Area riservata

Agenzia di informazione Auser – Anno 27 numero 5 – 7 febbraio 2024

Scritto da
7 Febbraio 2024

Agenzia settimanale – Anno 27 numero 5– mercoledì 7 febbraio 2024
Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it


Auserinforma


L’ambulatorio solidale di Borgomanero (NO) nella trasmissione Le Iene

Nella puntata di martedì de Le iene, in onda su Italia 1, è andato in onda un servizio dedicato all’esperienza  dei medici volontari dell’ambulatorio di Auser Borgomanero (NO) dal titolo “La nuova sanità nelle mani dei medici pensionati”.
Il servizio si può rivedere a questo link

Salerno, dodici lezioni contro il caporalato
Esperienze, riflessioni, racconti personali di sfruttamento e degrado nella Piana del Sele: dieci lezioni/docenze di braccianti stranieri vittime di sfruttamento. Il progetto è promosso da Auser Campania Napoli ODV. Prevede dieci lezioni/docenze sul tema del caporalato in agricoltura, tenute da braccianti stranieri occupati nelle aziende agricole della Piana del Sele, vittime del fenomeno della intermediazione illegale di manodopera. Le lezioni saranno videoregistrate presso le abitazioni dei migranti e nei loro luoghi di aggregazione. “Siamo convinti che le esperienze e le storie di vita dei braccianti stranieri e il loro percorso di affrancamento possano arricchire le nostre conoscenze e darci la possibilità di trovare nuove strade e nuove chiavi di lettura per una più efficace lotta di contrasto al caporalato – a dirlo è il Presidente Auser Campania Napoli Anselmo Botte, che continua – dobbiamo conoscere meglio la loro storia e la loro vita, se vogliamo lottare e sconfiggere i loro aguzzini, delinquenti che si muovono senza trovare pace e senza darne; loro sono pochi e noi così tanti, ma sbagliamo quando crediamo di conoscere nei dettagli la loro attività, non è così e non è assolutamente sufficiente quello che noi conosciamo. Solo i braccianti stranieri conoscono bene i caporali, ed è da lì che dobbiamo partire: dalle loro narrazioni dobbiamo ricavare quegli elementi utili per consentire e combattere con successo i caporali. Illegalità, sfruttamento, degrado, povertà, non sono più tollerabili soprattutto se a subirle sono onesti lavoratori che reggono sulle loro braccia e sulle loro spalle l’economia di un territorio. Non dobbiamo più girare la testa dall’altra parte quando li vediamo piegati nei campi, ma cercare di ascoltarli e insieme a loro trovare la via del riscatto”, conclude Botte.
Fonte: ottopagine.it

Castel San Pietro Terme (BO), spettacoli di burattini con la “Compagnia del Buonumore”
Fervono le attività del frizzante gruppo “Compagnia del Buonumore”, costituito da otto volontarie di varie età che fanno parte dell’Auser di Castel San Pietro Terme (BO) e Osteria Grande.
Dopo la sospensione obbligata nel periodo dell’epidemia Covid, c’è stata infatti una grande ripresa degli spettacoli di burattini proposti dalla Compagnia.
Le richieste sono davvero tante, grazie alla fantasia e alla bravura delle volontarie che presentano rappresentazioni sempre molto apprezzate, con titoli come Cappuccetto Rosso, La Fata Malvagia, Pinocchio, I tre Porcellini, e altri ancora, in scuole, case protette, centri sociali e altri luoghi pubblici, non solo nel territorio del Comune di Castel San Pietro Terme, ma anche in altri luoghi del Circondario.
Gli spettacoli di burattini proposti da questo gruppo di volontarie sono una delle tante attività organizzate dalla sede Auser di Castel San Pietro Terme e Osteria Grande, nell’ambito degli obiettivi dell’associazione, che promuove «la lotta contro l’esclusione sociale e la solitudine, per una società più coesa e solidale, per l’educazione alla salute e la prevenzione sanitaria ed il sostegno ai cittadini bisognosi; promuovere e favorire la attività sociali, culturali e ambientali rivolte alle diverse fasce di età, agire in sinergia con le Istituzioni Pubbliche e le altre Associazioni di Volontariato locale».
Fonte: Comune di Castel San Pietro Terme

Forlì, viaggio nella canzone d’autore francese del XX secolo
Edith Piaf e Charles Aznavour, Yves Montand e Jacques Brel, e tanti altri. La canzone d’autore francese, in particolare nel secondo dopoguerra, è stata certamente uno dei fenomeni musicali più importanti d’Europa, fonte di ispirazione anche per molti dei maggiori cantautori italiani. Da giovedì 1 febbraio, Auser Forlì organizza un “Viaggio nella canzone d’autore francese del XX secolo”: cinque incontri in programma nei giovedì pomeriggio di febbraio, dalle 15 alle 16.30. Coordinati da Daniela Gaudenzi, gli incontri si terranno al Centro Operativo Auser Curiel di via Curiel 51. Un’occasione non solo per riascoltare brani famosi e amati, ma anche per imparare la lingua francese cantando.
Per informazioni ed iscrizioni, 0543 404912
Fonte: forlitoday.it

Febbraio ricco di iniziative ad Auser Gallarate (VA)
Auser Gallarate arricchisce il programma di intrattenimento (giochi e torneo di burraco) con incontri culturali che di mese in mese vengono tenuti da professionisti nel settore. Si inizia il 9 febbraio alle ore 18 con lo psicologo e psicoterapeuta dott. Gabriele Catania, presidente dell’associazione “Amici della Mente ODV” che propone un incontro su “i disturbi alimentari, l’ansia e gli attacchi di panico”. Il 14 febbraio, alle ore 17,30, una docente dell’Università degli Studi di Milano, Prof Michela Sugni, intratterrà il pubblico con un seminario di “economia circolare”, sul destino di alcuni scarti alimentari, mostrando nuove potenzialità di riutilizzo: “il riccio di mare sostenibile: oltre alle spine c’e’ di piu’”. Il seminario è organizzato in collaborazione con GasAuser, che offre un omaggio ai partecipanti. Un evento musicale chiude le proposte, “Enzo Jannacci e Fabrizio de Andre’: le stesse periferie esistenziali”, il 18 febbraio alle ore 16, al Teatro del Popolo.
Proseguono gli incontri di psicologia “oggi parliamo di…”, con Monica Rubin, psicologa, e i corsi gia’ in essere di ginnastica dolce e di inglese. Gli sportelli di ascolto sono sempre attivi.
Per informazioni e iscrizioni auserinsiemegallarate@gmail.com, tel 320 6283145 www.auser.lombardia.it/varese/gallarate

Auser Valsessera (BI), sempre più chilometri per portare anziani e persone a visite o terapie in giro tra Piemonte e Lombardia
E’ l’attività che compiono i volontari dell’Auser Valsessera. Nel  2023 sono stati 73.168 i chilometri percorsi, 1.163 le persone trasportate, 2.846 ore di volontariato.  Il sodalizio, guidato da Paolo Chioso, è composto da 35 volontari, 33 dei quali impegnati nei trasporti e due nelle mansioni d’ufficio. «Per fortuna – spiega il presidente – è arrivato qualche autista in più per organizzare i turn. Siamo andati sovente a Vercelli, Novara, a Milano, Torino e Alessandria, ma nella zona di Brescia e Bergamo» Numeri che ben rendono l’idea di quanto l’operato di questo sodalizio sia davvero importante. Senza contare che chi si rivolge all’associazione, oltre al servizio di accompagnamento, trova anche dei volontari sensibili, sempre disponibili a fare due chiacchiere e ad alleggerire il tragitto e i pensieri, aspetto tutt’altro che secondario. Oltre ai trasporti, l’Auser anche nel 2023 si è inoltre impegnata su altri fronti. Tra i progetti che l’hanno vista in prima linea c’è lo sportello digitale che, sostenuto dall’Unione montana del Biellese Orientale, supporta le persone che hanno poca dimestichezza con le nuove tecnologie e al tempo stesso favorisce la socializzazione e l’incontro tra generazioni diverse. Il servizio è stato inaugurato nell’ottobre scorso, nella sede di Pray. L’Auser ha poi finanziato un progetto di musicoterapia con la psicologa Laura Pochetti, rivolto agli anziani ospiti della Casa di riposo di Crevacuore, che inizierà a breve. Infine ha contribuito al corso di acquaticità destinato ai ragazzi del Centro diurno di Varallo della comunità-alloggio L’Albero di Masseranga.
Fonte: La Stampa

Auser Cossato (BI) cresce ed amplia le attività
Auser Cossato cresce e per il 2024 ha in serbo nuove iniziative. Era il novembre del 2021 quando nacque ufficialmente l’associazione di volontariato, i cui primi componenti già si erano dati da fare per aiutare la popolazione durante il lockdown dovuto al Covid, ad esempio consegnando pasti, spesa e medicine a domicilio. Allora i soci erano una quarantina, oggi sono più di 260. «Le camminate che organizziamo due volte a settimana sono molto frequentate, in genere da una cinquantina di persone tra cui anche alcuni disabili di Casa Lions di Chiavazza – dice il presidente Marco Abate -. Anche il corso di riciclo creativo ha avuto successo, con circa 15 persone per volta. Quest’anno intendiamo riprendere gli incontri del “Caffè del benessere” con il geriatra Bernardino Debernardi, che si sono tenuti alla parrocchia della Speranza coinvolgendo molti interessati». Le novità per il 2024 sono l’organizzazione di un corso di informatica per chi ha difficoltà a usare il computer e le nuove tecnologie, che sempre più prendono piede nella vita quotidiana e la promozione di «Camminate in trasferta.  L’attività quotidiana di Auser Cossato, però, è quella a fianco di chi è in difficoltà e in particolare è dedicata al trasporto di anziani o disabili, in parte su indicazione del Cissabo che mette a disposizione una vettura (che si unisce ai due mezzi dell’associazione di cui uno donato dalla ditta Lawer, ad altri mezzi messi a disposizione o prestate da altre associazioni Auser e dalla ditta Cavalotti e alle auto dei soci stessi), o di altre persone che necessitano di essere accompagnate all’ospedale o a fare visite mediche. Nel 2023 20 soci hanno trasportato 150 persone. I volontari di Auser Cossato hanno percorso 45.321 chilometri di cui 9.720 per la consegna dei pasti in convenzione con la cooperativa Maria Cecilia (243 viaggi) e 4.875 per trasporti in accordo con il Cissabo (193 viaggi).
Fonte: La Stampa

Sesto Fiorentino (FI): Unico Giorgio, una mostra di opere speciali
Dipinge per dialogare con il mondo e crea quadri dalle pennellate accese e veloci. Giorgio è un adolescente affetto da autismo che si trova a vivere insieme alla madre in una delle case di un progetto di abitazioni per nuove esigenze sociali. E ora Giorgio presenterà la sua mostra “Unico. Inimitabile Giorgio” inaugurata il 2 febbraio alla Sala San Sebastiano di piazza della Chiesa a Sesto Fiorentino. La mostra è organizzata dall’associazione Auser Laboratorio Casa aps e dalla parrocchia di San Martino all’interno del progetto “UCoMing”, finanziato dalla Fondazione Cr Firenze. Una mostra doppiamente speciale perché Giorgio assieme alla madre è ospite di un progetto di abitare sociale, gestito da Auser Laboratorio Casa in collaborazione con la parrocchia di San Martino. «Occuparsi di casa significa seguire tutti gli aspetti della vita di una persona o di una famiglia – precisa Gabriele Danesi presidente di Auser Laboratorio Casa aps – cercare di garantire il massimo del benessere agli ospiti. Significa costruire nuove opportunità per chi le ha perse, recuperare o mantenere le relazioni con il mondo esterno. La casa è al centro di una rivoluzione dolce e lenta che deve riportarci a recuperare le relazioni umane».
Fonte: Il Tirreno

Venezia, per Auser del Lido boom di iscritti ai corsi
Un boom ai corsi dell’Università della libera età dell’Auser del Lido: sono ben 435 gli iscritti all’associazione, fondata nel 1994 e che quindi quest’anno festeggerà il suo trentennale.
Un numero che rappresenta un traguardo significativo per il post Covid e che ha consentito anche per quest’anno di riprendere molti corsi e di attivarne di nuovi.
Ci sono i corsi di attività motoria, tra i quali si può spaziare in cinque discipline differenti, e poi il ricco  programma culturale. Nel programma ci saranno pure gite sociali ed incontri conviviali. «Dobbiamo ringraziare le parrocchie del Lido – conferma un componente del direttivo, Sandro Cicogna – che ci hanno aiutato in modo tangibile. Una delle nostre difficoltà maggiori è sempre quella di trovare spazi disponibili che possano ospitare i corsi. Un grande grazie anche all’assessore Michele Zuin, che ad ogni nostra richiesta si è sempre subito prodigato per aiutarci. Ora, con l’interessamento dell’assessore comunale alle Politiche educative Laura Besio, stiamo cercando di ottenere dalla direzione dell’istituto scolastico comprensivo “Franca Ongaro” del Lido la possibilità di usufruire dell’aula magna, ovviamente al di fuori dall’orario scolastico degli alunni».
Fonte: genteveneta.it

Bagni di Lucca, ripartono i corsi di scrittura creativa
Ripartono venerdì 9 febbraio i corsi gratuiti di scrittura creativa organizzati dall’Auser di Bagni di Lucca.
I corsi che fanno parte di un progetto finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca sono tenuti da Francesca Mengozzi, sceneggiatrice e colorista. Questa edizione è finalizzata anche alla pubblicazione dei testi elaborati dai corsisti sul tema della magia e dei personaggi fantastici nella tradizione popolare del territorio fino alla Garfagnana. Nel nuovo punto inaugurato all’inizio dell’estate scorsa, dove sono state realizzate con successo iniziative come mostre di pittura e scultura , chi lo desidera potrà partecipare a dieci lezioni gratuite per “imparare ad esprimere, per poter condividere con chiarezza emozioni, sensazioni , paure, pensieri, fantasie, creatività e sogni.
Fonte: Il Tirreno

Imola (BO), terzo e ultimo appuntamento sulla longevità vista al femminile
Il terzo e ultimo appuntamento della rassegna ‘Io mi piaccio. una sfida alla longevità’, organizzata dal Coordinamento donne Spi-Cgil di Imola, in collaborazione con Auser, si terrà mercoledì pomeriggio alle 16 al centro sociale Tiro a Segno. «’Passione e fantasia non invecchiano mai: credenze e realtà negli over 60′, è il titolo dell’incontro in cui  proveremo a scardinare uno stereotipo molto diffuso, quello dell’ageismo, cioè la discriminazione che si subisce dopo una certa età – spiegano i promotori dell’iniziativa -, ma soprattutto proveremo a farlo parlando della discriminazione che le persone rivolgono a se stesse, in particolare in campo amoroso e sessuale». Per affrontare questa tematica, sarà presente la dottoressa Fulvia Signani, psicologa e sociologa all’Università di Ferrara, specializzata in Medicina di genere, già protagonista di una analoga iniziativa organizzata nel 2023. L’incontro chiude, come detto, la rassegna di quest’anno.
Riflessioni che il Coordinamento donne Spi Cgil Imola, con l’Auser Imola, annuncia di voler continuare a proporre «affinché la ‘vecchiaia’ non sia vissuta come una gabbia, ma come una stagione della vita dove permangono la curiosità, gli affetti e gli entusiasmi».
Fonte: Il Resto del Carlino
 


Dal Sindacato

Anziani non autosufficienti: Cgil, nessuna risorsa aggiuntiva, contributo andrà solo a 0,6% platea
“Lo schema di decreto legislativo su anziani e non autosufficienza contiene troppi rinvii e nessuna risorsa per dare risposte ai bisogni di milioni di anziani non autosufficienti, purtroppo dobbiamo confermare il nostro giudizio”. È quanto dichiara la segretaria confederale della Cgil Daniela Barbaresi sul decreto appena arrivato in Commissione Affari sociali della Camera.
“Dopo gli annunci trionfalistici evocanti suggestive cifre a nove zeri di Presidente del Consiglio, Ministra e Viceministra del Lavoro e Politiche Sociali, i numeri contenuti nel testo confermano la totale assenza di risorse aggiuntive per finanziare le nuove misure. In particolare – sottolinea la dirigente sindacale – non c’è nessun euro in più per sostenere la cosiddetta ‘prestazione universale’ di 850 euro al mese, che di universale ha ben poco, poiché i destinatari sono individuati con criteri estremamente restrittivi (almeno 80 anni, ISEE fino a 6 mila euro, assegno di accompagnamento e non autosufficienza con bisogno assistenziale gravissimo)”. “A livello nazionale – prosegue Barbaresi citando l’elaborazione dell’Area Stato sociale e Diritti della Cgil nazionale basata su dati Inps e Istat– si stima che la misura riguarderà al massimo 24.500 persone, a fronte di una platea di 3,8 milioni di anziani non autosufficienti, di cui un milione con l’assegno di accompagnamento: solo lo 0,6% degli anziani non autosufficienti e il 2,3% degli over 80 anni con assegno di accompagnamento”. Nello specifico, la Cgil evidenzia che in una regione come la Lombardia, con oltre mezzo milione di anziani non autosufficienti (di cui 157 mila con assegno di accompagnamento) i possibili percettori degli 850 euro per ‘remunerare il costo del lavoro di assistenza e cura’ (badante o assistente familiare) saranno meno di 3.650 anziani. In Emilia-Romagna si attesteranno su circa 1.530 (con 345 mila anziani non autosufficienti di cui 66 mila con l’accompagnamento), mentre nel Lazio saranno circa 2.590, in Sicilia 1.940, in Umbria 670.
Fonte: Ufficio Stampa Cgil
 


Associazionismo Volontariato Terzo Settore

Trento Capitale del Volontariato, l’inaugurazione con il presidente Mattarella
Capitale del volontariato come “occasione di incontro, di ricerca in comune, di riflessione, di conoscenza. L’opportunità di mettere in rilievo buone pratiche, come quelle qui rappresentate”.
Con queste parole il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha alzato il sipario sull’anno di Trento Capitale italiana ed europea del volontariato 2024. Una “potenza di solidarietà” riconosciuta a livello europeo per “la cultura della sua gente e la partecipazione che continuano a sostenere la crescita della comunità”. Mattarella ha sottolineato come quello di Trento sia “un riconoscimento alla cultura della sua gente, alle esperienze attuali di solidarietà e di partecipazione che continuano a sostenere la crescita della comunità”. Per questo secondo il Presidente della Repubblica l’occasione di Trento “assume un significato ancora più forte. Far crescere la solidarietà in Europa – ha detto Mattarella – in ogni direzione – vuol dire far crescere l’Europa e i popoli che la abitano”.
Citando il ruolo importante dei corpi intermedi e delle organizzazioni della società civile il presidente della Repubblica ha poi ricordato quanto l’Italia sia “ricca di volontari e di associazioni che raccolgono e organizzano queste energie civili. [..] Energie di grande valore e di grande vigore, grazie alle quali ci siamo sentiti e ci sentiamo più comunità. Il volontariato esprime una visione del mondo. Quella della indivisibilità della condizione umana. Il famoso “I care”, “mi riguarda”, fatto proprio da don Milani e da Martin Luther King. Una visione che pone in primo piano la persona, l’integralità della sua vita, il suo pieno diritto a essere parte attiva della comunità”.
Il Capo dello Stato si è quindi soffermato sul ruolo di “sentinella” che ha il volontariato, non solo in quanto espressione della solidarietà che la nostra Costituzione riconosce come “presupposto di uno sviluppo davvero civile”.
Fonte: Csvnet

Indagine sull’Amministrazione Condivisa: c’è tempo fino al 15 marzo per partecipare
L’Agenzia per la Coesione Territoriale, in collaborazione con il Forum Terzo Settore, ha avviato la ricerca “Terzo Settore e Pubblica Amministrazione: analisi quali-quantitativa del rapporto tra privato sociale ed enti pubblici”. L’obiettivo è quello di acquisire informazioni utili sulle relazioni tra Pubbliche  Amministrazioni ed Enti del Terzo Settore, per il miglioramento e l’implementazione delle esperienze di co-programmazione e co-progettazione. Gli ETS possono partecipare all’indagine online, in modalità anonima ed entro il 15 marzo 2024, seguendo percorsi, a seconda se abbiano o meno rapporti con le PPAA, se abbiano solo rapporti di co-programmazione, solo di co-progettazione o entrambi. Al termine della compilazione del questionario, inoltre, si potrà dare la disponibilità per un’intervista per ulteriori approfondimenti.
Tutte le info qui http://tinyurl.com/3sx4vjnc
Dal 1 gennaio 2025 l’Italia si doterà del Garante nazionale dei diritti delle persone con disabilità
Lo ha deciso il Consiglio dei ministri che ha approvato lo schema di decreto legislativo proposto dalla ministra per le Disabilità Alessandra Locatelli. Avrà “poteri autonomi di organizzazione, con indipendenza amministrativa e senza vincoli di subordinazione gerarchica”.
Il Garante sarà un organo collegiale composto dal presidente e da due componenti scelti tra persone con “comprovate professionalità, competenze o esperienze nel campo della tutela e della promozione dei diritti umani e in materia di contrasto delle forme di discriminazione nei confronti delle persone con disabilità”.  La dotazione organica, con decorrenza non anteriore al 1° gennaio 2026, sarà costituita da due dirigenti e venti unità di personale non dirigenziale L’assunzione del personale avverrà per pubblico concorso. Entro il 30 settembre di ogni anno, il Garante farà una relazione alle Camere e al Presidente del Consiglio sull’attività svolta.
Fonte: Ansa

Superabile Inail lancia contest video  ‘Basta 1 minuto. Le vostre storie di inclusione’
Un video che racconti un momento di inclusione delle persone con disabilità. È questo il tema del contest ‘Basta 1 minuto. Le vostre storie di inclusione’ lanciato da SuperAbile (www.superabile.it), il Contact center integrato di Inail. La richiesta è quella di inviare alla redazione un video di massimo 1 minuto che racconti una storia, un momento o anche solo un gesto di inclusione di persone con disabilità. Immagini che raccontino la vita di tutti i giorni, a casa, al lavoro o in vacanza, scene di quella quotidianità che dovrebbe essere un diritto e non una conquista. I video dovranno essere accompagnati da un breve testo descrittivo e dovranno rispettare le indicazioni ‘tecniche’ contenute nel Regolamento dove è possibile trovare tutte le norme per la partecipazione. Ciascun partecipante potrà inviare al massimo tre video (che saranno valutati singolarmente). Ogni video deve essere accompagnato dalla descrizione (abstract), mentre la biografia dell’autore può essere anche una soltanto se l’autore è lo stesso per tutti i video.
La partecipazione è possibile fino alle ore 24.00 del 24 marzo 2024. Una volta scaduti i termini per l’invio dei video, una Giuria di qualità si riunirà per decidere il più bello e rappresentativo tra quelli ricevuti, che sarà poi premiato in un evento a Roma.
Tutti i video ammessi al contest troveranno comunque spazio sul portale di Superabile e nel magazine mensile verranno raccontati l’esito del concorso e la cerimonia di premiazione, con una intervista ai vincitori.
Tutte le informazioni, il Regolamento e i documenti su: https://www.superabile.it/portale/it/dettaglio.gen.2024.01.storie-disabilita-concorso-basta-1-minuto.html


Agenzia d’Informazione a cura dell’Ufficio Stampa di Auser Nazionale.
Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/84407725 fax 06/8440.7777
ufficiostampa@auser.it – www.auser.it

 

Tags:
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MENU