Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 25 numero 39 – 2 novembre 2022

Scritto da
2 Novembre 2022

Agenzia settimanale – Anno 25 numero 39 – mercoledì 2 novembre 2022
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

Auser alla manifestazione nazionale  per la pace del 5 novembre. “Diamo un futuro alla pace. Mettiamo al bando tutte le armi nucleari. Solidarietà al Popolo Ucraino e con le vittime di tutte le guerre”. Dichiarazione del presidente nazionale Domenico Pantaleo
L’Auser sarà in piazza il 5 Novembre a Roma alla Manifestazione nazionale promossa da “Europe for peace”. La guerra in Ucraina deve essere fermata perché, come tutte le guerre, è un crimine contro l’umanità. La violenza e l’uccisione di innocenti non può e non deve mai essere giustificata perché il diritto alla vita deve sempre trionfare sulla morte. Siamo con il popolo Ucraino vittima dell’aggressione di Putin. Nessuna guerra è giusta e giustificabile, sempre e in qualsiasi contesto geopolitico. Bisogna sempre perseguire la strada del dialogo, dei legami di reciproca fiducia e comprensione tra Paesi, tra popoli, tra etnie, culture e religioni diverse. Il ripudio della guerra deve condurre tutti a ragionare e operare sulle soluzioni diplomatiche anziché affidarsi esclusivamente all’invio di armi sempre più letali. La solidarietà dell’Auser verso il popolo Ucraino è stata straordinaria con l’invio di medicinali, vestiario, generi alimentari e una sottoscrizione a favore di Intersos che opera ai confini per assistere bambini, donne e anziani fuggiti da quel martoriato Paese. I nostri volontari hanno promosso corsi per l’apprendimento della lingua italiana e accolto nelle proprie case le famiglie Ucraine. Proprio quella grande azione di umanità ci sprona ancora di più a chiedere la Pace e il rispetto della nostra Costituzione nel ripudiare la guerra.  Il rischio di un conflitto nucleare mondiale diventa sempre più concreto nel disinteresse generale della stessa Europa, nel cinismo di chi pensa esclusivamente agli interessi economici e a quelli delle industrie degli armamenti. Tacciono le armi e si apra la strada del negoziato attraverso uno sforzo propositivo dell’Europa e dell’Onu, si promuova una conferenza internazionale di pace che metta fine alla corsa al riarmo e bandisca ogni controversia che porti alle guerre. L’ Auser, con la sua azione solidaristica, vuole dare voce e dignità a vittime, rifugiati, profughi e immigrati che hanno il diritto a un futuro migliore senza più guerre, discriminazioni, persecuzioni, carestie e violenze.

 
Caserta: la sede Auser intitolata a Teresa Noce, partigiana, madre costituente e sindacalista

La sede di Auser Caserta è stata intitolata a  Teresa Noce, partigiana, madre costituente e sindacalista.  La cerimonia si è tenuta il 28 ottobre alle 18 presso lo Spi in via Roma 8.
“Vivere in piedi”, con coraggio e dignità, sapendo sempre da che parte stare, il lascito morale di Teresa Noce, partigiana. Portano la sua firma la prima legge per “La tutela fisica ed economica delle lavoratrici madri” e la legge sulla ” Parità dei salari per donne e uomini, del 1950, come scritto anche per suo merito nell’ art. 37 della Costituzione, ove si sancisce che “La donna lavoratrice ha gli stessi diritti e, a parità di lavoro, le stesse retribuzioni del lavoratore. Le condizioni di lavoro devono consentire alla madre e al bambino una speciale adeguata protezione”. Queste, in sintesi, le motivazioni alla base della decisione unanime, del direttivo e dell’ assemblea dei soci dell’ Auser di Caserta, di intitolare il proprio circolo a Teresa Noce, in segno di gratitudine per quanto operato, pur in tempi nefasti a causa del dominio nazifascista, riconoscendone la grande valenza di luminoso esempio anche per le giovani generazioni.

Bologna, una mostra fotografica per i dieci anni del progetto “Allattami” che aiuta i bimbi prematuri grazie al latte donato da altre mamme. Il prezioso contributo dei volontari Auser
Dall’8 al 13 novembre a Bologna presso la Sala Borsa si terrà una mostra fotografica dedicata ai 10 anni del progetto “Allattami” promosso dalla Granarolo insieme al Policlinico Sant’Orsola.
Ogni anno a Bologna nascano circa 100 bambini gravemente sottopeso, il latte materno costituisce un apporto fondamentale per aiutarli a superare i primi mesi, ma spesso  le mamme di bambini prematuri non possono allattare, da qui nasce nel 2012  in collaborazione con il Policlinico Sant’Orsola di Bologna, Granarolo e l’associazione dei genitori di bimbi prematuri, il progetto “Allattami” una banca del latte materno donato da altre mamme. Il Policlinico selezione le mamma idonee e la Granarolo si occupa della sanificazione e pastorizzazione per rendere il latte donato totalmente sicuro. I volontari dell’Auser raccolgono il latte donato a domicilio delle mamme donatrici e lo consegnano alla banca del latte donato.
La mostra sarà costituita da 10 ritratti fotografici firmati da Tommaso Simili, di 10 bambini che hanno beneficiato del latte della Banca (uno per ogni anno dalla sua  fondazione), ognuno affiancato da una figura chiave della filiera  virtuosa di Allattami: infermieri, medici, colleghi di Granarolo e i volontari Auser.

Spadafora (ME), trentasei corsi e nove laboratori di benessere e c’è anche  il corso di flamenco alla Libera Università della terza età  dell’Auser
La Lute riapre i battenti. La benedizione del parroco, padre Alessandro Lo Nardo, ha sancito l’inizio del settimo anno accademico della Libera università della terza età di Spadafora. Più di cento persone hanno partecipato con interesse alla presentazione dei trentasei corsi suddivisi tra cinque dipartimenti: lingue, medicina e scienze, storia, letterature e territorio. Si aggiungono, poi, i nove laboratori di salute e benessere. Tra le novità il corso di flamenco. Alla cerimonia hanno preso parte la sindaca Tania Venuto, il presidente Lute-Auser provinciale Claudio Graziano e i rappresentanti di tutte le associazioni locali. Per l’occasione, ha aperto le porte alla libera fruizione della cittadinanza la biblioteca Lute, iscritta e inserita nell’anagrafe delle biblioteche italiane. I libri a disposizione sono frutto di varie donazioni dei soci. All’apertura dei corsi hanno partecipato Maria Luisa Marino e Cosimo Bensaia, che hanno donato una serie di volumi. Dopo sette anni, la Lute rappresenta ormai una realtà imprescindibile per tutto il territorio, un punto di riferimento, di socializzazione e di partecipazione. In questo arco temporale, la Lute spadaforese ha sempre mantenuto una media di 210 soci iscritti, 40 corsi tenuti da docenti (quasi tutti insegnanti in attività o in pensione) ed un gruppo di coordinamento, che prestano la loro opera come volontari.
Fonte: Gazzetta del Sud

Reggio Emilia, la cena sociale Auser regala 5mila euro al progetto Mire
Un regalo da 5.000 euro. A tanto ammontano i ricavi della serata dedicata al Mire (la struttura sanitaria dedicata alla maternità e infanzia di Reggio Emilia) che Auser ha organizzato il 15 ottobre al Parco San Rocco di Sant’Ilario d’Enza, in collaborazione con Curare onlus e con Ausl Reggio Emilia. Un’iniziativa che Auser ha voluto per festeggiare i propri 30 anni e che è stata aperta dalla tavola rotonda sanitaria “Quale futuro per gli ospedali della nostra provincia”. Il momento di confronto fra dirigenza sanitaria e cittadinanza ha poi lasciato spazio alla cena di raccolta fondi a favore del Mire che ha registrato la partecipazione di 180 persone fra cui la prefetta Iolanda Rolli.
I 5.000 euro raccolti serviranno per l’acquisto di una colonna laparoscopica.
Fonte: Il Resto del Carlino

Massa Marittima (GR), al via una campagna contro le truffe agli anziani, coinvolgerà tutto il territorio
Consigli pratici su come prevenire truffe e furti a danno delle fasce più deboli della popolazione: gli anziani. Parte una nuova campagna di prevenzione promossa dal Comando dei Carabinieri di Massa Marittima in collaborazione con il Comune, l’Auser e i Consigli di frazione, che prevede un ciclo di incontri nel capoluogo e nelle frazioni, aperti a tutta la popolazione. Si è iniziato da Massa Marittima al Centro Auser con il primo incontro che si è svolto nei giorni scorsi,il secondo appuntamento è giovedì 3 novembre, alle 16, a Valpiana, presso il bar Lo Sbarello; poi venerdì 4 novembre, alle ore 16, a Niccioleta, alla Bottega della salute; lunedì 7 novembre alle ore 16, al teatrino di Prata e martedì 8 novembre alle ore 16 a Tatti nelle ex scuole.
Nel corso degli incontri i Carabinieri spiegheranno ai presenti come difendersi dalle truffe e dai raggiri più ricorrenti a danno degli anziani, sia quelle evidenti che quelle più subdole, forniranno delle informazioni utili per proteggere sé stessi i propri familiari e le proprie abitazioni. ll fenomeno delle truffe e dei furti a danno delle fasce più deboli della popolazione è infatti sempre di strettissima attualità specie nei confronti degli anziani, che hanno una minore capacità di protezione e abitano spesso da soli.
Fonte: La Nazione

 
Oppido Mamertina (RC), raccolta Fondi Auser per l’Ucraina

Il circolo Auser di Oppido Mamertina e il Comune oppidese hanno organizzato una raccolta urgente di beni di prima necessità per la popolazione dell’ Ucraina ormai stremate da lunghi mesi di conflitto. «A seguito della richiesta pervenuta dal Comitato pro Ucraina di Polistena-è stato spiegato- abbiamo avviato una raccolta che terminerà nei prossimi giorni». Trai beni richiesti, medicine, alimentaria lunga conservazione, materiali per l’igiene e torce.
Fonte: Gazzetta del Sud

Suzzara (MN), incontri culturali al Centro sociale
Da venerdì 4 novembre riprenderanno le attività culturali al centro sociale “Città di Suzzara”. Fra le diverse iniziative sono previste: la rassegna “Un libro un film” in collaborazione con Auser Suzzara, amministrazione comunale e associazione “Amici del Cinema – Dino Villani”; la serie di incontri pomeridiani su diversi temi di interesse generale, il ciclo serale “Percorsi della Scienza” curato dal professor Renzo Gualtieri.
La programmazione dettagliata è visibile presso il Centro Sociale in Viale Libertà 32, sulla pagina Facebook di Auser Suzzara e sul sito del Comune di Suzzara. Le iniziative sono molto attese e dovrebbero coinvolgere numerose persone.
Fonte: Gazzetta di Mantova

Piacenza, grande successo per i corsi dell’Università Popolare
Grande successo per i corsi dell’università popolare G. Malvermi di Auser Piacenza, con alcuni posti disponibili per le donne e gli uomini che vogliono accrescere le loro esperienze in modo orizzontale e partecipativo. Sono in partenza tutti i corsi ed eccezionalmente sono ancora disponibili posti per due corsi aperti a tutti, al di là del titolo di studio.
“Dopo la pandemia e in mezzo a una crisi economica, il fatto che iscrizioni dell’Uniauser siano in crescita è un ottimo segnale per la cultura piacentina” annunciano dalla sede di via San Siro, che si appresta ad ospitare centinaia di corsisti con un’appendice nella prestigiosa cornice di Palazzo Farnese.
Per informazioni e iscrizioni: 0523/1725250
 

Ravenna, volontari Auser pronti ad aiutare chi non ha Spid o computer
All’interno dell’Osservatorio Sociale in via di via Eraclea 33 a Ravenna, c’è Auser: è presente dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 fornendo servizi di accoglienza, ascolto, informazioni riguardanti i servizi di Auser e la compilazione ISEE, SPID, Reddito di Cittadinanza, e quant’altro. Inoltre offre servizio a chi non è in possesso di computer, che può rivolgersi ai volontari Auser per inviare documenti via mail, o per far arrivare alla mail dell’Osservatorio, documenti da banche o da altri istituti.
Fonte: ravennanotizie.it

Fermo, concluso il progetto all’orto con arte
Si è concluso il progetto Auser Fermo «All’orto con Arte», realizzato con Legambiente. Quattro mesi di attività culturali nell’incantevole Orto Urbano sociale di Vicolo degli Orlandi, a raccogliere memorie e raccontare storie. Nei pomeriggi di sabato si sono incontrate persone di diverse età, culture e storie esistenziali ascoltando, raccontando, scambiando esperienze e sapere, è aumentato il numero di partecipanti ad ogni appuntamento. L’associazione che si occupa di invecchiamento attivo ha mandato un messaggio chiaro: gli anziani possono ancora fare la differenza, sono vivi, vitali e protagonisti, testimoni del loro tempo.
Fonte: Il  Resto del Carlino

Tolentino (MC), il Circolo Auser riprende le iniziative di turismo sociale e le gite culturali
Il circolo Auser Il Girasole di Tolentino riparte con le uscite dopo lo stop legato alla pandemia. Nei giorni scorsi il circolo ha organizzato una giornata in visita a Monte San Martino alla scoperta del paesaggio e della mela rosa dei Monti Sibillini. Visita culturale poi alla chiesa di San Martino Vescovo, alla Pinacoteca Ricci e alla suggestiva chiesa della Madonna delle Grazie. Soddisfatti per l’esito dell’iniziativa, a cui hanno preso parte diversi associati alcuni provenienti anche dai circoli di Casette Verdini e Petriolo, la presidente del circolo Auser Il Girasole di Tolentino, Isa Vitaliani De Bellis ed anche Antonio Marcucci, presidente Auser Marche. Durante il periodo della pandemia è stato molto complicato per la popolazione anziana non poter frequentare luoghi come i circoli, ecco perché questo evento ha assunto anche un significato particolare volto alla valorizzazione di un turismo di prossimità di cui sia il territorio che le persone hanno bisogno.
Fonte:  Corriere Adriatico

 


Associazionismo Volontariato Terzo Settore

Il Forum Terzo Settore al Governo “serve un piano straordinario di sostegno al non profit”
“Il Presidente del Consiglio dei ministri, nel discorso alle Camere, ha ringraziato il Terzo settore per il suo contributo durante l’emergenza sanitaria. È un riconoscimento che apprezziamo molto e che ci auguriamo vivamente sia seguito da serie e urgenti politiche di sostegno, oltre che di rafforzamento del welfare”. Così Vanessa Pallucchi, durante la presentazione a Roma dell’Agenda aperta 2025 del Forum Terzo Settore.
 “Da troppo tempo, ormai, il Terzo settore stesso vive in una situazione di emergenza. Il suo impegno per i più fragili e gli ‘ultimi’ della società non è mai mancato, durante la pandemia così come durante l’emergenza Ucraina e nella realtà di tutti giorni, anche e soprattutto laddove è meno visibile. Le attuali, difficili condizioni economiche del Paese, tra cui il caro-bollette, hanno però gravi ripercussioni anche su associazioni, organizzazioni di volontariato e cooperative sociali. Bisogna sapere però che se queste realtà faticano a portare avanti le loro attività, o addirittura sono costrette a chiudere, le ferite al tessuto sociale del Paese si aggravano e anche l’economia ne risente: è un problema grave che va contrastato”.“In vista della Legge di Bilancio, chiediamo al nuovo Governo di investire il più possibile in welfare e realizzare un vero e proprio piano straordinario di sostegno alle realtà sociali: il Terzo settore va aiutato affinchè esso aiuti il Paese” ha concluso la Pallucchi.
 
 


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it www.auser.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU