Area riservata

CULTURA E APPRENDIMENTO DI QUALITA’: RIPARTE LA CERTIFICAZIONE AUSER

Scritto da
22 Gennaio 2024

di Domenico Pantaleo, presidente nazionale Auser

La decisione di Auser di ripartire con la Certificazione di Qualità delle attività della rete di Auser Cultura conferma e sviluppa la convinzione della nostra associazione di migliorare continuamente la qualità delle nostre azioni, la propensione innovare e implementare le attività mettendo al centro i diritti della persona e il territorio.
Il senso non è quello di distribuire premi, in una logica di competizione tra strutture, ma di promuovere la crescita collettiva dei circoli attraverso la migliore integrazione nella progettualità della nostra rete.
La nostra visione di invecchiamento attivo guarda alla vecchiaia come una stagione delle propria vita in cui riscoprire interessi, relazioni, felicità. Queste aspirazioni hanno la necessità di considerare l’apprendimento permanente quale chiave essenziale per la crescita umana e fattore decisivo di inclusione e di cittadinanza attiva in società sempre più disuguali.
Infatti le crescenti povertà, che coinvolgono nuove e vecchie generazioni, non riguardano solo le condizioni economiche ma anche i saperi e i poteri. Per queste ragioni il diritto all’istruzione, in tutte le fasi della propria vita, va considerato un diritto sociale e umano.
Le Università Popolari e i Circoli Culturali di Auser operano per rispondere al bisogno di cultura e di apprendimento di tutti i cittadini, pur rivolgendosi spesso originariamente alle fasce di età adulta, anche in ragione del prolungamento della vita e la trasformazione dei suoi stili.
La certificazione di qualità Auser si ispira alla cultura educativa europea: lifelong learning e attenzione alla qualità dell’apprendimento con la definizione di indicatori quantiqualitativi e la ricognizione degli ambiti non formali e informali.
La Certificazione di Qualità ha ricadute molto vantaggiose per le Università Popolari e i Circoli Culturali che l’ottengono, sia per gli utenti che frequentano i corsi e le iniziative culturali. I cittadini che si iscrivono hanno garanzie sulla qualità dei percorsi di apprendimento a cui partecipano possono esprimere le loro esigenze e le loro valutazioni sulle attività culturali e formative.
La rendicontazione sociale deve essere lo strumento indispensabile per individuare i punti di forza e di debolezza delle nostre attività culturali, formative e educative. I processi di certificazione di qualità svolgono una importante funzione di stimolo, orientamento e sostegno delle Università Popolari e i Circoli Culturali al fine di migliorare continuamente le proprie “prestazioni”.
Inoltre la certificazione di qualità migliora e facilita il rapporto con le istituzioni e contribuisce a sviluppare reti territoriali per l’apprendimento e i patti educativi.
Queste le ragioni che hanno portato Auser a produrre questa guida, uno strumento che è rivolto principalmente alle strutture territoriali Auser perché diventino protagoniste sul tema dell’apprendimento e della diffusione della cultura, ma che si rivolge all’intera comunità: uno strumento che serve a rafforzare la nostra “identità” dentro un progetto complessivo di cambiamento del modello economico e sociale da esplicare nelle comunità realizzando alleanze e reti cooperative

Categorie articolo:
AttivaMente

I commenti sono chiusi

MENU