Area riservata

Emergenza Estate – Piemonte

ALBA (CN)

Le previsioni meteo indicano che è iniziata una pesante ondata di caldo su gran parte dell’Italia che durerà tutta la settimana. La temperatura elevata e l’umidità possono determinare colpi di calore e disidratazione, in particolare nei soggetti a rischio: bambini, anziani e persone affette da patologie. Sul sito del Comune di Alba www.comune.alba.cn.it, nella sezione “emergenze meteorologiche” sono stati inseriti i link ai bollettini di Arpa Piemonte “Previsione ondate di calore” e “Livelli di ozono” nell’aria.
Sono inoltre consultabili utili indicazioni di prevenzione nella pagina “Caldo? Istruzioni per l’uso”.
Il Sindaco raccomanda ai cittadini di adottare comportamenti che prevengano gli effetti del caldo sulla salute. In particolare si raccomanda agli anziani di non uscire nelle ore più calde della giornata, di restare in locali raffrescati e di idratarsi adeguatamente.
I medici di famiglia sono a disposizione per aiuti e consigli e per attivare eventuali assistenze.

ARONA (NO)
La casa di riposo di Arona aprirà il salone con la sala lettura a tutti gli anziani esterni che vorranno trascorrere alcune ore al fresco. La sala è infatti dotata di aria condizionata, tv, e altre cose. Lo ha reso noto il sindaco Alberto Gusmeroli su Facebook, dopo aver parlato con il presidente della casa di riposo Mauro Miglio. Il salone sarà aperto dalle 9 alle 18. Sarà possibile anche pranzare a 10 euro. L’accesso sarà garantito almeno sino a fine luglio. Non sono necessarie richieste: basta recarsi direttamente in via Mottarone.

 

ASTI
Oltre 10mila over Ad Asti, 10.164 persone hanno tra i 75 e 95 anni; di questi, 8.149 residenti in città, 1.711 nelle frazioni e 304 in casa di riposo. «Pensando a loro abbiamo chiamato a raccolta associazioni e altri enti che si occupano di sociale – spiega l’assessore Mariangela Cotto (Politiche sociali) – Ci siamo incontrati in municipio, perché vogliamo lavorare insieme per garantire aiuto e riferimento. Si tratta di avere un occhio di riguardo alle persone più esposte a rischi di diverso genere». Bere molto, consumare frutta e verdura, non uscire nelle ore più calde sono le “buone pratiche” che vengono ribadite ogni anno nei mesi più caldi, ma il Comune di Asti si è attivato con altre iniziative. Le contromisure Grazie all’interessamento del nutrizionista Giorgio Calabrese, l’azienda biellese Lauretana ha messo a disposizione 17.640 bottiglie di acqua, come l’estate scorsa, per centri e associazioni a più diretto contatto con anziani. In prima linea, con iniziative mirate, i pensionati Anteas, Ada, Auser, Croce Rossa e Croce Verde. A ribadire i consigli anti-caldo è Claudio Lucia, presidente dell’Ordine dei medici di Asti, che ricorda la disponibilità delle farmacie a recapitare medicinali a casa. Sos Alzheimer A preoccupare Marcello Francesconi (associazione Alzheimer) «è il possibile insorgere della demenza, determinata da scarsa frequentazione sociale. Servono luoghi di ritrovo, anche un albero e una panchina possono offrire pretesti per socializzare al fresco», ed ecco perché in estate il “Caffè Alzheimer” si trasferisce a Villa Quaglina. Necessità di socializzare sottolineata anche da Caterina Calabrese, presidente dell’associazione Il dono del volo ( perché la solitudine può «innescare stato depressivo, disattenzione, un incidente e lo scivolamento verso la non autosufficienza»), da Giusy Gobello (che ha ricordato l’importanza delle Pro loco), da Piero Baldovino (presidente del Centro servizi volontariato) e Giorgio Bertolino (Croce Verde). Andrea Morra (Asl) ha infine ricordato il sistema regionale di prevenzione, dall’assessorato Politiche sociali la collaborazione con attività come la mensa sociale, il magazzino solidale, la disponibilità di medici volontari. Ribadisce Cotto: gli “over” che frequentano i centri sociali comunali in estate si possono ritrovare alla Way Assauto, in corso Chiesa.

 

TORINO
Gli effetti del caldo sulla salute derivano dalla combinazione di alcune variabili meteorologiche quali umidità, temperatura, velocità del vento, giorni consecutivi di caldo. Utilizzando queste informazioni e combinandole con altre di tipo sanitario, il Dipartimento Sistemi Previsionali e l’Epidemiologia Ambientale di Arpa Piemonte hanno sviluppato un bollettino previsionale del caldo affinché la popolazione, soprattutto i soggetti a rischio (anziani, malati), possa adottare comportamenti e precauzioni per prevenire danni alla salute. Il bollettino fornisce inoltre indicazioni utili alle istituzioni per mettere in atto tempestivamente le misure e gli interventi preventivi più efficaci per la tutela della salute. Il cittadino può consultare, oltre ai bollettini previsionali delle ondate di calore, il materiale informativo della campagna regionale e del Ministero della Salute.

Per tutte le informazioni