzaAttiva Campania, ci incammineremo per il Centro Storico di Salerno con 200 metri di coperta”.
La coperta della pace è realizzata con lana riciclata ed ha già visitato alcuni comuni della Calabria, Castrovillari e Tortora per indicarne alcuni, e comunità lucane, Lauria, Matera, Procida..  Un gesto simbolico contro ogni forma di violenza, contro ogni tragedia che vede coinvolte donne e bambini vittime dell’odio. Una risposta al bisogno di Pace, un grido forte che parte dalle terre del Sud ed ora anche da Salerno.

Comunicazione e Terzo Settore, se ne parla a Milano il 19 ottobre nell’evento organizzato da Auser Lombardia per il Progetto Trame
Un incontro per fare il punto sulle azioni di comunicazione ed engagement svolte dal mondo del Terzo Settore e rivolte alla cittadinanza attiva e ai giovani. “Progetto Trame: le prospettive sulla comunicazione del terzo settore e il dialogo con i giovani”, si terrà mercoledì 19 ottobre a Milano – dalle ore 10 alle 13 – nella Sala Solari del Centro Congressi Palazzo delle Stelline in corso Magenta 61. L’evento è promosso da Auser Regionale Lombardia ed intende esplorare il ruolo della comunicazione nel non profit, il suo livello strategico nella promozione delle attività e dei servizi cosi come di identità, valori e mission. Un particolare focus sarà dedicato alla partecipazione attiva dei giovani e alle tecniche per poter intercettarne la voglia di impegno civile. Sono previsti interventi di:  Fulvia Colombini, Presidente di Auser Regionale Lombardia; Alessandra Locatelli, Assessore Politiche Sociali Regione Lombardia; Sergio Silvotti, Segretario del Forum del Terzo Settore Lombardia. A seguire la tavola rotonda con la partecipazione di:Stefano Bolognini, Assessore Giovani e comunicazione Regione Lombardia;  Maurizio Trezzi, docente di comunicazione sociale Univ. Iulm di Milano; Nadia Liistro, resp. Ufficio Progetti Volontariato UNIMI; Giambattista Anastasio, giornalista Il Giorno; Nicola Basile, esperto accountability per il Terzo Settore.
Durante l’evento saranno presentati gli esiti delle ricerca svolta durante il progetto Trame Lombardia, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e da Regione Lombardia, che ha posto fra i suoi obiettivi primari proprio la comunicazione e l’iniziativa: “Io Ci Sono”, promossa nell’ambito del progetto Trame di Condivisione, che ha voluto creare un ponte tra il mondo del non profit e gli studenti dei principali atenei lombardi attraverso nuove modalità e occasioni di incontro.
Per Info. trame@tramelombardia.it Ufficio Stampa “Trame di Lombardia” Strategycom
Viale Brianza, 31 – Milano Tel. 347 9738060

Belluno, riprese a pieno ritmo le attività culturali delle Università Popolari Auser
Con ottobre sono ripresi a pieno ritmo gli Anni accademici della quattro Università Popolari che l’Auser conta in provincia: Alpago, Belluno, Domegge e Ponte nelle Alpi. I programmi predisposti si presentano tutti ricchi di spunti e variati nelle materie che spaziano dalla letteratura alla storia, dalle scienze alla musica, dalla medicina all’arte, dall’ambiente all’interculturalità. Naturalmente gli argomenti e lo scadenzario delle lezioni risentono delle peculiarità locali, dando spazio anche a figure significative di bellunesi, aspetti geologici dolomitici, avvenimenti storici strettamente legati ai territori locali. Nello specifico l’Università Auser del Capoluogo, il 1° ottobre, per l’inaugurazione dell’anno, ha scelto il Santuario dei Santi Vittore e Corona di Anzù di Feltre, accompagnando la presentazione del programma con un concerto dell’Ensemble Murmur Mori. Le lezioni si tengono due volte alla settimana, il mercoledì e il venerdì dalle ore 15.00 alle ore 17.00, momentaneamente nella Sala Bianchi in viale Fantuzzi. Prossima lezione in calendario, venerdì 14, “Masse, potere e ribellione. Introduzione alle società totalitarie del ‘900” a cura di Francesco P. Franchi. Diversa la situazione dell’Università dell’Alpago, che ha ripreso i propri incontri dopo una pausa lunga quasi 2 anni dovuta alla pandemia Covid. Nonostante ciò le iscrizioni si sono mantenute quasi costanti e questo ha dato la spinta per ricominciare con una lezione a settimana il giovedì. Il 6 ottobre, presso la sala Placido Fabris di Pieve-Alpago c’è stato il primo incontro, presente anche il sindaco Alberto Peterle che ha garantito il supporto dell’Amministrazione Comunale. Al via anche l’Università popolare Auser di Domegge, anch’essa con una lezione settimanale nelle giornate di mercoledì alle 15.00 nei locali della storica Casa Barnabò. Infine, l’Università di Ponte nelle Alpi dà appuntamento tutti lunedì alle ore 15.00 presso la sala Tina Merlin della Biblioteca Comunale; il 17 Augusto Modolo intretterrà su “Carte geografiche che rappresentano il nostro territorio nella storia”. I programmi completi sono reperibili presso la Segreteria dell’Auser provinciale in piazza Mazzini 11 a Belluno dal lunedì al mercoledì mattina (tel. 0437 944619), o consultando il sito www.auser.it.

 
Tutti i giorni, sul nuovo sito di Auser Puglia, le «pillole per la salute»

Sull’home page del  nuovo sito di Auser Puglia è stato avviato lo spazio “La solitudine fa male” con una sezione con notizie, riflessioni, spunti e informazioni per affrontare al meglio la solitudine e i suoi effetti sulla salute.
“Troppa solitudine fa male, soprattutto se non voluta e persistente -si legge – . Bisogna sforzarsi di passare più tempo possibile insieme agli altri, magari donando un po’ di compagnia a chi  è solo. Non è solo un imperativo morale, ma anche quanto è emerso da una ricerca condotta da un gruppo di studiosi coordinati dall’Università di Boston (Usa) e dal King’s College di Londra, i cui risultati sono stati pubblicati dalla Fondazione Veronesi.  Dalla ricerca è emerso che la mancanza di contatti sociali può aprire la via a malattie mentali, come l’Alzheimer, soltanto se è non voluta e persistente”

Bergamo, “La storia che abbiamo vissuto” il nuovo corso dell’Università Tu Progetto Essere
Ripartono i corsi della terza università «Tu» associazione culturale promossa da Cgil, Spi, Arci e Auser di Bergamo a Villa di Serio. Il corso è intitolato «La storia che abbiamo vissuto» promosso con il patrocinio e il contributo dell’amministrazione comunale. Le lezioni in calendario ogni mercoledì, dalle 15 alle 17,15, a partire da oggi fino al 16 novembre, si svolgeranno nella sala delle Carrozze della biblioteca ubicata nelle scuderie della seicentesca villa Carrara, sede del comune. Relatore dell’intero corso, sarà il professore Gianluigi Della Valentina, docente di storia di economica e storia contemporanea, con un ciclo dedicato all’Italia del dopo guerra dall’emigrazione allo sviluppo passando per il miracolo economico e gli anni di piombo. Il corso riprenderà in febbraio con un ciclo di lezioni sulle relazioni familiari insieme a Giovanna Ramona Vespasiano psicologa-psicoterapeuta.
Per informazioni e iscrizioni tel. 035/654670.
Fonte. Eco di Bergamo

Sant’Elpidio a Mare (FM), pasti a domicilio per le persone fragili preparati dagli studenti
È stato recentemente riattivato il progetto in rete Porta a porta della solidarietà Delivery  a Sant’Elpidio a Mare (FM) promossa dall’istituto di istruzione superiore Carlo Urbani sede di Sant’Elpidio a Mare – indirizzo Gastronomia. Si tratta di un progetto che coinvolge alunni e docenti, in collaborazione con l’assessorato ai servizi sociali del Comune, il servizio Domiciliare e l’associazione Auser.
Il progetto ha coinvolto circa 15 persone tra utenti/cittadini in carico al servizio di assistenza domiciliare e cittadini del territorio. Gli alunni dell’istituto hanno preparato i pasti da asporto confezionati in compostabili take-away (primi/secondi e contorni) e l’associazione Auser con il suo autista e l’assistente domiciliare referente, hanno consegnato i pasti presso il domicilio delle persone coinvolte.
La consegna a domicilio avverrà due volte a settimana, di norma il martedì ed il giovedì dalle ore 11 alle ore 13 circa.
Una progettualità solidale in rete, semplice, ma efficace in un periodo storico economico e sociale molto difficile per tutta la comunità ed in particolare per cittadini già in difficoltà.
Fonte: Corriere Adriatico

 
Belluno, inaugurato il nuovo Circolo Auser “Al Cortivo”

Auser Belluno ha inaugurato nei giorni scorsi a Bes di Belluno, in via Canzan 238, il ventiduesimo Circolo attivo in provincia. Una realtà fortemente voluta da un gruppo di cittadini che già avevano dato vita a momenti di ritrovo e socializzazione per persone della terza età residenti nelle frazioni di Sois e Bes della Città capoluogo di provincia. Ora tutti i passaggi formali sono stati compiuti e il Circolo ha preso forma. Nell’Auser e nella sua Carta dei Valori associativi, ispirata ai principi di valorizzazione delle persone, all’equità sociale e alla solidarietà, Giuseppina Fant e i suoi collaboratori hanno trovato l’affinità per la costituzione del Circolo di Sois-Bes “Al Cortivo”.  Con una breve cerimonia inaugurale della sede nei locali concessi dalla Parrocchia, il pomeriggio è proseguito  a Sois con lo scoprimento nella piazzetta della targa dedicata al famoso fotografo bellunese Mario De Biasi. Conclusione con un rinfresco sotto il tendone della sede degli Alpini.

Vigevano (PV), il gioco della tombola che unisce le persone
Al nuovo centro sociale dell’Auser ogni mercoledì ora si gioca a tombola. Nella nuova sede l’associazione di volontariato e di promozione sociale, tutti i mercoledì dalle 14 alle 16 si giocherà a tombola, mentre tutti gli altri giorni «ci si potrà ritrovare – spiega Graziella Pinato, segretaria dell’associazione – per trascorrere dei pomeriggi in compagnia».
La nuova sede è in corso Genova 204, al posto di un’ex officina. Oltre all’indirizzo sono cambiati anche i numeri di telefono: i nuovi sono il fisso 0382.316070 e il cellulare 389.6278035.
Fonte: La Provincia Pavese

Capua (CE), inaugurate le attività culturali del nuovo anno
Lo scorso cinque ottobre,  Auser Capua è stata invitata, presso l’Aula Magna Università L. Vanvitelli a Capua, al Meeting “Il Falco dialoga col territorio  Quinta Edizione”.
E’ stato così inaugurato il nuovo anno di attività. Una cerimonia molto  partecipata, presenti il sindaco, le autorità locali e i rappresentanti di numerose associazioni. E’ stata anche l’occasione per consegnare i premi agli allievi più meritevoli.  Un fiore all’occhiello per Capua.

Benevento, alla scoperta della storia del profumo
All’Auser Filo d’Argento di Benevento un incontro sull’affascinante tema della storia del profumo, simbolo di magia e di fascino al tempo stesso, con la partecipazione della Dr.ssa Petronilla Liucci, esperta del settore e creatrice di magiche fragranze. L’appuntamento è per  giovedì 20 ottobre, alle ore 17,30 ,presso la Sala Cesvolab, Viale Mellusi, 68.
Fonte: ilvaglio.it
 
 
Forte dei Marmi (LU), al via lo sportello di ascolto psicologico

A giorni parte il primo sportello di ascolto comunale per le consulenze gratuite con lo psicologo. Il progetto dell’Auser – partirà in via sperimentale per la durata di 6 mesi – è stato voluto dall’assessore al sociale Simona Seveso. «Sono convinta che proseguiremo – dice – perchè lockdown e covid hanno spostato gli equilibri ed è importante investire nel benessere dei cittadini». Inoltre il Comune ha aderito alla campagna nazionale «Vivere meglio» dell’ordine degli psicologi per trovare sul web professionisti disponibili e vicini per sedute gratis».
Fonte: La Nazione

Aquileia (UD), cucito creativo con l’Auser
Auser Insieme Bassa Friulana con il patrocinio del Comune di Aquileia (UD) propone ai propri soci un corso di cucito creativo che rimanda ai vecchi tempi, offrendo però un rinnovato approccio con l’arte, fantasioso e divertente. Inserita nell’ attività di “invecchiamento attivo – stili di vita: movimento e socializzazione” la scuola di cucito creativo, prevede otto lezioni, ogni martedì dalle 14.00 alle 17.00, ospitata dalla Piccola Pinacoteca di Aquileia, in via Roma 48.
Per informazioni ed iscrizioni rivolgersi a: Danila Bergamo, coordinatrice Auser di Aquileia, ( cell. 339 8426746); Cinzia Razza, referente dell’iniziativa (tel. 339 2799827); alla sede AUSER di Cervignano del Friuli, tel. 0431 887621, tel. 370 3076107. La priorità è riservata ai soci 2022 di Auser Insieme Bassa Friulana APS.
Fonte: Udine Today

Gallarate (VA): conoscere le piante spontanee, conferenza all’Auser
“Stili di vita, le piante spontanee a uso alimentare: una preziosa risorsa per il nostro benessere” è il titolo della conferenza promossa da Auser Insieme di Gallarate,  a cura dell’antropologa Mariapia Macchi. L’appuntamento è per il 25 ottobre alle ore 17,30, i presenti potranno ritirare in omaggio una copia della pubblicazione ’Il Dono della Madre Terra: cuciniamo con le erbe selvatiche» di M. Macchi. Al termine della presentazione verrà offerto un aperitivo. L’incontro si svolgerà presso la sede di Auser Insieme di Gallarate, Via del Popolo n. 3 – su prenotazione.
Per informazioni e/o iscrizioni: Tel. 0331701069 – 0331771055 auserinsiemegallarate@gmail.com

 
Romito Magra (SP), laboratorio creativo per le decorazioni natalizie
Non solo libri, feste, ritrovi, corsi, passeggiate, incontri nelle piazze, tra i tanti eventi che organizza l’associazione di volontariato Auser Spi di Romito Magra, sono iniziati da qualche giorno anche i laboratori creativi per nonni e nipoti chiamati ‘Natale con i tuoi…’. Gli incontri serviranno per imparare a creare simpatici regalini, decorazioni, segnaposto per il Natale. Gli appuntamenti si svolgono ogni martedì, a partire dalle 15 al patronato Spi-Auser, dove alcune volontarie organizzano i laboratori per grandi e piccini, per la realizzazione di piccoli oggetti natalizi, gratuitamente.
Per motivi organizzativi, è obbligatoria la prenotazione.
Per informazioni e prenotazioni Barbara 393 383 3173 o Paola 347 8186092
Fonte: La Nazione


Anziani e dintorni

Al via un’indagine nazionale sulle condizioni socio-economiche delle famiglie dei pazienti con demenza. L’ISS capofila di sette progetti grazie al Fondo Demenze
E’ stata avviata un’indagine nazionale sulle condizioni sociali ed economiche dei circa 10 mila familiari dei pazienti con demenza: è possibile compilare il questionario dedicato attraverso il seguente link. L’indagine è  promossa dall’Osservatorio Demenze dell’ISS in collaborazione con l’Associazione Alzheimer Uniti Italia,  Il questionario, accessibile all’indirizzo: www.famiglie.demenze.it, è completamente anonimo, ed ha ricevuto l’approvazione del Comitato Etico dell’Istituto Superiore di Sanità.
La compilazione del questionario richiede circa  10 minuti. Questa iniziativa rientra nelle attività del Fondo per l’Alzheimer e le Demenze (Legge n. 178 del 30 dicembre 2020,  https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/12/30/20G00202/sg/).
In Italia, il numero totale dei pazienti con demenza è stimato in oltre un milione (di cui circa 600.000 con demenza di Alzheimer) e circa tre milioni sono le persone direttamente o indirettamente coinvolte nella loro assistenza, con conseguenze anche sul piano economico e organizzativo. Il fenomeno è in aumento per l’invecchiamento della popolazione. Secondo le proiezioni demografiche, riportate dal sito del Ministero della salute, sulla base dei trend attuali, nel 2051 ci saranno 280 anziani ogni 100 giovani, con aumento di tutte le malattie croniche legate all’età, e tra queste le demenze.

IV Rapporto Domina, sempre più “badanti” uomini  nell’assistenza familiare
Non più solo “le badanti”, ma sempre più “i badanti”: dal 2015 a oggi, l’incremento della presenza maschile nell’assistenza familiare è stato di quasi il 30%. Non solo: l’incremento della presenza maschile è stato di quasi il 30%. Questo nuovo volto maschile del lavoro domestico di cura è uno dei dati più rilevanti emersi dalle anticipazioni del IV Rapporto Annuale Domina. Nel 2021, il numero di lavoratori domestici è aumentato rispetto all’anno precedente, arrivando a 961.358 unità. “In pochi sanno, però, che questa crescita è trainata soprattutto dalla componente maschile – osserva Domina – Rispetto al 2015, l’aumento complessivo è di poco più di 50 mila unità (+6,3%). Se le donne hanno registrato un aumento di solo il 3,2%, l’incremento della presenza maschile è stato di addirittura il 27,9%”. Di conseguenza, aumenta anche l’incidenza degli uomini sui lavoratori domestici totali. Se fino al 2019 gli uomini rappresentavano meno del 12% del totale, la percentuale ha superato il 13% nel 2020 e addirittura il 15% nel 2021.
Tra le donne, nel 2015 il divario tra colf e badanti era netto, con un rapporto di 12 colf ogni 10 badanti. Il gap è stato colmato nel 2019, arrivando ad una sostanziale parità, per poi seguire una tendenza simile nei due anni successivi, con l’aumento del 2020 e la stabilizzazione del 2021. Tra gli uomini, invece, gli operatori dedicati alla cura delle persone (badanti) sono passati progressivamente da 28 mila a 41 mila, registrando un +47,7%. Gli addetti alla cura della casa (colf), hanno registrato invece un trend di calo progressivo fino al 2019, per poi crescere nel 2020 e 2021.
Fonte: Redattore Sociale


 Associazionismo Volontariato Terzo Settore

Povertà assoluta ai massimi storici: coinvolge 1,9 milioni di famiglie. Il rapporto Caritas
Sono 1 milione 960 mila, pari a 5.571.000 persone (il 9,4% della popolazione residente) le famiglie in povertà assoluta in Italia. L’incidenza si conferma più alta al Sud (10% dal 9,4% del 2020) mentre scende in misura significativa al Nord, in particolare nel Nord-Ovest (6,7% da 7,9%). In generale, nel 2021 la povertà assoluta conferma i suoi massimi storici toccati nel 2020, anno di inizio della pandemia da Covid-19. Lo dice la Caritas italiana nel suo 21° Rapporto su povertà ed esclusione sociale dal titolo “L’anello debole”. Il testo prende in esame le statistiche ufficiali sulla povertà e i dati di fonte Caritas, provenienti da quasi 2.800 centri di ascolto su tutto il territorio nazionale.
Per info: Redattore Sociale

 
Forum Terzo Settore:  “Al nuovo parlamento chiediamo impegno per sostenere l’economia sociale”

 “Al nuovo Parlamento, a cui facciamo i nostri auguri di buon lavoro, chiediamo che si impegni presto a promuovere e sostenere un’economia più inclusiva, sostenibile e partecipata. L’inizio della legislatura coincide con il convegno internazionale sull’economia sociale, che accende i riflettori su un modello economico, di cui il Terzo settore è il principale attuatore, in grado di dare risposte ai bisogni sociali e ambientali, oltre che economici del Paese, e che rappresenta una chiave fondamentale per uscire dalla crisi attuale”. Così Vanessa Pallucchi, portavoce del Forum Terzo Settore, al Convegno internazionale sull’Economia sociale organizzato in collaborazione con il Ministero del Lavoro. “Sull’economia sociale l’Italia già rappresenta un modello per gli altri Paesi europei, ma vanno rafforzate quelle condizioni che possono rendere l’economia sociale una risposta innovativa e diffusa alle crisi generate dall’attuale modello di sviluppo. Sarebbe un bel segnale verso il Paese – prosegue – se il nuovo Parlamento, tra i suoi primi atti, prevedesse misure in questo senso, dimostrando di avere cura e attenzione per il Terzo settore, sostenendolo nella costruzione di nuove opportunità economiche e sociali per i nostri territori”. “Tra le misure più urgenti, ci sono sicuramente gli aiuti a tutte quelle realtà sociali che, a causa dei rincari dell’energia, non riescono a proseguire le loro attività, che molto spesso sono rivolte proprio alle categorie più fragili e ancora più indebolite dal caro-bollette” ha concluso la  Pallucchi.


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it www.auser.it

 

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU