Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 27 numero 3 – 24 gennaio 2024

Scritto da
24 Gennaio 2024

Agenzia settimanale – Anno 27 numero 3– mercoledì 24 gennaio 2024
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma

Auser sarà in campo per contrastare il progetto di autonomia differenziata. Una scelta che stravolge i principi della nostra Costituzione che spaccherà il paese e aumenterà le disuguaglianze. Dichiarazione del presidente Pantaleo
L’approvazione da parte del Senato del disegno di legge Calderoli sull’Autonomia differenziata aumenta le disuguaglianze territoriali, civili e sociali. Siamo di fronte allo stravolgimento dei principi e dei valori contenuti nella Carta Costituzionale che afferma che la Repubblica sia unica e indivisibile.
In una fase difficile per la condizione economica e sociale spaccare il Paese rappresenta una scelta miope destinata a accentuare i divari territoriali tra nord e sud. Mentre crescono povertà, fragilità sociali e precarietà si mettono in discussione il diritto alla salute, all’istruzione, alla mobilità già oggi non ugualmente esigibili nei diversi territori. La crisi demografica richiama la necessità di ripensare profondamente l’organizzazione della nostra società garantendo benessere a ogni età e superando le disuguaglianze di genere.  Invece con l’autonomia differenziata si rischia un ulteriore demolizione del welfare peggiorando le condizioni di lavoro e di vita delle persone.
Vengono delegate 23 materie strategiche di competenza nazionale alle Regioni con conseguente allocazione delle risorse e la possibilità di trattenere parte del gettito fiscale. Non rassicura   la previsione che l’ulteriore autonomia alle Regioni è consentita subordinatamente alla determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni. Come evidenziato dai lavori della commissione sui Lep, che ha registrato molte significative dimissioni, non solo è difficile definire i livelli essenziali di prestazioni di qualità e esigibili per tutti, ma soprattutto non si prevedono finanziamenti pluriennali. Adottando il criterio dei costi standard si cristallizzano le divisioni già presenti con l’invarianza delle risorse.
Servono efficaci politiche nazionali per affrontare le sfide indotte da nuovi assetti geopolitici, dalle guerre, dalla crisi della globalizzazione, dalla transizione ambientale e digitale e invece si disegna un futuro di piccole patrie che difficilmente potranno garantire uno sviluppo sostenibile. Il superamento delle disparità territoriali è la condizione necessaria per la giustizia sociale senza della quale si indebolisce la democrazia. Per queste ragioni l’Auser sarà in campo per contrastare il progetto di autonomia differenziata e attuare la nostra Costituzione per unire l’Italia.    

Dalla Fondazione Comunità Novarese un premio a chi ogni giorno costruisce solidarietà. Premiato l’ambulatorio della solidarietà Auser di Borgomanero (NO)
 Fondazione Comunità Novarese in occasione della  ventunesima edizione dei «Benemeriti della solidarietà» ha premiato tre esperienze solidali del territorio che si sono particolarmente distinte: la parrocchia dei santi Pietro e Paolo di Galliate in arte e cultura, la cooperativa sociale Gea di Novara nei servizi alla persona e l’Auser di Borgomanero nel contrasto alla povertà. «Realtà che hanno dimostrato grande voglia di fare – dice Davide Maggi, presidente di Fcn – aspirando al bene della collettività. Lo hanno fatto dimostrando anche capacità di collaborare con il nostro ente in maniera costruttiva ed efficace». Auser si è consolidata nella promozione dei servizi per la terza età, ma da qualche anno lavora anche su disabilità e disagio economico. Nel 2010 ha aperto a Borgomanero un ambulatorio per l’assistenza a persone che avrebbero difficoltà ad accedere alla sanità. Al progetto hanno aderito medici in pensione volontari, oggi sono 25, che hanno fornito lo scorso anno circa 1.300 prestazioni dopo il record di 2 mila raggiunto pre Covid. «È un modello di buona sanità – riflette  Cavallaro, direttore sanitario del poliambulatorio -. Nel 2018 è nato anche un progetto di odontoiatria diffusa che coinvolge otto dentisti volontari. Nei loro studi i professionisti forniscono prestazioni gratuite a pazienti selezionati dai servizi sociali con reddito Isee inferiore a 6 mila euro. Il percorso si è sviluppato a partire da un bando regionale e a metà dello scorso anno ha ricevuto un’ulteriore spinta in sinergia con il consorzio Ciss. Per l’ambito dell’ortodonzia è previsto un patto solidale con il beneficiario: a chi usufruisce del servizio si chiede in cambio di dedicare alcune ore al volontariato»
Fonte: La Stampa

Cosenza: Andi e Ordine Odontoiatri a sostegno dell’ambulatorio Auser “Senza confini”
“Restituire un sorriso a chi lo ha perduto”. Potrebbe chiamarsi così l’obiettivo dell’Ambulatorio Auser “Senza Confini” di Via Milelli a Cosenza, nel cuore del quartiere storico della Riforma. Infatti, grazie al processo virtuoso messo in atto dall’Auser territoriale di Cosenza, presieduto da Luigi Campisani, le attività si moltiplicano e cercano nuove sponde professionali. L’Andi associazione nazionale dentisti italiani e il Cao Commissione Albo Odontoiatri hanno deciso di supportare concretamente l’attività dell’ambulatorio Solidale Auser che fornisce prestazioni sanitarie ai cittadini migranti, ai senza fissa dimora, e a tutte le persone che si trovano in grave stato di necessità. Grazie alla donazione di materiale e piccole attrezzature l’ambulatorio odontoiatrico del centro Auser potrà garantire una maggiore assistenza e ulteriori cure.
Fonte: cosenzachannel.it

Il libro “Quelli del giubbino giallo” presentato il 30 gennaio a Roma alla Camera dei Deputati
Il prossimo 30 gennaio alle ore 11, 30 presso la Sala stampa della Camera dei deputati, verrà presentato il libro scritto da Sara Bordoni (Morellini editore)  “Quelli del giubbino giallo. Storie di viaggi e di emozioni scoprendosi uguali nelle diversità”. L’incontro è promosso da Auser Lombardia e Csi Lombardia, modera l’incontro l’on. Maria Chiara Gadda, sarà presente l’autrice. Partecipa all’iniziativa  il presidente nazionale Auser Domenico Pantaleo.
“Quelli del giubbino giallo” è un libro che racconta tante storie attraverso il lavoro dei volontari e delle volontarie di Auser Gallarate, visti con gli occhi dei bambini che accompagnano, molti dei quali con disabilità. L’autrice Sara Bordoni è la responsabile dell’ufficio comunicazione dell’Auser della Lombardia.

Forlì, XXIII edizione del Premio letterario “dare vita agli anni”
Auser Forlì  organizza il XXXIII Premio letterario “Dare vita agli anni” articolato nelle seguenti sezioni: racconto a tema libero  e poesia a tema libero.
Il concorso è aperto a tutti, senza distinzione di genere o età. La partecipazione è gratuita. Le composizioni dovranno essere in lingua italiana, non superare le cinque cartelle dattiloscritte (cioè cinque facciate di foglio), con interlinea doppia per i racconti e le trenta righe per le poesie. Ogni concorrente potrà partecipare ad una sola sezione, specificandola chiaramente ed inviando un solo elaborato, che non sia mai stato premiato in altri concorsi e non sia mai stato pubblicato, neppure parzialmente, su giornali, riviste, libri, siti informatici. L’opera va presentata in una sola copia. Sulla composizione presentata dovrà figurare, oltre alla sezione prescelta, unicamente il titolo. Questo dovrà essere ripetuto anche su una busta sigillata, al cui interno saranno specificati: nome, cognome, indirizzo postale ed elettronico e numero di telefono dell’autore unitamente alla liberatoria per un’eventuale pubblicazione dell’elaborato.Il plico, recante l’indicazione “XXXIII premio letterario Dare vita agli anni”, dovrà essere indirizzato a: Auser Volontariato di Forlì ODV Viale Roma, 124, 47121 Forlìentro venerdì 1 marzo 2024 (Farà fede il timbro postale.) Verranno premiati i primi tre elaborati delle due sezioni, scelti da una Giuria di Critici nominata da Auser. Il giudizio dei critici verrà affiancato da quello dei lettori. Su 10 opere per ogni sezione selezionate dalla Giuria dei Critici, un gruppo di lettori esprimerà il proprio giudizio per comporre una ulteriore graduatoria: la “Scelta dei Lettori”.
Per informazioni rivolgersi a: Auser Volontariato ODV di Forlì Tel. E Fax 0543/404912 e-mail: forli@auserforli.it  

Reggio Emilia, alfabetizzazione digitale all’Istituto Pascal
L’istituto Blaise Pascal di Reggio Emilia in collaborazione con Auser propone una nuova offerta formativa di alfabetizzazione digitale rivolta agli adulti e agli anziani. Il corso è tenuto dagli studenti dell’indirizzo informatico. Cinque appuntamenti tutti i martedì a partire dal 20 febbraio alle ore 14,30 presso l’aula informatica della scuola in via Makallè 12.  Non è necessario essere tesserati all’associazione per partecipare.
Per iscrizioni, contattare Auser: 0522 300132, info@auserreggioemilia.it

Belvedere Marittimo (CS), parte il progetto “Liberi nella legalità”
Parte da Belvedere Marittimo un progetto dal titolo “Liberi nella legalità” sostenuto dalla Regione Calabria, Dipartimento Istruzione, formazione e pari opportunità. Promotori sono l’associazione Impegno Comune Calabria e il Circolo Auser di Paola, in qualità di capofila. L’iniziativa, rivolta agli studenti degli Istituti d’istruzione superiore aderenti, intende promuovere e rafforzare la consapevolezza che la legalità è il pilastro della convivenza sociale e civile. Particolarmente soddisfatti, Impegno Comune Calabria ed Auser, nell’illustrare le finalità dell’iniziativa, hanno dichiarato: “La conoscenza puntuale dei valori costituzionali sui quali si fonda la nostra Repubblica è fondamentale per la formazione complessiva dei giovani ed è indispensabile per esercitare una cittadinanza attiva e responsabile. È necessario valorizzare percorsi educativi innovativi, incentrati sull’idea che il rispetto della legalità e l’osservanza dei diritti e dei doveri debbano essere percepiti dai giovani come l’unica strada per divenire protagonisti del complessivo sviluppo sociale e personale. In una società in continua evoluzione – continuano – caratterizzata dalla continua ricerca di equilibrio tra richieste diverse e non sempre convergenti sono emersi comportamenti difficilmente compatibili con l’agire civile che hanno portato in primo piano l’emergenza educativa. Dunque, la promozione della legalità non poteva non partire dalle scuole del Tirreno Cosentino, considerate i veri presidi della diffusione della cultura e della conoscenza sui territori, e soprattutto non poteva non rivolgersi agli adolescenti che caratterizzano – conclude – il vivere quotidiano della nostra comunità e rappresentano la speranza di un futuro migliore della nostra società”.
Fonte: Gazzetta del Sud

Roma, nasce un nuovo circolo Auser nel quartiere Tufello
Martedì 30 gennaio alle 14.30 si inaugura a Roma il nuovo circolo Auser “Tre A”, in via delle Isole Curzolane 19, nel quartiere Tufello.
All’inaugurazione parteciperanno tra gli altri il presidente di Auser Lazio Lorenzo Rossi Doria, l’Assessore alle politiche sociali Municipio 3 Maria Concetta Romano, la Segretaria generale Spi-Cgil Roma Lazio Alessandra Romano, il segretario generale Cgil Roma Lazio Natale Di Cola e il presidente nazionale Auser Domenico Pantaleo.

Treviso: “Kilometri di Mille colori”, parte il progetto che vede protagonisti i bambini con fragilità e gli anziani
Attività e laboratori creati ad hoc per mettere insieme i bambini con fragilità e le persone anziane per favorire l’apprendimento e la stimolazione cognitiva dei minori della scuola primaria e dall’altro lato l’inclusione ed il contrasto dell’isolamento sociale delle fasce fragili della popolazione. E’ questo l’obiettivo del nuovo progetto Kilometri di Mille Colori, presentato  a palazzo Rinaldi, promosso da Auser Treviso Aps e finanziato dalla Regione Veneto, con risorse statali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Kilometri di Mille colori si svolgerà in contesti di inclusione sociale e benessere che vedranno protagonisti 70 fra  bambini della scuola primaria ed anziani con fragilità. I laboratori saranno attivati da gennaio a giugno 2024 e si svolgeranno in orario extrascolastico. I partecipanti verranno coinvolti in laboratori teatrali, attività motoria, arteterapia, attività di conoscenza del territorio ed attività di ecogioco. Le attività saranno ospitate: all’interno della Scuola Primaria “Toniolo” di Treviso, ogni lunedì dalle 16 alle 18, nello Spazio Bra di Casier, ogni martedì dalle 16 alle 18; alla Scuola Primaria “A. Moro” di Ponte di Piave, ogni mercoledì dalle 16 alle 18 e al Parco dei Moreri di Silea, ogni giovedì dalle 16 alle 18. Parteciperanno alle attività bambini e persone anziane che saranno sostenuti da educatori e volontari appositamente formati dalla Dott.ssa Emanuela Fornasier, psicoterapeuta esperta in disturbi e problematiche dell’età evolutiva. Il progetto coinvolge una rete territoriale di Comuni, associazioni ed istituti scolastici che collaboreranno per affrontare il disagio scolastico e la povertà educativa tra i giovani nonché per sostenere l’invecchiamento attivo e l’autonomia delle persone anziane. Già lo scorso anno Auser Treviso aveva attivato un primo progetto di rete dedicato all’intergenerazionalità.
Per maggiori informazioni l progetti.treviso@auser.treviso.it  o 0422/409255.

Gallarate (VA), Auser presenta un ricco programma di attività culturali e sociali per il primo trimestre
Tante occasioni di crescita culturale, tante occasioni per stare insieme e intrecciare nuove amicizie, ma anche il filo d’argento, lo sportello psicologico e quello di ascolto per le donne in difficoltà.
Auser Insieme di Gallarate APS-ETS ha presentato il programma di attività del primo trimestre 2024 (gennaio-marzo). Come sempre, le iniziative sono le più svariate ed interessano sia il settore sociale che culturale. C’è il corso di canto, di fotografia, la ginnastica dolce, l’inglese, ma anche quello dedicato alla conoscenza dei vini d’eccellenza. Ci sono le uscite culturali, le visite guidate, le conferenze tematiche che spaziano su tantissimi argomenti. C’è il ballo, il gioco delle carte, la merenda e i giochi di società.
Per ulteriori informazioni  contattare: 3206283145 oppure auserinsiemegallarate@gmail.com

Soliera (MO), al via i laboratori di alfabetizzazione digitale
Sono aperte le iscrizioni al laboratorio formativo di ‘Alfabetizzazione digitale’, proposto dai volontari di Auser e Arci, nell’ambito del progetto ‘Soliera Bene Comune’ . Il corso prenderà avvio giovedì 25 gennaio dalle 20 alle 22, ad Habitat.
Fonte: Il Resto del Carlino

Mantova, i Gonzaga raccontati al femminile
Cinque secoli di storia dei Gonzaga, raccontati al femminile, attraverso le storie e le vite di alcune delle mogli dei Duchi di Mantova, uno spaccato che descrive anche in parte l’evoluzione del ruolo femminile nella politica e nell’economia, tra decapitazioni e matrimoni finalizzati ad acquisire potere, di una delle più note famiglie principesche d’Europa. È questa la caratteristica della stagione 2024 degli incontri di cultura promossi da Auser Mantova distribuiti in quattro giovedì a partire da giovedì 18 gennaio. Incontri gratuiti e riservati agli oltre settemila soci che Auser ha affidato alla storica e guida culturale Federica Pradella: «Nel primo incontro – ha detto la storica- il tema del matrimonio politico, a partire dal capostipite Luigi I, tre mogli e sedici figli, dal punto di vista delle donne, dalla giovanissima Francesca Malaspina, 50 anni più giovane di lui, al ripudio e decapitazione di Agnese Visconti». Nelle altre tre tappe (l’1, il 15 e il 29 febbraio, sempre alle ore 15.30 nella sala civica di via Facciotto 7 Te Brunetti) fanno capolino altri temi. Incluse le discriminazioni che oggi chiameremmo “body shaming”. Pradella parlerà della famiglia di Ludovico con Barbara di Brandenburgo, la duchessa progressista e il primo passaggio internazionale dei Gonzaga, dipinta da Mantegna nelle celebra Camera degli Sposi.  Per il programma completo, le informazioni e le iscrizioni si può contattare l’organizzazione di volontariato al numero 0376 221615 o scrivere a ausercultura@ausermantova.org.  
Fonte: Gazzetta di Mantova

Cernusco Lombardone (LC), laboratori creativi che uniscono le generazioni
Le nonne del Centro anziani Auser di Cernusco Lombardoe (LC) e i bambini della scuola dell’infanzia Ancarani ogni 15 giorni, di lunedì, si incontrano e insieme danno vita a un vero e proprio laboratorio creativo. Sono infatti sei le volontarie del Centro che, grazie all’accordo tra il presidente Giovanni Gargantini e la responsabile della scuola, incontrano i bambini per condividere le attività più svariate. Se piove sono le nonne che raggiungono la scuola, con il sole si spostano invece i bambini a turni di 12 con due insegnanti e insieme svolgono ogni volta un’attività nuova.
Dipingere la pasta, fare biscotti con acqua e farina e altri piccoli lavori manuali verranno eseguiti insieme fino alla fine dell’anno scolastico, per la gioia dei bambini che pare si divertano un mondo, così come delle nonne
Fonte: dentroefuori.it

Nonni digitali, a Cuneo un corso per imparare i segreti di computer e cellulari
L’associazione Auser Volontariato di Cuneo, in relazione al progetto “Con i giovani per nonni più digitali”, organizza un corso di digitalizzazione rivolto agli anziani per impratichirsi all’uso del computer, cellulare e tablet. Il corso si svolge presso l’Itis di Cuneo ed è iniziato a  metà gennaio 2024, consisterà di 10 lezioni per due ore settimanali. Ogni anziano che parteciperà sarà seguito, per tutto il periodo del corso, da uno stesso studente dell’Istituto.
Per info: sede Auser in via Luigi Negrelli 7/b, telefono 0171/601092 (dal lunedì al venerdì ore 9-12).
Fonte: cuneodice.it

Carrara, nominata in Comune la Consulta Anziani per il diritto alla longevità
La nuova consulta Anziani per il diritto alla longevità del Comune si è insediata nei giorni scorsi, con una deliberazione del consiglio comunale che ha votato il provvedimento. Nel corso della prima seduta la consulta ha nominato presidente Fabrizio Rocca, rappresentante dello Spi-Cgil provinciale, l’organizzazione della Camera del lavoro per i pensionati, mentre Laura Menconi, attiva presidente di Ada Carrara-Fosdinovo sarà la vicepresidente. Silvio Ramagini di Auser Carrara aps e Dianora Della Buona di Fnp Cisl Toscana Nord saranno infine membri esecutivi del nuovo organismo. Della consulta faranno parte anche la sindaca Serena Arrighi o un suo delegato, i consiglieri Hicham Koudsi in rappresentanza della maggioranza consiliare e Filippo Mirabella per la minoranza e ancora Mauro Bartolini di Uil pensionati Massa Carrara, Enrico Silvio Maestrelli di Sportpertutti e solidarietà Massa Carrara Aps.
Si tratterà di programmare eventi, manifestazioni e iniziative a beneficio della terza età e momenti di aggregazione finalizzati a combattere la solitudine e altri disagi che spesso si verificano con la tarda età coinvolgendo i protagonisti in manifestazioni e progetti culturali, didattici e sociali. La durata della Consulta decorre dal momento della sua costituzione con apposita deliberazione del consiglio per tutto il mandato amministrativo, fino alla decadenza dello stesso consiglio che l’ha approvata.
Fonte: La Nazione

Il Giorno della Memoria in tre eventi nella provincia di Caltanissetta
In occasione del Giorno della Memoria 2024, l’Auser provinciale di Caltanissetta promuove tre appuntamenti pubblici dal titolo “Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario” che si terranno il 25 a Serradifalco presso Palazzo Mifsud alle ore 17,30 con la collaborazione dell’Auser Serradifalco, l’Anpi e il Comune; il 26 gennaio dalle 10 alle 12 si terrà a Mazzarino presso l’Aula Magna dell’Iiss Carlo Maria Carafa un incontro con gli studenti promosso con la collaborazione di Auser Mazzarino; sempre il 26 gennaio alle ore 17 incontro pubblico alla Biblioteca comunale di  Mussomeli in collaborazione con Arci, Anpi e il Comune.

Montechiarugolo (PR), Auser cerca nuovi volontari
Nel 2023 gli interventi effettuati dai volontari dell’Auser di Montechiarugolo nel territorio comunale sono stati complessivamente 5266. I dati sono relativi ai vari servizi svolti: 1.452 per attività educative, 972 per vigilanza scolastica, biblioteche e ludoteche, 436 per informazioni al pubblico, 123 per volantinaggio, 2108 per manutenzione del verde pubblico, 198 per attività di coordinamento. Il 2024 vede il rinnovo delle convenzioni tra l’ amministrazione e l’ Auser locale. Diventa auspicabile per l’ associazione, trovare dei nuovi volontari disposti a mettere a disposizione il loro tempo libero, a beneficio della comunità. «Vorrei ricordare – sottolinea Vittore Romani coordinatore di Auser – che, nel 2023, l ‘ Auser di Parma aveva ricevuto un importante riconoscimento, in occasione del premio Sant’ Ilario, rappresentato dalla medaglia d’oro. Questo rende orgogliosi tutti noi che facciamo parte di questa associazione, a cui forniamo il nostro prezioso contributo».
Fonte: La Gazzetta di Parma
 


Associazionismo Volontariato Terzo Settore

“Se questo è un gioco”, inchiesta sull’azzardo realizzata da Avviso Pubblico
111,7 miliardi di euro nel 2021, 136 nel 2022 e una stima di oltre 150 miliardi spesi nel 2023. Sono le cifre che gli italiani giocano ogni anno. Più del 5% del nostro Pil. Per farci un’idea è come se ogni cittadino maggiorenne, residente in Italia, avesse giocato una cifra di 2.730 euro. Questi sono i dati dai quali bisogna partire quando si parla di gioco d’azzardo nel nostro Paese. Sono numeri allarmanti, ancora di più se messi in relazione alla loro tendenza, che negli ultimi anni è stata in continuo aumento. Basti pensare che in un solo anno ci siamo giocati 25 miliardi in più rispetto all’anno precedente (ovvero in dodici mesi siamo passati dai 111 miliardi nel 2021 ai 136 miliardi nel 2022). Che siano i giochi Monopoli di Stato, come Totocalcio, Lotto, Superenalotto o i Gratta e vinci, o che siano tutte quelle piattaforme che permettono di scommettere, anche durante gli eventi sportivi, il gioco d’azzardo nella nostra società rischia giornalmente di mandare sul lastrico intere famiglie. Una spesa enorme, superiore a quella sanitaria, che nasconde tanti drammi e casi di vera dipendenza. Il podcast “Se questo è un gioco”, realizzato da Avviso Pubblico e dalla Fondazione Adventum, e distribuito da Altreconomia,  permette di fare un viaggio all’interno di questo fenomeno. In 15 puntate il giornalista Antonio Massariolo spiega quanto il gioco d’azzardo sia subdolo e quanto, anche dal punto di vista politico, questa tematica sia sempre stata sottovalutata.
 Il podcast si intitola “Se questo è un gioco”, è realizzato da Avviso Pubblico e dalla Fondazione Adventum, grazie ai fondi dell’Otto per mille destinato alla Chiesa Avventista, ed è distribuito da Altreconomia. Si può ascoltare in tutte le piattaforme di podcasting e dal sito di Altreconomia.
Fonte: avvisopubblico.it

Non sopprimere l’Osservatorio per il contrasto della diffusione del gioco d’azzardo. L’appello della Campagna Mettiamoci in gioco e della Consulta Nazionale Antiusura
La Campagna Mettiamoci in gioco e la Consulta Nazionale Antiusura San Giovanni Paolo II hanno espresso in una nota congiunta, la loro ferma contrarietà all’impostazione che il governo ha seguito in merito al riordino del comparto del gioco d’azzardo. “Ciò che sembra prevalere in tale impostazione  – si legge – sono gli interessi dell’Erario e quelli della filiera che gestisce l’offerta di azzardo, mentre non sono adeguatamente considerati tutti i rischi sanitari e sociali di un settore fuori controllo che l’anno scorso ha fatturato oltre 150 miliardi di euro. In particolare, preoccupa seriamente la soppressione dell’Osservatorio per il contrasto della diffusione del gioco d’azzardo e il fenomeno della dipendenza grave, costituito presso il ministero della Salute, per istituire una “Consulta permanente dei giochi pubblici” presso il ministero dell’Economia. Si tratterebbe di un deciso passo indietro perché questo cambiamento pone ancora di più in primo piano l’aspetto economico dell’azzardo e non il diritto alla salute del cittadino. Inoltre, in tale nuovo organismo, troverebbero posto anche i rappresentanti del comparto dell’azzardo, pregiudicando ancor di più il raggiungimento dell’obiettivo di difendere la salute dei cittadini”.
Per queste ragioni Mettiamoci in gioco e la Consulta Nazionale Antiusura chiedono al governo di cambiare approccio – lavorando finalmente a una legge quadro del settore che si ponga come primi obiettivi la riduzione dell’offerta del gioco d’azzardo e la risposta alle conseguenze negative prodotte dal settore – e di non sopprimere l’Osservatorio istituito presso il ministero della Salute.


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it – www.auser.it

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

I commenti sono chiusi

MENU