Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 27 numero 12 – 27 marzo 2024

Scritto da
27 Marzo 2024

Agenzia settimanale – Anno 27 numero 12– mercoledì 27 marzo 2024
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

Firenze, socialità e volontariato. Incontro pubblico dedicato a Simonetta Bessi
“Socialità e Volontariato: valore aggiunto e motivo identitario” è il titolo dell’incontro promosso da Auser Toscana che si terrà il prossimo 19 aprile a Firenze presso la Biblioteca delle Oblate in via dell’oriuolo 24.  L’iniziativa è dedicata a Simonetta Bessi, la presidente regionale dell’Auser scomparsa il 7 dicembre dello scorso anno.
Apre i lavori alle ore 10.00 Renato Campinoti, presidente Auser Regionale Toscana, seguono i saluti dell’assessore all’Educazione, Welfare e immigrazione del Comune e a seguire l’intervento del prof. dell’Università di Tor Vergata  Andrea Volterrani che relazionerà su tema “socialità, partecipazione, comunità: Il ruolo del volontariato”.
Seguiranno gli interventi di Lella Brambilla, vicepresidente nazionale Auser; Paola Galgani Cgil Toscana; Serena Spinelli assessore Welfare Regione Toscana; Marisa Grilli Spi Cgil Toscana; Luigi Paccosi presidente del Cesvot; Alessio Gramolati segretario generale Spi Cgil Toscana. Conclude i lavori il presidente nazionale Auser Domenico Pantaleo.

Il contributo di Auser al Milan Longevity Summit
Ricercatori ed esperti di fama internazionale in dialogo costruttivo dal 14 al 27 marzo durante il Milan Longevity Summit – “RISCRIVERE IL TEMPO. Scienza e Miti nella corsa alla Longevità”, ideato da BrainCircle Italia – su come rallentare l’invecchiamento, mantenendo una vita più lunga in buona salute psicofisica: un evento importante, cui si è aggiunto il fondamentale contributo del Terzo Settore le cui idee sono state presentate il 26 marzo a MIND Milano Innovation District. In questo incontro internazionale sono emerse proposte concrete per far sì che la longevità sana e attiva sia accessibile a tutti, indipendentemente dalle risorse sociali ed economiche a disposizione e dalle fragilità delle persone. L’appuntamento con il Terzo Settore è stato promosso da Fondazione Triulza, rete di organizzazioni della società civile e dell’economia civile attiva in progetti di innovazione, insieme ad Anteas Lombardia e Auser Lombardia. Tra le proposte emerse durante l’incontro la necessità di consentire ai cittadini e alle cittadine che hanno concluso la carriera lavorativa di donare competenze, tempo e risorse alla propria comunità; contrastare la solitudine e l’invisibilità sociale di molta parte della popolazione anziana; accelerare la digitalizzazione dei servizi a disposizione dei cittadini; sostenere l’autonomia e la domiciliarità degli anziani. Tra gli strumenti individuati per raggiungere questi obiettivi ci sono la valorizzazione delle reti territoriali del Terzo Settore che conoscono e monitorano anche i cambiamenti in atto; l’avvio di percorsi di co-progettazione partecipata tra mondo del sociale, pubblica amministrazione e filantropia, per dar vita ad un welfare di prossimità; la sperimentazione di nuove alleanze con il mondo della ricerca e della cura per prevenire e sostenere le fragilità; promuovere un dialogo e uno scambio intergenerazionale.
L’incontro è stata l’occasione per presentare alcune ricerche importanti sul tema e presentare progetti concreti che vanno nella direzione auspicabile dei partecipanti, interessati a proseguire il percorso di condivisione oltre questo appuntamento di riflessione.
Per info: Pilar Sinusia – Resp. Comunicazione – Ufficio Stampa di Fondazione Triulza
comunicazione@fondazionetriulza.org

Auser Gallarate (VA) approda su YouTube
L’ associazione di Gallarate con iniziative che spaziano dalla ginnastica dolce alle proposte culturali e un’ attenzione particolare al trasporto verso centri dedicati, ha deciso di avviare un proprio canale Youtube. Il primo video è una chiamata alla partecipazione: «Vivi con noi un’ esperienza unica», lo slogan lanciato dal gruppo guidato dalla presidente Gabriella Ciambelli. Parola chiave dello spot è «insieme», mentre scorrono le immagini delle tante iniziative di incontro e socialità, cultura e turismo promosse dalla sede di via del Popolo. Impossibile poi non dare spazio al servizio di trasporto grazie al quale decine di persone fragili riescono a raggiungere ogni giorno le strutture del territorio di cui hanno bisogno. In poche ore dalla sua pubblicazione, lo spot ha raccolto oltre 140 visualizzazioni. Per vederlo è sufficiente digitare “Auser Gallarate” nella barra di ricerca di Youtube.
Il link per rintracciare direttamente il video è https://youtu.be/D5bjRFIit3w
Fonte: La Prealpina

Ravenna, tornano gli appuntamenti di “Il bello di coltivare la vita”
Auser Ravenna ripropone anche in questa primavera l’iniziativa “Il bello di coltivare la vita”, quattro appuntamenti aperti a tutti i cittadini che nutrono interesse e curiosità in materia orticola e in generale sulle piante. L’obiettivo è quello di creare momenti di condivisione e approfondimento sia per chi l’orto lo conosce, sia per chi è alla ricerca di un nuovo approccio con la terra e i suoi prodotti.
Lo scopo di questi appuntamenti è proprio quello di arricchire le conoscenze dei partecipanti su come si prepara e coltiva la terra per produrre in modo biologico gli ortaggi, conoscere le proprietà delle erbe aromatiche, sapere distinguere e raccogliere le erbe spontanee e conoscere il mondo delle piante officinali e il loro utilizzo, oltre che condividere il valore della solidarietà e favorire percorsi che promuovono la salute e la migliore qualità del vivere sociale.
Il corso si terrà nella sala “Silvio Buzzi” di Via Berlinguer, 11 nelle seguenti date:
Giovedì 28 marzo alle 20 – Erbe Spontanee, relatrice: Luciana Mazzotti. Erbe Aromatiche, relatrice: Annalisa Tavazzani
Mercoledì 10 aprile alle 20 – Tecniche di coltivazione e di innesto per colture orticole, relatore: Daniele Selvi Mercoledì 17 aprile alle 20 – Coltivare e produrre Ortaggi per il consumo familiare, relatore: Daniele Selvi Mercoledì 24 aprile alle 20 – Erbe Officinali e medicinali, relatrici: Carlotta Farneti e Annalisa Tavazzani
Tutte le serate sono coordinate dal tecnico Claudio Valmori del Consorzio Agrario di Ravenna.  Il corso è gratuito.
Per informazioni e iscrizioni, ausertessere2@gmail.com oppure tel. 375 8362490.
Fonte: Ravenna Today

Correggio (RE), donato all’Auser un pulmino abilitato per i trasporti sanitari
Durante la fiera di San Giuseppe a Correggio (RE) l’associazione “Amici del cuore” ha donato ad Auser un pulmino del valore di 59mila euro. Il mezzo è abilitato per i trasporti sanitari di due carrozzine per persone con problemi di deambulazione che possono diventare sei posti a sedere per chi è autonomo. «Come “Amici del cuore” – spiega il presidente Aimone Spaggiari – abbiamo ritenuto fosse giusto fare questa donazione per dotare di un servizio in più alla città. Il pulmino aiuta a risolvere la crescente richiesta di trasporti sociosanitari provenienti dalle fasce più deboli. Per comprare e allestire il pulmino abbiamo costruito un fondo nel tempo grazie alle donazioni di cittadinanza e imprenditori, che ringraziamo, sempre molto sensibili a farsi carico delle istanze provenienti dalla società».
Fonte: Gazzetta di Reggio

Empoli (FI), Casa Sicura torna a nuova vita
Una casa attrezzata con le principali misure preventive e protettive per ridurre i rischi di infortunio domestico. È Casa Sicura, la casetta prefabbricata, donata diversi anni fa all’Azienda Asl di Empoli e di cui oggi è in corso il ripristino per renderla di nuovo funzionale a percorsi formativi e informativi per la prevenzione degli infortuni domestici. Costruita e adattata alle campagne informative dei primi anni Duemila fino al 2012, non è stata poi più utilizzata, divenendo oggetto anche di atti vandalici nel parcheggio esterno dell’ospedale San Giuseppe. L’iniziativa per il recupero di “Casa Sicura” è partita dalla Società della Salute Empolese Valdarno-Valdelsa e da Auser Regionale e territoriale Empolese. L’intero progetto denominato “La rete per la prevenzione degli infortuni domestici, Casa Sicura”, dal ripristino alla formazione prevista, di cui la casetta sarà una degli elementi chiave, è realizzato da SdS, Auser e Asl Toscana centro con i Dipartimenti della Prevenzione e delle Professioni Tecnico Sanitarie. La casetta, che dovrebbe essere pienamente operativa da maggio, sarà in grado di accogliere fino a 12 persone adulte in contemporanea. L’obiettivo è di metterla a disposizione per le future iniziative di formazione e informazione nei territori dell’Azienda e in quelli previsti da Auser.
Fonte: gonews.it

Foggia, Auser celebra con un filmato il centenario della Fontana del Sele
L’Auser provinciale di Foggia ha celebrato il centenario della Fontana del Sele  con un filmato che racconta, attraverso le immagini, la lunga vita di un monumento che doveva essere provvisorio, ma è invece diventato un pezzo dell’anima e del cuore della città.
Era il 21 marzo del 1924 quando  veniva inaugurata, in coincidenza con l’Acquedotto Pugliese, la Fontana del Sele. Da allora, la fontana e piazza Cavour che la ospita sono divenute il simbolo della città di Foggia. Sono state testimoni dei momenti tragici della storia della città, come i bombardamenti della estate del 1943, ma anche della sua rinascita. E hanno condiviso con la comunità tanti momenti di festa, di gioia, di solidarietà.
Di seguito il link per guardare il filmato: https://youtu.be/D0n79B8kCR8

Avigliano (PZ), in un libro rivolto alle nuove generazioni la raccolta di usi e costumi locali
 “C’era una volta…Avigliano” è il titolo del volume presentato nei giorni scorsi presso il Chiostro comunale. La pubblicazione e l’iniziativa sono state promosse dall’Auser di Avigliano in collaborazione con Auser Basilicata. Il libro nasce con lo scopo di raccogliere e documentare gli usi, i costumi, le antiche tradizioni della comunità aviglianese per tramandarli alle generazioni future.
All’intero dell’opera vi sono sezioni dedicate ai costumi d’epoca, alla cucina, ai mestieri, ai giochi e in conclusione una raccolta di massime e proverbi. Tutti gli approfondimenti sono corredati di immagini. In occasione della presentazione del libro è stato lanciato il premio istituito in memoria di Silvana Massabò, già Presidente dell’Auser di Avigliano e Vicepresidente dell’Auser regionale.

Vigevano (PV), Auser: anziani sempre più soli e indifesi
Solitudine, pensioni basse, sanità costosa e con tempi troppo lunghi. Questi sono i problemi con i quali gli anziani fanno i conti tutti i giorni. Lo sanno bene Graziella Pinato, ex presidente di Auser Vigevano, ed il neo presidente Salvatore Cirillo. «Il 90% dei lavoratori di Vigevano sono pendolari – dice Cirillo – e questo significa che i nostri anziani spesso non hanno nessuno cui fare riferimento. Se devono andare a fare una visita specialistica, il figlio, o la figlia, deve perdere un giorno di lavoro, e questo diventa un problema. Qui interveniamo noi con i nostri volontari a titolo gratuito. Ci capita spesso di accompagnarli anche a fare la spesa». Poi ci sono le pensioni, che per la maggior parte non sono molto “grasse”. «Le pensioni dei nostri anziani sono povere – prosegue il neo presidente Auser –, perché la maggior parte di loro sono ex operai o operaie, ma c’è anche chi non ha avuto un percorso lavorativo continuo. Tutti quindi devono stare molto attenti a come, quanto e dove spendono, per tentare di arrivare indenni alla fine del mese. Sono in tanti anche quelli che decidono di non farsi curare o di aspettare mesi perché non hanno i soldi per delle prestazioni a pagamento». Il gap tecnologico Infine l’altro grandissimo problema: il linguaggio incomprensibile per gli anziani della tecnologia, a cominciare da quella dei cellulari. Ormai si prenota con i telefonini, con le app, con i tablet e con i computer, e serve persino una mail. Qualcuno ha la fortuna di avere i figli o i nipoti vicini, ma gli altri? Molti sono venuti qui da noi e hanno prenotato con il nostro aiuto. Adesso stiamo ragionando su come strutturare uno sportello dedicato proprio a questo servizio, e a maggio arriverà il ragazzo che ha aderito al servizio civile, magari lui ci darà qualche idea”.
Fonte: La Provincia Pavese

Uras (SS): “Intrecci di idee”, il nuovo ciclo di incontri culturali promosso dall’Auser
“Intrecci di idee” è il titolo di un nuovo ciclo di iniziative culturali che l’Auser e la Scuola del Popolo di Uras, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale, proporranno nelle prossime settimane ad Uras sino a maggio 2024. Si inizia con “Le donne nella miniera di Montevecchio”: Clelia Atzori e Marijke Droste che raccontano della tragedia del cantiere di Azuni, tratti dai testi di Iride Peis “Voci di donne” e “Donne e bambine nella miniera di Montevecchio”. L’evento si è tenuto nei giorni scorsi  presso la sala polivalente di via Roma.
Fonte: La Nuova Sardegna

Dresano (LO), la spesa sospesa per aiutare chi è in difficoltà
«Aiutaci ad aiutare» edizione 2024, e anche in occasione della Pasqua la “carovana solidale” della Spesa Sospesa invita a donare per i meno fortunati. Torna, su iniziativa delle parrocchie di Dresano e Casalmaiocco e il coinvolgimento dei comuni di Dresano e Casalmaiocco, di Auser oltre a tutte le associazioni del territorio, il progetto spesa sospesa che, in vista della Pasqua, ha come obiettivo quello di aumentare le offerte dell’Emporio della solidarietà, negozio solidale che offre la possibilità, per chi si trova in difficoltà, di avere generi di prima necessità, alimentari e per la cura della persona. L’invito è così quello di acquistare prodotti di prima necessità – dadi, olio, sale, zucchero, detersivi, prodotti per l’igiene personale, materiali scolastici, tè, riso e simili – da depositare nei cesti di raccolta messi a disposizione dagli esercizi commerciali e nei punti di raccolta sul territorio – le chiese e il municipio di Dresano, Pan di Pizza piazza Europa, Farmacia Eredi Gelo via dei Giardini, Ortofrutticola della Romagna via Melegnano, Alimentari Bianchi via Genova tra i punti indicati.
Fonte: Il Cittadino di Lodi

Auser Bressana (PV) avvia uno sportello per aiutare gli anziani nelle pratiche burocratiche
L’Auser di Bressana, condividendo l’invito dell’amministrazione comunale, ha organizzato un servizio di supporto per le persone in difficoltà nello svolgere le pratiche burocratiche per le quali oggi, in particolare, necessitano conoscenze informatiche. A partire dallo scorso 6 marzo, tutti i mercoledì mattina dalle 9 alle 12.30 nei locali attigui alla sede Auser di piazza Marconi, questo servizio sarà a disposizione dei cittadini. Servizio da prenotare.
Fonte: La Provincia Pavese

Vigarano Mainarda (FE), l’omaggio del Comune ai volontari Auser
Dal 2002 è in funzione, a Vigarano Mainarda (FE) un servizio per trasportare, gratuitamente, gli anziani in ospedali e case di cura per visite e controlli. A disposizione ci sono due pulmini, i costi di gestione sono a carico del Comune, gli autisti che si alternano sono tutti volontari. Per omaggiarli il Comune ha donato una targa che verrà affissa in municipio come memoria storica. La cerimonia si è svolta alla presenza degli autisti in servizio e di quelli che, causa l’età, sono a riposo. «La proposta – ha spiegato il sindaco Davide Bergamini – è stata condivisa da tutti i gruppi presenti in consiglio comunale. Questo servizio è un orgoglio della comunità vigaranese e come amministrazione per rendere meno gravoso il lavoro dei volontari abbiamo deciso, come rinforzo, di affiancare anche un nostro dipendente. Consegniamo, a quelli in servizio, un giubbotto con lo stemma del Comune e la descrizione del servizio che svolgono». Il vicesindaco Mauro Zanella ha dedicato un ricordo agli autisti deceduti. Era presente alla serimonia Arianna Tommasin Cavazzini dell’Auser provinciale, in quanto gli autisti volontari sono soci del circolo Auser La Camarazza di Vigarano Pieve. «Attualmente – ha ricordato Monica Barbi che coordina il servizio – i volontari sono nove e svolgono mensilmente una sessantina di viaggi verso strutture sanitarie trasportando, ogni volta, più persone». Per prenotare il servizio basta telefonare al 0532.437923 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.30. Nel giorno e all’ora stabilito il pulmino si presenta davanti all’abitazione per trasportare l’anziano verso le strutture per poi riportarlo davanti all’uscio di casa. Tutto gratuitamente grazie alla disponibilità dei volontari.
Fonte: La Nuova Ferrara

Salsomaggiore (PR), Auser e Comune insieme per il servizio di trasporto sociale per gli anziani
 Pronto a partire il servizio di trasporto sociale promosso dal Comune di Salsomaggiore in collaborazione con Auser Parma. Un servizio che si inserisce nella rete di interventi in campo sociale dell’amministrazione comunale, finalizzati a promuovere l’ autonomia delle persone, sostenerla nelle funzioni che non possono essere svolte in autonomia e favorire l’ integrazione e il collegamento tra i servizi socio-sanitari. Il progetto del trasporto sociale, oltre che un aspetto pratico-logistico, porta con sé anche un’ importante aspetto legato alla socializzazione. Non dobbiamo dimenticarci che spesso gli anziani fanno i conti con la solitudine; una rete di servizi sociali efficace li aiuta a sentirsi meno soli e permette loro di essere accompagnati a visite o appuntamenti della quotidianità. Per prenotare il servizio di trasporto sociale è necessario chiamare o recarsi all’ Ufficio dei Servizi Sociali del Comune (0524.580311).
Il servizio è rivolto prioritariamente ai cittadini residenti parzialmente autosufficienti e trasportabili con un mezzo non attrezzato per persone con invalidità; possono usufruire persone ultrasessantacinquenni, con impossibilità accertata della rete familiare di garantire servizi di accompagnamento; soggetti con temporanea riduzione delle capacità motorie o con invalidità anche temporanea alla guida; soggetti che non abbiano la patente di guida e siano affette da patologie croniche, accertate da un certificato medico, e che necessitano di recarsi periodicamente nelle strutture sanitarie del distretto.
Fonte: La Gazzetta di Parma

Venafro (IS), all’Auser la presentazione del libro di Luigi De Magistris
Nel pomeriggio di mercoledì 27 marzo, alle ore 17.30, presso la Palazzina Liberty di Venafro, nell’ambito delle manifestazioni organizzate dall’ Auser Cultura di Venafro, sarà presentato il volume di Luigi De Magistris ‘Fuori dal sistema’.
“Mi è stato impedito di proseguire il mio lavoro di magistrato fedele alla Costituzione, ma mi sono rialzato, cercando di applicare la nostra carta fondamentale in un altro modo. Si può essere nelle istituzioni e fuori dal sistema: il potere può e deve essere messo al servizio dei senza potere”, il commento dell’ex sindaco di Napoli.
Luigi De Magistris sarà presente all’incontro. Modererà il dibattito il giornalista e scrittore Paolo De Chiara.
Fonte: isnews.it

L’autobiografia di Pippo Romancini
“Tra fabbrica, sindacato e volontariato!” è il titolo dell’autobiografia di Pippo Romancini membro della presidenza di Auser Sicilia. E’ il racconto documentato da fotografie e documenti, della sua lunga vita trascorsa fra impegno nelle lotte sindacali in Sicilia  e successivamente sul fronte sociale come responsabile dell’Auser Palermo. Originario di Belmonte Mezzagno (PA) ha ricoperto vari incarichi nella Cgil  e nello spi cgil per poi approdare in Auser. Fra gli obiettivi realizzati Il Giardino del Benessere a Palermo, bene confiscato alla mafia e trasformato in un centro di aggregazione per la comunità.
 


Dal Sindacato

Povertà: Cgil, dati drammatici, Governo ripristini misura universale di contrasto
“La povertà aumenta e raggiunge livelli da record storico, a conferma del fallimento delle scelte del Governo. Occorre intervenire ripristinando al più presto uno strumento di contrasto alla povertà e di sostegno al reddito che sia universale, ed è necessario investire nell’infrastrutturazione sociale per rispondere ai bisogni delle persone in condizione di difficoltà con la presa in carico attraverso servizi pubblici “. Così la segretaria confederale della Cgil Daniela Barbaresi commenta le stime preliminari sulla povertà assoluta per l’anno 2023 diffuse  dall’Istat. La dirigente sindacale evidenzia i dati maggiormente allarmanti: “5,7 milioni di persone e oltre 2 milioni e 234mila famiglie in povertà assoluta. Il triste record riguarda il numero dei minori in questa condizione: 1,3 milioni. Ancora una volta emerge poi che si può essere poveri anche lavorando. Nell’ultimo anno è infatti peggiorata la condizione delle famiglie che hanno come unica fonte di reddito il salario di un lavoratore dipendente: l’incidenza raggiunge il 9,1%, quasi un punto percentuale in più del 2022, riguardando oltre 944 mila famiglie. Sono numeri preoccupanti e rendono evidente quanto siano sbagliate le politiche del Governo.
Fonte: Cgil


Anziani e dintorni

La danza come terapia per l’invecchiamento attivo. Presentati a Torino i risultati del progetto Dance4Ageing
Sono stati presentati i risultati scientifici e artistici ottenuti nel periodo di sperimentazione del   progetto Dance4Ageing dell’Università di Torino finalizzato al supporto e alla cura delle persone over 60 come terapia integrativa delle malattie neurodegenerative durante processi di invecchiamento.
 Dance4Ageing –  Motor imagery against motor dysfunctions and neurodegenerative diseases, sostenuto dal bando Proof of Value 2022 (Fondazione Compagnia di San Paolo e Università di Torino) è un dispositivo multidisciplinare elaborato dal Dipartimento di Studi Umanistici e dal Dipartimento di Psicologia a cui si è arrivati grazie a una collaborazione fra università, RSA e Alzheimer Cafè dell’area metropolitana torinese.
La finalità del progetto è migliorare la qualità della vita nella terza e quarta età, facilitare le azioni di caregiver, operatori e volontari, supportando il sistema di assistenza sanitaria in un’ottica di continuità fra ricerca, formazione e welfare culturale.
Per info: dance4ageing@unito.it
 


Associazionismo Volontariato Terzo Settore

Servizio Civile, i dati confermano l’interesse dei giovani
I dati pubblicati sul sito del Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio Civile universale, dopo la riapertura del bando tra l’11 e il 14 marzo a causa del malfunzionamento della piattaforma DOL, evidenziano un miglioramento rispetto al 2023: per 52.236 posti messi a bando su Italia e estero, sono state 114.583 le domande di partecipazione, con una media di 2,16 domande per ogni posto (a fronte dell’1,5 del 2023). In tutte le aree geografiche il numero di domande è stato superiore al numero di posti, con un rapporto superiore a 2 in Puglia, Campania, Sicilia, Calabria, Lazio e Sardegna.
“Un risultato importante, frutto anche di un’azione di comunicazione più incisiva da parte del Dipartimento, ma soprattutto segno di un interesse in costante aumento da parte dei giovani” dichiara Laura Milani presidente della CNESC.
Nel dettaglio, per i 17.622 posti (6.500 finanziati in meno rispetto al 2023) a bando degli enti CNESC, le domande sono state 38.762 (2.411 dopo la riapertura), con un rapporto domande/posti in decisa crescita rispetto allo scorso anno.
I dati evidenziano l’alto interesse dei giovani per il servizio civile all’estero, con 1.169 domande in più rispetto al 2023, per un rapporto di circa 4,5 domande per posto. Un dato che rispecchia l’interesse già mostrato per i Corpi civili di Pace per i quali a giugno 2023 il rapporto domanda/posti fu di quasi 6 a 1 e che invita ad investire con maggiore forza sulle esperienze di servizio e di costruzione della pace positiva anche all’estero.


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it – www.auser.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU