Area riservata

Anno 12 numero 47? 23 dicembre 2009

Scritto da
14 Febbraio 2011

Agenzia settimanale – Anno 12 numero 47? mercoledì 23 dicembre 2009
L’Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale.

Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet www.auser.it

AUSERINFORMA

LA SPEZIA. ADDIO A GIANNI MONDINI, PRESIDENTE DELL’AUSER
Triste Natale per l’Auser di La Spezia e per tutta l’associazione. A soli 65 anni è scomparso improvvisamente stroncato da un malore Gianni Mondini, Presidente dell’Auser di La Spezia. Per quasi vent’anni si è dedicato con passione all’Auser facendola nascere e crescere, dopo una lunga attività da sindacalista nella Filt e nella Camera del lavoro di Sarzana. Lascia la moglie Gianna ed i figli Massimiliano ed Andrea. Tutta l’associazione a partire dalla Presidenza Nazionale si stringe con grande affetto  attorno alla famiglia, agli amici, ai compagni di una vita. Gianni lascerà un grande vuoto. Ci mancherà.
 
LA POVERTA’ DEGLI ITALIANI: UNA SCOMODA REALTA’
Il presidente nazionale dell’Auser Michele Mangano ha denunciato il silenzio dei media sui dati del Rapporto 2009 sulla povertà e l’esclusione sociali, presentato a Roma lo scorso 17 dicembre. “Eppure i dati di quel rapporto e le considerazioni espresse rappresentano i termini reali delle difficoltà e del disagio in cui versano centinaia di migliaia di famiglie e milioni di italiani – ha detto- Si tratta di una situazione grave, che esige l’attenzione dell’opinione pubblica e dei politici in particolare, perché rinvia ai problemi reali e concreti del nostro paese, che sono spesso ignorati o nascosti dai media.” Nel 2008, 536.000 persone si sono aggiunte a quelle che già versavano in condizioni di povertà relativa. 90.000 famiglie in più sono precipitate nella condizione di povertà assoluta. La percentuale di popolazione italiana a rischio di povertà è arrivata al 20%. Peggio di noi, solo Lettonia, Bulgaria, Romania. In questo quadro preoccupante, emergono tre particolari criticità: Il divario tra nord e sud si accentua: al sud oltre il 23% delle famiglie vive in condizioni di povertà relativa, cinque volte più che al nord; oltre l’8% delle famiglie meridionali vive in condizioni di povertà assoluta, due volte e mezzo più che al nord. La condizione dei minori e delle famiglie con minori. L’11% delle famiglie con cinque membri versa in condizioni di povertà assoluta. La condizione dei lavoratori e in particolare delle famiglie monoreddito con capofamiglia lavoratore. Se ci sono in famiglia due o più figli , la condizione di povertà relativa raggiunge il 30%. Non basta avere un lavoro per vivere dignitosamente, come pure prevede la Costituzione. Il Rapporto contiene interessanti elementi di novità, perché oltre a rappresentare il quadro nazionale, approfondisce la situazione in tre aree territoriali: Torino, Roma, Milano. Infine si propone una valutazione di impatto sulle politiche governative di contrasto alla povertà. Ne emerge una scarsa efficacia, l’occasionalità degli interventi, l’assenza di una politica organica e stabile di contrasto alla povertà.
 
AUSER TURISMO, NUOVA CONVENZIONE PER SOGGIORNI IN SARDEGNA
Il settore turismo dell’Auser Nazionale ha stipulato una nuova convenzione con il Villaggio Rasciada, a Castelsardo, lungo la costa sassarese. Per tutti i soci Auser sarà dunque possibile usufruire, a prezzi molto vantaggiosi, di un soggiorno di una o due settimane in un piccolo angolo di paradiso. Il pacchetto prevede infatti il viaggio di andata e ritorno in aereo, i trasferimenti, la sistemazione in albergo in pensione completa; ma anche gli svaghi e divertimenti, come l’animazione, i balli, il piano bar con musica dal vivo.
Si possono trovare tutti i dettagli della convenzione nell’area turismo del sito di Auser Nazionale, www.auser.it
Per informazioni: tel. 0362-303539 fax 0362-303519 info@rasciada.it www.rasciada.it
 
LE AUSER DELL’EMILIA ROMAGNA DONANO UNA FIAT PANDA AI TERREMOTATI D’ABRUZZO
Una Fiat Panda 4×4 nuova fiammante che servirà ai volontari Auser per il trasporto sociale delle persone anziane e disabili residenti nei territori colpiti dal terremoto. L’auto, adatta a percorrere zone montuose e strade dissestate, è stata acquistata grazie al contributo delle 12 Auser Territoriali dell’Emilia Romagna e consegnata lo scorso 7 dicembre all’Auser de L’Aquila. Per l’occasione una delegazione emiliano-romagnola – composta dal Presidente Regionale Franco Di Giangirolamo, dal Presidente di Auser Modena, Angelo Morselli, e dal Vicepresidente di Auser Ferrara, Antonio Turola – si è infatti recata a Barisciano (AQ) per incontrare il Presidente di Auser Abruzzo Nicola Zaccardi ed i volontari e consegnare loro l’autovettura.
 
ABITARE SOLIDALE: A BAGNO A RIPOLI UN APPROCCIO SOCIALE AL PROBLEMA CASA
L’Auser Volontariato Territoriale Firenze e l’Associazione Artemisia, in collaborazione con i Comuni di Firenze, Bagno a Ripoli e Scandicci e altre associazioni, enti e istituzioni, promuovono il progetto Abitare Solidale, iniziativa finanziata con i fondi Cesvot-Bando Percorsi di Innovazione 2008. Il progetto promuove forme di coabitazione tra chi, giovani coppie, studenti, lavoratori e professionisti fuori sede, donne e uomini desiderosi di costruirsi o ricostruirsi un nuovo percorso di vita, non può permettersi un’abitazione propria o l’affitto per un posto letto, e chi, proprietario di un’abitazione, sente il bisogno di condividere i propri spazi di vita: per avere un piccolo sostegno economico e un aiuto nelle mansioni quotidiane, vincere la solitudine e mantenere alto il proprio livello di socialità o anche solo aderire a un progetto basato su solidarietà e coesione sociale. Sono oltre 30.000 anziani che nella sola Firenze vivono soli, in case sovradimensionate – una media di 4/5 stanze di cui 2 almeno sono camere da letto – per le loro esigenze di vita e per le loro possibilità economiche e gestionali. Un fenomeno in crescita che genera uno scarso utilizzo del patrimonio abitativo e incrementa il rischio di perdita di autosufficienza da parte dell’anziano. Le coabitazioni saranno regolate quindi da un patto abitativo composto da un comodato d’uso abitativo gratuito precario e da un accordo solidale con i diritti e doveri dei coabitanti. Il proprietario garantirà il decoro degli spazi messi a disposizione e il rispetto delle esigenze di vita, lavoro e studio dell’ospite. Quest’ultimo si impegnerà a collaborare alle mansioni domestiche e al menage quotidiano (pulizia casa, spesa, preparazione pasti), rispettare orari ed esigenze del soggetto ospitante e specie se anziano aiutarlo nel mantenimento delle abitudini sociali e dell’autosufficienza, contribuire alle spese di gestione della casa. Il buon andamento della coabitazione sarà monitorato da un team di professionisti e volontari mediante visite e telefonate. Tale attività sarà affiancata dalle telefonate di controllo degli operatori dello Sportello Abitare Solidale.
Chi è interessato può rivolgersi al numero verde Sportello Abitare Solidale 800.99.59.88, lunedì – venerdì ore 9-12, o al cellulare di Abitare Solidale 3204317644, lunedì-sabato ore 9-20.
 
PRENDE IL VIA IL PROGETTO “RI-UTILIZZIAMO” PROMOSSO DA COMUNE E AUSER DI COLORNO
Il Comune di Colorno (PR), da tempo impegnato a promuovere e sostenere le politiche volte alla diminuzione e allo smaltimento dei rifiuti, ha dato il via, in collaborazione con Auser e con l’associazione Ingegneria Senza Frontiere, al progetto “Ri-utilizziamo”, costituito da quattro azioni volte a sostenere l’utilizzo della Stazione Ecologica del comune. Il progetto prevede innanzitutto l’implementazione della sottrazione allo smaltimento dei beni durevoli effettivamente riutilizzabili. I cittadini che desidereranno smaltire oggetti come mobiletti, bici, accessori, ancora in buono stato e riutilizzabili, invece che buttarli, potranno infatti consegnarli ai volontari Auser, che provvederanno a recuperarli. I volontari si recheranno inoltre presso le abitazioni dei cittadini che ne faranno richiesta per ritirare rifiuti metallici ferrosi e portarli alla Stazione Ecologica. Mentre gli operatori dell’associazione Ingegneria Senza Frontiere saranno impegnati a recuperare i vecchi pc per donarli alle scuole e alle associazioni non profit del territorio. Infine sono previste azioni per diffondere e agevolare la pratica del compostaggio domestico, che consente di accedere ad una riduzione del 20% sulla quota variabile della tariffa rifiuti.
Per informazioni ambiente@comune.colorno.pr.it auserparma@libero.it
 
MARTINA FRANCA (TA). DONARE CON ARTE
Pittura, fotografia, disegno e grafica a servizio della beneficenza. L’iniziativa “Donare con Arte” mira a creare, attorno all’esposizione di opere d’arte contemporanea di giovani artisti locali, un’opportunità di sensibilizzazione, comunicazione e approfondimento sulle finalità cui tendono l’Aido e l’Auser. Tra i principali obiettivi dell’iniziativa quello di incentivare la solidarietà sociale, tessere reti di scambio e confronto intergenerazionale e valorizzare le capacità e il talento dei giovani, inserendoli in una realtà dinamica e stimolante. Per sostenere anche finanziariamente le due Onlus e i suoi volontari, l’iniziativa vuole promuovere una raccolta fondi in concomitanza delle festività natalizie: a tal fine, gli artisti hanno messo a disposizione le loro opere che, riprodotte su agendine per il 2010, cartoline e segnalibri, saranno disponibili presso la sede dell’Auser durante i giorni della rassegna. Gli stessi artisti proporranno, inoltre, ascolto della musica, sessioni di gioco per adulti e bambini e una serie di workshop. L’iniziativa è rivolta a tutti, senza limiti di età, e l’ingresso sarà rigorosamente libero. I giovani, comunque, sono i principali destinatari: per responsabilizzarli, integrarli creativamente nel tessuto sociale della città e valorizzarne il talento e la capacità mediatica, si è ritenuto opportuno affidar loro la gestione dell’evento e concedere l’opportunità di far esporre le loro creazioni artistiche. Il gruppo che si occuperà dell’allestimento della mostra, dell’animazione e delle varie iniziative in programma è composto da: Marilena Lafornara (Fotografa e coordinatrice del gruppo), Francesca Petronella (Laureanda in Fisioterapia), Marianna Mongelli (Esperta in comunicazione e organizzazione di eventi), Gianluca Fumarola (Grafico), Francesca Cosanti (Disegnatrice/Illustratrice), Silvio Digiuseppe (Responsabile e promotore della raccolta fondi) e Adriano Tagliente (Pittore).
Ulteriori informazioni potranno essere richieste presso la sede Auser di Martina Franca (Via Verdi), ai seguenti indirizzi e-mail: marilena.lafornara@hotmail.it; francescacosanti@hotmail.it oppure al numero telefonico: 3383719105.
 
SESTO SAN GIOVANNI (MI). UN CALENDARIO PER AUSER
L’Auser di Sesto continua a lavorare da anni; i servizi offerti sono sempre maggiori ma le risorse in tempo di crisi inferiori. Da una idea dei volontari con il contributo degli sponsor Assocommercio,Sesto Autioveicoli e Di Ianni è nata una iniziativa creativa per fare pubblicità all’associazione e per reperire i fondi : un calendario. Cittadini e volontari si sono messi in posa . Il risultato 12 scatti in bianco e nero per un calendario di solidarietà.
 
A PARMA UN DVD METTE IN GUARDIA DALLE TRUFFE
La Provincia di Parma con la collaborazione di numerose associazioni di volontariato del territorio fra cui l’Auser, lancia un’iniziativa per contrastare il fenomeno delle truffe ai danni delle persone anziane. Un dvd distribuito gratuitamente agli anziani ripropone spot televisivi che mettono in guardia dalla truffe e fornisce utili consigli. E’ prevista inoltre l’attivazione di due numeri gratuiti gestiti dall’ Auser ai quali si può chiamare per chiedere consigli o segnalare 24 ore su 24 truffe e raggiri.
I numeri sono 0521/295006 dal lunedì al venerdì ore 9-12 e 25-18; e 800/995988 negli altri giorni e orari.
 
TEMPO DI BILANCI PER IL TERRITORIALE VENEZIA
Si è riunito il Comitato direttivo Auser, Volontariato e Aps, dei territori Venezia e Veneto Orientale, i rappresentanti di 26 circoli e circa 7000 iscritti. All’ordine del giorno la valutazione complessiva delle attività svolte quest’anno e le prospettive per quello che sta per arrivare, affiancate dal bilancio consuntivo e di previsione. Il presidente territoriale, Ferruccio Pontini, ha preso la parola per avviare uno scambio di idee, con i convenuti, su quanto è stato concretizzato e su ciò che rimane da fare. In calendario, già da gennaio, il cambio di sede e l’istituzione del punto d’ascolto. Più avanti, la piena collaborazione del Territoriale all’organizzazione dell’edizione 2010 della “Città che apprende” a Venezia, nell’isola di S.Servolo: l’impegno annuale dell’Associazione per la cultura e l’educazione degli adulti, una vera e propria festa per una partecipazione propositiva, ampia e creativa. Antonio Lago, presidente regionale del Veneto, nell’intervenire, ha ringraziato per l’impegno profuso dai circoli e dagli iscritti del Veneto Orientale. Ricordando che, in questo momento di crisi e di difficoltà economica, non può venir meno l’espressione di solidarietà dell’Auser che, nell’ambito della politica sociale, non sostituisce “la donazione, la beneficenza e la carità” da altri espresse in alternativa a tanti diritti negati. “Dobbiamo promuovere spazi aperti per i giovani, per tutti – Lago concludendo – nei quali dialogare e confrontarci, sentendoci utili per il ruolo sociale attivo che svolgiamo volontariamente”.
 
LIVORNO. ATTESTATI AL VOLONTARIATO
“Ho cominciato a 70 anni e da quasi un ventennio faccio volontariato: questo corso mi è stato molto utile”. La dichiarazione della signora Ortelia in Provincia alla cerimonia di consegna degli attestati del corso di formazione, organizzato dall’Auser “Io volontario per una corretta relazione d’aiuto”. Il presidente comprensoriale Auser, Fiorella Cateni, si è detta “veramente soddisfatta della partecipazione e dell’assiduità con cui è stato seguito il corso”. Hanno partecipato altre esponenti di associazioni di volontariato e singoli cittadini – “è importante per costruire una vera rete” -. Negli interventi è stato sottolineato il momento particolarmente difficile che sta attraversando il volontariato, apprezzando, l’intervento del presidente Napolitano “? dove cresce il volontariato, cresce il capitale sociale, cresce la correttezza e la ricchezza delle relazioni interpersonali, il rispetto di regole condivise”.
 
BERGAMO. L’ASL SI CONFRONTA CON I FAMILIARI DEGLI ANZIANI NELLE RSA (CASA DI RIPOSO)
Il servizio anziani dell’ Asl ha organizzato degli incontri che hanno visto la partecipazione della responsabile del servizio anziani, di un coordinatore infermieristico e di un gruppo di familiari con un proprio anziano ricoverato in una struttura residenziale. Obiettivo delle riunioni individuare temi e criticità dei problemi presenti nelle Rsa. Individuare le esigenze degli anziani e al contempo far sì che gli operatori sanitari possano mantenere la motivazione per una professione che richiede molta dedizione. Una iniziativa importante che riporta l’attenzione su un tema spesso trascurato: i problemi dell’anziano.
 
MAIOLATI (AN) AUGURI AI VOLONTARI
Il giorno della vigilia, il 24 dicembre, sindaco e assessori, insieme al presidente dell’Unione dei Comuni della Media Vallesina, Demetrio Papadopoulos, faranno gli auguri ai volontari dell’Auser, che gestisce il servizio del trasporto sociale. Auguri all’insegna della solidarietà anche quelli organizzati dal Centro sociale anziani di Moie. Il 31 dicembre, al centro comunale 6001, si svolgerà la tradizionale festa, il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza.
 
VENEZIA. ANZIANI, SE TRUFFATI, RIMBORSATI
Comincia a decollare il fondo comunale da 50 mila euro che l’amministrazione comunale di Venezia ha istituito per garantire un minimo di tutela alla popolazione di over 70 (52 mila persone, dicono i dati), spesso vittime di furti, scippi, rapine. Dopo la presentazione, gli uffici delle Politiche sociali del Comune sono stati tempestati di chiamate di cittadini che negli ultimi due anni erano stati raggirati o derubati e chiedevano di usufruire del rimborso. I rimborsi sono quantificati: per scippo, rapina, furto con destrezza della pensione o del prelievo al bancomat, prevedono un rimborso fino a 500 euro e 516,46 euro per la pensione. Il rimborso per scippi, rapine e furti con destrezza prevede invece un rimborso fino a 150 euro. In caso di furti o tentate effrazioni in casa il rimborso massimo è stato quantificato in 500 euro. Vengono presi in considerazione solo i reati avvenuti dopo il 27 ottobre 2009 e per ottenere i rimborsi i cittadini, oltre a presentare una regolare denuncia presso carabinieri o polizia, entro 15 giorni, devono compilare uno dei moduli predisposti dall’Unità Operativa “Attivazione Risorse”, delle Politiche Sociali del Comune di Venezia, che gestisce il fondo con il Servizio assicurazioni, Auser e Movimento Consumatori. “Non abbiamo previsto un tetto di reddito, ma di fatto miriamo a tutelare tutti gli over 70 della città. Ovvio che per un cittadino abbiente queste somme sono risibili, ma per un anziano con la pensione sociale sono un importante aiuto. In questo modo, poi, i servizi riescono ad entrare in contatto con l’utenza più a rischio, gli anziani che vivono soli”, spiega l’assessore comunale Sandro Simionato.
 

ANZIANI E DINTORNI

UNA CURA PER ALZHEIMER, PARKINSON E SLA
L’Alzheimer, il morbo di Parkinson e la Sla (Sclerosi laterale amiotrofica) sono tre malattie neurogenerative molto rare che colpiscono soprattutto gli anziani. Dopo anni di studi, per nessuna delle tre è ancora stata trovata una cura. Dall’ America arriva una speranza. Demetrius Maraganore , un neurologo dell’ Università di Chicago, con un metodo innovativo, un mix di analisi statistica e biologia molecolare, ha identificato alcune categorie di processi biologici associati a queste malattie. E’ emersa una grande affinità tra le tre patologie e la possibilità di individuare mutazioni specifiche che creano effetti simili e aumentano il rischio di contrarre la malattia. Da qui l’idea di sviluppare un trattamento comune. A guidare gli studi dell’ equipe americana la convinzione che queste malattie nascano da una interazione tra i geni e l’ambiente . Per dimostrarlo c’è bisogno di dati, strumenti informatici , sistemi di analisi statistica e fondi. Più fondi per la ricerca.
 
PADOVA SCOPRE CHE I VIDEOGAME FANNO BENE AI PIU’ ANZIANI UN VIDEOGAME PER COMBATTERE IL PARKINSON
Nella città di Padova la Fondazione Opera Immacolata Concezione ha introdotto in un centro residenziale particolari videogiochi per mantenere allenato il cervello e stimolare la capacità di ragionamento. Tra i giochi, tutti su piattaforma Nintendo Ds, c’è “Walk with me” che calcola i ritmi vitali di una persona in base a quanto si muove e come; ma anche lezioni di inglese e quiz. Un professore di una Università giapponese ha collaborato con la Nintendo convinto delle sue teorie sul “brain training” e del fatto che mantenere allenata la mente sia un eccellente collante tra generazioni. Era già stato dimostrato che giochi come la Wii alleviano gli effetti del morbo di Parkinson migliorando i riflessi dei malati , così due grandi luoghi comuni vengono smentiti : il primo “i videogiochi fanno male ” e l’altro ” i videogame sono cose da ragazzi” .
 
BARI. CENTO BAMBINI “ADOTTANO UN NONNO PER NATALE”
“Adottiamo un nonno per Natale” è l’iniziativa dell’associazione NonsoloAlzheimer per sensibilizzare le nuove generazioni. Al progetto aderiranno circa 100 bambini e alunni delle scuole elementari “Piccinni” e del plesso “S. Girolamo” di Bari che insieme ai nonni assisteranno alle performance di Loris Gàcina, Sara Giusto e Laura Fiore con la collaborazione di Puglianimazione, degli educatori e operatori del Centro diurno socio-educativo-riabilitativo denominato “In Famiglia”. Ma il progetto ha anche una valenza nell’ambito delle attività di riabilitazione delle persone affette dal morbo di Alzheimer. Accanto all’arte, alla pittura, alla musicoterapia, anche il bambino con la sua espressività e le sue doti, rappresenta infatti un “vettore” indispensabile per la definizione del percorso riabilitativo. In Puglia le cifre non sono affatto trascurabili: sono circa 724 mila gli anziani e di questi la metà ha superato i 75 anni di età. Un numero già di per sé rilevante per un’incidenza sul totale della popolazione che è del 18% per gli ultra sessantacinquenni. Il dato delle persone affette da Alzheimer è veramente alto: in Puglia sono 80 mila circa, secondo le stime riportate dall’associazione NonsoloAlzheimer, pari dunque all’11% dell’intera popolazione anziana, di questi 5 mila solo nel barese. La malattia Alzheimer è una demenza progressiva invalidante da processo degenerativo, per questo la presenza e la vicinanza dei bambini, spiegano gli esperti non può che giovare.

 

ASSOCIAZIONISMO VOLONTARIATO TERZO SETTORE

CITTADINANZATTIVA SU RICERCA CENSIS: NECESSARI INTERVENTI URGENTI PER IMPEDIRE CHE I CITTADINI RINUNCINO ALLE CURE PER MOTIVI ECONOMICI. LOTTA ALLE LISTE DI ATTESA E AGLI SPRECHI LE NOSTRE PRIORITÀ
“La rinuncia dei cittadini alle cure per motivi economici è un campanello di allarme, l’ennesima conferma che la Sanità italiana ha bisogno di interventi urgenti per assicurare l’universalismo garantito nella Costituzione”. Questo il commento di Teresa Petrangolini, segretario generale di Cittadinanzattiva, l’organizzazione che annovera tra le proprie attività il Tribunale per i diritti del malato in merito ai dati diffusi dal Censis. “Costi legati all’assistenza odontoiatrica, alla non autosufficienza, al mancato riconoscimento di alcune patologie come croniche e/o rare, al mancato inserimento di un dispositivo necessario per alcune categorie di persone all’interno del Nomenclatore tariffario delle protesi, alla mancata rimborsabilità di alcuni farmaci e/o prodotti parafarmaceutici (integratori, pomate, ecc..) non possono continuare a ricadere sui redditi dei cittadini, già messi a dura prova (in particolare nelle regioni con Piani di rientro) dall’innalzamento delle imposte IRAP ed IRPEF, oltre che dei ticket sanitari e delle tariffe delle RSA, dovute fondamentalmente ad un’amministrazione poco oculata della risorse economiche”, ha aggiunto Petrangolini. Già nell’ultimo Rapporto nazionale sulle politiche della cronicità del Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici (CnAMC) di Cittadinanzattiva il 50% delle Associazioni che hanno partecipato al Rapporto considera il diritto all’accesso alle prestazioni socio sanitarie dei cittadini come insufficientemente rispettato.
Per info: Cittadinanzattiva onlus-sede nazionale Ufficio stampa 0636718.302-.408-.351
 
BANCA ETICA. BOOM DI FINANZIAMENTI AI PROGETTI DI ECONOMIA SOLIDALE E SOSTENIBILE
Banca Etica è Il primo istituto di credito italiano interamente ispirato ai principi della finanza etica. Per l’anno 2009 in controtendenza con la pesante crisi che ha interessato le economie di tutto il mondo il Gruppo Banca Popolare Etica ha registrato una crescita del patrimonio gestito a quota 310milioni con un +35% rispetto al 2008. I clienti nel corso del 2009 sono cresciuti del 25% circa, passando da 8.600 a 10.800 . Questo ha significato un più 25% per i finanziamenti a favore di iniziative di economia solidale .
Per maggiori informazioni www.bancaetica.it – www.eticasgr.it Ufficio stampa: Chiara Bannella – cbannella@bancaetica.com – 06-42016060 Francesca Colombo – fcolombo@eticasgr.it – 02-8977332
 
DAL 24 AL 27 DICEMBRE 2009 I VOLONTARI DI TELEFONO AMICO RISPONDONO 24 ORE SU 24 AL NUMERO UNICO
199.284.284 I volontari di Telefono Amico Italia Onlus saranno, per il quarto anno consecutivo, a disposizione di chi, nei giorni di Natale, soffre di solitudine o si sente in crisi. Dalla vigilia al 27 dicembre infatti, chiunque potrà chiamare il Servizio di Ascolto Telefonico Nazionale al numero 199.284.284, attivo per l’occasione 24 ore su 24, a partire dalle 10.00 del 24 dicembre fino alle 24.00 del 27 dicembre. Con l’avvio della grave crisi economico-sociale che ha investito il mondo, dal 2008 anche in Italia è cresciuto in modo drammatico il disagio esistenziale ed emotivo. Lo dicono i dati dell’Osservatorio sul Disagio Emotivo di Telefono Amico, in particolare l’aumento del 20% di chiamate registrato dai 23 Centri dell’associazione in tutta Italia. Tra i problemi registrati dai 700 volontari il bisogno di compagnia ha avuto un incremento del 37%: la solitudine è quindi un’emergenza sociale sempre più estesa che colpisce soprattutto gli uomini sopra i 34 anni, pensionati e lavoratori non dipendenti. Proprio le feste sono spesso percepite come un momento di particolare stress. In questo periodo, tra regali e sorrisi, alcune persone si sentono infatti particolarmente sole e tristi, sono più portate a riflettere sulla propria condizione personale e relazionale e a trarne un bilancio negativo. Nasce così talvolta un bisogno di ascolto e attenzione che appartiene alle persone davvero sole come a chi, pur avendo una famiglia, non riesce a comunicare il proprio disagio.
Il servizio 24 ore su 24 di Telefono Amico Italia -i cui volontari rispondono ogni anno a oltre 100.000 chiamate- è un modo concreto di rispondere al disagio emotivo, anche nel periodo delle feste. I volontari di Telefono Amico Italia rispondono all’199.284.284 tutto l’anno, dalle 10 alle 24.

Altre informazioni sul sito www.telefonoamico.it

Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

I commenti sono chiusi

MENU