Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 27 numero 25 – 25 giugno 2024

Scritto da
25 Giugno 2024

Agenzia settimanale – Anno 27 numero 25– martedì 25 giugno 2024
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

Auser: trentacinque anni di impegno dalla parte degli anziani
L’associazione festeggia a Roma l’anniversario della Fondazione
Presso il Centro Congressi Frentani martedì 25 giugno si sono date appuntamento circa duecento persone provenienti da tutta Italia, per festeggiare con un evento nazionale, i 35 anni di fondazione dell’Auser, l’associazione costituita nel 1989 dalla Cgil e dallo Spi Cgil per dare valore e protagonismo agli anziani del nostro Paese.
1664 associazioni, 250.000 iscritti, 35mila volontarie e volontari impegnati ogni anno in 6.750.000 ore di volontariato. L’Auser è oggi una grande rete associativa, rivolta soprattutto agli anziani, aperta ai giovani e alla contaminazione con altre culture. Un’associazione dove i cittadini di tutte le età trovano opportunità per partecipare, incontrarsi, praticare la solidarietà con attività di volontariato.
Sono intervenuti Tania Scacchetti, Segretaria Generale Spi CGIL; Maurizio Landini, Segretario Generale CGIL, Vanessa Pallucchi portavoce del Forum Nazionale Terzo Settore con un messaggio video. E’ stato letto il messaggio inviato ad Auser da Maria Teresa Bellucci, Viceministro del Lavoro e delle Politiche sociali. Hanno portato il loro saluto i rappresentanti della Fondazione Età Grande, della Federconsumatori e del Sunia.
Alle ore 13.00 le conclusioni del presidente nazionale Domenico Pantaleo.
Nel pomeriggio la presentazione di esperienze culturali e creative Auser e contributi video dai territori con l’esibizione dal vivo del coro di Auser Termini Imerese (PA) “gioia del canto”. L’evento è stato trasmesso in diretta sulla pagina Facebook di Auser Nazionale.
Per info: www.auser.it

Pordenone, entrate in vigore il piano di Emergenza Estate per gli anziani
È entrato in vigore il piano “Emergenza caldo” del Comune di Pordenone in collaborazione con la rete di associazioni che già opera a favore delle persone anziane e fragili. Non un piano straordinario, ma un servizio aggiuntivo consolidato – sono infatti diversi anni che viene attivato – partito dalla considerazione che in città le persone anziane che vivono sole sono in costante aumento e vanno monitorate. Nella sola Pordenone vivono seimila persone – un paese dentro la città – con più di 80 anni. Persone che vivono per lo più sole e che, anche quando sono pienamente autonome, sono più esposte a rischi per la salute legati alle alte temperature dell’estate. Per evitare sia problemi di salute , sia situazioni di disagio frutto della solitudine, il piano dell’emergenza caldo crea una rete di contatti (e relativi numeri di telefono, vedasi grafico) attraverso i quali possono essere richiesti servizi di base a domicilio, come la spesa, il ritiro e la consegna di farmaci, ma anche banalmente il trasporto dell’acqua minerale. Ai numeri di telefono si può chiamare anche solo per chiedere informazioni.
Le associazioni coinvolte sono: Croce rossa, Associazione San Valentino, Auser, Aifa L’Associazione San Valentino si occupa di recapitare anche acqua minerale a casa I servizi sociali rispondono allo 0434-92711 o 611 dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12.45 e il lunedì, mercoledì e giovedì anche dalle 14 alle 17 La polizia municipale risponde allo 0434-392811 tutti i giorni dalla 8 alle 24 e nei giorni festivi dalle 8 alle 20 La guardia medica è contattabile allo 0434-1923366, mentre è sempre attivo il numero per le emergenze: 112 La Croce rossa Italiana è contattabile al 335-1919347 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 19 e il sabato dalle 10 alle 16 L’Associazione San Valentino risponde al 347-1997056 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 L’Auser Fabiano Grizzo è contattabile al 380-4744483 il lunedì, mercoledì e giovedì dalle 9 alle 12 L’Aifa risponde al 334-9072712 dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18
Fonte: Messaggero Veneto

Legnano (MI), con Auser Ticino Olona e alcuni studenti legnanesi torna “Estate Gentile”
L’iniziativa di aiuto rivolta agli anziani residenti a Legnano, promossa da Auser in collaborazione con il Comune di Legnano e realizzata con il supporto di alcuni giovani delle scuole Superiori. «Questo progetto mira a offrire sostegno e compagnia agli anziani durante il periodo estivo, fornendo diversi servizi gratuiti – spiega Mauro Squeo presidente di Auser -. Se ogni anno riusciamo a riproporre quest’iniziativa è solo merito all’impegno dei volontari di Auser e alla collaborazione degli studenti. Il loro contributo è fondamentale per far sì che gli anziani non si sentano soli e ricevano il supporto di cui hanno bisogno durante l’estate». In questo contesto Squeo ha precisato che per l’edizione 2024 in via Menotti ci sono tre studentesse che «ci aiuteranno tra giugno e luglio mentre ad agosto continueranno i nostri volontari».
Fra le attività svolte Innanzitutto c’è la classica compagnia Telefonica. I volontari e le volontarie, dopo una formazione adeguata, saranno disponibili a fare compagnia telefonica agli anziani. A questo si aggiunge l’accompagnamento per le visite, le commissioni o la consegna a domicilio di spesa e farmaci. Per usufruire dei servizi offerti da Estate Gentile 2024, è possibile telefonare al numero: 0331 1884640, disponibile dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 12.
Inviare una Email: auserTicinoOlona@auser.lombardia.it
Fonte: legnanonews.it

Foligno (PG), attivato il piano Emergenza Estate
Emergenza calore, Comune e Asl 2 hanno approntato un piano per affrontare al meglio l’emergenza caldo. Alla popolazione viene raccomandato di osservare una serie di semplici abitudini e precauzioni che possono contribuire notevolmente a ridurne gli effetti nocivi sulla salute.
Nel territorio del Comune di Foligno, per la popolazione anziana a rischio, è possibile soggiornare nelle ore più calde della giornata in due strutture (usufruire anche dei servizi presenti, compresi i pasti): Casa Serena ex Onpi tel 0742 391250 oppure Residenza Servita Ex Cur Via dei Monasteri 27 tel. 0742 357971. Per necessità legate ai trasporti nelle citate strutture è possibile inoltre contattare l’Associazione Auser Foligno al numero verde 800 995988 oppure al numero 0742 353179. E’ inoltre attivo per situazioni di emergenza il servizio di pronto intervento sociale PIS (h 24 tutti giorni) 3407408191 prontointerventosociale8@gmail.com “Si raccomanda viene ribadito – in particolare alle persone sole e anziane di chiedere aiuto, in caso di bisogno, anche a conoscenti e vicini di casa. Occorre tenere una lista di numeri di telefono di persone da contattare in caso di necessità ed in particolare, oltre al numero del proprio medico di medicina generale, i seguenti numeri utili in caso di emergenza: Guardia medica, nelle ore notturne, prefestive e festive 0742 339010 118 Distretto Sanitario di Foligno: 0742/339294 Comando Polizia Municipale 0742/330650.
Fonte: Il Messaggero

Treviso, torna “Estate in Restera”
A Treviso torna l’iniziativa “Estate in Restera” per prevenire e impedire il disagio della popolazione anziana a fronte delle alte temperature della stagione estiva. Dal 1 luglio al 30 agosto, nei pomeriggi del lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 15 (con inizio attività ore 15.30) alle ore 18.30-19, i cittadini (over 60 autosufficienti) interessati potranno recarsi al centro “Pro Senectute” in via Callalta 58, previa prenotazione al numero telefonico dell’Auser Treviso 0422/409213 che si occuperà del trasporto degli aderenti e all’incasso di un contributo mensile pari a 30 euro comprensivo di copertura assicurativa e di eventuale trasporto. Il Piano prevede oltre all’accoglienza in un ambiente climatizzato in una struttura comunale, momenti di attività di lettura, giochi da tavolo, laboratori di carta e colori.
«Ringraziamo i volontari di Auser Treviso, Avo, Associazione Selaluna, Gruppo Anziani Restera e ProSenectute», sottolinea l’assessore alla Città Solidale e Inclusiva, Gloria Tessarolo. «Abbiamo voluto confermare questa soluzione che anche l’anno scorso ha dato ottimi risultati in termini di assistenza e supporto ai nostri anziani, rispondendo così alla necessità di proteggerli dalla calura estiva e favorire la socializzazione. Queste iniziative sono possibili grazie all’impegno delle realtà territoriali che lavorano in sinergia con l’Amministrazione comunale per il benessere dei cittadini». Per la prenotazione basta chiamare il numero telefonico dell’Auser Treviso 0422-409213 dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 11.30.
Fonte: Treviso Today

Reggio Emilia, arriva il piano anticaldo
Reggio Emilia Anche quest’anno l’Ausl e il Comune in collaborazione con enti e organizzazioni di volontariato (Auser, Croce Verde, Croce Rossa) hanno definito il piano di intervento per promuovere azioni volte ad alleviare, nel periodo estivo, la solitudine delle persone anziane e a soccorrerle in caso di bisogno. Per i cittadini del Distretto di Reggio, il piano prevede l’attivazione del centro di ascolto telefonico al numero 0522.320666, per aiutare le persone che restano in città nei giorni più caldi e che possono avere bisogno d’assistenza o di scambiare due parole al telefono. Il numero è attivo fino all’8 settembre dalle 9 alle 12 dal lunedì a venerdì e dalle 9 alle 18 il sabato e la domenica. Il numero è attivo anche il 14 e 15 agosto.
Fonte: Gazzetta di Reggio

Zoppola (PN), inaugurata la nuova sede Auser
É tempo di essere appassionati, solidali, responsabili, attivi, gentili, uniti.
É tempo di essere Auser. Questo é il motto scelto da Auser Zoppola per inaugurare venerdì 14 giugno la nuova sede, in via Leonardo Da Vinci, 6, presso i locali del Centro Diurno concessi in uso dall’amministrazione Comunale. Alla cerimonia, oltre al numeroso pubblico composto da volontari e ospiti, erano presenti per la sezione di Zoppola Loredana Sellan, Bernardo Ambrosio per Auser Territoriale Pordenone e il presidente regionale FVG Ezio Medeot. Hanno presenziato all’evento per il Comune di Zoppola: il sindaco Antonello Tius, l’assessore Francesca Papais i consiglieri Cristina Moras e Leonardo Buzzo e per la Regione Friuli Venezia Giulia: i consiglieri Lucia Buna e Maurmair Markus
Dopo gli interventi dei presidenti e delle autorità, che hanno sottolineato l’importanza dell’attività di volontariato svolta dall’Auser è seguito un piacevole momento conviviale animato dagli stessi soci della sezione di Zoppola.

Perugia, emergenza caldo: parte il piano per anziani e fragili, Auser in campo
In città il piano fornisce informazioni in merito all’attività informativa (garantita attraverso Urp, medici di base, centri di salute, portale istituzionale dell’ente e media), alla valutazione delle condizioni di rischio, all’attività di prevenzione del danno e agli eventuali interventi in emergenza. Dal punto di vista operativa, è il livello 3 di «forte disagio» che farà scattare una serie di possibili provvedimenti. Come il trasferimento degli anziani che ne fanno richiesta in strutture appositamente organizzate. La fase 3, gestita da Comune e Asl, prevede anche l’eventuale attivazione della sorveglianza e dell’assistenza dei soggetti non trasferiti, ma comunque a rischio, o l’organizzazione della protezione individuale e collettiva.
Negli orari di ufficio le richieste di aiuto o informazioni potranno essere fatte al numero 0755774410. Negli altri orari, fino alle 18, sarà operativo il numero di telefono della centrale operativa della polizia locale 0755723232. Ma quali sono le aree di accoglienza in caso di necessità? Il piano calore 2024, disponibile nel sito del Comune, riporta una lista con tutti i contatti. L’unità operativa Servizi sociali in sinergia con i Centri socio culturali per anziani, Casa di Quartiere gestita dalla Fondazione Onlus Fontenuovo, Casa di Quartiere gestita dalla Coop. Sociale Perusia Onlus, l’Auser Volontariato Perugia, l’Anteas L’Altra Umbria Volontariato mette a disposizione varie sedi con impianto di condizionamento. Centro socio-culturali Ferro di Cavallo, c.s.c. Il Tevere a Ponte Felcino, c.s.c. La Piramide a Madonna Alta, c.s.c. Montegrillo, c.s.c. Pila, c.s.c. 1° Maggio a Ponte San Giovanni, c.s.c. Europa 93 a Ponte Valleceppi. In lista pure le case di quartiere Sant’Anna (via Fonti Coperte) e Casa Padre Pio a Castel del Piano.
Il piano ricorda anche che il progetto Filo d’Argento gestito dall’Auser fornisce un servizio d’ascolto telefonico (0755005666) e attività di volontariato domiciliare a favore della popolazione anziana. A luglio e agosto raccoglie anche le segnalazioni e le richieste telefoniche per attivare, in caso di necessità, l’accoglienza di persone anziane presso nei luoghi dotati impianto di condizionamento.
Fonte: Il Messaggero

Monza Brianza, oltre 14mila persone seguite da 466 volontari, i grandi numeri Auser Brianza
Sono sempre in giro per la Brianza, con tutti i mezzi. Sia per portare una persona in uno studio medico o in ospedale, sia per fare da «guide» agli studenti delle scuole elementari di Barlassina. I 466 volontari dell’Auser Brianza (nel 2022 erano 441), insomma, non si lasciano sfuggire un’occasione per dare una mano agli altri. La conferma arriva dal bilancio sociale 2023. Le persone assistite sono state 14.158, 53.959 gli accompagnamenti effettuati. I mezzi utilizzati sono stati 134, tra quelli di proprietà Auser e quelli di proprietà dei volontari. I chilometri percorsi hanno toccato quota 900.673. Ma qui, se c’è di mezzo un’azione solidale, c’è la disponibilità ad andare anche a piedi. Proprio quello che prevede il progetto «pedibus», da 10 anni proposto con successo a Barlassina. In pratica, 15 volontari ogni mattina portano a destinazione 250 alunni delle scuole elementari della cittadina brianzola. I percorsi seguiti sono tre. «Di positivo – spiega Anna Pagani, vicepresidente Auser Barlassina, componente dell’Ufficio di presidenza – c’è anche il fatto che i bambini socializzano durante il tragitto, si fanno forza reciprocamente. E tra di loro ci sono alcuni che hanno scritto delle letterine per ringraziarci ». Ad Arcore, invece, l’Auser sostiene l’iniziativa «Un sorriso in oncologia», finanziata dalla Regione Lombardia. Sono otto i volontari che sostengono 15 utenti e che hanno attivato un gruppo di mutuo aiuto. «Inizialmente – precisa Brunella Bruni, presidente Auser Arcore, componente dell’Ufficio di presidenza – da parte dei malati oncologici c’è una certa resistenza. Poi, sono loro che chiedono di ritrovarsi». Sempre ad Arcore, Auser invita le persone anziane a proporsi come «ciceroni» nelle scuole per illustrare com’era la vita e come erano i giochi di una volta. A Monza, all’Auser di San Rocco, i corsi spaziano dall’uso del computer e del cellulare, a quelli riservati agli aspiranti pittori. Il programma comprende pure momenti dedicati ai consigli utili per evitare le truffe. Per quanto riguarda il ballo, non ci si accontenta di cose banali, ma si punta sulle meno gettonate danze popolari. Soci in crescita: dai 3.308 del 2022, si è passati dai 3.929 dello scorso anno.
Fonte: Il Cittadino di Monza Brianza

Lecco: “Invecchiamento della popolazione servono azioni di sistema”
Martedì 9 luglio dalle 9.30 in Sala Don Ticozzi a Lecco, si terrà il convegno organizzato da Auser provinciale Lecco, Università Bocconi, ATS Brianza, UNEBA Lecco e Conferenza dei sindaci del lecchese, dal titolo “L’invecchiamento della popolazione, servono azioni di sistema”, analisi e riflessioni su come garantire migliore tutele agli anziani ora e in futuro.Oltre al presidente di Auser provinciale Lecco, Claudio Dossi, interverranno Elisabetta Notarnicola, CERGAS SDA Bocconi; Michele Brait, direttore generale ATS Brianza; Marco Trivelli, direttore generale ASST Lecco; Luca Degani, Presidente UNEBA regionale; Guido Agostoni, presidente della conferenza dei sindaci; Fulvia Colombini, presidente Auser Lombardia. Previsto anche un videomessaggio di Elena Lucchini, assessore regionale alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità.

Silea (TV), iniziano le Notti magiche, rassegna estiva di eventi e spettacoli
Ha preso il via a Silea “Notti magiche”, la rassegna di eventi e spettacoli progettata e realizzata dall’Assessorato alla cultura, in collaborazione con Auser Polaris. Fino al 13 settembre 18 appuntamenti che accontenteranno non solo i bambini ma anche gli adulti, con proposte che spaziano dalla danza, al cinema, al teatro, alla musica, trovando nei parchi, lungo il Sile, nei sagrati il proprio esclusivo palcoscenico. «’Notti magiche’ spiega l’assessore di Silea Angela Trevisin – è un invito a vivere la cultura in tutte le sue espressioni anche in estate. Sono certa che sia le proposte sia il contesto in cui saranno ambientate sapranno conquistare grandi e piccini».
Fonte: Il Gazzettino

Vizzolo (LO), 8mila chilometri di pedibus
Chiusura in grande stile per il pedibus di Vizzolo, che nell’anno scolastico ha percorso quasi 8mila chilometri. È questo il bilancio dell’attività svolta dall’Auser guidata dal presidente Giuseppe Di Stefano: in occasione della fine dell’anno scolastico, i volontari hanno organizzato in sede una piccola festa alla presenza della sindaca Luisa Salvatori. «È stato un anno certamente positivo, abbiamo mantenuto stabile il numero dei 35 bambini che hanno aderito al servizio – afferma Di Stefano -. Ad ogni piccolo partecipante abbiamo consegnato un attestato che riporta i chilometri percorsi: non resta dunque che attendere settembre, quando riprenderemo il servizio con rinnovato entusiasmo».
Fonte: Il Cittadino di Lodi

Mantova, Auser cerca nuovi volontari per il trasporto sociale
L’associazione Auser dell’Unione di Comuni Mincio Po cerca volontari. La sezione presta il suo servizio nei paesi di Serravalle a Po e Sustinente, che compongono l’Unione, e cerca nuove energie per garantire le proprie attività. L’Auser si occupa dei trasporti protetti di persone anziane o che hanno problemi a camminare verso presidi sanitari o ambulatori per terapie o visite specialistiche. L’appello è rivolto a chi ha tempo libero da poter mettere a disposizione della comunità. Viene richiesto che i candidati volontari abbiano un po’ di esperienza alla guida e quindi abbiano conseguito la patente da almeno tre anni. Chi volesse proporsi può contattare il numero 0386 43 161 ufficio servizi sociali.
Fonte: Gazzetta di Mantova

Torino, con l’Auser Torino si invecchia bene, partito il progetto “fare la differenza”
Circa il 25% dei torinesi ha oggi più di 65 anni, pari ad oltre 215.500 mila persone. Per ogni bambino (under 14) ci sono più di due over-65. Per questo diventa sempre più essenziale favorire politiche di invecchiamento attivo. Lo sa bene l’Auser Torino, che ha lanciato il calendario di iniziative “Fare la differenza” per promuovere la salute ed il benessere delle donne e uomini.
“Vogliamo fare conoscere – spiega Vanna Lorenzoni – ai torinesi le tante attività che facciamo in tutte le Circoscrizioni, che servono a promuovere la salute dei cittadini: ad esempio stiamo già facendo, su tutto il territorio, dei questionari per rilevare le strategie delle persone per gestire il proprio invecchiamento”. In parallelo è stato lanciato un ciclo di incontri, uno per ogni Circoscrizione, che affrontano le patologie legate all’avanzamento dell’età: cardiopatie, diabete ed Alzheimer, ma anche violenza di genere e sessualità. Negli otto mini-Comuni l’Auser promuove poi attività fisiche quali yoga, cammino e ginnastica nei parchi di Torino (Colonetti, Colletta, Laghetti di Falchera, rive del Po), ma anche nei cortili delle case popolari.
“Promuovere stili di vita sani nella terza età – commenta l’assessore alle Politiche Sociali Jacopo Rosatelli – e contrastare le solitudini, con uno sguardo sempre attento alle differenze di genere, significa favorire il benessere individuale e l’interesse della comunità, che è arricchita dal contributo positivo che persone anziane attive possono ancora dare al progresso sociale”. “Per questo, iniziative come il progetto “Fare la differenza” sono particolarmente importanti” ha concluso. Ad aderire all’iniziativa anche la Spi Cgil Torino.
Fonte: torinoggi.it

Sesto Fiorentino (FI) Museo Ginori, i volontari garantiranno il servizio a luglio e settembre firmata la convenzione con 7 associazioni
Aperto per l’estate: il giardino del Museo Ginori di viale Pratese resterà aperto nei mesi di luglio e settembre, chiuderà invece in agosto, e questo grazie alla presenza dei volontari di sette associazioni locali fra cui l’Auser. Giardino aperto, mentre sono in corso da qualche settimana i lavori di risistemazione e ristrutturazione del Museo Ginori. Per il terzo anno, a prendersene cura saranno le associazioni del territorio che si occupano a turno dell’apertura e della chiusura del cancello e di assicurare il decoro del verde. Il giardino è stato aperto per la prima volta alle cittadine e ai cittadini di Sesto Fiorentino nel maggio del 2022 grazie all’impegno della Fondazione Museo Ginori.
Le sette associazioni sono: Associazione anziani, Auser, Cai Sesto Fiorentino, La Racchetta Sesto Fiorentino, Pro loco e Sms Richard-Ginori.
Fino al 30 settembre il giardino del Museo Ginori, a cui si accede da viale Pratese 31, sarà aperto tutti i giorni dalle 8.30 alle 19.30. Resterà chiuso nel mese di agosto.

Monza, al via il progetto “Sostegno Trasporto Sociale” in collaborazione con Salute in Comune e Auser
Il progetto coinvolgerà, tramite i consulenti di “Salute in Comune”, le Aziende del territorio in un’azione di responsabilità e sostenibilità sociale e darà la possibilità ad Auser Monza e Brianza di ricevere a titolo gratuito buoni carburante, treni gomme per sostituzione pneumatici usurati, buoni per tagliandi periodici ai mezzi di trasporto, ausili per le persone trasportate (carrozzine, deambulatori, defibrillatori, ecc.), check-up salute per gli autisti volontari e tutto ciò di cui necessita l’Associazione per effettuare in modo efficace e sicuro il trasporto delle persone più fragili del territorio.
Questo progetto – fa sapere Auser – pensato per il benessere, la migliore qualità di vita, il trasporto e la mobilità di anziani, ammalati e persone diversamente abili, ha come scopo il sostegno concreto alle persone più fragili.
Fonte: Prima Monza

Costituito il Forum del Terzo Settore Brindisi
Lo scorso 29 maggio a Brindisi, presso “Movimenti Laboratorio Urbano”, le delegazioni provinciali delle organizzazioni regionali aderenti al Forum del Terzo Settore Puglia, alla presenza del portavoce regionale Davide Giove, hanno costituito il Forum del Terzo Settore Brindisi. L’assemblea ha nominato componenti del coordinamento provinciale Vincenzo Catamo per Arci Brindisi, Giuseppe Valerio D’Ancona per Legacoop, Francesco Fiera per Modavi, Cosimo Galasso per Unpli, Maurizio Guadalupi per Cnca, Francesco Parisi per Confcooperative Federsolidarietà, Adriana Policicchio per Auser, Ivano Rolli per Csi, Antonio Verdura per l’Associazione Comunità Emmanuel.
È stato eletto portavoce Francesco Parisi, già componente della Consulta Welfare del Forum del Terzo Settore Nazionale e del Coordinamento del Forum Terzo Settore Puglia.
Fonte: Brindisi Report

Campagnola Emilia (RE): borse di studio Auser a tre alunni meritevoli che iniziano le superiori
Presso la Sala 2000 di Campagnola Emilia, si è svolta la festa di fine anno scolastico per gli alunni della scuola media locale. In tale occasione, come ormai da tradizione, Auser ha donato e consegnato a tre studenti meritevoli un contributo a sostegno delle spese previste per l’inizio delle scuole superiori.
La borsa di studio, una per ogni classe terza, è stata destinata a tre alunni/e segnalati/e dagli insegnanti sulla base di criteri condivisi, quali il comportamento scolastico, il profitto, la condizione economica. Un’apposita commissione, composta dal Sindaco, dalla Dirigente scolastica, dal Presidente comunale Auser, ha, infatti, selezionato i giovani a cui conferire il premio. Il denaro, 1.500 euro in tutto (ossia tre riconoscimenti del valore di 500 euro ciascuno), servirà agli assegnatari per l’acquisto di libri di testo e per coprire i costi del trasporto verso scuola nonché per la retta d’iscrizione, dietro presentazione delle ricevute delle spese effettivamente sostenute.
Fonte: sassuolo2000.it

Siena, i giovani si avvicinano al mondo del volontariato e dell’associazionismo, grazie ad un progetto Auser
All’istituto scolastico Bandini si sono svolte le premiazioni al termine di un progetto ideato da Auser e che si è tenuto con il sostegno di Cesvot. Un progetto di avvicinamento dei giovani al mondo del volontariato che sembra già aver dato frutti, dato che una quindicina di studenti del Bandini sono ora entrati a far parte del mondo dell’associazionismo e si adoperano dunque per il bene del prossimo.
Al Bandini, quindi, si è reso merito a quei giovani studenti che si sono impegnati sul tema dell’associazionismo e del volontariato. Si sono tuffati in questo mondo per capire cosa significhi aiutare il prossimo e chi è in difficoltà. L’Auser, con la sua presidente del territorio senese Giuliana De Angelis, è stata l’assoluta protagonista di questa iniziativa. Studenti del Bandini hanno imparato cosa significhi il volontariato, hanno effettuato un primo percorso all’interno dell’associazionismo e al termine è stato chiesto loro di realizzare dei progetti per manifestare quanto avevano vissuto e quanto avevano appreso. Ai cinque progetti che sono stati ritenuti migliori è stato consegnato un attestato e una borsa di studio. I cinque migliori elaborati presentati dai giovani del Bandini sono infatti stati premiati con 150 euro ciascuno.”
Fonte: Corriere di Siena


Dal Sindacato

Autonomia differenziata: La Via Maestra, ferita per democrazia, promuovere referendum abrogativo, subito raccolta firme
“L’approvazione in via definitiva dell’autonomia differenziata alla Camera, in combinato disposto con il premierato, è una ferita profonda per la democrazia. In questo modo si ledono i diritti delle cittadine e dei cittadini, si compromette l’unità del Paese, si attacca la Costituzione nata dalla Resistenza antifascista”. È quanto si legge in una nota de ‘La Via Maestra’. “La Via Maestra, che ha portato centinaia di migliaia di persone in piazza il 7 ottobre del 2023 a Roma e lo scorso 25 maggio a Napoli e che riunisce oltre 100 organizzazioni – prosegue la nota – chiama alla mobilitazione cittadine e cittadini di tutte le Regioni contro la legge approvata e auspica che si formi un ampio comitato promotore per la raccolta di firme che porti al referendum per l’abrogazione della legge Calderoli”. Per ‘La Via Maestra’: “L’autonomia differenziata non colpisce solo il Mezzogiorno, ma l’intero Paese. Con questa legge appena approvata sono a rischio il diritto alla sanità pubblica, all’istruzione, alla salvaguardia dell’ambiente, alla sicurezza sul lavoro, alla possibilità stessa di promuovere nuove politiche industriali e di sviluppo capaci di creare lavoro stabile e di qualità”. “Al Paese – aggiungono – non serve l’autonomia differenziata, che ridurrà ancora di più i diritti di tutte e di tutti, ma servono investimenti per la sanità pubblica, per far crescere i salari, per l’istruzione, il welfare, le pensioni, l’ambiente, il lavoro. Anziché dare attuazione alla Costituzione, quella legge ne viola i principi fondamentali: quelli dell’unità del Paese, della solidarietà, del superamento delle disuguaglianze”.
“Per questo chiediamo alle forze sociali, sindacali e politiche di dare vita ad una grande e diffusa mobilitazione per contrastare l’autonomia differenziata, promuovere il referendum abrogativo della legge e avviare da subito la raccolta delle firme”, conclude ‘La Via Maestra’.


Associazionismo Volontariato Terzo Settore

Prosegue l’impegno del Forum Terzo Settore sulla questione Iva
“Nelle prossime settimane e mesi lavoreremo insieme al Governo per risolvere l’annosa questione dell’Iva al Terzo settore. Incombe, infatti, la prospettiva che a partire dal prossimo gennaio, in assenza di interventi normativi, decine di migliaia di organizzazioni dovranno sostenere un pesante aggravio burocratico e amministrativo per l’apertura della partita Iva, pur rimanendo esenti dall’imposta e, dunque, senza che si generino entrate per le casse dello Stato. Con il viceministro Maurizio Leo abbiamo condiviso le preoccupazioni del Terzo settore italiano, composto in gran parte da piccole e piccolissime realtà anche se rappresentate da reti nazionali, realtà che faticherebbero ad adeguarsi alle novità, e abbiamo presentato una proposta nel merito della questione Iva, che è stata ritenuta valida e sarà oggetto di confronto con il MEF”. Lo dichiara Vanessa Pallucchi, a seguito dell’incontro che si è svolto al Ministero dell’Economia e delle Finanze e che ha visto la partecipazione di una delegazione del Forum Terzo Settore composta da Vanessa Pallucchi, Walter Massa (Arci), Giancarlo Moretti (MCL), Stefano Tassinari (Acli), Marina Montaldi e Monica Poletto del Tavolo tecnico-legislativo del Forum Terzo Settore.
“Prosegue dunque un dialogo positivo con il Governo, che già ci vede parte di importanti tavoli di lavoro, in particolare con il Ministero del Lavoro per l’attuazione della riforma del Terzo settore, e in collaborazione con il MEF. Porteremo avanti con determinazione – prosegue Pallucchi – le nostre motivazioni, che si fondano sulla necessità di riconoscere il valore sociale delle attività del Terzo settore, sostenute con l’autofinanziamento e la condivisione delle spese: equipararle alle attività di vendita è un errore e avrebbe gravi conseguenze sulla sostenibilità del non profit. Ci auguriamo che il confronto avviato con il Governo prosegua positivamente e ci conduca a una soluzione giusta e definitiva” conclude.
Fonte: Forum Terzo Settore


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it – www.auser.it

 

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU