Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 25 numero 5 – 9 febbraio 2022

Scritto da
9 Febbraio 2022

Agenzia settimanale – Anno 25 numero 5– mercoledì 9 febbraio 2022
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

“Aperti al futuro”. Partita su Facebook la campagna nazionale di Tesseramento Auser 2022. Migliaia di click sul sito dell’Auser
E’ partita su Facebook la campagna Tesseramento Auser 2022, a sostegno delle iniziative in corso nei territori. Dal 4 febbraio e per tre settimane verranno diffusi tre distinti post che raggiungeranno migliaia di persone sul social network più frequentato dal target di riferimento di Auser. Tre messaggi distinti a sostegno del tesseramento che fanno leva sul valore dell’invecchiamento attivo, della partecipazione, dell’inclusione sociale, dell’impegno per una società più giusta.
I post sono collegati  ad una apposita sezione  del sito www.auser.it dove le persone potranno approfondire le informazioni su Auser ed individuare la sede più vicina.

Domenico Pantaleo  nel Comitato Esecutivo del Forum del Terzo Settore
E’  stato costituito nel Forum nazionale del Terzo Settore, il Comitato Esecutivo del Coordinamento. E’ composto da 6 persone: Vincenzo De Bernardo (Federsolidarietà), Domenico Iannello (Anteas), Niccolò Mancini (Anpas), Domenico Pantaleo (Auser), Tiziano Pesce (UISP), Roberto Speziale (FISH/anffas).
Al Comitato Esecutivo vengono invitati i coordinatori delle Consulte Volontariato, Associazionismo di Promozione sociale, Impresa sociale.
Le funzioni attribuite al Comitato Esecutivo  secondo l’art 10 comma 18 dello Statuto del Forum, sono quelle di “coadiuvare la Portavoce nell’esercizio delle sue funzioni e nell’esecuzione delle delibere dell’Assemblea Nazionale e del Coordinamento Nazionale quale l’attuazione di ambiti programmatici o l’istruzione, la gestione e predisposizione di documenti, iniziative e attività”.

La bozza di legge delega per la non autosufficienza un primo passo avanti per la riforma
“La bozza di legge delega elaborato dal gruppo di lavoro del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali presieduto dall’ex ministro Livia Turco inviato nei giorni scorsi alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, rappresenta un significativo passo in avanti nell’auspicata riforma della non autosufficienza”, lo dichiara l’Auser Nazionale in una nota. “Il rispetto della dignità delle persone anziane già dal titolo della delega è l’incipit intorno a cui si sviluppano le proposte contenute nell’articolato. I capisaldi sono la promozione dell’invecchiamento attivo; il contrasto all’isolamento; la continuità di vita e di cura presso il proprio domicilio; l’esigibilità dei livelli essenziali delle prestazioni sociali; il potenziamento e l’integrazione dei servizi sanitari e sociali per la domiciliarità rafforzando i distretti sociosanitari e dotando di adeguate risorse i servizi sociali; la riforma delle  strutture per la residenzialità e semiresidenzialità; lo sviluppo di forme di coabitazione solidale; lo sviluppo di percorsi formativi e di qualificazione e collocamento dei lavoratori impegnati nella attività di cura”.
Per l’Auser quindi, la bozza della delega rappresenta la base per una seria discussione per conseguire rapidamente una riforma da troppo tempo attesa.
“Per questo riteniamo che sia urgente aprire un serio confronto per dare una più chiara soluzione ad alcune delle misure previste dalla bozza. In particolare si ritiene che maggiori debbano essere le risorse a sostegno delle famiglie dei non autosufficienti; che sul tema dell’integrazione tra servizi sanitari e sociali e sulle loro forme di governance si possano e si debbano fare ulteriori passi avanti; che vada rafforzato l’importante contributo sussidiario e integrativo che gli enti del terzo settore possono fornire all’intervento pubblico così come dimostrato nel corso della pandemia.”

 
Imperia, centinaia gli anziani e le persone fragili trasportate verso le strutture sanitarie, grazie al progetto che promuove la domiciliarità e la mobilità
Si è conclusa l’attività del progetto “Con il diritto alla mobilità sosteniamo la domiciliarità” promosso da Auser Imperia insieme ad altre strutture del territorio e  con il contributo finanziario della Fondazione Carige.
“Nei 15 mesi delle durata del progetto – sottolinea Auser Imperia in una nota – abbiamo aiutato centinaia di anziani e persone con patologie oncologiche. Con il nostro aiuto è la nostra presenza abbiamo reso meno pesante il dramma della pandemia”.  I numeri testimoniano il risultato positivo: 560 persone trasportate; 1365 viaggi di accompagnamento con automezzi; 48.237 chilometri percorsi; 14.440 le ore di volontariato impiegate. “Un ringraziamento particolare lo rivolgiamo alle 100 e più volontarie e volontari – prosegue la nota – impegnati tutti i giorni nella gestione del progetto. Questo esempio di impegno collaborativo tra Fondazione Carige Associazioni di Volontariato e di Promozione Sociale e  Dss socio sanitari si dimostra ancora una volta l’arma vincente per raggiungere l’obbiettivo di far vivere il più possibile la vecchiaia nelle proprie case.
 

Verbania, nasce il primo parco giochi per anziani. Il progetto restituisce alla comunità una zona prima abbandonata e invasa da rifiuti
Sta prendendo forma il parco giochi per anziani che si sta realizzando nel giardino del Centro sociale Rosa Franzi a Intra. Un progetto che l’Auser di Verbania attraverso l’università del Ben-Essere ha lanciato nella primavera di un anno fa, quando l’area era abbandonata, piena di sterpaglie e rifiuti di ogni sorta. Sono stati i volontari dell’associazione a rimboccarsi le maniche. «I nostri iscritti hanno subito deciso di dare una mano spiega Maria Santina Cattano, presidente di Auser Insieme Verbania -, c’è chi ha portato le proprie cesoie, chi il tosaerba e chi solo passione e olio di gomito». Dopo la pulizia dell’area c’è stata la posa di 100 metri quadrati di uno speciale manto erboso artificiale costato 3.600 euro. «Questa cifra è stata interamente messa dall’università del Ben-Essere e già in estate l’area è stata sfruttata come palestra all’aperto». Ora la fase conclusiva dei lavori per dare vita a un’area di socializzazione con spazi fioriti e coltivati. Il progetto ha un costo complessivo di circa 30 mila euro e ha visto anche il contributo di Comune di Verbania, Fondazione Comunitaria «e in parte ci siamo autofinanziati».
Fonte: La Stampa

Reggio Emilia, più prossimità per la salute. I primi risultati dell’indagine promossa da Spi Cgil, Fp Cgil, Auser e Federconsumatori
Medici di base, soprattutto con il Covid, sono al primo posto come figure più importanti per i cittadini. Acquistano rilievo i farmacisti, che, probabilmente, prima erano considerati solo come ‘venditori di medicinali’. Poi, ci sono gli ospedali. Le figure di prossimità, insomma, rimangono centrali per il sistema sanitario locale e, in particolare, per il suo miglioramento. È questo che emerge da una prima indagine di Federconsumatori, Spi, Fp Cgil e Auser, tra luci e ombre, cioè considerando ciò che funziona e ciò che, invece, potrebbe funzionare meglio. L’indagine, con 735 interviste, si è concentrata su alcune dimensioni principali: i servizi forniti dai medici di medicina generale, le criticità e i punti di forza. Ciò che ne esce è un quadro positivo della sanità reggiana, anche se i margini di miglioramento, non appena subentreranno i decisori politici, sono e possono essere molti. Rimane centrale, in ogni caso, la centralità dei medici di base. Non a caso il 52% dei rispondenti ha iniziato il rapporto con il proprio medico già da cinque anni. Ma il 65%, si reca dal medico raramente. Queste differenze, ovviamente, sono dettate dalle differenze d’età. Non è un caso che, sempre consideranto le diverse categorie di cittadini, sul 75% di rispondenti che hanno attivato il fascicolo sanitario elettronico, la maggior parte sia relativa ai cittadini più giovani. Per quelli più anziani, invece, sembra sempre più importante migliorare i servizi offerti dalle Case della salute, seguendo in modo più concreto i modelli nazionali o, se necessario, adeguare gli stessi modelli pensati per il nazionale ai territori locali.
Fonte: Il Resto del Carlino

Forlì: Dare vita agli anni, il premio letterario dell’Auser compie 31 anni
È stato indetto dall’Auser di Forlì il 31esimo Premio letterario ‘Dare vita agli anni’ articolato nelle seguenti sezioni: racconto a tema libero e poesia a tema libero. Il concorso è gratuito e aperto a tutti. Ogni concorrente potrà partecipare ad una sola sezione con un solo elaborato e in una sola copia. Le composizioni dovranno essere in italiano, non oltre le cinque cartelle dattiloscritte per i racconti e le trenta righe per le poesie, va indicato anche il titolo. All’interno della busta sigillata devono essere specificati: nome, cognome, indirizzo postale ed elettronico e numero di telefono dell’autore e liberatoria per un’eventuale pubblicazione dell’elaborato. Il plico, recante l’indicazione ’31esimo Premio Letterario Dare Vita agli Anni’, dovrà essere indirizzato a: Auser Volontariato di Forlì ODV, Viale Roma, 124, 47121 Forlì entro martedì 1 marzo 2022. Verranno premiati i primi tre elaborati delle due sezioni, scelti da una Giuria di critici nominata da Auser. Quest’anno il giudizio dei critici verrà affiancato da quello dei lettori. Su 10 opere per ogni sezione selezionate dalla Giuria dei critici, un gruppo di lettori esprimerà il proprio giudizio per comporre una ulteriore graduatoria: la ‘Scelta dei Lettori’.
Per info: 0543404912  forli@auserforli.it

Fabbrico (RE), il cordoglio di Auser per la tragica morte dei due fratellini
Li conoscevano bene i volontari dell’Auser i due fratellini Talha e Aisha di 7 e 8 anni morti nell’incendio della loro casa a Fabbrico. Ogni giorno venivano accompagnati a scuola grazie al servizio Pedibus gestito dall’Auser. Il giorno delle esequie tutti i volontari dell’associazione si sono stretti con affetto e solidarietà alla famiglia distrutta dal doloro per questa perdita tragica e improvvisa.
 

Grassano (MT), incontro sulla medicina territoriale
“Quale medicina territoriale a Grassano” è il titolo dell’incontro dibattito che si terrà sabato 12 febbraio alle ore 17 presso l’Auditorium della pace di Grassano. L’iniziativa è organizzata dall’Auser, interverranno il sindaco, i rappresentanti delle organizzazioni sindacali, i comitati dei cittadini. Si discuterà di diritto alla cura, medici di base, servizi territoriali. I cittadini avranno la possibilità di far sentire la propria voce, denunciare le carenze e confrontarsi con le istituzioni.

 
Treia (MC), appuntamento il 14 febbraio per dire no alla violenza contro le donne
Anche quest’anno il Circolo Auser di Treia ha aderito alla manifestazione One Billion Rising. Lunedì 14 febbraio, alle ore 16.15, si terrà un rapido flash mob in piazza della Repubblica, a Treia, con maschere e cartelli idonei che inneggeranno alla parità di genere e contro la violenza sulle donne. Continuando sul tema, alle ore 16.30, nella biblioteca di Auser Treia, sita nella sede di via Lanzi 20, verrà presentato il libro ’Bellezza Ribelle’ per Monetti editore, scritto a quattro mani dalle scrittrici LuNa (Lucia Nardi) e Morena Oro. L’evento si terrà sia in presenza, per i muniti di Green pass, che in collegamento remoto.
Per prenotazioni ci si può rivolgere ad auser.treia@gmail.com numero di cellulare 333.6023090
Fonte: Il Resto del Carlino

Vignola (MO), incontro sulla sessualità nella terza età
L’Università popolare dell’Auser di Vignola “Ginzburg” organizza  per il prossimo 16 febbraio dalle ore 16,30 alle 18,30 presso la sala riunioni del distretto sanitario, un incontro sul tema della sessualità e del desiderio nella terza età. L’incontro dal titolo “Il cielo in una stanza” vedrà la partecipazione della psicologa del distretto sanitario di Modena Roberta Valentini. Collaborano all’iniziativa il Comune di Vignola e lo Spi Cgil.
Per partecipare rivolgersi alla segreteria dell’Università Tel, 059/764199.

Bologna, nuovo appuntamento dedicato all’Agenda Onu 2030 sullo sviluppo sostenibile. Si parlerà di diritto alla salute per tutte le età
“Assicurare la salute e il bene di tutti e per tutte le età” è il titolo del  prossimo appuntamento del ciclo di incontri dedicato ai temi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 ONU, promosso dal gruppo Auser per l’ambiente di Auser Insieme Bologna Aps, che si terrà giovedì 10 febbraio, dalle 15 alle 17. In particolare si affronteranno due dei 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile: il goal 3 Salute e Benessere e il goal 10 ridurre le diseguaglianze. Questi i relatori dell’incontro: Giuseppe Diegoli Responsabile Servizio Prevenzione Collettiva e Sanità Pubblica della Regione Emilia-Romagna; Gerardo Astorino Responsabile Programma di promozione della Salute e Prevenzione della Cronicità Dipartimento di Sanità Pubblica-Azienda USL di Bologna; Antonio Mumolo Consigliere regionale dell’Emilia-Romagna e Presidente dell’Associazione “Avvocato di strada”. È previsto l’intervento di un volontario Auser del gruppo di Ponticella – San Lazzaro di Savena per illustrare l’esperienza del PediBus Emilia Guberti di Auser Insieme Bologna Aps, presenterà l’evento che si svolgerà solo online collegandosi con il computer, tablet o smartphone alla piattaforma zoom al link: https://cgiler.zoom.us/j/96733653265
Per maggiori informazioni: https://www.auserbologna.it/agenda-onu-2030-assicurare-salute-di-tutti-per-tutte-eta/


Dal Sindacato
 

Dal 10 al 12 febbraio a Rimini, Assemblea organizzativa della Cgil  ‘Il lavoro crea il futuro’
Dal 10 al 12 febbraio si terrà al Palacongressi di Rimini l’Assemblea organizzativa della Cgil nazionale ‘Il lavoro crea il futuro’. L’apertura dei lavori è prevista giovedì 10 febbraio alle ore 14.00, L’appuntamento di Rimini conclude un lungo percorso di partecipazione e condivisione che da settembre dello scorso anno ha visto lo svolgimento di 1.517 assemblee organizzative territoriali e di categoria. Tra gli obiettivi dell’Assemblea organizzativa, quello di realizzare un nuovo modello sindacale fondato sulla confederalità e sulla rappresentanza: promuovendo il cambiamento necessario ad ampliare le sedi e i luoghi della partecipazione attiva delle iscritte e degli iscritti; rafforzando la rappresentanza; sperimentando nuove forme di contrattazione inclusiva, sociale e territoriale; allargando la rappresentanza ai giovani e a tutte le “nuove” forme di lavoro; praticando a tutti i livelli la centralità della cultura di genere; favorendo la presenza delle lavoratrici e dei lavoratori migranti nell’organizzazione. Per orientare tale cambiamento, il sindacato guidato da Maurizio Landini ha individuato undici direttrici che sono state al centro del dibattito nelle assemblee che si sono svolte in questi mesi: tesseramento; strutture organizzative; rafforzamento tutela e diritti; formazione; digitalizzazione e alfabetizzazione digitale; democrazia e partecipazione; rappresentanza, contratti nazionali, contrattazione inclusiva; comunicazione; centralità delle camere del lavoro e sindacato di strada; risorse, trasparenza, confederalità; contrattazione sociale e territoriale e per lo sviluppo sostenibile.
Per info: www.cgil.it


Anziani e dintorni
 

Firenze, Attiva la mente: un progetto di Arte Terapia digitale per combattere il declino cognitivo  
“Attiva la mente” è un progetto promosso dall’associazione ACPST con C.R.E.T.E. – Centro Ricerche Europeo Terapia Espressiva Metodo Anne Denner APS, in accordo e collaborazione con ASP Firenze Montedomini – Polo Pubblico dell’Amministrazione Comunale Fiorentina per i Servizi alla Persona e Cooperativa Sociale G. Di Vittorio Onlus. Coinvolta nel progetto la RSA Principe Amabelek – ASP Firenze Montedomini gestita dalla Cooperativa Sociale G. Di Vittorio Onlus, in quanto gli ospiti sono disabili e anziani over 65, affetti da declino cognitivo e morbo di Alzheimer, e sono stati attivati percorsi di video arte terapia digitale, fruibili tramite pc, smartphone, tablet, che riguardano aspetti sonori e visivi, propedeutici a Percorsi di Arte Terapia quali “disegno e pittura”, “fotografia analogica e digitale”, “creta e ceramica”, “collage”, ”scrittura e libro d’artista” realizzati da – Psicologi e Artisti Arti Terapeuti Professionisti in presenza e, durante l’emergenza COVID-19, a distanza. Per gli operatori-socio-sanitari e gli specialisti della RSA, sono stati realizzati percorsi formativi e aggiornamento, affinché potessero essere di supporto agli ospiti durante la realizzazione dei percorsi di Arte Terapia, e attività di assistenza, durante e post l’emergenza COVID – 19, attraverso webinar, messaggististica istantanea, telefono, etc.
I caregiver, sono stati sensibilizzati affinché partecipassero ai percorsi di Arte Terapia insieme ai loro cari. Oltre 100 persone over 65 disabili e anziani, affetti da declino cognitivo e morbo di Alzheimer ospiti della RSA  hanno partecipato ai percorsi di Video Arte Terapia Digitale e ai percorsi di Arte Terapia, durante i quali hanno realizzato proprie opere; sono stati realizzati percorsi formativi e aggiornamento e attività di assistenza per operatori socio-sanitari e Specialisti off line e on line, in particolare video resi disponibili su YouTube al fine di poter essere fruiti da anche al di fuori dell’orario di lavoro, webinar e videocall, etc., che sono stati seguiti da oltre 40 addetti ai lavori, tra operatori socio-sanitari e Specialisti della RSA Principe Amabelek e di altre residenze sociali assistite della Città Metropolitana di Firenze; 10 caregiver hanno partecipato ai percorsi di Arte Terapia realizzati nella RSA Principe Amabelek insieme ai loro cari e 100 caregiver hanno usufruito delle attività di supporto a distanza volte a evitare l’insorgere in loro di stati di esaurimento psicofisico ed emozionale.


Associazionismo Volontariato Terzo Settore
 

Contributi al terzo settore impegnato nell’emergenza Covid. Oltre 3 mila le domande
Sono 3.180 le domande presentate per accedere ai finanziamenti a sostegno di organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e organizzazioni non lucrative di utilità sociale impegnate nell’emergenza Covid-19 nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, Lombardia e Veneto. A darne notizia è una nota del ministero per il Sud e la Coesione territoriale. A disposizione del mondo del terzo settore impegnato durante l’emergenza ci sono 80 milioni di euro provenienti dal Fondo Sviluppo e Coesione e suddivisi in 64 milioni per le regioni del Mezzogiorno e i rimanenti 16 milioni per Lombardia e Veneto.
Il termine delle domande era il 4 febbraio scorso. Delle oltre 3 mila richieste, 841 provengono da associazioni di promozione sociale iscritte nel registro nazionale e loro affiliate, spiega la nota, mentre 2.339 hanno sede operativa in una delle regioni interessate dal bando, suddivise così come segue: Abruzzo 93 domande, Basilicata 48, Calabria 232, Campania 253, Molise 43, Puglia 202, Sardegna 105, Sicilia 204, Lombardia 837, Veneto 322. “L’Agenzia per la Coesione territoriale procederà adesso, insieme alle Regioni interessate, a controllare la regolarità delle iscrizioni degli enti di Terzo Settore nei rispettivi registri, così da verificare il possesso dei requisiti soggettivi per la partecipazione al bando – si legge nella nota -. Dopodiché, la stessa Agenzia metterà a disposizione degli enti le risorse assegnate sulla base dei criteri indicati a seguire, nel rispetto delle percentuali predefinite (20% alle regioni settentrionali e 80% a quelle meridionali)”.
Il contributo sarà concesso sotto forma di sovvenzione diretta per finanziare i costi sostenuti dagli enti del Terzo Settore impegnati nell’emergenza Covid tra il 31 gennaio 2020 e il 31 dicembre 2021.
Fonte:  Redattore Sociale

 
Padova, violenza sulle donne, la Rete Provinciale delle Pari Opportunità celebra il suo primo anno di attività
Per promuovere la parità di genere è necessario unire le risorse e agire in maniera coordinata. Questa è l’idea che l’8 febbraio 2021 ha posto le basi per la nascita sul territorio padovano della prima Rete Provinciale per le Pari Opportunità, composta da 11 consulte e/o commissioni per le pari opportunità del territorio e dal Centro Veneto Progetti Donna-Auser. Una rete intesa come spazio di confronto, come sguardo più ampio e trasversale, come condivisione di obiettivi comuni e ottimizzazione delle risorse dei vari territori. Una rete che si pone molteplici obiettivi, tra i quali la realizzazione congiunta di progetti, incontri, eventi, lo scambio di buone pratiche ed esperienze sui diversi territori, l’organizzazione di momenti di formazione su temi attuali che riguardano il mondo delle Pari Opportunità e azioni di comunicazione e sensibilizzazione comuni e condivise.
La Rete ora si è allargata: al primo incontro, promosso dalla Consulta per le Pari Opportunità di Montegrotto Terme e dal Centro Veneto Progetti Donna-Auser, i soggetti che scelsero di costituire e aderire alla Rete Provinciale delle Pari Opportunità erano 8, mentre ad un anno dalla sua fondazione sono già 12. Per il 2022 l’obiettivo è quello di ampliarsi ulteriormente e farsi conoscere (e riconoscere) come punto di riferimento nella promozione delle pari opportunità, continuando a lavorare insieme per gli obiettivi comuni.
Per info: www.centrodonnapadova.it

Nazzareno Gabrielli è il nuovo direttore generale di Banca Etica
Il Consiglio di amministrazione di Banca Etica ha nominato Nazzareno Gabrielli come nuovo direttore generale. Una nomina nel segno della continuità, della valorizzazione delle competenze interne e del rafforzamento della cultura cooperativa. Gabrielli è stato infatti vice direttore generale di Banca Etica dal 2014 e Direttore Generale ad interim dal 14 ottobre 2021. Nato a Rimini nel 1963, sposato con tre figli, ha all’attivo una lunga carriera nel settore bancario, dal Banco Ambrosiano a Banca Intesa, da Eticredito fino a Banca Etica alla quale è approdato nel 2009 ricoprendo prima il ruolo di direttore d’area territoriale, poi quello di responsabile innovazione fino all’incarico di vice direttore generale. Da sempre impegnato nel mondo dell’economia civile e del sociale Gabrielli è stato presidente della Cooperativa di Commercio Equo e Solidale Pachamama di Rimini tra il 2012 e il 2015, ha avuto ruoli attivi nell’Agesci ed in altre organizzazioni di ambito ecclesiale e sindacale.
Per info: Chiara Bannella  Comunicazione & Media Relations Banca Eticacbannella@bancaetica.com www.bancaetica.itwww.eticasgr.it


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it www.auser.it

 

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

I commenti sono chiusi

MENU