Area riservata

Il grande sforzo di Auser per aiutare gli anziani soli e fragili



Scritto da
12 Marzo 2020

In  rete con le istituzioni locali e la Protezione Civile, l’associazione cerca di garantire ascolto telefonico, consegna spesa, pasti  e farmaci


In questo momento di grande emergenza sanitaria e sociale,  il lavoro dei volontari in aiuto alle persone sole e meno autosufficienti diventa ancora più prezioso. Anche piccole attenzioni come l’ascolto telefonico, la spesa o i medicinali portati a casa, la consegna di un pasto caldo, o le attività più impegnative tipo l’accompagnamento verso i luoghi di cura per le terapie salvavita come la dialisi, diventano di fondamentale importanza.

Noi dobbiamo continuare a svolgere il nostro ruolo – sottolinea il presidente nazionale Enzo Costa in una nota alle strutture-  si devono, fermare le attività di socializzazione ma il punto di riferimento, di appoggio, di prossimità, Auser nel territorio non va spento, dobbiamo continuare a garantire la telefonia e i servizi leggeri alla persona, dobbiamo metterci in rete con la Protezione Civile, i Comuni, le Unità Sanitarie Locali, i Prefetti. Dobbiamo dimostrare che nei momenti di bisogno l’Auser c’è, e continuerà ad esserci sempre, perché è parte integrante delle nostre comunità, parte attiva.”

“I nostri volontari vanno muniti di modulo di autocertificazione – prosegue Costa –  che dice esplicitamente che escono per “lavoro volontario di prima necessità” rivolto a persone sole e fragili, vanno muniti di lettera di incarico firmata dal Presidente dell’associazione e dobbiamo informare le Autorità Locali, Comuni e Prefetti, su quanto manteniamo attivo dando disponibilità ad operare in rete. I nostri Volontari devono essere dotati di strumenti di protezione efficaci tipo mascherine, guanti, gel, se nelle rispettive zone non sono reperibili vanno chiesti ai Comuni o alla Protezione Civile da oggi ci hanno promesso che inizieranno delle distribuzioni straordinarie in tutti i territori”.

Auser c’è con le sue donne e i suoi uomini, uniti e impegnati tutti insieme  perché ci sia un domani migliore.


Categorie articolo:
Comunicati stampa · Notizie

Comments

  • Io faccio volontariato con ausilio per la spesa coop alleanza.3 ,pur avendo mascherine e guanti e gel ci hanno fermati,alcuni di noi vorrebbero continuare,almeno per quelli con più bisognosi,mi sembra poco ragionevole in questo momento sospedere il servizio,ci era anche stato detto che era una direttiva auser.casalecchio di reno bologna

    Fioravante 13 Marzo 2020 21:07
  • Cosa posso fare per aiutare?

    Anna 28 Marzo 2020 16:51