Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 25 numero 6 – 16 febbraio 2022

Scritto da
16 Febbraio 2022

Agenzia settimanale – Anno 25 numero 6– mercoledì 16 febbraio 2022
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


 

Auserinforma

Un webinar per analizzare i risultati della collaborazione fra Auser Lombardia e Actimel Danone a sostegno della campagna vaccinale
Auser Lombardia organizza per il prossimo 24 febbraio dalle ore 11 alle 12, un webinar dal titolo “ Un’alleanza solida in un contesto in evoluzione“, L’iniziativa prende spunto dai risultati della  proficua collaborazione che si è instaurata tra Auser Lombardia e Actimel Danone a sostegno della campagna vaccinale. L’iniziativa sarà l’occasione per confrontarsi, ascoltare le testimonianze  dei volontari che con grande impegno e umanità hanno collaborato alla campagna negli hub vaccinali, mettere in campo nuove idee per il futuro. Nell’ambito del Webinar la narrazione della pandemia analizzata e commentata da Andrea Fontana, sociologo della comunicazione.
Il webinar si potrà seguire sulla piattaforma Zoom al link:
https://zoom.us/j/4107076069 meeting ID 4107076069  password 2402
 

Montelepre (PA): con il progetto “Generazioni virtuose” giovani e anziani insieme per dare nuova vita alla plastica
Trasformare i rifiuti plastici in oggetti di uso comune e di arredo urbano. E’ uno degli obiettivi del progetto “Generazioni virtuose – azioni di riciclo mai viste” il progetto che vede come capofila l’Auser di Montelepre (Pa) sostenuto da Fondazione con Il Sud e che coinvolge giovani e anziani nel riciclo e nel riuso della plastica.
Protagonista è il “Precious Plastic” un macchinario ideato in Olanda e realizzato dagli studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Mario Orso Corbino” di Partinico con l’aiuto degli anziani dell’Auser con esperienza nel settore artigianale. Le bottiglie, i tappi ed altri rifiuti di plastica, raccolti dai volontari e dagli studenti sono infatti destinati alla produzione di piastrelle di diverse taglie, colori e forme. Le realizzazione impreziosite con decorazioni creative, troveranno successivamente posto sui muri e nelle scalinate, negli angoli più belli dei Comuni partner, in un’ottica di riqualificazione urbana.
Le comunità coinvolte sono sei comuni della provincia di Palermo: Montelepre, San Cipirello, Balestrate, Giardinello, San Giuseppe Jato e Partinico. Coinvolte anche l’Auser di Balestrate Legambiente Giuseppe Giordano, Liberitutti S.C.S., CNA Palermo, Associazione civica Balestratese e Associazione culturale Kaleidos.
Recentemente poi, all’iniziativa hanno preso parte alcuni migranti ospiti dei due centri di accoglienza straordinaria di Partinico (PA), in un’ottica di inclusione sociale e di accoglienza di rifugiati e richiedenti asilo. Secondo la presidente di Auser Montelepre Nuccia Gaetani “questo progetto dà la possibilità a generazioni diverse di interagire per un obiettivo comune. Coinvolgendo i ragazzi è più facile arrivare ai genitori e dunque agli adulti: fare educazione ambientale significa formare a poco a poco gli adulti di domani. Il cambiamento vero e radicale è la sommatoria di tanti piccoli traguardi che si raggiungono nel tempo”.
“Generazioni virtuose – azioni di riciclo mai viste” è un patto tra nonni e nipoti per tutelare l’ambiente. Il progetto, che ha preso il via a marzo dello scorso anno e avrà la durata di tre anni, prevede la creazione di una comunità di cittadini attivi nel riciclo e riuso dei materiali plastici, iniziative di sensibilizzazione sui temi ambientali, eventi e passeggiate per la raccolta della plastica e la riqualificazione di sentieri extraurbani in stato di degrado.

 
“Time to care” a Siracusa. Operativi un gruppo di ragazzi per aiutare chi è più fragile. Presto uno sportello psicologico gestito dai volontari Auser
Auser di Siracusa con il progetto “time to care” offre un aiuto gratuito a quanti, anziani e soggetti fragili, hanno bisogno di attività di “welfare leggero” a cura di un gruppo di  giovani. Il progetto voluto dal Dipartimento per le politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio, è operativo presso l’Auser Territoriale di Siracusa con i circolo di Siracusa, Lentini ed Augusta. E’ stato attivato un servizio di disbrigo piccole faccende come: contatti con il medico curante, ritiro ricette e consegna farmaci, consegna a domicilio di piccoli acquisti, pagamento bollette ecc.. fino all’assistenza e compagnia telefonica con servizi informativi on line. “Sono quattro i nostri ragazzi che già si occupano di questo servizio di “welfare leggero” che da assistenza ad anziani e soggetti fragili, un servizio che oggi viene ampliato con un telefono dedicato 328 625 74 42 che risponderà dalle 8.00 alle 20.00 per raccogliere segnalazioni e/o richieste di assistenza” spiega Stefano Gugliotta presidente Auser Territoriale di Siracusa.
Nel  2022 Auser Siracusa con i suoi circoli di Augusta, Floridia, Noto, Lentini, Pachino e Siracusa ha varato un progetto di ampliare l’attività di volontariato sociale. Il Circolo di Noto con il progetto Filo d’Argento che da anni con la collaborazione del Comune di Noto offre la possibilità di assistenza ed accompagnamento dei soggetti fragili; i Circoli di Augusta, Siracusa, Floridia e Lentini che offrono la possibilità agli anziani di svolgere attività motoria e di nuoto ed altre attività ricreative. A breve grazie alla collaborazione di volontari psicologi, si aprirà uno sportello di assistenza psicologica Auser. Un attività quotidiana svolta dai nostri volontari che nello spirito dell’Auser, non chiedono, ma spontaneamente donano il loro tempo libero a benefici del sociale.

 
Longiano (FC), volontari rianimatori grazie al corso della Croce Verde
Si è svolto presso il centro Auser di Budrio di Longiano (FC) il primo incontro di Rianimazione Blsd (manovre di primo soccorso) della Croce Verde di Gambettola. Il presidente del consiglio di frazione Michele Fratellanza, alla presenza del presidente della Croce Verde di Gambettola Gianfranco Picchierri e del direttivo di Auser, ha accolto il primo gruppo di volontari rianimatori. «Il progetto, fortemente voluto dal quartiere di Budrio e Badia e che grazie alle competenze della Croce Verde di Gambettola, ha scelto Budrio di Longiano per organizzare le proprie attività, è diventato una realtà importante – ha detto il presidente Michele Fratellanza – La Croce Verde ed il suo presidente Gianfranco Picchierri sono conferma di professionalità e serietà. Per noi era importante avere concretezza: un punto di incontro, di solidarietà e di soccorso nel quartiere che stiamo costruendo insieme. Pensiamo anche al nostro centro Auser di Budrio. Un ringraziamento va a questi volontari che nella difficoltà hanno saputo mantenere una luce accesa come un faro nel mare. Un grazie va ad Auser Budrio e alla Croce Verde di Gambettola. Un abbraccio di stima e di vicinanza a tutte le famiglie di Budrio e Badia di Longiano: state dimostrando forza e determinazione, nonostante le tante difficoltà».
Fonte: Il Resto del Carlino
 

Venezia, nuova vita per trenta computer
Il gruppo Veritas ha donato trenta computer all’Auser Pertini di Venezia Mestre. «Verranno recapitati alle famiglie meno abbienti, che potranno così utilizzare uno strumento oramai diventato indispensabile – ha raccontato Giorgio Rocelli, presidente dell’Auser Pertini –. Abbiamo già individuato i nuclei familiari più bisognosi attraverso la nostra rete di solidarietà e pensiamo che le consegne potranno iniziare già dai primi giorni di marzo».
L’idea è partita dal gruppo Veritas, il quale ha deciso di mettere a disposizione i computer non più utilizzati all’interno dei propri uffici ma ancora efficienti e prestanti: «Periodicamente dobbiamo aggiornare i nostri sistemi informativi e sostituire i macchinari – ha spiegato Andrea Razzini, presidente Veritas –. Quelle consegnate oggi sono quindi macchine che noi non utilizziamo più ma che risultano ancora idonee ad un uso domestico e privato. Siamo contenti che potranno essere usate ancora per qualche anno da chi ne ha bisogno». I trenta computer sono stati resettati e sono quindi pronti a iniziare una “nuova vita”. Non tutte le famiglie però, ha raccontato Rocelli, dispongono di una connessione Internet: «Per questo motivo lanciamo un appello al Comune di Venezia, chiedendo di installare un’antenna per poter consentire anche a queste persone di collegarsi al Wi-Fi pubblico».
Alcuni macchinari resteranno all’interno della sede Auser e saranno destinati al corso di informatica attivato proprio lì: «Attraverso dieci lezioni da un’ora, due insegnanti impartiscono agli anziani i rudimenti fondamentali informatici, in modo che possano approcciarsi alla tecnologia autonomamente. Ad oggi abbiamo già formato ventiquattro utenti» conclude Rocelli.
Fonte: veneziatoday.it

 
Lillo Bruccoleri nuovo presidente di Auser Provinciale Agrigento
Lillo Bruccoleri è il nuovo Presidente Provinciale dell’AUSER, succede a   Piero Mangione deceduto lo scorso novembre. Lo ha eletto il Direttivo Provinciale dell’Auser Agrigento alla presenza del Presidente Regionale Giorgio Scirpa, del Segretario Generale della Cgil  Alfonso Buscemi, del Segretario Generale dello Spi Franco Gangemi.
Lillo Bruccoleri, 52 anni, canicattinese, è stato Segretario Generale della SLC Cgil Agrigento  e Presidente del Comitato Direttivo della CGIL Agrigentina, ed è da sempre impegnato nell’associazionismo e nell’attività sindacale.
Il Direttivo Provinciale ha aperto i lavori nel ricordo della figura di Piero Mangione e del suo operato. In provincia di Agrigento Auser è presente  con l’attività dei suoi circoli ed associazioni locali di volontariato e di promozione   sociale, nei comuni di Agrigento, Canicattì, Ribera e Naro e dall’attività della Libera Università Agrigentina. L’impegno del neo Presidente e di tutte le strutture intervenute nel dibattito è stato quello di allargare e rafforzare la presenza dell’Auser in provincia, di cercare nuovi volontari e cogliere appieno le potenzialità che la riforma del Terzo Settore offre. Auser Agrigento vuole crescere, avere più sedi e maggiori strumenti per essere ancora più vicina alle esigenze ed ai valori che rappresenta, anche per questo intende candidare l’Associazione alla gestione dei numerosi  beni ed immobili confiscati alla mafia nella provincia per farli diventare luoghi di socialità e di crescita culturale e civile

Umbria: alfabetizzazione informatica, supporto extrascolastico per i bambini e sostegno alle persone affette da Long Covid
Le tre grandi direttrici del progetto Resilienza Intergenerazionale che vede insieme Auser, Anteas e Ancescao
38 corsi attivati per un totale di 1520 ore e 360 partecipanti. E’ il risultato del corso di alfabetizzazione informatica per anziani attivato da Auser Umbria nell’ambito del progetto Resilienza Intergenerazionale. 28 ore di teoria e 12 di pratica per imparare a destreggiarsi con l’aiuto di giovani tutor nel complesso mondo di internet, delle app e degli smartphone.
L’approccio all’informatica e a internet è solo una delle tre grandi direttrici in cui si sviluppa il progetto che Auser Umbria ha portato avanti insieme ad Ancescao e Anteas con il sostegno della Regione e del Ministro del Lavoro e delle politiche sociali. L’altra grande direttrice è rivolta ai bambini da 3 a 6 anni per i quali sono stati creati spazi educativi di integrazione ai servizi degli asili per un totale di cinque ore aggiuntive settimanali, sabato mattina compreso. 60 i bambini coinvolti che hanno potuto sperimentare con l’aiuto di tre nonni e di educatori forme nuove e divertenti di intrattenimento. I bambini più grandi, da 6 a 13 anni, hanno invece potuto contare sulla presenza di tutor  per il recupero scolastico. I lunghi di mesi di Dad hanno creato grandi disagi soprattutto per gli studenti più svantaggiati in materie come la matematica, l’italiano, le lingue straniere. I volontari dell’Auser Umbria e delle altre organizzazioni hanno fatto rete con le scuole e le famiglie per cercare di individuare il maggior numero di studenti bisognosi di supporto scolastico e dare loro un aiuto concreto. Terza linea d’intervento riguarda il supporto alle persone coinvolte dagli effetti del Long Covid  in questo caso i volontari dell’Auser insieme a un gruppo di professionisti, oltre alla proposta di esercizi di respirazione e rilassamento, si impegnano nella diffusione  di messaggi rassicuranti, informazioni e indirizzando ove necessario ai servizi competenti nel territorio.
Fonte: La Nazione
 

All’Auser Assisi un nuovo mezzo per il trasporto sociale
E’ stato presentato presso il Comune di Assisi il progetto “Muoversi & non Solo” in collaborazione con Eventi Sociali che ha lo scopo di garantire e incrementare i servizi sociali e sanitari a favore delle persone più in difficolta del territorio di Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara e Valfabbrica. La raccolta fondi è destinata all’acquisto di una nuova Fiat Panda per rispondere alla crescente richiesta di servizi a cui l’associazione ogni giorno fa fronte. “Ogni giorno un ragazzo minorenne con disabilita deve essere accompagnato da Bettona all’Istituto Serafico di Assisi – ha spiegato Pasquale Borgarelli, presidente di Auser Distretto Assisano – e questo nuovo mezzo è per i nostri volontari fondamentale per soddisfare le richieste che ci arrivano tutti i giorni”.

 
Adria (RO), con Comune e Auser al via il nuovo servizio di trasporto sociale
Tutto pronto ad Adria (RO) per l’avvio del nuovo servizio di trasporto sociale: prenderà il via il primo mercoledì di marzo, poi ogni mercoledì della settimana per quattro itinerari diversi al fine di collegare le frazioni con il centro. Il servizio, primo in Polesine, nasce dalla stretta sinergia tra pubblico e volontariato, ovvero tra amministrazione comunale e associazione Auser, con il supporto di alcune aziende locali.
Per accedere al servizio è fondamentale prenotarsi chiamando al numero 3534309411 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9,30 alle 11,30.
Il servizio è completamente gratuito per gli utenti, ma bisogna rispettare i seguenti requisiti: persone ultra 65enni; anziani con reti familiari e informali carenti; soggetti con temporanea riduzione delle capacità motorie o con invalidità temporanea alla guida che non possono usufruire dei normali mezzi di trasporto pubblico; residenti nel comune di Adria; carenza di mezzi pubblici o incompatibilità degli orari dei mezzi pubblici per gli appuntamenti, in modo particolare di tipo sanitario; impossibilità accertata della rete familiare di garantire servizi di accompagnamento; mancanza di patente di guida o invalidità temporanea alla guida.
La sperimentazione durerà un anno.
Fonte: rovigoindiretta.it

 
Paderno d’Adda (LC), il teatro insegna a proteggersi dal gioco d’azzardo patologico

Il teatro come asso nella manica per vincere il gioco d’azzardo patologico: è la scelta fatta da Auser Paderno d’Adda, che ha organizzato il 9 e il 12 febbraio due incontri – rispettivamente al Centro Anziani di Merate e al Cinema Teatro di Bellano – finalizzati a dare strumenti per essere più consapevoli e preparati rispetto al rischio di cadere nel gioco d’azzardo patologico. La particolarità degli incontri riguarda il fatto che insieme al dott. Luca Rossi del Movimento No Slot (che presenta i risultati della ricerca sul gioco patologico tra le persone anziane) e all’esperto psicologo Daniele Landi c’è un’intera compagnia teatrale, Il Carro Di Tespi, che mette in scena le conseguenze dell’azzardo pericoloso attraverso le sagaci battute della commedia di Carlo Goldoni “La bottega del caffè”.
 
 
Sarego (VI), studenti disabili delle superiori a scuola grazie all’Auser, siglato l’accordo con il Comune
Accordo tra Comune di Sarego e Circolo Auser di Lonigo per il servizio di trasporto agevolato in favore degli studenti disabili. L’Amministrazione comunale ha siglato con l’associazione di volontariato una convenzione per lo svolgimento dell’accompagnamento in sicurezza degli studenti disabili che hanno necessità di frequentare le scuole superiori. L’importo stanziato per effettuare il servizio, destinato ai residenti, è pari a poco più di 5 mila euro, ripartito sull’intero anno scolastico. La somma, che viene anticipata all’associazione dalle casse comunali, verrà successivamente ristorata al Comune dall’Ulss 8 Berica, sulla base di risorse regionali e in forza di un previgente accordo di collaborazione con il Comune di Sarego per lo svolgimento del servizio di trasporto sociale per studenti disabili.
Fonte: Il Giornale di Vicenza
 

Tavazzano (LO), acquistato dal Comune con l’aiuto dei cittadini, ricorderà una donna scomparsa nel 2020
Un nuovo mezzo a disposizione dei volontari Auser e dedicato a Carla Pozza, tavazzanese scomparsa nel novembre 2020 per una malattia. È stato consegnato nel tardo pomeriggio di mercoledì al municipio un Fiat Doblò Bianco, dotato di una pedana apposita per il trasporto di persone con difficoltà di deambulazione, acquistato dal Comune con il contributo, arrivato tramite una raccolta fondi, dei cittadini. Un’iniziativa fortemente voluta dalla vicesindaca Anna Maria Emilia Pizzini: «Questo è un nuovo mezzo con allestimenti d’avanguardia per i nostri amici disabili che ha sostituito il vecchio Doblò immatricolato nel lontano 2003 – ha commentato – da assessore alle politiche sociali sono davvero emozionata per questo risultato, che parte da lontano. In uno dei primi incontri con l’Auser, la sostituzione di questo mezzo è parsa subito una criticità ereditata e da affrontare, e non ho esitato a porla come obiettivo di mandato nel Dup 2020-2021, perché si traducesse in un impegno per il bilancio. Vedere il nuovo mezzo parcheggiato davanti al municipio mi riempie di gioia; ringrazio l’assessore al bilanLa vicesindaca Anna Pizzini con il volontario Auser Sergio Turati cio Mirko Villa, che ha trovato le risorse». Il pullmino, ha concluso Pizzini, «è a disposizione di un’associazione di cui ho massima stima e con la quale ho trovato un’ottima sinergia, e porta con sé anche un grande messaggio sociale. È inoltre a ricordo di Carla Pozza, alla quale il mezzo verrà dedicato». n Carla Ludovica Parisi
Fonte:Il cittadino di Lodi

 
Reggio Emilia, ciclo di incontri di storia moderna per comprendere meglio il mondo
“Gli ultimi 70 anni nel mondo e in Italia” è questo il titolo del ciclo di 6 incontri che Auser e Spi-Cgil hanno programmato, presso il Centro sociale Pigal di Reggio Emilia (Via Errico Petrella, 2), per approfondire temi di carattere storico-culturale in compagnia del professor Cesare Grazioli. Il primo appuntamento è fissato per lunedì 7 marzo, dalle ore 17 alle ore 19, e sarà dedicato alla storia demografica in Italia e nel mondo. La seconda lezione, martedì 15 marzo, dalle 15 alle 17, verterà sul periodo post bellico fino agli anni Settanta nel contesto mondiale, mentre martedì 22 marzo, sempre dalle 15 alle 17, lo stesso tema sarà trattato in ambito italiano. Martedì 29 marzo, dalle 15 alle 17, sarà la volta di un approfondimento dedicato all’evoluzione della musica e delle canzoni. Martedì 5 aprile, dalle 15 alle 17, il professor Grazioli si concentrerà sul contesto globale dagli anni Ottanta ad oggi, mentre martedì 12 aprile, ore 15-17, si focalizzerà sul quadro nazionale.
L’iscrizione è gratuita e obbligatoria inviando una e-mail a info@auserreggioemilia.it o chiamando lo 0522 300132 (Auser) o lo 0522 457592 (Spi-Cgil). Green pass necessario.

Lecco, appello dell’Auser: “Abbiamo bisogno di volontari”
Auser Leucum cerca con urgenza volontari per i territori di Lecco, Oggiono, Calolziocorte e Mandello per i servizi di trasporto, telefonia e promozione sociale in favore delle persone anziane e disabili. L’associazione fa appello a tutti i cittadini che hanno del tempo da dedicare per il bene di chi è più fragile e ha bisogno di un sostegno. Servono il prima possibile nuovi volontari che aiutino Auser a svolgere accompagnamenti verso ospedali, ambulatori, supermercati, attività sempre più richiesta e fondamentale per il numero crescente di persone non autosufficienti e che non hanno una rete di parenti e amici che possano supportarle. Non solo: servono volontari anche per effettuare telefonate di compagnia e supporto agli anziani soli, come pure per realizzare attività di promozione sociale. Chi è interessato può compilare il modulo disponibile a questo link per essere ricontattato. “Donare il proprio tempo al prossimo non vuol dire soltanto tendere la mano a chi è in difficoltà, ma anche arricchirsi con esperienze umane e di crescita personale che restano indelebili – spiega Claudio Dossi, presidente provinciale di Auser – Auspico che tanti possano aderire a questo nostro accorato appello. Anziani, disabili e fragili hanno bisogno di tutti noi”.  A ricordare l’importanza del lavoro svolto da associazioni come Auser per stare vicino a chi è solo, ricordano dalla sede di Corso Monte Santo, la storia della signora Marinella di Como, morta a 70 anni in casa e trovata ancora lì sulla sua sedia dopo due anni, semplicemente perché nessuno l’aveva mai cercata: nessun parente, nessun vicino, nessuna persona amica. Marinella ha vissuto e se ne è andata nel silenzio della solitudine, una storia che squarcia il velo sull’indifferenza della società di oggi.
Fonte: LeccoToday

L’Aquila, “Parla con me”: sportello di supporto psicologico per over 65
“Parla con me” è un nuovo servizio dedicato alle persone over 65 promosso dall’Auser provinciale de L’Aquila nell’ambito del progetto “oltre il Covid” patrocinato dalla Regione Abruzzo e dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.  Uno spazio individuale dove raccontarsi, esprimere se stessi, le proprie emozioni, paure e difficoltà, per trovare insieme  le risorse e gli strumenti utili al miglioramento del benessere  emotivo e psicologico. A disposizione degli anziani la dottoressa Gabriella Paluzzi psicologa e psicoterapeuta. Il servizio  è partito l’11 febbraio, per prenotare un incontro occorre chiamare dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 il numero 344-2371462 o lasciare un messaggio su Whatsapp.
Lo spazio di “parla con me” si trova presso la sede Auser in via Saragat 10.
Lo sportello psicologico è gratuito ai fini assicurativi è richiesta la tessera Auser 2022.


 Dal Sindacato
 

Roma, presentazione del docufilm su Lidia Menapace
Giovedì  17 febbraio alle ore 10 a Roma presso il Centro Congressi Frentani Sala Auditorium, si terrà la presentazione del docufilm su Lidia Menapace con la partecipazione dell’autore, Massimo Tarducci, la proiezione di un estratto del documentario e a seguire una tavola rotonda con Luciana Castellina,  Livia Turco ed Ivan Pedretti.
L’iniziativa si terrà in presenza e si potrà comunque seguire in streaming sulla pagina Facebook dello Spi Cgil Nazionale. L’accesso al centro congressi è consentito esclusivamente ai possessori del green pass rafforzato e con mascherine FFP2.


Anziani e dintorni
 

Anziani, in Lombardia un terzo vive da solo. Presentata l’indagine “Più fragili dopo la tempesta?” promossa da Spi Cgil, Fnp Cisl Lombardia e Uilp Uil Lombardia in collaborazione con l’Associazione per la Ricerca Sociale di Milano
Quasi un terzo degli anziani lombardi vive da solo. Ma questo non vuol dire che si sentano soli. Anzi, la solitudine percepita è maggiore nei piccoli centri, dove una quota minore di anziani vive da sola in casa, e si riduce fortemente a Milano, dove la percentuale dei “solitari” è maggiore della media regionale. Il senso di solitudine, percepito, inoltre, è del 5% tra i “giovani-anziani” (quelli che vanno dai 65 ai 70 anni) e arriva al 20% tra gli ultra ottantenni.  È uno dei dati più interessanti emersi da Più fragili dopo la tempesta? Ricerca sugli anziani in Lombardia: bisogni, desideri, risorse, l’indagine svolta sugli anziani lombardi dopo due anni di emergenza sanitaria, promossa da Spi Cgil Lombardia, Fnp Cisl Lombardia, Uilp Uil Lombardia che, in collaborazione con ARS (Associazione per la Ricerca Sociale di Milano) hanno costituito un Osservatorio regionale sulla terza età. L’indagine  rappresenta la prima ampia ricognizione dopo due anni di pandemia: i dati sono stati raccolti tra luglio e settembre dell’anno scorso. Questi primi risultati saranno poi confrontati con quelli che saranno raccolti dopo l’estate prossima e presentati all’inizio del 2023. Un altro dato molto importante emerso è che il 14% degli anziani ultraottantenni vive in una sorta di un’autoreclusione domestica importante. Questo significa che oltre centomila anziani lombardi si trovano a vivere confinati in casa, con evidenti problemi nella fruizione dei necessari servizi quotidiani. Il punto di partenza sono i dati Istat: gli ultra 65enni in Lombardia, sono circa 2,3 milioni (pari al 22,9% della popolazione) e aumentano al ritmo di 40 – 50 mila all’anno. Dal 2000 ad oggi la percentuale di anziani è aumentata del 25% (nel 2002 era pari al 18,2%) e secondo le previsioni demografiche elaborate dall’Istat potrebbe arrivare a quota 32% entro il 2050.
Lo studio ha coinvolto oltre 1000 anziani residenti in Lombardia, di età compresa tra i 65 e gli 85 anni. Analizzando i risultati, si può dividere il “pianeta anziani” in due parti: quello dei “giovani anziani”, sessantacinquenni/settantenni e quella dei “grandi anziani”, gli ultraottantenni. I “giovani anziani” si distinguono per una maggiore istruzione e predisposizione alla socialità, per una vita dinamica e per una significativa familiarità con le tecnologie.
Fonte: Famiglia Cristiana


Associazionismo Volontariato Terzo Settore
 

Sul sito del Forum Terzo Settore una nuova rubrica tutta dedicata al PNRR
Sul sito del Forum Nazionale del Terzo Settore è stata inaugurata una nuova sezione, si tratta della rubrica “Focus” che ha l’obiettivo di aggiornare costantemente  bandi, decreti e provvedimenti e ogni novità che interessi il Terzo Settore sul #PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. La pagina si può consultare al seguente link: https://www.forumterzosettore.it/focus-pnrr/

E’ online il programma di FQTS 2022
I protagonisti della formazione di quest’anno saranno le Comunità territoriali (come luogo di relazioni, identità e appartenenza) di cui sono parte gli Enti del Terzo settore. La costruzione di legami e tessuti comunitari è infatti il presupposto di qualsiasi processo di sviluppo, cambiamento e di consapevolezza nelle comunità territoriali. Il percorso formativo avrà quindi l’obiettivo complessivo di passare da una logica di ‘sviluppo delle capacità’ a una di ‘sviluppo di comunità’ per offrire ad ETS e Reti, ma anche ai singoli partecipanti alle linee formative un nuovo paradigma, che veda la Comunità quale reale protagonista del processo di cambiamento e non, come spesso accade, mera destinataria di interventi fini a sé stessi. Anche quest’anno la formazione sarà articolata in cinque assi formativi che si differenziano per obiettivi (linee formative), per tipologia di destinatari e per metodologie e percorsi formativi.
Il  Progetto esecutivo di FQTS relativo all’annualità 2022 si può scaricare a questo link: https://bit.ly/3BiULTc

A Bergamo appuntamento con il volontariato che cambia la sanità
Bergamo è una città in cui il volontariato è di casa: un cittadino su 10 dedica il proprio tempo ad attività solidali e la loro presenza è stata determinante per affrontare l’emergenza sanitaria, di cui il territorio di Bergamo è diventato un simbolo, grazie soprattutto alla capacità di migliaia di associazioni e volontari attivi, di reagire e far fronte ai bisogni della popolazione. Per questo lo scorso 5 dicembre Bergamo è stata ufficialmente nominata da CSVnet – associazione nazionale dei Centri di servizio per il volontariato, con il patrocinio di Anci – prima Capitale Italiana del Volontariato. Un riconoscimento voluto dal sistema dei Csv, che ogni anno premierà il lavoro svolto da amministrazioni locali, volontari e cittadini per costruire comunità coese, fondate sul contributo di ciascuno per il bene comune. Primo evento nazionale legato alle celebrazioni di Bergamo Capitale è il convegno dal titolo “Il volontariato che cambia la sanità. Il tempo della relazione è tempo di cura” in programma sabato 19 febbraio, alle ore 10, al Centro Congressi Giovanni XXIII di Bergamo in occasione della Giornata nazionale del personale sanitario e del volontariato (che si celebra ogni anno il 20 febbraio). Sarà un’occasione per riflettere insieme a tanti ospiti sul ruolo che il volontariato può giocare nei percorsi di cura delle persone.
Diretta streaming sulla pagina Facebook ”Capitale Italiana del Volontariato – Bergamo 2022” e sui canali di CSV Bergamo, CSVnet e Vita non profit
Per info: Ufficio stampa CSVnet  Clara Capponi  Email: ufficiostampa@csvnet.it  Cell.340 2113992 www.csvnet.it
 


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it www.auser.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

I commenti sono chiusi

MENU