Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 25 numero 38 – 26 ottobre 2022

Scritto da
26 Ottobre 2022

Agenzia settimanale – Anno 25 numero 38 – mercoledì 26 ottobre 2022
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

Auser  alla manifestazione nazionale per la pace del 5 novembre a Roma
Cessare il fuoco immediatamente tra Russia e Ucraina. Convocare una conferenza internazionale di pace sotto l’egida dell’Onu. Mettere al bando tutte le armi nucleari. Questi i  punti principale  della piattaforma che, il prossimo 5 novembre a Roma, riporterà in piazza il movimento per la pace. Sarà una manifestazione nazionale, quella convocata dalla rete Europe For Peace, formata dalle principali reti per la pace in Italia con l’adesione di centinaia di organizzazioni fra cui Auser.
Per info: https://retepacedisarmo.org/europe-for-peace

Borgomanero (NO), riapre l’ambulatorio della solidarietà Auser con 15 specialità e un bel gruppo di medici volontari in pensione
Riapre dopo il periodo dell’emergenza sanitaria l’ambulatorio polispecialistico gratuito dell’Auser in piazza 25 Aprile. L’ambulatorio che offrire visite e prestazioni specialistiche gratuite per le persone indigenti, torna in piena attività, come hanno spiegato la presidente dell’Auser di Borgomanero Maria Bonomi, e due dei medici che offrono il loro servizio, Sergio e Carmelo Cavallaro. « Riprendiamo con 15 specialità, dall’urologia alla cardiologia, dalla chirurgia all’ortopedia, e speriamo di poter potenziare l’offerta con dermatologia e diabetologia. Inoltre vengono effettuate in ambulatorio ecografia e holter». L’équipe del poliambulatorio si è arricchita di 6 medici di famiglia appena andati in pensione. Il poliambulatorio di Borgomanero riparte, come ha precisato il dottor Carmelo Cavallaro, con 20 medici, un infermiere, due amministrativi e 5 addetti alla segreteria, «tutto personale volontario che si mette a disposizione della comunità in modo gratuito». Una delle novità è costituita dalla piattaforma informatica che è stata realizzata per gestire gli accessi, organizzare le agende dei medici, costruire le cartelle cliniche degli utenti. A realizzare le applicazioni informatiche è stata un’altra associazione di volontariato lombarda, «La Calla».
Per far conoscere alla cittadinanza le attività dell’ambulatorio, verranno organizzate delle conferenze che affronteranno le tematiche sanitarie; una sarà un vero e proprio dibattito con la città per capire quali siano le necessità delle persone e cosa possa essere modificato o migliorato nell’organizzazione del poliambulatorio che, nato nel 2010, ha erogato da 2 mila a 2.200 prestazioni l’anno; tolto il periodo della pandemia, oltre 20 mila totali.
Fonte: La Stampa

Imperia, al via il progetto “Nicchie relazionali diffuse” a sostegno degli over 70 soli e fragili
Decolla il progetto di sostegno alle persone anziane e sole, promosso dall’Organizzazione di volontariato Caritas intemelia in collaborazione con Spes e Auser, grazie al contributo di Fondazione Carige. Obiettivo dell’iniziativa, che prevede una relazione con 40 persone «diversamente giovani», nell’ambito del progetto «Nicchie relazionali diffuse», è quello di raggiungere gli over settantenni sul territorio, far loro sentire meno la solitudine, aiutarli nelle piccole mansioni quotidiane. Il problema è molto sentito, visto che la Spes ha quantificato in oltre 3mila gli anziani con più di 75 anni che vivono soli, sulla costa e nell’immediato entroterra. Il 60% dei quali donne. E per questo si cercano volontari da affiancare all’operatore assunto grazie al progetto e per proseguire l’iniziativa anche nel futuro. Il progetto “Nicchie relazionali diffuse” si rivolge agli over 70 ed ha come scopo quello di sostenerli e farli sentire meno soli, soprattutto dopo l’emergenza Covid che ha messo a dura prova le relazioni ed acuito un senso di vulnerabilità diffusa. Riguarda Ventimiglia, Camporosso, Vallecrosia, Bordighera ed entroterra. Prevede inoltre di creare una rete di volontari da formare. Basta poco per regalare un sorriso: una chiamata, una visita, una passeggiata o la spesa insieme. Previsti condivisione, confronto e formazione tra volontari e operatori. Gli interessati possono contattare il numero 3207409616
Fonte: La Stampa

Tonino Soldo nuovo presidente del Circolo Auser di Foggia
Nuovo presidente e nuovo direttivo al Circolo Auser di Foggia. Sono stati eletti al termine dell’assemblea, convocata per procedere alla ricostituzione degli organismi statutari. A guidare l’associazione foggiana per l’invecchiamento attivo sarà un noto esponente del mondo del terzo settore: Antonio Soldo, dirigente scolastico in pensione, componente del coordinamento del forum del terzo settore di Foggia, presidente del circolo Arci «Maria Schinaia» e, per molti anni, responsabile del circolo Legambiente di Foggia. Ad affiancare Soldo al vertice dell’ Auser saranno Cesira Tartaglia, vicepresidente, Aldo Fratta, terzo componente dell’Ufficio di Presidenza, e i soci Maria Borito, Rosanna Dacia, Carlo D’Andrea, Clelia Ricci, Raffaele Tardivo e Pasquale Travaglio.Tutti i componenti della presidenza e del direttivo sono stati eletti all’unanimità.  Ringraziando l’assemblea per la fiducia, il neopresidente Soldo ha affermato la volontà di lavorare costantemente assieme ai soci e al direttivo: «la partecipazione e l’entusiasmo dei soci sono il lievito che fa crescere un’associazione.» Intervenendo ai lavori, il presidente dell’Auser provinciale, Geppe Inserra ha ringraziato per il lavoro svolto la presidente uscente, Maria Grazia Palano, storica figura dell’Auser foggiana, e gli altri componenti del direttivo. L’assemblea è stata presieduta da Vittorio Cucci, componente della presidenza regionale dell’Auser.

 
Ascoli Piceno: al via i nuovi corsi dell’Uplea, l’università popolare del tempo libero e della libera età
Ripartono in presenza i corsi e le attività culturali dell’Uplea Auser di Ascoli Piceno. Anche quest’anno la maggior parte delle lezioni si svolgerà presso l’ex dispensario in via Pacifici Mazzoni nelle aule che il Comune ha concesso in uso. Altri corsi si svolgeranno presso sedi decentrate come giardinaggio, archeologia, maglia e uncinetto, letteratura italiana, economia e finanza. Fra le novità in programma, il corso di spagnolo, quello sul linguaggio del cinema, un laboratorio sul ferro battuto e infine il corso di lettura di scritture antiche. L’anno accademico è stato inaugurato lo scorso 16 ottobre alla presenza del sindaco  e dell’assessore alle politiche sociali.
Da lunedì 3 Ottobre è possibile iscriversi ai corsi nella sede presso CGIL in viale Costantino Rozzi, 13/F e presso la libreria Rinascita in piazza Roma dalle 10,00 alle 12,00.
Per info: www.uplea.it/corsi-e-programmi.html

Trani, tanta socializzazione e cultura con Auser
È trascorso un anno da quando l’Auser Trani ha ottenuto, grazie al bando Fondazione con il sud, un contributo utile ad incrementare e sostenere l’attività dell’associazione.
“Per prima cosa abbiamo acquistato un gazebo removibile che è stato posizionato nel giardino del Centro Polivalente per Anziani di Villa Guastamacchia, che ospita la sede operativa sociale dell’Auser Trani che gestisce il Centro in coprogettazione con l’Amministrazione Comunale di Trani; un palco e della strumentazione utile per la realizzazione di diversi progetti e iniziative”, dichiara il presidente Alessandro Amoruso.
Tra queste iniziative spicca la 6^ edizione di “Aperti per ferie 2022″, una rassegna rivolta alla terza età per creare momenti di socialità contro la solitudine del periodo estivo: un ricco programma di appuntamenti e spettacoli, cultura, teatro e musica”.
Auser Trani non ha intenzione di fermarsi. Infatti si stanno organizzando anche corsi di Inglese, di informatica, di ballo, di cucito, salute e benessere, ginnastica, yoga della risata, attività di intrattenimento e in particolare incontri e convegni e presentazione di libri aperti ad un pubblico esterno vista la capienza di ben 40 posti a sedere del gazebo. Inoltre, grazie al contributo abbiamo potuto anche acquistare un videoproiettore professionale per realizzare il Cineforum. Tante anche le iniziative in programma per il periodo natalizio possibili grazie alla strumentazione acquistata. L’evento “Non più soli” con tombolate, tornei di carte, di scopone, burraco, di scacchi; serate di divertimento con balli, canti, karaoke l’organizzazione di un viaggio a Napoli con guida turistica per visitare i luoghi di arte e cultura della città. Non si esclude la possibilità di fare trascorrere a tutti gli anziani il capodanno insieme.
Fonte: Traniviva
 
Uras (OR), simposio nazionale di scultura con la pietra di basalto. Le opere presentate in anteprima presso la sede dell’Auser
Il rilancio del territorio grazie alla pietra locale come obiettivo dei tre artisti protagonisti della prima edizione del simposio nazionale di scultura su basalto a Uras. Dopo le 220 ore complessive dedicate a dare forma a 9 blocchi di pietra, domenica 23 ottobre  – nella sede dell’associazione Auser, in via Eleonora 123 – le sculture sono state mostrate al pubblico, in attesa di essere spostate nelle tre piazze di Uras che le ospiteranno. Tre gli scultori protagonisti. Il più giovane è Jacopo Cau, operatore artistico di Ales ,classe 1997, che dall’età di 15 anni partecipa a diverse collettive artistiche e attualmente si impegna per l’apertura di un’Accademia di belle arti a Cagliari. Il secondo artista è un altro sardo, Giuseppe Solinas, residente nel suo paese d’origine Villanova Truschedu, che dà vita alle sue opere nello studio all’aperto allestito in fondo all’orto della sua casa e ha visto la sua ultima Venere esposta nella piazza della moderna Forum Traiani.Aurora Avvantaggiato, 29 anni, invece è di Taranto: cofondatrice dello studio artistico Cave Contemporary, nel 2018 ha lavorato a Bruxelles nello studio dell’artista visuale Hans Op de Beeck.
Il filo conduttore che ha guidato gli artisti è stato la forza dei giovani per cambiare la società. Un richiamo voluto al pensiero di Enrico Berlinguer – al quale il Comune di Uras ha già dedicato una delle piazze del paese – che propone un confronto generazionale orientato sul domani. Il simposio di scultura è nato come per stimolo allo sviluppo sostenibile del territorio per iniziativa della Scuola del popolo, che agisce come struttura politico-organizzativa sperimentale della Cgil di Oristano, con il patrocinio del Comune di Uras, guidato dal sindaco Samuele Fenu, e con la collaborazione dell’Auser locale.
 

Gallarate (VA), alla scoperta dell’empatia
Empatia. La capacità di mettersi nei panni degli altri sarà al centro del percorso ” Per piacere e per piacersi ” organizzato da Auser Gallarate (VA) nell’ ambito del progetto “Alla finestra ” sostenuto dalla Fondazione comunitaria del Varesotto: l’associazione è impegnata insieme al Maga, all’Aspi di Cassano e al Comune di Gallarate. Si parte il 28 ottobre, poi di nuovo ci si riunisce il 25 novembre e il 2 dicembre, dalle 17 alle 18.30 nella sede Auser di via del Popolo. I laboratori saranno condotti da Gabriele Catania, presidente dell ‘ associazione Amici della mente e sono gratuiti.
Per informazioni: tel 320-6283145 – mail progettoallafinestra@gmail.com
Fonte: La Prealpina

 
Bologna, pensare la longevità dopo la Pandemia. Presentazione del libro in presenza e da remoto
La longevità tra potenzialità e implicazioni è al centro del volume “Pensare la longevità dopo la pandemia” promosso da Auser e Spi-Cgil dell’Emilia-Romagna, che verrà presentato nell’ambito degli incontri del Salotto della Stazione, giovedì 27 ottobre alle ore 15 presso la Sala Consiliare “Falcone e Borsellino” del Q.re Borgo Panigale-Reno in via Battindarno 123 – BO oppure on line al link https://us06web.zoom.us/j/96733653265
Dopo i saluti di Elena Gaggioli, Presidente del Quartiere Borgo Panigale-Reno, introduce i lavori Maria Leone, coordinatrice Auser Bologna. Intervengono:  Magda Babini, Presidente Auser Emilia Romagna; Daniela Bortolotti, Segreteria Regionale SPI/CGIL; Sara Gerotto, Antropologa; Stefania Irti, Ingegnere; Gabriella Cioni, Sociologa.
 
 
Impruneta (FI), riparte il progetto “Generazioni capovolte” con studenti e anziani

Ha avuto un grande successo a Impruneta (FI), in termini di risultati e di emozioni, il progetto “Generazioni capovolte”, che ha visto camminare a braccetto gli anziani dell’Auser con i ragazzi dell’istituto Primo Levi guidati dall’assessorato all’Istruzione. Gli studenti delle terze classi della media hanno insegnato ai “nonni” come si accede ai servizi online e l’uso delle nuove tecnologie informatiche. Il progetto si è svolto nelle sedi delle medie Ghirlandaio di Tavarnuzze e della primaria Paolieri. Alla fine del corso, i partecipanti sono stati invitati in biblioteca dove il personale ha insegnato loro l’uso dello Spid per i servizi online. Il progetto proseguirà anche in questo anno scolastico, annunciano Comune e Auser che hanno donato all’istituto, attraverso il dirigente scolastico Marco Poli e i docenti una targa in cotto per ringraziare i ragazzi di “aver formato nel campo dell’informatica il nostro patrimonio dell’umanità, ovvero i nostri nonni”, dice l’assessore Sabrina Merenda.
Fonte: La Nazione
 

Rovigo, più di 42 mila ore di volontariato
2808 persone assistite, 393 volontari occupati, 19765 servizi prestati, oltre 42 mila ore di volontariato, oltre 209 mila chilometri percorsi, sono i numeri dell’Auser Provinciale Rovigo relativi al 2021.
“Continuiamo a vivere una stagione difficile – le parole della presidente dell’Auser Provinciale Marinella Mantovani – con una pandemia che non è ancora alle spalle e che ha cambiato e continua a modificare tutte le nostre abitudini, il nostro modo di organizzarci la vita, le relazioni con gli altri. Auser, la nostra associazione, come tutto il Terzo Settore, è stata investita in pieno da questa situazione e ha dovuto ripensare l’intera attività.
Le attività culturali, le iniziative di turismo sociale e ricreative hanno subito un forte contraccolpo e ridimensionamento in termini numerici, soprattutto nel primo periodo dell’emergenza sanitaria.
Ma nonostante la sferzata che ci ha inflitto la pandemia possiamo affermare con orgoglio che l’Auser non si è mai fermata. L’associazione è rimasta al fianco dei cittadini più deboli e vicino ai bisogni della Comunità grazie allo straordinario impegno dei volontari che operano quotidianamente su tutto il territorio.
 L’Auser è presente ad Adria, Arquà Polesine, Ariano Nel Polesine, Bosaro, Bergantino, Bagnolo Di Po, Canaro, Castelguglielmo, Castelmassa, Ceregnano, Corbola, Crespino, Ficarolo, Frassinelle Polesine, Guarda Veneta, Lendinara, Melara, Occhiobello, Papozze, Pettorazza Grimani, Polesella, Pontecchio Polesine, Porto Tolle, Rosolina, Rovigo, San Martino Di Venezze, Taglio Di Po, Villamarzana e Villanova Del Ghebbo.
Fonte: rovigo.news

Senigallia (AN), “Insieme per aiutare al meglio gli altri”
Con il titolo “Insieme per aiutare al meglio gli altri” ha preso il via a Senigallia (AN), il primo corso di formazione per i volontari dell’Auser Senigallia, con il primario obiettivo di accrescere e rinforzare le competenze dei volontari chiamati quotidianamente a relazionarsi con anziani, disabili, minori, persone fragili e svantaggiate.
Il corso si svilupperà in 10 incontri sino al mese di dicembre e vedrà alternarsi come docenti: dirigenti dell’Auser, psicologi ed esperti nel settore dell’assistenza, del trasporto sociale e del volontariato.
ll corso, totalmente gratuito, rientra nel progetto Auser di ” Aiuto reciproco e Invecchiamento attivo” ed è aperto anche a chi vorrà diventare volontario Auser, sia per mettersi a disposizione del prossimo, che per valorizzare se stessi. Lo scopo principale è quello di migliorare il bagaglio di conoscenze acquisite sul campo dai volontari, aggiornarli sulle normative, le linee guida, gli stili di comportamento ed in particolare sul rapporto anziano/volontario, necessario per affrontare al meglio le eventuali difficoltà.
Per informazioni cell.331.3694943
Fonte: viveresenigallia.it

 
Fusignano (RA), una mostra per ricordare le vittime del fascismo
E’ stata inaugurata nei giorni scorsi al Granaio di Fusignano (RA) la mostra «Primo fascismo nel ravvenate 1919-1923», realizzata dall’Istituto storico della resistenza e organizzata dal Comune di Fusignano in collaborazione con Auser.
L’iniziativa vuole ricordare le numerose vittime di quel periodo e le personalità del fascismo locale che avrebbero presto ricoperto ruoli decisivi nel Ventennio.
Attraverso 15 pannelli espositivi vengono raccontate le dinamiche e le cronache locali che riportano la Romagna ai tempi dei primi movimenti fascisti, racchiudendo anche contenuti e esiti di ricerche condotte dall’Istituto storico che trovano compimento in un volume edito da Pendragon e in un portale web, che verranno presto presentati in un prossimo appuntamento.
L’esposizione sarà visitabile fino al 6 novembre, il sabato e la domenica dalle 15 alle 18 e l’ingresso è gratuito.
Fonte: Ravenna Today

Augusta (SR), tante attività per arricchire le proprie competenze e contribuire alla crescita della comunità
La novità di quest’anno saranno il corso per imparare i balli di gruppo e il turismo sociale per conoscere il territorio, ma sono tante le attività che i soci e le socie dell’Auser potranno effettuare nei prossimi mesi. Di questo si è parlato nei giorni scorsi durante l’abituale assemblea di Auser Augusta (SR).
Le attività vanno dalla ginnastica all’ apprendimento dell’informatica e dell’uso del cellulare per principianti e in fase avanzata, a laboratori creativi e corsi di pittura con due insegnanti che sono anche socie e laboratori creativi.
“Dall’anno scorso abbiamo anche un laboratorio psicologico una volta a settimana per sostenere il gruppo, che è già avviato – dice la presidente Enza D’Antoni- ci saranno anche  i balli di gruppo, momenti ricreativi, visite guidate e attività di turismo sociale e conoscenza di territorio. Faremo un percorso sulle orme di Montalbano, nel ragusano. Abbiamo adottato un’aiuola alla Villa e offriamo anche sostegno telefonico e in presenza ai soci e ai fragili. Tutte le attività – spiega D’Antoni- sono finalizzate alla socializzazione, perché oltre i corsi e laboratori si rimane poi a chiacchierare e si sta insieme questo è importante. L’impegno dell’Auser è infatti fare in modo che ognuno possa dare e trovare aiuto, incontrare gli altri, arricchire le proprie competenze, contribuire alla crescita della comunità in cui vive”.
Fonte: augustanews.it

Milano, “Progetto Trame. Prospettive sulla comunicazione del Terzo Settore e il dialogo con i giovani”
Piattaforme social come Tik Tok e Instagram possono essere strumenti utili a ingaggiare i giovani verso un impegno attivo nel volontariato. Con l’aiuto di università e istituzioni. E’ quanto emerso dal convegno “Progetto Trame. Prospettive sulla comunicazione del Terzo Settore e il dialogo con i giovani”, promosso nei giorni scorsi da Auser Regionale Lombardia a Palazzo delle Stelline a Milano. Molteplici gli interrogativi da cui ha preso le mosse il dibattito su come coinvolgere cittadinanza e giovani, sempre più distratti dal divertimento via social, ma anche messi alla prova dalla pandemia che, da lato, ha rilanciato l’importanza dell’impegno sociale, ma, al contempo, ha diffuso disagio. Al centro dell’attenzione dell’incontro, che ha chiamato a raccolta Terzo Settore e istituzioni, anche temi come l’ invecchiamento della popolazione, denatalità e cambiamenti climatici. “Dal 2019 a oggi, Auser Regionale Lombardia ha realizzato tre progetti denominati “Trame” finalizzati alla costituzione, all’interno della società, di una serie di reti di collaborazione tra grandi e piccole associazioni – ha spiegato Fulvia Colombini, presidente di Auser Regionale Lombardia, aprendo i lavori-. Siamo partiti selezionando otto province della Lombardia, con il coinvolgimento della Regione, per strutturare un sistema di collaborazione attivo sul territorio capace di durare nel tempo”. L’obiettivo, ha aggiunto, “è costruire quei servizi del Welfare di prossimità di cui abbiamo bisogno in un orizzonte ampio, da qui ai prossimi 10 anni”. A raccontare la parte finale del progetto è stato Maurizio Trezzi, docente di comunicazione sociale dell’Università Iulm di Milano, che ha quindi illustrato le iniziative finalizzate al coinvolgimento di studenti universitari. Si tratta del progetto “Io ci sono”, che intende, “presentare il Terzo Settore con modalità e un linguaggio nuovi, capaci di toccare le corde di valori propri dei giovani di oggi, creando, al contempo, occasioni di contatto con cittadini attivi, che, con la loro esperienza, possono essere di esempio”. Sono ad oggi 5 le università che hanno aderito ai progetti: la Libera Università di Lingue e Comunicazione Iulm di Milano, l’Università degli Studi dell’Insubria, l’Università degli Studi Milano Bicocca e Università degli Studi di Milano e il Politecnico di Milano. Il target di Auser è arrivare a coinvolgere tutte le università della Lombardia.
Fonte: Italpress
 

Portoferraio (LI), riprendono le escursioni della salute di Auser Elba
Il 28 ottobre, alle ore 15, riprendono le camminate gestite da Auser Elba: l’escursione partirà dagli orti sociali di via Nomellini, nel quartiere periferico di Albereto a Portoferraio. In caso di condizioni atmosferiche avverse l’escursione sarà rinviata.
Per informazioni:  3358421027 – 3497176069.
Fonte: Il Tirreno

Voghera (PV): “Abbiamo bisogno di volontari”. L’appello dell’Auser
«Ci servono più volontari per i servizi di accompagnamento». L’appello arriva dall’Auser di Voghera, impegnata ogni giorno ad aiutare anziani e persone con difficoltà di spostamento. I viaggi, davvero tanti, possono arrivare a 80 a settimana: vanno dall’accompagnare in farmacia, al portare all’ospedale anziani o malati per ricoveri e analisi, o semplicemente andare a trovare parenti lontani. Il trasporto sociale resta dunque il caposaldo dell’attività del gruppo iriense, che può contare su una decina di mezzi e una ventina di volontari. Ma questi ultimi non bastano, come spiega il presidente Carlo Mogolino: non solo i viaggi diventano più numerosi, ma di frequente si fanno anche più impegnativi. «Spesso i servizi di accompagnamento non si limitano alla città di Voghera, ma arrivano a Pavia, oppure sin fuori provincia, anche agli ospedali di Milano. L’appello per nuovi volontari è esteso anche all’accompagnamento scolastico: «Avremmo bisogno anche di nuove persone per seguire i bambini sul bus, perché abbiamo avuto due defezioni e ci servirebbero nuove leve per mantenere il servizio» aggiunge Mogolino. Tra i molti impegni sociali e la richiesta di personale, Auser ha anche ripreso le attività ludiche, per mesi fermate dall’hub vaccinale realizzato nella sede di via Famiglia Cignoli. Una disponibilità fondamentale per la città e l’Oltrepo occidentale, ma che stava costando molto all’Auser, costretta a rinunciare alle attività in sede. «Abbiamo deciso di riprendere gli eventi nonostante fosse rimasto il tendone della Cri, posizionato davanti all’ingresso per gestire le vaccinazioni covid. Siamo ripartiti con il ballo e i corsi di ginnastica e presto vorremmo riproporre le lezioni di pittura alla palestra di San Vittore. Abbiamo anche partecipato a un evento benefico a Fortunago, con un ottimo successo».
Il tutto mentre il numero di tesserati ha ripreso a crescere.
Fonte: La Provincia Pavese


 Dal Sindacato

Welfare: Cgil, le nostre proposte per uno stato sociale pubblico e universale
Cura, benessere, diritti, cittadinanza, universalità, pubblico. Queste le parole chiave intorno alle quali ruota la Piattaforma della Cgil: “Per uno Stato sociale forte, pubblico e universale”, presentata nel corso dell’iniziativa ‘Salute e Welfare creano il futuro’ che si è tenuta nella sede nazionale del sindacato, introdotta dalla segretaria nazionale Daniela Barbaresi e conclusa da Maurizio Landini. Tra gli interventi anche quello di Rosy Bindi, Massimiliano Fedriga, Giulio Marcon e di Livia Turco.
Nel campo delle politiche della salute per la Cgil occorre garantire un forte investimento, in termini economici e organizzativi; investire sul personale con un piano pluriennale di assunzioni. E ancora, realizzare una rete capillare di servizi sanitari e socio-sanitari territoriali, investire sui distretti, potenziare l’assistenza domiciliare, definire una riforma della medicina generale, rilanciare e riadeguare la rete ospedaliera, a partire dai Pronto Soccorso, fermare i processi di esternalizzazione e privatizzazione. Inoltre, per la Cgil è necessario affrontare le dinamiche degli appalti e le conseguenti condizioni di lavoro, dare attuazione al piano di sviluppo per la teleassistenza e la telemedicina, potenziare il sistema dei consultori pubblici. Sarà indispensabile anche definire un nuovo sistema di garanzia per i LEA, riconoscere l’importanza della prevenzione e della promozione della salute, con una particolare attenzione alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, potenziare i dipartimenti per le dipendenze (e dei Ser.D) e i servizi di salute mentale. La Cgil rivendica un maggior sostegno alle persone non autosufficienti e la promozione di politiche per l’invecchiamento attivo, il miglioramento del sistema di residenzialità e la promozione di politiche per la piena inclusione sociale delle persone con disabilità. Le proposte avanzate dal sindacato di corso d’Italia per le politiche sociali: aumentare la spesa sociale, rafforzare la rete dei servizi pubblici, definire e finanziare adeguatamente i LEPS, contrastare la povertà e rafforzare il Reddito di Cittadinanza, adottare adeguate politiche pubbliche rivolte ai minori, superare i processi di esternalizzazione e privatizzazione, orientare il welfare contrattuale in un rapporto più stretto con la rete dei servizi pubblici territoriali con una funzione solidaristica rispetto alla comunità.
Per info: cgil.it


Anziani e dintorni

Spi Cgil. Il caro-bollette rischia di colpire gli anziani fragili e non autosufficienti
Il caro-bollette rischia di colpire pesantemente gli anziani fragili e non autosufficienti e portare a un aumento esponenziale del costo delle rette delle strutture residenziali. Uno scenario, determinato dall’aumento dei prezzi dell’energia, che può produrre un impatto molto forte sia sul reddito di milioni di famiglie italiane che, in prospettiva, anche sulla qualità dei servizi socio-assistenziali offerti ai pazienti. Si tratta quindi di una questione di estrema rilevanza per la particolare condizione di fragilità delle persone coinvolte e a cui il prossimo governo dovrà quindi rispondere con assoluta urgenza e tempestività. Allo stesso tempo occorre che Regioni e Comuni intervengano nei confronti dei gestori delle strutture assistenziali, sia pubbliche che private, per evitare immediate ripercussioni sugli ospiti. Anche questa vicenda dimostra che si rende necessaria una calendarizzazione immediata dell’approvazione della legge delega sulla non autosufficienza degli anziani, che ridisegna il nostro sistema di welfare e l’approccio complessivo all’invecchiamento della popolazione nel nostro paese.


Associazionismo Volontariato Terzo Settore

Forum Terzo Settore. “Buon lavoro al nuovo governo, pronti a lavorare insieme per le emergenze sociali”
Il Forum Terzo settore ha rivolto il suo augurio di buon lavoro al nuovo esecutivo guidato da Giorgia Meloni e insediato nei giorni scorsi.
“Siamo pronti a lavorare insieme per affrontare le enormi sfide sociali, economiche e internazionali che il Paese ha davanti, offrendo il nostro contributo nella direzione di una società più coesa, di un’economia più sana e del dialogo tra i popoli e le persone” ha dichiarato Vanessa Pallucchi, portavoce del Forum Terzo Settore.  “C’è un’Italia da ricucire: più che mai è urgente dare sostegno alle fasce più deboli della popolazione, lavorare per ridurre disuguaglianze e povertà, costruire fiducia soprattutto nelle giovani generazioni, promuovere e diffondere un modello economico più rispettoso dell’ambiente e che abbia al centro il benessere delle persone e delle comunità. Ci auguriamo che l’impegno per consentire al nostro Paese di reggere l’urto delle crisi in corso e di camminare sul sentiero di uno sviluppo sostenibile, inclusivo e partecipato non venga mai meno”ha concluso la Pallucchi.


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it www.auser.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU