Area riservata

Anno 17 numero 15 – 16 aprile 2014

Scritto da
16 Aprile 2014
Agenzia settimanale – Anno 17 numero 15 ? mercoledì 16 aprile 2014
L’Agenzia Auser è un servizio d’informazione dell’Auser Nazionale. 
Viene inviata via E-mail. E’ inoltre visibile sul sito internet 
www.auser.it

Dona Il tuo 5 per mille all?Auser per non dimenticarti degli anziani!  Metti la firma nella casella ?Volontariato? e scrivi il nostro codice fiscale 97321610582
 


AuserInforma


LA FORZA DEL NOSTRO VIAGGIO, CONGRESSO NAZIONALE DELLO SPI CGIL, A RIMINI DAL 15 AL 17 APRILE. INTERVENTO DEL PRESIDENTE NAZIONALE ENZO COSTA
Martedì 15 aprile ha preso avvio a Rimini il 19° Congresso nazionale dello Spi-Cgil presso il  PalaCongressi, a cui partecipano 750 delegati provenienti da tutte le regioni d?Italia.  Ad aprire l?assise ?che durerà fino al 17 aprile ?  la relazione del Segretario generale del Sindacato dei pensionati Carla Cantone.  Nel pomeriggio è intervenuto il presidente nazionale dell?Auser Enzo Costa che riprendendo un passaggio della relazione della Cantone, ha sottolineato l?importanza del lavoro sinergico fra le organizzazioni ?il Progetto Sociale dell?Auser che è stato distribuito a tutti i delegati ? ha detto- può essere veramente un grande laboratorio di lavoro comune, vi sono tanti punti su cui possiamo lavorare insieme nell?interesse dei cittadini anziani soprattutto di quelli più fragili, nel rispetto del valore delle persone che invecchiano. Ci troviamo di fronte ? ha proseguito- ad una società che invecchia progressivamente ed insieme possiamo portare avanti e rivendicare politiche di benessere, all?insegna dell?equità e della giustizia sociale?.
I lavori del Congresso proseguono sino a  giovedì 17 aprile con l?intervento del  Segretario generale della Cgil Susanna Camusso.
Lo Spi è la prima categoria della Cgil con 2.988.198 iscritti, di cui il 54,56% donne e il 45,44% uomini. Di questi il 51% risiede nelle regioni del nord Italia, il 20% in quelle del centro, il 17% in quelle del sud e il 10% nelle isole. Sono invece 47.113 gli iscritti che vivono all?estero, pari al 1,58% del totale.
Tutte le info su: www.spi.cgil.it
 
FROSINONE. AL VIA IL PROGETTO MARTE, ASCOLTARE GLI UOMINI PER FERMARE LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE
L’Auser del Frusinate lancia  il progetto ” Marte”,  un corso di formazione per operatori di sportello di ascolto per i soggetti maltrattanti, tra i pochissimi in Italia. Il corso è Accreditato dall’Albo degli Assistenti Sociali per 45 crediti e la partecipazione è completamente gratuita. La presentazione avverrà nel corso di una Conferenza Stampa il  18 aprile alle ore 15   presso la Villa Comunale di Frosinone. Saranno presenti il Sindaco Nicola Ottaviani e  la presidente della commissione dei servizi sociali, Ombretta Ceccarelli. Il Corso comincerà il 30 aprile e terminerà a fine ottobre.
L?Auser del Frusinate, da anni dedica il suo impegno al problema della violenza di genere, da quando nel 2010,  ha attivato  lo sportello: ?Nuove  opportunità a sostegno delle donne vittime di violenza?. All?interno dello Sportello  opera una equipe di volontarie multi professionale con conoscenze, capacità e competenze atte ad offrire risposte adeguate e diversificate alla molteplicità dei bisogni espresse dalle donne destinatarie e protagoniste del Progetto. L?aspetto centrale dell?attività dello Sportello si base sull?offerta di uno spazio di ascolto, di contenimento e di approfondimento del problema presentato dalla donna. Si è attivato, anche, un numero verde per garantire un sostegno 24 ore su 24. Il progetto ?Marte? presuppone che al Numero Verde già attivo per le donne vittima di violenza, sia inserita un?altra linea telefonica a cui sia possibile formare una equipe di volontari che sia in grado di favorire l?accesso agli uomini che mettono in atto comportamenti violenti ?con la finalità di facilitare  un colloquio individuale?.
Per info: progettomarte@libero.it
 
ROMA.  EXPO? 2015, LA FONDAZIONE TRIULZA PRESENTA IL PADIGLIONE DELLA SOCIETA? CIVILE, ANCHE AUSER NAZIONALE E AUSER LOMBARDIA NELLA FONDAZIONE
Martedì 29 aprile 2014 a Roma  alle ore  11.00  presso il Senato della Repubblica Palazzo Giustiniani ? Sala Zuccari in  via della Dogana Vecchia 29, la Fondazione Triulza terrà la presentazione  nazionale del Padiglione della Società Civile Expo Milano 2015 ? Cascina Triulza alla presenza del Presidente del Senato della Repubblica Pietro Grasso e del Ministro Maurizio Martina.
Expo Milano 2015 sarà la prima Esposizione Universale con un Padiglione dedicato alle organizzazioni nazionali e internazionali della Società Civile: Cascina Triulza. Si tratta di uno dei padiglioni più grandi di Expo Milano 2015 e dell?unico manufatto già esistente all?interno del sito espositivo. Ad occuparsi dello spazio e del coordinamento degli eventi sarà Fondazione Triulza, un amplio e plurale network di realtà del Terzo Settore che ha voluto impegnarsi in prima linea perché Expo Milano 2015 possa diventare una concreta opportunità per la Società Civile di tutto il mondo.
L?Auser  aderisce alla Fondazione Triulza ed al Padiglione Società Civile.
Confermare la partecipazione entro le ore 13.00 del giorno 28 aprile 2014 via e-mail agli indirizzi: segreteria@fondazionetriulza.org, comunicazione@fondazionetriulza.org.
 
SAVE THE DATE. SABATO 7 E DOMENICA 8 GIUGNO RACCOLTA FONDI PER IL FILO D?ARGENTO AUSER CON LA PASTA DI LIBERA TERRA
Si terrà il 7 e 8 giugno, nelle principali piazze italiane, l?appuntamento dell?Auser destinato a raccogliere fondi per sostenere i servizi del Filo d?Argento. Come è ormai tradizione, i cittadini troveranno nei gazebo i volontari dell?Auser con la pasta prodotta dalla cooperativa Placido Rizzotto di Libera Terra.
 
IMOLA. INAUGURATO L?EMPORIO NO SPRECHI
Sette associazioni imolesi (Anteas, Auser, Caritas, Croce Rossa, San Vincenzo De Paoli, Santa Caterina, Trama di terre) hanno dato vita all?associazione di secondo livello No sprechi onlus per fare insieme e in modo coordinato ciò che prima ognuna faceva singolarmente consegnando i pacchi viveri ai bisognosi. L?investimento, di circa 90 mila euro, verrà coperto in larga misura, circa 70 mila euro, dai fondi provenienti dal 5 per mille. Il Comune ha contribuito con circa 6 mila euro destinati in parte dal Fondo per il volontariato e dal Fondo sociale distrettuale. E poi c?è stata una gara di solidarietà tra i molti che hanno sostenuto il progetto. Tra questi, la Cefla, che ha donato e installato tutti gli arredi, e il proprietario dell?immobile, Paolo Betta, che ha pagato i lavori di adeguamento di tutti gli impianti. ?In accordo con l?Asp ? spiega il presidente di No sprechi, Bruno Falbi ? abbiamo individuato un metodo di valutazione unico e oggettivo per le tante domande di accesso, circa mille, che ci sono arrivate. Oggi abbiamo una graduatoria di 272 famiglie, residenti anche in vallata e a Dozza. In questa prima fase di avviamento saranno 42 i nuclei familiari, che risultano più in alto nella graduatoria, ad aver accesso all?emporio. All?inizio di maggio ne aggiungeremo altri 50 e così via. Molto dipenderà anche da quante eccedenze alimentari riusciremo a recuperare. La possibilità di rifornirsi all?emporio dura sei mesi. Si potrà fare una proroga di altri sei mesi, dopodichè il servizio sarà sospeso per tre mesi?.
Fonte Sabato Sera Imola
 
LAMA DEI PELIGNI (CH).  I 70  ANNI DELLA BRIGATA MAIELLA
Dal 24 al 27 aprile, in occasione della  festa della  Liberazione e del 70° anniversario della Brigata Maiella, si terranno nel comune di Lama dei Peligni una serie di eventi all?insegna della  mobilitazione e del  ricordo che sanciranno anche il gemellaggio fra i comuni di Lama dei Peligni e di Cervià de Ter (Sp).  In particolare il 25 aprile  si terrà un convegno sul tema ?memoria storica e identità europea? al quale, fra gli altri, parteciperà in rappresentanza dell?Auser Nazionale, Marco Di Luccio.
La  Brigata Maiella è il nome con cui è conosciuta la formazione partigiana abruzzese Gruppo Patrioti della Maiella, prendendo il nome dal massiccio montuoso della Majella. E? stata decorata di Medaglia d?Oro al valor militare e alla bandiera, fu la formazione partigiana con il più lungo e ampio ciclo operativo, continuando a lottare risalendo la penisola sino alla liberazione delle Marche, dell?Emilia Romagna e del Veneto. La formazione nel suo periodo più fiorente, contò di più di 1500 effettivi.
 
EMILIA ROMAGNA. AUSL, AUSER,AUTO- AIUTO  DICONO NO ALL?ALCOL  MEGLIO ?UN BICCHIERE IN MENO, UN MOMENTO IN PIU??
L?abuso di alcolici  non è solo il cancro di moltissimi giovanissimi ma, purtroppo i dati Istat parlano di una fetta insospettabile, gli over 65, di cui 40% uomini e il 10% donne che hanno comportamenti rischiosi  legato alle bevande alcoliche. L?Emilia Romagna  è la zona a più alto rischio, e solo a Modena  i 7 centri alcologici del Servizio Dipendenze Patologiche dell?Ausl hanno avuto nell?ultimo anno 1340 pazienti di cui il 17%  con età superiore ai  60, si tratta di 226 casi. L?allarme è tangibile e le Aziende Sanitarie locali, Auser e l?associazione auto-aiuto per il mese di aprile hanno organizzato un calendario di date per la prevenzione all?alcolismo, con la campagna  meglio ? un bicchiere in meno, un momento in più?. Il titolo della campagna  lancia un messaggio molto chiaro, ovvero perché bruciarsi momenti preziosi della vita, come godersi i nipoti, fare gite, stare insieme agli  amici, insomma momenti che possono essere vissuti senza  la compagnia dell?alcol. La campagna vuole informare gli over65 sui rischi connessi al consumo di alcol, a partire dalle indicazioni dell?Oms, che individua in una singola unità al giorno la soglia di sicurezza  per la salute delle persone anziane.
Fonte : Sole Sanità Toscana
 
PAVIA SFIDA IL GIOCO D?AZZARDO  E APRE LO SPORTELLO ALLO SPAZIO  Q
Da Pavia è partita la sfida al gioco d?azzardo,  il 10 aprile è stato inaugurato  lo sportello  di ascolto  allo Spazio Q in piazzale Torino 40 nell?ambito del Progetto ?Creare Valori? cofinanziato da Fondazione Cariplo, e gestito dal gruppo di volontari di Auser Pavia sarà attivo tutti i giovedì dalle 17 alle 19. Dopo la Campagna ?Mettiamoci in gioco? Pavia che secondo le statistiche per concentrazioni di slot per abitanti  sul territorio deteneva per l?appunto il primato, una ogni 104,  vuole invertire questa tendenza e aspirare a una posizione alta come città virtuosa che al contrario combatte la gap e osteggia il dilagare di questa piaga sociale. Lo sportello offrirà assistenza  ai giocatori e ai familiari, orientandoli nell?accesso a servizi specialistici di cura per la Gap, ai gruppi di mutuo aiuto, per affrontare e superare il problema.  Anche a livello regionale si è ampliamente discusso sulla Gap e si è arrivati all?approvazione della Legge 8/2013.
Lo sportello Spazio Q risponde al numero 340-6239804340-6239804 e si può contattare anche via mail sportelloazzardo@gmail.com.
Fonte: La Provincia Pavese
 
L?AQUILA. PROSEGUE IL PROGETTO ?QUANTE STORIE?, ANZIANI E GIOVANI A CONFRONTO FRA PASSATO E FUTURO
Auser Insieme l?Aquila prosegue il progetto itinerante ?Quante storie?, iniziato lo scorso dicembre presso la scuola elementare di Ocre. Il viaggio della memoria fra studenti e anziani, ma aperti a tutta la popolazione,  ha visto una interessante partecipazione agli incontri che si sono succeduti nel mese di marzo e aprile in diverse località. Le tematiche toccate sono state, nell?incontro di Capitignano, l?energia, in quello di Pizzoli la comunicazione e a Monreale l?emigrazione per la ristorazione. Prossimo appuntamento mercoledì 16 aprile  presso la scuola media Mazzini a L?Aquila, si parlerà di ricordi di vita vissuta nell?Aquila di un tempo prima che il terremoto la distruggesse. All?incontro parteciperà anche l?autrice del libro ?Raccontami?, Antonietta Centofanti, da cui ha preso avvio tutto il progetto
 
PEDIBUS AD ALBISSOLA CON I VOLONTARI DI AUSER SAVONA
Il Comune di Albissola Marina (SV) ha avviato la sperimentazione della “Linea Verde del Pedibus”, grazie alla collaborazione di alcuni genitori e dei volontari dell’Auser Savona.
I volontari accompagneranno a piedi, in tutta sicurezza, i bambini delle classi della scuola primaria “Ines Negri”.
Per usufruire del servizio occorre mettersi in contatto con il CEA “Riviera del Beigua” (Pazza Lam, 17012 Albissola Marina (SV)- Tel. 019 487653019 487653 – Email: info@cearivierabeigua.it – sito web: http://www.cearivierabeigua.it/cea/jspx/) oppure con il Comune di Albissola Marina.
 
L?AUSER DI BOLZANO RILANCIA LE ATTIVITA? E CHIUDE IL 2013 CON PERCENTUALI IN CRESCITA
A Bolzano venerdì 11 aprile è stata presentata la relazione conclusiva sull?operato dell?Auser locale, che ha mostrato come l?associazione  nonostante i tagli operati ai finanziamenti sulla formazione dei volontari, con grande energia  è riuscita a incrementare le ore di volontariato del 23%, il gruppo è passato da 128 nel 2012 a 148 nel 2013, con un percentuale del + 7,24% di giovani che sono triplicati. Gli assistiti sul territorio  sono aumentati del 14% e gli utenti dell?Emergenza anziani sono saliti del 22% da 68 a 83.  L?Auser è risultata una risorsa preziosa per la comunità locale, e anche quest?anno promuove nuove attività sia per l?area benessere con i percorsi termali, e gite in località marine che di intrattenimento sociale.
Fonte: Corriere dell?Alto Adige
 
ARRIVANO I PONY DELLA SOLIDARIETA?A SCALDARE LE GIORNATE DEI NONNI DI NIZZA MONFERRATO (AT)
L?Auser di Nizza Monferrato lancia l? iniziativa: ?pony della solidarietà? rivolta ai ragazzi delle scuole superiori della città, l?obbiettivo assistere gli anziani  nelle case di riposo del Sud Astigiano. L?11 aprile  nel pomeriggio c?è stato un primo incontro per organizzare il servizio; i ragazzi coinvolti fanno parte del 3° e 4° superiore  del Pellati di Nizza, percepiranno un rimborso di 50 euro per un max di 10 ore e un credito formativo per il percorso di studi. L?Auser Nizza Monferrato avrà il compito di fare una formazione al gruppo di volontari dei ?pony della solidarietà?, spiegandogli cosa devono e cosa non devono fare durante l?assistenza sociale. I ragazzi sono entusiasti e curiosi del pozzo di conoscenze che i ?nuovi nonni? delle case di riposo potranno fornirgli, insomma sarà un?esperienza  di dare e avere per le due generazioni. Nel complesso i pony della solidarietà sono 48, un numero di adesioni inaspettato, tanto che l?Auser ha dovuto chiudere le iscrizioni. Grande stupore per l?associazione ma anche soddisfazione nel vedere come i ragazzi hanno risposto in maniera positiva alla proposta lanciata in favore della Terza età.
Fonte: La Stampa Asti
 
A CASCINA (PI) ?INSIEME SI PUO?? CE LO INSEGNA AUSER
Dal 1996 l?Auser di Cascina è un punto di riferimento per la comunità, con il gruppo di 35 volontari  e 75 soci  si occupa in primis di sostenere gli anziani, ma con il progetto ?Insieme di può? abbraccia numerose iniziative : assistenza domiciliare leggera, in convenzione con l?Asl si occupa del trasporto sociale, e del servizio a domicilio di beni di prima necessità che vengono recuperati grazie a convenzioni con Coop e con la Caritas  di zona. Insomma un?associazione  che si fa portatrice dei bisogni anche delle classi più disagiate.  L?Auser agisce anche a livello scolastico attraverso le iniziative ?Scuole ok? che intrattiene i bambini nel pre e dopo scuola su richiesta di genitori che hanno orari di lavoro incompatibili, e con ?Pedibus? nell?accompagnamento nel tragitto casa- scuola. A livello di solidarietà internazionale  aderisce all?adozione di un bambino del Burkina Faso, propone assistenza al gruppo del Saharawi. Ogni anno poi a maggio aderisce all?iniziativa la pasta di Libera per promuovere legalità e solidarietà.
Fonte: il Tirreno
 
?TRAME DI MEMORIA?: ALLA RISCOPERTA DELLE TRADIZIONI DI GENOVA
?Trame di memoria? è il nome di un progetto che mira alla riscoperta delle tradizioni, del territorio, e dei mutamenti sociali di Genova.
Tre incontri, con degustazione di prodotti tipici, attraverso i quali comprendere e valorizzare il territorio e il tessuto sociale genovese, con un percorso lungo i cambiamenti sociali e culturali del capoluogo ligure.
Per informazioni: www.auserliguria.it/genova
 
A CASTELFIORENTINO(FI)  PICCOLI GIARDINIERI  E NONNI  ALLA RISCOSSA
A Castelfiorentino  nella scuola  per l?infanzia Don Minzioni i nonni di Auser Verde Argento e i bambini hanno formato una squadra di perfetti giardinieri e nel cortile della scuola sono passati all?azione  realizzando un piccolo orto. Primo step dissodamento del terreno, poi si è passati alla semina di fagiolini, zucchine, basilico, fragole. I nonni di Auser hanno tenuto delle lezioni sulle diverse tipologie di semina e germoglio delle piantine in questione e i bambini si sono subito appassionati, tanto che la manutenzione ordinaria ora è sotto il loro sguardo attento. AL Progetto ha aderito la Locci Agricoltura.
Fonte: La Nazione
 
CANTU?.  MERCATINO AUSER ALL?IPERCOOP
Il  17, 18 e 19 aprile si svolgerà il tradizionale “Mercatino” dell’Auser presso il “Centro Commerciale Ipercoop” di Mirabello di Cantù dove verranno offerti gli oggetti prodotti e confezionati dalle volontarie.
 
ARSIE?. RICONOSCIMENTO E INCORAGGIAMENTO DALL?ASSOCIAZIONE NAZIONALE ALPINI
Un riconoscimento non solo formale, ma anche con un piccolo contributo economico, è arrivato all?Auser di Arsiè da parte dell?associazione nazionale Alpini gruppo di Feltre. La bella notizia è arrivata lo scorso 13 aprile in occasione della giornata della Protezione Civile ?per l?opera meritoria in aiuto delle persone in difficoltà del nostro territorio ? si legge nelle motivazioni- vi sproniamo a continuare in quest?opera di volontariato così ben organizzata e oramai divenuta indispensabile?.
 
A SERRADIFALCO (CL)  NUOVI INCONTRI SU AMBIENTE E BENESSERE
Dopo il  seguito delle miniere della legalità, il 10 aprile si  è tenuto il secondo incontro organizzato sempre dal Circolo Auser  Giuseppe Di Francesco, stavolta il tema è stato l?ambiente ed il benessere. La tematica è proprio quella di comprendere l?ambiente e la qualità di quest?ultimo come portatrice di benessere e garanzia di uno stile di vita migliore. Tra i relatori intervenuti  il direttore dell?Esa, il  Presidente di Italia Nostra, e la dott.ssa Grazia Di Fazio. Il terzo incontro verterà sul gioco d?azzardo e si si svolgerà il 28 aprile, e a concludere il 13 maggio nella giornata di chiusura del ciclo d?incontri verrà affrontato il tema della legalità.
Fonte: La Sicilia Caltanissetta
 
AGORDO (BL) AUSER EL BROI FESTEGGIA GLI OLTRE 3000 INTERVENTI
IL Circolo Auser  ?El Broi?  ha presentato il bilancio 2013, dati che dimostrano come  l?associazione si sia mossa,  sia come  punto di promozione social- culturale e sia attraverso il volontariato come preziosa risorsa per i bisogni della società civile,. Nel complesso oltre 3000 interventi, 7126 ore e 63.540 kilometri percorsi  per il trasporto solidale di soggetti fragili. Tante e vari i servizi prestati da Auser in convenzione con Usl 1  con la  casa di soggiorno Taibon,  e per  conto del Consorzio dei Comuni agordini. Fuori da convenzione  una buona fetta delle attività svolte dall?associazione tra cui : il trasporto dei  dializzati, e dei disabili nel percorso casa-lavoro, la consegna dei pasti a domicilio, l?accompagnamento degli alunni delle scuole per l?infanzia e primarie, la prevenzione sanitaria, e la collaborazione  per la raccolta fondi , sportello diritti del cittadino con FederConsumatori.
Fonte: Corriere delle Alpi
 
ALL?AUDITORIUM DELLA FONDAZIONE (PC) IL BILANCIO POSITIVO SUL PROGETTO ?GIOVANI E VOLONTARIATO IN 3D?
Sabato 12 aprile alle ore 10,00 presso l?Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano si è svolto l?evento conclusivo del progetto ?Giovani e Volontariato in 3D? 2014. Questa attività di promozione dell?impegno volontario negli Istituti Superiori di Piacenza e Provincia organizzata da Svep in collaborazione con l?associazione ?La Ricerca? è giunta quest?anno alla sua ottava edizione coinvolgendo le classi III° A e III° B del Liceo Scientifico ?E. Mattei? di Fiorenzuola, la III° SUB e III° SUC del Liceo ?Colombini?, la IV° C dell?Istituto ?Romagnosi? e la IV° D dell?Istituto ?Casali?.  Il percorso condotto dai tre operatori dell?associazione ?La Ricerca? Ingrid Salinas, Emanuela Lombardelli e Paolo Savinelli prevedeva anche una proposta di stages di almeno 10 ore di volontariato in un gruppo di associazioni. Quest?anno le organizzazioni che hanno ospitato gli studenti sono state: A.FA.GI.S., Africa Mission, Api Laboriose, Agape, AS.SO.FA., Auser, Avo, Gaps, La Pecora Nera, Libera- Associazioni Nomi e Numeri contro le mafie coordinamento di Piacenza?, Pubblica Assistenza Croce Bianca, Pubblica Assistenza Val D?Arda e associazione P.A.Ce nei centri educativi di Cortemaggiore e Fiorenzuola e nelle comunità ?Luna Stellata? e ?La Pellegrina?. Gli studenti che hanno aderito alla proposta sono stati 77. In apertura l?assessora Giulia Piroli saluterà gli studenti e ha presentato  loro le iniziative del Comune di Piacenza legate alla YoungERcard  che è una carta gratuita dedicata ai giovani dai 14 ai 29 anni che vivono, studiano e lavorano in Emilia Romagna.
Fonte: Libertà
 
DUE NUOVI MEZZI PER L?AUSER VALSESSERA
L?Auser Valsessera  ha ottenuto due nuovi mezzi   che rappresentano risorse preziose per continuare nella sua attività di trasporto solidale degli anziani e dei soggetti fragili per terapie e assistenza nei centri socio sanitari del territorio. Nel 2013 sono stati resi 750 servizi e sono stati percorsi 42mila chilometri. I due nuovi  mezzi che vanno a consolidare le attività di Auser, sono il frutto una della donazione di un privato  si tratta di una Ford B-Max, e l?altro è un Fiat Doblò ottenuto grazie 5×1000 e ai soldi messi a disposizione  dalla Fondazione Crt.  L?Auser Valsessera svolge le sue attività nei territori che vanno dal comune di  Portula a quello di Rovasenda.
Fonte: La Stampa Vercelli
 
UN BILANCIO POSITIVO PER  I VOLONTARI AUSER DI FORNOVO, MEDESANO E VARANO(PR)
I gruppi Auser di Fornovo, Medesano, e Varano si sono riuniti presso il centro sociale ?Bruno Molinari? per fare il bilancio totale  delle attività dello scorso anno. La cena tra i diversi gruppi dell?associazione è stata occasione non solo di bilanci ma di socializzazione  e di condivisione. Il 2013 è risultato un anno proficuo  per il volontariato di Auser che nonostante la crisi ha aumentato il numero di servizi alla persona. Un aumento anche della fetta di giovani che sono entrati a far parte dell?esercito di volontari di Auser e si sono avvicini alla solidarietà nei confronti dell?anziano e dei soggetti fragili. I dati parlano chiaro, per Fornovo 12.131 interventi di diversa natura svolto dal gruppo di 25 volontari, rispettivamente per Medesano 8599  per il gruppo di  gruppo di 49 volontari, e per Varano 2019 servizi svolti dai suoi 11 volontari.
Fonte: Gazzetta di Parma
 


Associazionismo, volontariato, terzo settore


 ISTAT. IDENTIKIT DELLE ISTITUZIONI NON PROFIT IN ITALIA. TRAINO PER L?OCCUPAZIONE FEMMINILE, 494 MILA LE DIPENDENTI, IL 72% DEL TOTALE
Non Profit sempre più forte sul territorio italiano per numero di istituzioni e per occupati: il 9° Censimento Generale dell?Industria, dei Servizi e delle Istituzioni Non Profit ha rilevato – al 31 dicembre 2011 – 301.191 unità, il 28% in più rispetto al 2001, con una crescita del personale impiegato pari a 39,4%. I dati sono disponibili in I.stat, il datawarehouse dell?Istat, al tema ?Censimento industria, istituzioni pubbliche e non profit 2011?. Al datawarehouse si accede sia dall?home page di www.istat.it sia dal sito dedicato http://censimentoindustriaeservizi.istat.it/.  
 
FESTIVAL DEL VOLONTARIATO A LUCCA: ?SIETE IL PRIMO SETTORE? PAROLA DI PREMIER
Un  Festival quello di Lucca all?insegna della solidarietà, un?occasione per elogiare e incoraggiare le attività che la schiera di 7,6 milioni di volontari  svolgono nel nostro paese; solo la Toscana ha un attivo di 300mila volontari. Protagoniste le 3.337  associazioni toscane, e le istituzioni che sono scese in campo  per partecipare e condividere la moltitudine di iniziative che il Terzo settore promuove, in primis il Ministro dell?istruzione Stefania Giannini, a seguire  la Presidente della Camera Laura Boldrini, presso il Real Collegio e a chiudere il premier Matteo Renzi che ha fatto il suo intervento nel complesso di San Francesco. Il Premier ha definito il volontariato e l?associazionismo, come ?il primo settore? il vero motore della società del nostro paese e ha lanciato una nuova sfida, un gigantesco open governament che è addirittura più importante della spending review , tutto improntato a  trasparenza nella gestione delle risorse. Entro il prossimo 12 maggio l?elaborazione di  un disegno di legge delega  da presentare alla Camera sul no profit, coinvolgendo anche le rappresentanze del mondo associazionistico.
Fonte: la Repubblica Firenze
 
PADOVA. CONVEGNO: LAVORO DI RETE E PERCORSI DI PRESA IN CARICO DELLE DONNE VITTIME DI VIOLENZA
Il 16 Aprile 2014, alle ore 9.00, avrà luogo il Convegno dal titolo “Lavoro di rete e percorsi di presa in carico delle donne vittime di violenza – Possibili scenari di intervento nelle situazioni di violenza assistita e nei confronti dell’uomo maltrattante”, che si terrà presso l?Agorà del Centro Culturale San Gaetano, in via Altinate a Padova. Sarà l?occasione per un confronto sulla violenza alle donne e sulla necessità di identificare percorsi operativi concreti e condivisi dai soggetti professionali coinvolti nel lavoro di rete, riguardanti la presa in carico e l?accoglienza dei soggetti vittimizzati, anche a fronte delle recenti modifiche normative. L’evento è promosso dal Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali e dal Centro di Ateneo per i Diritti Umani dell?Università di Padova, dal Centro Antiviolenza Padova in collaborazione con il Comune di Padova – Commissione Pari Opportunità e l’Archivio Pace e Diritti Umani della Regione Veneto e con il patrocinio dell’Azienda Ospedaliera di Padova.
Fra i relatori che interverranno durante la giornata, oltre all?intervento della Professoressa Degani, docente di Women?s Human Rights presso il Dipartimento di Scienze Politiche Giuridiche e Studi Internazionali dell’Università di Padova, che ha personalmente curato l?evento, si segnala la presenza della Professoressa Emily F. Rothman, del Dipartimento di Scienze della Salute dell? Università Harvard di Boston. Nel pomeriggio durante i lavori della Tavola Rotonda verrà approfondita la questione del consolidamento del lavoro di rete nel territorio padovano.
Per info. Mariangela Zanni Ufficio Comunicazione Centro Veneto Progetti Donna- Auser
Via Tripoli, 3 35141 Padova  .0498721277 345 99 48 956
 
?GIOVANI AL POTERE? LA RICERCA DEL CESVOT
Il  10 aprile al Festival del Volontariato di Lucca è stata  presentata la ricerca “Giovani al potere. Attivismo giovanile e partecipazione organizzata in tempo di crisi”, pubblicata nella collana “I Quaderni” di Cesvot. Promossa da Cesvot e realizzata da Riccardo Guidi della Fondazione Volontariato e Partecipazione, la ricerca è stata condotta nelle provincie di Firenze, Pisa e Grosseto intervistando 14 esponenti del volontariato e del settore socio-educativo pubblico e privato e 23 under 30 attivi in organizzazioni giovanili, come associazioni studentesche, centri di aggregazione giovanile, associazioni giovanili di contrada. Uno studio qualitativo che indaga in che modo i giovani si aggregano, partecipano, fanno associazionismo in modo autonomo e auto-organizzato. “Abbiamo voluto e sostenuto questa ricerca ? spiega Federico Gelli presidente di Cesvot – allo scopo di capire la partecipazione giovanile perché non è vero che i giovani non partecipano alla vita sociale delle nostre comunità. Come emerge anche da altre ricerche Cesvot, in Toscana i giovani tra 14 e 24 anni che svolgono varie forme di volontariato e attivismo sono quasi il 37% una percentuale importante che però scende al 6% se guardiamo al cosiddetto volontariato “tradizionale”.  Come mostra lo studio che abbiamo realizzato con la Fondazione Volontariato e Partecipazione, conoscere e capire altre forme di attivismo e partecipazione giovanile può essere assai utile per le organizzazioni di volontariato: capire come i giovani si aggregano e partecipano, come vivono l’attività volontaria può facilitare le associazioni ad ?intercettare’ giovani volontari e a garantire un sano ricambio generazionale”.
Fonte:  il Tirreno
 
SULLA SCIA DEGLI USA ANCHE IN ITALIA IL VOLONTARIATO FA? CURRICULUM
Fino a poco tempo fa  il volontariato veniva collocato nella sezione finale del curriculum alla voce ?altre attività?, come a voler sottolineare il carattere accessorio nel background professionale. Ora inizia ad avere il suo peso in una società dove sempre di più le multinazionali, piccole imprese e a  volte anche gli enti pubblici richiedono una formazione culturale all?interno di enti no profit, un?esperienza che proprio come negli Usa è fondamentale per il job recruitment , anche in Italia diventa un valore aggiunto proprio perché i giovani che hanno svolto volontariato sviluppano delle capacità organizzative, uno spirito di team, e in generale sanno cosa vuol dire essere socialmente utile ed efficienti.  Il candidato perfetto perché versatile, competente e con la giusta intraprendenza nell?affrontare le problematiche lavorative nelle situazioni più disparate.
Fonte: Corriere della Sera
 
 
 
Agenzia d’Informazione a cura dell?Ufficio Stampa Auser
Nazionale Via Nizza 154 00198 Roma tel. 06/8440772506/84407725 fax 06/8440.7777
E-mail ufficiostampa@auser.it Sito internet: www.auser.it
Categorie articolo:
Agenzia d'informazione AUSER

I commenti sono chiusi