Area riservata

Dalla A alla Z – Le iniziative dei comuni e del volontariato contro l’emergenza caldo

 

L’elenco in ordine alfabetico, costantemente aggiornato,  delle iniziative promosse dai comuni e dal volontariato per contrastare l’emergenza caldo.
Il servizio, già sperimentato con successo negli ultimi anni, si è rivelato di grandissima utilità. Presenta dal Nord al Sud Italia, le iniziative che le Amministrazioni locali e il  volontariato e le sue reti, realizzano per aiutare gli anziani ad affrontare i rischi legati alla  solitudine e agli effetti del caldo: call center, numeri verdi, monitoraggio degli anziani fragili, servizi a domicilio, attività  ricreative in centri climatizzati  e tanto altro ancora.

(ultimo aggiornamento: 31 agosto 2021)

 

Ministero della Salute

Estate 2021, le attività in relazione all’epidemia Covid-19 e i bollettini giornalieri sulle ondate di calore

Come per il 2020, la pianificazione delle attività di prevenzione per contrastare gli effetti del caldo è particolarmente rilevante in relazione all’epidemia COVID-19 e alla sua evoluzione. E’ importante, in questo contesto, intensificare la sorveglianza socio-sanitaria, soprattutto nei riguardi dei sottogruppi a maggior rischio, per prevenire eventuali peggioramenti delle condizioni di salute.

Alcuni recenti casi studio (NIHR – A dynamic review of the evidence around ongoing Covid19 e Neurology – Long-Haul Covid) suggeriscono, infatti, una minore tolleranza al caldo delle persone che hanno sviluppato una sindrome post Covid (long-term COVID-19), caratterizzata, anche a distanza di mesi dall’infezione, da sintomi quali difficoltà di respiro e tosse, o altri disturbi come palpitazioni, debolezza, febbre, disturbi del sonno, vertigini, delirium (nelle persone anziane), difficoltà di concentrazione, disturbi gastrointestinali, ansia e depressione.

Per informare i cittadini, il Ministero ha elaborato quest’anno l’Infografica – Come proteggersi dal caldo durante l’epidemia Covid-19.
Dal portale del Ministero è possibile scaricare altri opuscoli, rivolti alla popolazione generale e agli operatori del settore (medici, personale delle strutture per gli anziani, personale che assiste gli anziani), su come gestire particolari situazioni in caso di caldo intenso, con consigli su viaggi, bambini, animali, anziani e persone fragili.

Continua a leggere sul sito del Ministero della Salute


Piani regionali

Lazio

È operativo il piano per tutelare dalle ondate di calore la popolazione più a rischio, rivolto alle persone dai 65 anni in su con l’obiettivo di garantire l’assistenza nelle giornate con le temperature più elevate.
La copertura assistenziale è assicurata dai medici di medicina generale che hanno aderito al piano di sorveglianza per affrontare l’emergenza caldo; ciascun soggetto a rischio è inserito nel programma attraverso una scheda personale. In sei città del Lazio sono attivi specifici sistemi di allarme con l’obiettivo di modulare gli interventi: Roma, Latina, Frosinone, Viterbo, Rieti e Civitavecchia.
I bollettini d’allarme sono pubblicati ogni giorno sul sito del Ministero della Salute a questo indirizzo www.salute.gov.it/caldo e sul sito del Dipartimento di epidemiologia del SSR – ASL Roma 1 – Lazio: www.deplazio.net e sulla APP Caldo e Salute.
Il piano prevede una sorveglianza attiva sulla popolazione target, sulla base dei quattro diversi livelli di rischio definiti dal Dipartimento di Epidemiologia. I medici di medicina generale possono includere i pazienti per tutto il periodo in cui il programma è attivo, privilegiando i pazienti con punteggio più elevato (livello 3 e 4).
In base alle condizioni climatiche di rischio per la salute (livello 1, livello 2 e livello 3 del bollettino HHWWS), il Medico di Medicina Generale (MMG) potrà effettuare la sorveglianza del paziente tramite accesso domiciliare, osservando le misure di sicurezza relative al COVID-19, oppure da remoto tramite una specifica piattaforma.

Vai al sito della Regione Lazio


Liguria

In Regione Liguria è operativo il Piano Caldo per l’estate 2021, per far fronte al potenziale pericolo in alcune fasce di popolazione, da attivare in caso di bollettino arancione o rosso. Coinvolge tutti i soggetti interessati alla tutela sociosanitaria e prevede azioni mirate per prevenire e ridurre i potenziali rischi derivanti da ondate di calore.

Lo comunica la Regione precisando che in Liguria sono circa 180mila le persone che possono essere suscettibili alle ondate di calore, di cui 174.097 con rischio basso, 4.198 con rischio intermedio e 1.145 con rischio alto. L’agenzia sanitaria regionale Alisa provvede all’identificazione dei cittadini suscettibili, il cui elenco viene trasmesso a tutte le Asl, e diffonde regolarmente il bollettino sulle ondate di calore diramato dal ministero della Salute, in collaborazione con la Protezione civile.

Vai al sito della Regione Liguria


Lombardia

Con l’arrivo della stagione estiva il caldo si fa sentire, in particolare nelle città. Regione Lombardia detta le regole di comportamento utili a prevenire l’insorgere di eventuali problemi di salute. Inoltre, è disponibile la app del Ministero della Salute “Caldo e salute”, che indica i livelli di rischio per la salute in ogni città nei giorni in cui sono previste ondate di calore e offre informazioni utili e indicazioni sulle misure preventive da adottare i base al livello di rischio previsto.

Vai al sito della Regione Lombardia


Piemonte

Anche per il 2020 la Regione Piemonte ha messo a punto un programma di prevenzione dei danni alla salute dovuti alle ondate di calore estivo: la campagna informativa ha lo scopo di far conoscere le principali misure di prevenzione per limitare gli effetti negativi sulla salute, mentre nella città di Torino e nelle città capoluogo di Provincia viene effettuato un monitoraggio rivolto in particolare alla popolazione ultrasettantacinquenne.

Gli effetti del caldo sulla salute derivano dalla combinazione di alcune variabili meteorologiche quali umidità, temperatura, velocità del vento, giorni consecutivi di caldo. Utilizzando queste informazioni e combinandole con altre di tipo sanitario, il Dipartimento Sistemi Previsionali e l’Epidemiologia Ambientale di Arpa Piemonte hanno sviluppato un bollettino previsionale del caldo affinché la popolazione, soprattutto i soggetti a rischio (anziani, malati), possa adottare comportamenti e precauzioni per prevenire danni alla salute. Il bollettino fornisce inoltre indicazioni utili alle istituzioni per mettere in atto tempestivamente le misure e gli interventi preventivi più efficaci per la tutela della salute. Il cittadino può consultare, oltre ai bollettini previsionali delle ondate di calore, il materiale informativo della campagna regionale e del Ministero della Salute.

Vai al sito della Regione Piemonte


Puglia

Piano di Prevenzione degli Effetti del Caldo sulla Salute

Vai al sito della Regione Puglia


Sicilia

L’aumento progressivo della temperatura registrato negli ultimi anni nei mesi estivi ha raggiunto dimensioni allarmanti tanto da costituire una delle criticità più rilevanti per la sanità pubblica a causa dei gravi effetti sulla salute di una parte della popolazione che per condizioni di salute, socioeconomiche e ambientali è stata definita “suscettibile”. L’aumento delle temperature medie estive potrebbe raddoppiare la possibilità di avere condizioni meteorologiche con temperature estremamente elevate al di sopra dei valori normali che possono durare giorni o addirittura settimane. Tale fenomeno viene definito con il termine “ondate di calore”.
L’Italia è stato uno dei primi paesi in Europa ad attivare un programma nazionale di interventi per la previsione e prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute.
Dal 2004 è stato infatti attivato il “Sistema nazionale di sorveglianza, previsione ed allarme per la prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione”, operativo in 34 città tra cui 3 capoluoghi di provincia della Regione Siciliana (Catania, Messina e Palermo).
E’ inoltre attivo il “Piano Operativo Nazionale per la Prevenzione degli effetti del Caldo sulla Salute” del Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie del Ministero della Salute (CCM). I due progetti nazionali forniscono Linee Guida di riferimento per la definizione di piani operativi in ambito regionale e comunale.

Vai al sito della Regione Sicilia



Veneto

L’arrivo dell’estate ha fatto emergere, negli ultimi anni, alcuni problemi legati alla esposizione a temperature elevate di fasce di popolazione particolarmente “fragili” come gli anziani sopra i 75 anni, gli anziani soli che abitano in case poco confortevoli, le persone affette da malattie croniche e debilitanti, i diabetici, i lattanti, le donne in gravidanza e le persone con disabilità.
Tali soggetti necessitano di una particolare attenzione a incominciare dai famigliari e vicini per prevenire situazioni di rischio sanitario, adottando le semplici indicazioni riportate nel materiale informativo predisposto da questa Azienda Sanitaria.

Va precisato inoltre che anche i soggetti più giovani non sono esenti da problemi di salute se esposti ad elevate temperature ambientali nello svolgimento di attività lavorative e/o sportive, specialmente durante le ore più calde della giornata, quando i livelli di Ozono nell’aria sono più alti, cioè tra le ore 12 e le 17. Infatti, elevate concentrazioni di Ozono, che possono essere presenti anche in zone rurali lontane da fonti inquinanti, possono rivelarsi dannose per la salute in quanto sono irritanti per le mucose (occhi, naso, gola) e per l’apparato respiratorio, diminuendo globalmente le prestazioni dell’organismo.
Per la verifica delle previsioni meteo e dei livelli di ozono si consiglia di consultare il sito ARPAV.

In accordo con le indicazioni emanate dal Ministero della Salute e dal Protocollo messo a punto dalla Regione Veneto a cui questa Azienda Ulss ha aderito, sono stati adottati alcuni provvedimenti organizzativi per far fronte a eventuali emergenze che si possano presentare nel corso di questa estate, che sono culminate nell’elaborazione del Piano Caldo 2021. Tutte le iniziative sono realizzate in collaborazione tra Distretti Socio Sanitari, Servizi Sociali dell’Azienda ULSS 3 Serenissima, i Servizi Sociali dei Comuni, al fine di garantire una adeguata sinergia per far fronte ad eventuali situazioni problematiche.
Il Dipartimento di Prevenzione ha coordinato la realizzazione di materiale informativo allo scopo di aiutare i cittadini ad avere comportamenti utili a prevenire il manifestarsi delle suddette patologie.

Vai al sito della Regione Veneto


Comuni

Asti
Asl AT ha attivato il Piano Caldo 2021 predisposto per proteggere dagli effetti nocivi delle ondate di calore le persone più fragili, gli anziani soli, chi è affetto da malattie croniche.
Nella stagione estiva il calore eccessivo può alterare il sistema di regolazione della temperatura corporea e provocare disturbi di varia entità, da quelli lievi, come i semplici capogiri, a quelli più marcati come svenimenti o addirittura congestione, colpi di calore, disidratazione. Le azioni di tutela della salute prendono come riferimento il sistema di monitoraggio di Regione e Arpa Piemonte, che ha sviluppato un bollettino previsionale del caldo in grado di misurare, con 72 ore di anticipo, il possibile “stress da calore” e quindi il disagio bioclimatico correlato per gli individui.

Grazie alla collaborazione fra i medici dell’Asl e i medici di famiglia, che segnalano i propri assistiti vulnerabili e bisognosi di un sostegno, possono essere attivati a seconda delle necessità l’Assistenza domiciliare programmata (Adp), un intervento infermieristico domiciliare di valutazione, educazione terapeutica, monitoraggio e/o un intervento dei Servizi sociali territoriali.
Il sistema si integra con il consueto potenziamento, nel periodo estivo, del servizio di Continuità assistenziale (ex Guardia Medica), al quale settimanalmente vengono trasmessi gli elenchi dei pazienti a rischio e che potrebbero avere necessità di accesso al servizio. L’intercettazione di utenti fragili è svolta anche dal personale medico e infermieristico presso le Case della Salute

Nel momento in cui si verifica un aumento di temperatura tale da causare la condizione di “forte disagio”, l’Asl attiva un “Gruppo di coordinamento” che mette in atto interventi specifici. Questi vengono modulati in base ai livelli di rischio: dal monitoraggio dell’afflusso dei pazienti al Pronto soccorso, alla ridefinizione dei posti letto, alla ridistribuzione di risorse di personale in Pronto Soccorso e dei carichi di lavoro all’interno dell’ospedale.

Il Servizio Dietetica e Nutrizione Clinica dell’Asl AT ha inoltre preparato un decalogo con alcuni consigli sulla corretta alimentazione da adottare nei mesi estivi, per limitare il più possibile l’impatto delle ondate di calore.


Bari
Per affrontare eventuali disagi è attivo il piano operativo aggiuntivo del Comune a sostegno delle persone in situazione di estrema fragilità e solitudine. Ecco alcune iniziative.

Serenità Anziani

Il programma offre una serie di azioni a tutela degli anziani in collaborazione con i servizi sociali territoriali e il Centro sociale polivalente per anziani in via Dante 104, gestito dalla cooperativa sociale Gea. Per essere inseriti nel programma è necessario contattare i servizi sociali del Municipio di appartenenza. Info Centro anziani: telefono 0805227511/numero verde 800063538. Attivo tutti i giorni, dal lunedì al sabato, dalle ore 8,30 alle 12,30 e dalle ore 15,30 alle 19,30.

Telefono amico

Offre ascolto telefonico e supporto psicologico in favore di anziani in condizione di solitudine. Attraverso il «Telefono Amico» sarà inoltre possibile raccogliere segnalazioni in merito a situazioni emergenziali e di emarginazione che saranno poi trasmesse ai servizi territoriali competenti. Numero Verde 800063538, tutti i giorni, dal lunedì al sabato, dalle ore 8,30 alle 12,30 e dalle ore 15,30 alle 19,30.

Pony della solidarietà

Consegna a domicilio di beni di prima necessità, viveri e medicinali, in favore di anziani ultrasettantacinquenni soli e in condizioni di salute precaria. Il servizio è garantito dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 12,30, da operatori muniti di tesserino di riconoscimento.

Sportello Psicologico

Sportello psicologico over 65 Servizio di consulenza psicologica. È attivo con cadenza quindicinale il martedì mattina, presso il Centro sociale polivalente per anziani in via Dante 104, dalle ore 9 alle 12, e il mercoledì dalle ore 9 alle 11. Sempre al Centro di via Dante una equipe dedicata lavora per la prevenzione degli effetti delle ondate di calore sugli anziani, così da allertare gli utenti del Centro sociale polivalente per anziani.

Centro Diurno Area 51

Tutti i giorni, compresi i giorni festivi e le domeniche, il Centro diurno comunale Area 51, in corso Italia 81/83, offre la somministrazione pasti, servizi di accoglienza, orientamento e igiene personale a chi ne ha necessità: somministrazione di colazioni da asporto dalle ore 9 alle 10.30; accesso ai servizi igienici, dalle ore 9.30 alle 12 e dalle ore 14 alle 20.30; distribuzione del pranzo da asporto, dalle ore 13 alle 14.30; servizi doccia in modalità contingentata dalle ore 14 alle 18; cena dalle ore 19 alle 20; attività di ascolto e orientamento ai servizi territoriali fruibili dalle ore 9.30 alle 12 e dalle ore 15 alle 18, in presenza (con l’utilizzo di mascherine chirurgiche) o da remoto.

Pronto Intervento Sociale

È un servizio di intervento in emergenza promosso dall’assessorato al Welfare in rete con il servizi sociale dei Municipi, la Polizia Municipale, le forze dell’ordine, la Polfer, la Questura, la Prefettura, l’Asl, il Centro antiviolenza. Il Pis, attivo h 24 tutti i giorni dell’anno, è rivolto ad adulti e persone migranti in condizione di difficoltà, anziani in stato di disagio e di abbandono, donne vittime di violenza, minori in situazione di immediato intervento sociale. Interviene in loco con un mezzo e un’equipe di operatori professionisti. Numero verde 800093470; tel. 0808493594.

Unità di strada «Care for People»

È un servizio itinerante finanziato dall’assessorato al Welfare e gestito dalla cooperativa sociale C.A.P.S., operativo 7 giorni su 7, dalle ore 20 alle 2. In base al calendario delle uscite, condiviso con la ripartizione servizi alla persona, il camper effettua delle soste nei luoghi dove gravitano abitualmente persone senza dimora e nei luoghi di aggregazione giovanile. Ai soggetti più fragili, in condizioni di povertà estrema, a rischio o in stato di emarginazione, offre sostegno psico-sociale e orientamento verso i servizi socio-sanitari del territorio. Alla cittadinanza, in particolare alle fasce più giovani presenti nelle piazze o in prossimità dei locali della movida barese, offre consulenze informative sul tema delle dipendenze patologiche e realizza interventi di sensibilizzazione o prevenzione dei comportamenti a rischio.

Medici con il camper

Si tratta di un servizio di unità mobile realizzato dall’associazione «Nikolaos Prof. Nicola Damiani Onlus» per interventi socio-sanitari presso i campi Rom e nelle aree segnalate dai servizi sociali. Il servizio è attivo il lunedì, il martedì e il mercoledì, dalle ore 19 alle 21,30.

Associazione InConTra

Dal 1° luglio è attivo, per il periodo estivo, il progetto «Aperti per ferie». Ogni giorno, nelle ore più calde della giornata, sarà attiva l’unità di strada presso la stazione centrale e per le vie della città. L’unità itinerante, con una équipe multidisciplinare per l’assistenza agli indigenti ed ai soggetti più fragili e dotata di un defibrillatore, sarà attrezzata anche per la distribuzione di bevande fresche, kit sanitari, medicinali, kit di igiene intima e abbigliamento estivo. Info: 3496679173.
Cantiere Famiglie e Disabilità Estate Un programma di azioni estive a sostegno di famiglie con minori e adulti con disabilità. Saranno organizzate anche delle veleggiate estive sulla Bari Social Boat per gruppi e famiglie seguite dall’assessorato al Welfare.

«Farmacia estate»

Programma promosso da Federfarma presso le farmacie cittadine per la misurazione gratuita della pressione, la consegna gratuita a domicilio di farmaci e dispositivi medici, informazioni sul corretto utilizzo dei farmaci per anziani e adulti in condizione di fragilità. Le 366 farmacie dell’Area metropolitana, i presidi sanitari di prossimità, aperti e disponibili anche negli orari notturni e festivi, sono il primo presidio per informazioni, sostegno e soluzioni ai disturbi provocati dal caldo. La farmacie si impegnano a effettuare il servizio gratuitamente fino al 31 agosto, in particolare in favore dei soggetti a rischio, e a fornire, anche a distanza, corrette indicazioni e consigli utili alla prevenzione di disturbi attribuibili agli effetti del calore, veicolando informazioni e materiale educativo. Per la ricerca della farmacia più vicina www.federfarma.it.

Urp Asl Bari

Per qualsiasi informazione inerente i servizi sanitari per i cittadini, italiani o stranieri, iscrizioni al Servizio sanitario, tesserino Stp (Stranieri temporaneamente presenti), servizi di guardia medica attivi, è possibile contattare il numero 0805842400 dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle 14, e il giovedì dalle ore 15,30 alle 18. Numero Verde 800019467.
Numeri Urp Presso l’Ufficio relazioni con il pubblico del Comune è possibile essere informati su tutti i servizi territoriali sociali, socio-sanitari e aggregativi. L’Urp centrale in via Roberto da Bari 1 è aperto dal lunedì al venerdì, ore 9,30-13,30, e il martedì e giovedì, ore 14,30-17,30. L’Urp è attivo anche presso la sede della ripartizione Servizi alla Persona, in largo Chiurlia 27, dal lunedì al giovedì, ore 9,30-13,30, e il martedì e giovedì, ore 15-17. Numero verde: 800018291. Telefono. 0805772391.


Bologna
Numero verde Azienda Usl Bologna: 800562110
attivo da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 17; sabato e prefestivi dalle 8.30 alle 13.

Vai al sito del Comune di Bologna


Cinisello Balsamo (MI)
Anche quest’anno l’amministrazione comunale di Cinisello Balsamo (MI) ha messo a punto il programma di “Agosto in Città”, dal 2 al 30 agosto, grazie alla collaborazione con associazione Auser insieme volontariato, Cinifabrique, Xsquii e Filarmonica Paganelli.
Si parte dai più piccoli, lunedì 2 agosto alle ore 17.30, con “L’angolo delle fiabe”, lo spazio bimbi con animazione e baby dance al parco Ariosto di via Ariosto 45 che si svolgerà ogni lunedì e mercoledì, sempre alla stessa ora, fino al 30 agosto.
Tutti i sabato, dal 7 al 21 agosto alle ore 21, sempre al parco Ariosto, musica e ballo per adulti e ragazzi per tutti i gusti: danza popolare, dj set, balli di gruppo, milonga, tango argentino e ritmi latino americani.
Per gli eventi speciali, segnaliamo, martedì 10 agosto, per S. Lorenzo, serata sotto le stelle cadenti con cena e musica dal vivo per festeggiare anche i 25 anni con Auser.
Domenica 15 agosto, giornata di Ferragosto in compagnia, con un programma pensato soprattutto per chi è solo e per gli anziani. Alle ore 12.30 il pranzo in comunità e alle ore 21 via ai balli popolari grazie alla musica dell’orchestra dal vivo con anguriata finale. Tutto sempre presso il parco Ariosto con prenotazione telefonica obbligatoria allo 02.66041159 (tranne per lo spazio bimbi).
Gli ultimi appuntamenti, all’insegna della cultura e della musica, sono previsti, con inizio alle ore 21 in Villa Ghirlanda Silva. Venerdì 27 agosto, il concerto del duo Fasani-Celerin “Nei salotti della Belle Epoque”, sabato 28 una serata dedicata al ballo e domenica 29 agosto l’orchestra Fiati Filarmonica Paganelli dal titolo “A ritmo di marcia”. Prenotazione allo 02.66023504.


Ferrara
È operativo già dal 15 giugno e lo rimarrà fino al 15 settembre 2021 il progetto “Uffa che Afa” che, quest’anno raggiunge il diciottesimo anno di attività. Gli anziani e le persone in difficoltà a causa di ondate di calore possono chiamare, per informazioni e consigli o per ricevere assistenza e pronto intervento di tipo sociale, il Numero Verde gratuito 800 072110.
Il numero verde è attivo da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 18, sabato dalle 8.30 alle 13. (Per le problematiche sanitarie, come per tutti i cittadini, il numero da chiamare è il 118). Gruppo operativo del progetto “Uffa che AFA”: Settore Servizi alla Persona – Servizio Politiche Sociali e Sanitarie, l’ASP – Centro Servizi alla Persona, l’Azienda Usl di Ferrara, l’Azienda Ospedaliera Sant’Anna, la Protezione Civile del Comune, la Società Lepida (in cui è confluito il servizio di teleassistenza e gestione del numero verde di Cup 2000).
La Prefettura, la Questura, i Carabinieri e la Croce Rossa partecipano al progetto che vede coinvolte anche le Associazioni AUSER, ANTEAS, Ateda, ANCeSCAO e le Coop Integrazione Lavoro e Serena. L’attenzione ai più deboli, attiva per tutto l’anno, si potenzia in vista delle possibili ondate di calore estive per affrontare gli effetti della combinazione fra temperature alte e umidità. Il perdurare del disagio per alcuni giorni può produrre problemi nella popolazione più fragile, a partire dagli anziani. Per questo il numero verde è a disposizione anche per informazioni e consigli specifici.


Firenze
Il Comune di Firenze mette a disposizione una serie di servizi di protezione per aiutare gli anziani a trascorrere serenamente i mesi estivi. Tra le iniziative attive ci sono i ricoveri di sollievo, ovvero i ricoveri finalizzati ad offrire alla famiglia l’opportunità di alleggerire per un periodo di tempo determinato lo stress e l’impegno di cura, per un massimo di 60 giorni l’anno, ripetibili annualmente, nonché i ricoveri in struttura con codice rosso (inserimenti in urgenza di due mesi).
C’è anche la possibilità di segnalare, da parte dei medici di famiglia, gli anziani ultra-settantacinquenni soli in condizione di fragilità per l’inserimento nel servizio di sorveglianza attiva (monitoraggio telefonico periodico, rafforzato nei periodo di ondata di calore) gestito dalla Società della salute di Firenze in convenzione con l’Asp Firenze Montedomini. Il servizio è rivolto alle persone sole che non dispongono di una rete familiare idonea a garantirne la sorveglianza delle condizioni di salute e di bisogno e consiste essenzialmente in contatti telefonici con gli anziani a rischio: più aumenta il rischio, tarato in base alle condizioni atmosferiche, più frequenti saranno le telefonate fino a contatti quotidiani in presenza di condizioni climatiche particolarmente sfavorevoli. Saranno fornite notizie utili a modificare comportamenti errati e, se necessario, saranno allertati i presidi sanitari e i familiari. In aggiunta ai ricoveri in rsa e al servizio di sorveglianza attiva sono in funzione, tra l’altro, anche i servizi attivi ordinariamente come l’assistenza a casa, i pasti a domicilio, la teleassistenza.


Foligno (PG)

Foligno (PG), escursioni in zone fresche per combattere il caldo
Lo Spi Cgil Lega Intercomunale di Foligno e l’Auser lanciano una interessante iniziativa per combattere il caldo. Dal 19 luglio al 3 agosto si potrà prender parte ad escursioni nelle zone fresche. Si parte con navetta dalla sede della Cgil in via La Louviere alle 9 per poi far rientro entro le 13. Il tutto concentrato nei giorni lunedì, mercoledì e venerdì. Per il rispetto delle norme anti Covid è necessaria la prenotazione e l’utilizzo dei dispositivi di prevenzione previsti dalla normativa.Per informazioni e prenotazioni: Spi 3334430156; Auser 3491517613-0742353179.
Nei giorni scorsi, sempre in materia di lotta al caldo, il Comune di Foligno e il Distretto Sanitario Foligno USL Umbria 2, avevano raccomandato a tutta la popolazione di osservare una serie di semplici abitudini e precauzioni che possono contribuire notevolmente a ridurne gli effetti nocivi sulla salute. Uscire di casa nelle ore meno calde della giornata, indossare indumenti leggeri, di cotone o lino, proteggere la testa dal sole diretto e gli occhi con occhiali da sole, bere molti liquidi, mangiare molta frutta e verdura, non bere alcolici, fare pasti leggeri, porre attenzione alla conservazione domestica degli alimenti, usare il potere rinfrescante dell’acqua, conservare correttamente i farmaci.


Forlì
L’Assessorato alle politiche sociali del Comune di Forlì, insieme al Distretto Sanitario e alle associazioni del territorio, ha messo a punto un programma di prevenzione e contrasto delle ondate di calore, da svolgersi in ottemperanza alle disposizioni per contrastare la diffusione del Covid-19, rivolto alle fasce più fragili della popolazione, in particolare alle persone anziane e disabili, per aiutarle ad affrontare meglio il caldo estivo ed i disagi che ne conseguono, soprattutto se vivono sole.
Tra le azioni del programma è prevista la diffusione di opuscoli informativi negli ambulatori dei medici di medicina generale, in altri luoghi pubblici e al domicilio delle persone anziane, al fine di offrire consigli pratici per la prevenzione dei rischi connessi al caldo eccessivo e a fornire informazioni sulle opportunità e i servizi presenti sul territorio per evitare e contenere i disagi legati al periodo estivo. Per informazioni generali sui servizi sociali per anziani tel. 0543 712786 o 0543 712888. Per appuntamenti con le Assistenti Sociali del Servizio Anziani telefonare allo sportello sociale al numero 0543 712888 il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.30 alle 13.30 e il martedì e giovedì dalle 8.30 alle 18.


Genova
Da mercoledì 17 giugno, nell’ambito del progetto regionale ICAIA (Interventi di Comunità per Anziani e attività a favore dell’invecchiamento attivo) promosso e realizzato con Regione Liguria, è stato riattivato il call center regionale (800.59.32.35) per informare e sostenere le persone anziane nella gestione dell’emergenza caldo, protocollo che prevede anche l’intensificazione delle attività dei custodi sociali a sostegno delle persone anziane e in situazione di fragilità.


Fidenza (PR)
L’Auser Filo d’Argento di Fidenza (PR) rimane aperto per le ferie. I volontari fidentini insieme al loro responsabile Ermes Gorreri hanno comunicato che anche durante il periodo estivo, il servizio resta operativo, per rendere meno problematico il trasporto delle persone che non hanno aiuti familiari e sono sole. Purtroppo nei mesi estivi, tanti anziani restano soli, in una città che si svuota per le ferie. E Auser non vuole lasciarli da soli. Numerose sono state le richieste pervenute ad Auser filo d’Argento, per il trasporto per le vaccinazioni Covid verso l’ ospedale di Vaio nel rispetto delle norme di sicurezza dovute a questo periodo. Riconoscimenti e apprezzamenti sono pervenuti ad Auser Fidenza a livello nazionale. Per informazioni la segreteria è operativa tutti i giorni dalle 8.30 fino alle 11.30, chiamando lo 0524 – 523775.
Il progetto «Non più da soli» è dalla parte di tutte le persone che hanno bisogno e che si trovano in difficoltà. «A volte basta una telefonata amica per uscire da quell’ isolamento che tutti abbiamo conosciuto e vissuto» hanno sottolineato i volontari del Filo d’Argento, che augurano una serena estate a tutti.


Mantova
Come ogni estate, il Comune ha già predisposto il piano caldo, vale a dire una serie di servizi rivolti soprattutto agli anziani per prevenire che il normale disagio provocato da afa e innalzamento della temperatura intenso si trasformi in disagi e malori.

«È importante adottare stili di vita adeguati e sapere come comportarsi per prevenire i disturbi legati alle condizioni climatiche e per riconoscere i sintomi a cui fare attenzione – dice una nota informativa dell’assessorato al welfare – il Comune, settore welfare, servizi sociali e sport per aiutare le persone che rimangono in città nei giorni più caldi ha attivato il numero 376/376860».
Il servizio è rivolto agli anziani che durante l’estate si trovino soli in città (anche temporanea) per l’assenza di familiari o conoscenti a cui fare riferimento.

«Al servizio – prosegue la nota – è possibile chiedere una serie di prestazioni o informazioni. Innanzitutto si può chiedere aiuto, segnalando le proprie o altrui difficoltà determinate dal caldo. Ma al servizio telefonico è possibile chiedere all’operatore anche informazioni e consigli utili per fronteggiare l’ondata di afa».

Il piano caldo comprende, come ormai avviene da anni, la consegna di condizionatori o ventilatori (fino ad esaurimento scorte) e la fornitura di bottigliette d’acqua.

«Ma fornisce anche un aiuto per fare la spesa o per il ritiro di medicinali in farmacia – prosegue la nota informativa dell’assessorato guidato da Andrea Caprini – è anche possibile richiedere interventi a supporto della quotidianità che verranno erogati in collaborazione con associazioni di volontariato del territorio». Ovviamente si tratta di servizi da richiedere in caso di effettiva necessità. Il servizio telefonico è attivo fino al 13 settembre, dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 11.30 del mattino.


Milano
Piano Anticaldo/Antisolitudine ha come obiettivo il potenziamento degli interventi di assistenza a favore di anziani, anziane e persone con disabilità, estendendoli anche ad una fascia di cittadini/e che durante l’estate, complice il caldo e l’assenza di familiari, badanti e vicini di casa, possono trovarsi temporaneamente in difficoltà.
In questo periodo estivo vengono potenziate anche tutte quelle attività di contrasto alla solitudine e le iniziative di socializzazione, nel rispetto dei protocolli di sicurezza previsti per il contrasto all’emergenza sanitaria del Covid-19.
Il Piano Anticaldo/Antisolitudine prevede principalmente:

Monitoraggio telefonico degli utenti più fragili
Sostegno relazionale
Attivazione interventi di Assistenza domiciliare (igiene ambientale, igiene personale)
Attivazione del servizio Consegna pasti a domicilio
Consegna spesa e farmaci a domicilio
Disbrigo pratiche
Piccola manutenzione.

L’attivazione di tali interventi aggiuntivi si avranno nel periodo estivo dal 14 giugno al 31 agosto.

Vai al sito del Comune di Milano


Modena
È partito il progetto Estate Sicura 2021 con iniziative a favore delle persone anziane per rendere meno disagevole la permanenza in città durante i mesi più caldi. Il progetto nasce dalla collaborazione tra i Servizi del Settore Politiche sociale del Comune di Modena e il Dipartimento di Cure Primarie del Distretto Ausl di Modena e coinvolge anche associazioni e gruppi di volontariato.
Il piano è rivolto in particolare agli anziani che, insieme ai bambini, soffrono maggiormente le alte temperature della stagione estiva.
Come gli anni scorsi, è stato istituito un gruppo di lavoro operativo che ha disposto un piano di azioni: dall’attivazione di un numero verde per le urgenze alla mappatura degli “anziani a rischio”, dall’assistenza farmaceutica ai pasti a domicilio, dai soggiorni marini a Pinarella di Cervia ai piani informativi per i cittadini e per le collaboratrici familiari, con la distribuzione di opuscoli e schede informative contenenti le misure da adottare.
Tante sono, inoltre, le attività di socializzazione e di stimolo organizzate nei centri territoriali e nei centri aggregativi dalle associazioni di volontariato.
Il piano è attivo dal 7 giugno e lo sarà fino al 15 settembre anche con un numero verde (800-493797) che offre accoglienza e ascolto agli anziani in difficoltà psicologica a causa dell’isolamento, facilita l’attivazione dei servizi sociali o sanitari, fornisce informazioni su servizi e farmacie, attiva il pronto intervento. Il numero verde risponde dal lunedì al venerdì 8.30-13; lunedì e giovedì 14.30-18; negli altri orari è possibile lasciare un messaggio per essere ricontattati (per le emergenze, invece, occorre sempre rivolgersi immediatamente al 118).
Per attivare servizi di cure domiciliari sulla base del criterio di rischio, è stata tracciata una mappa degli anziani con più di 75 anni che vivono soli o con altri anziani e non hanno figli residenti in città.
È previsto inoltre un monitoraggio settimanale degli accessi di anziani ai pronto soccorso e in caso di situazioni di particolare disagio climatico vengono allertati medici di base, centri diurni e strutture per anziani.


Montelupo Fiorentino (FI)
Un laboratorio manuale per riscoprire i mestieri antichi, quelli di una volta. Dal falegname al contadino, dalla sarta al vasaro per finire col pittore: un vero viaggio tra i mestieri artigiani tipici di Montelupo Fiorentino, quelli che svolgevano i nonni anni fa. E chi può spiegarli ai bambini se non i nonni stessi? E’ con questo spirito che l’Auser di Montelupo insieme all’amministrazione comunale e ai nonni e alle nonne volontarie organizza «E…state a Montelupo», un centro estivo speciale che prenderà vita tutti i pomeriggi dalle 14,30 alle 18,30 negli orti sociali della frazione di Fibbiana. Far tornare i bambini a vivere la socialità, all’aria aperta, dopo mesi molto faticosi è quel che ci vuole. L’obiettivo è riscoprire il territorio e le antiche professionalità che ne hanno fatto la storia. I nonni artigiani saranno il cuore del progetto, rivolto ai bambini dai 6 ai 10 anni. I centri estivi partiranno il 5 luglio e dureranno fino al 30: nella programmazione anche qualche uscita come quella all’Oasi di Arnovecchio, ma anche giochi per scoprire storie e aneddoti legati al paese di Montelupo.
Per info: 0571 51161.


Monza-Brianza
Quasi 1.500 manifesti affissi in diversi comuni della Brianza e oltre 5.000 volantini informativi distribuiti nelle sedi Spi Cgil e Auser di Monza e della Brianza con le “10 regole d’oro” per difendersi dal caldo estivo. È una campagna di comunicazione dirompente quella organizzata dallo Spi Cgil di Monza e Brianza in collaborazione con Auser Brianza per proteggere la popolazione più esposta dai rischi delle alte temperature di stagione.
Spi Cgil Monza e Brianza e Auser, nella campagna di comunicazione, indicano anche due numeri di telefono ai quali potersi rivolgere in caso di necessità: 800 955 988, oppure 039 2731 149. Il primo è un numero verde e si può chiamare da rete fissa; il secondo, invece, è dedicato ai telefoni cellulari. Il servizio è gestito da Auser Filo d’argento ed è pensato per fornire informazioni utili e aiuto concreto.


Messina
Nell’ambito della campagna per la gestione dell’emergenza caldo, curata con l’Azienda Sanitaria Provinciale di Messina, il Comune di Messina, nello specifico l’Assessorato alle Politiche Sociali, ha deciso di attivare in via preventiva il Piano di emergenza caldo 2021 rivolto in modo particolare ai senza fissa dimora. Si è infatti stabilito, in collaborazione con la Messina Social City, di aprire h24 la Casa di Vincenzo e il Centro “Mai più Ultimi” con l’apertura dalle ore 9 alle 19. “Naturalmente ogni decisione relativa alla durata dell’intervento – ha evidenziato l’Assessore alle Politiche Sociali Alessandra Calafiore – dipenderà sempre dal bollettino della Protezione Civile. All’interno delle strutture attivate saranno costituiti anche punti di ristoro e sarà presente il personale per intrattenere i presenti con attività di svago. L’obiettivo è offrire adeguata assistenza e tutelare le fasce più fragili e deboli della popolazione, in particolare i senza fissa dimora, che non avendo punti di riferimento stabili, possono invece trovare nei centri di ristoro creati appositamente luoghi di accoglienza con climatizzatori al fine di garantire temperature idonee ad affrontare le giornate particolarmente calde come queste”.
È stata redatta “ONDATE DI CALORE 2021”, una guida ai servizi di assistenza sanitaria e di prevenzione per le ondate di calore, con un elenco di consigli utili per affrontare l’emergenza. In caso di malore è opportuno rivolgersi al proprio medico di famiglia che conosce la storia sanitaria del suo assistito. Per un’emergenza di medio pericolo durante le ore notturne, chiamare la Guardia Medica, attiva anche nei giorni festivi dalle ore 20 alle 8; se sussiste una situazione di pericolo di vita contattare o fare contattare il servizio H24 del 118.
I Punti di Primo Intervento a Messina sono via Del Vespro (090-3653518); Pistunina—S.S. 114 (090-3652042);
Le Guardie Mediche: Cittadella della Salute (090-59606); via Sacra Famiglia, 7 (090-2932510); Porto Salvo (090-45077);
I Servizi Sociali: Azienda Speciale Messina Social City (090-9488007); Casa Serena (090-9226547); Casa di Vincenzo (329-0697458); Centro Mai più Ultimi, piazza Stazione; Alloggi di Transito, villaggio Bisconte.


Padova
I Servizi Sociali hanno infatti realizzato un vademecum per informare la cittadinanza sulle iniziative e gli accorgimenti da adottare durante il periodo estivo. In particolare, la guida fornisce informazioni sui luoghi dove trascorrere la giornata in compagnia, le attività ludico socializzanti, le associazioni alle quali rivolgersi per chiedere aiuto, parlare o semplicemente per avere compagnia, lo sportello gratuito di supporto psicologico, i servizi gratuiti di consegna della spesa alimentare a domicilio, le piscine che prevedono agevolazioni per persone over 65 e i parchi. E’ scaricabile dal sito www.padovanet.it e distribuita in cartaceo presso: Ufficio relazioni con il pubblico – Comune di Padova, Centri Servizi Territoriali, Quartieri, Ufficio Attività Creative Terza Età, Azienda Ospedaliera di Padova, Distretti Socio Sanitari dell’Azienda Ulss 6 e le farmacie comunali.
Per restare sempre aggiornati sulle attività proposte dall’Ufficio Attività Creative Terza Età e sulle altre iniziative dedicate alla terza età sul territorio del Comune di Padova, è possibile iscriversi alla newsletter gratuita mensile dal sito www.padovanet.it oppure inviando una mail all’indirizzo segreteriaterzaeta@comune.padova.it Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’Ufficio telefonando allo 049-8205088 nei seguenti orari: lunedì – mercoledì – venerdì dalle 9:00 alle 12:00 / martedì dalle 15:00 alle 16:30.


Palermo
L’Auser Metropolitana di Palermo nell’ambito del progetto Nazionale Auser, è tutta l’estate aperta con un fitto programma di attività di socializzazione: musica dal vivo e serate conviviali, laboratori di danza terapia e di gruppo, laboratori di attività motoria e di cucina, tornei di burraco. Inoltre tante attività culturali come presentazioni di libri, conferenze e convegni. Si svolgeranno inoltre serate con gruppi teatrali e folkloristici e tante altre iniziative autogestite. Tutte le attività si svolgono all’aperto, nella massima sicurezza e può partecipare chi è vaccinato o con tampone negativo esibendo certificato.
Le attività si svolgono presso il Giardino del Benessere e Terrazze a Mare di Ficarazzi, beni confiscati alla mafia e concessi in gestione all’Auser e presso Auser Bagheria, Mezzojuso, Castelbuono, Misilmeri, Leonardo Sciascia, Leonard Da Vinci, Montelepre e Marineo.
Per informazioni: TEL. 335220589/0916172628 mail: auserpalermo@gmail.com


Parma
Il Distretto di Parma, composto dai Comuni di Parma (capofila), Colorno, Sorbolo Mezzani, Torrile e dall’Azienda Unità Sanitaria Locale di Parma, in collaborazione con l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, alza dunque la soglia di attenzione nei confronti degli anziani, che più di altri possono subire gli inconvenienti della stagione estiva.
Il piano prevede per il Comune di Parma l’attivazione martedì 15 giugno, di una segreteria telefonica dedicata h 24 al numero 0521 218444, attiva fino al 15 settembre, per raccogliere le segnalazioni degli anziani fragili; divulgare locandine con tutti i consigli utili per difendersi dal caldo; monitorare gli anziani soli, anche tramite i medici di famiglia; collaborare con il volontariato a supporto dei servizi.
Come gli anni scorsi, in linea con quanto previsto dalla Regione Emilia-Romagna, sono state predisposte una serie di misure, concordate a livello distrettuale, per prevenire e alleviare i disagi che le forti ondate di calore possono causare agli anziani. Si tratta di misure che si aggiungono alla rete dei servizi. Sempre in linea con le indicazioni regionali, i Comuni provvederanno, inoltre, a potenziare nel periodo estivo a favore delle persone più fragili i servizi domiciliari già esistenti e le accoglienze temporanee in strutture residenziali protette, come le Case Residenza (CRA).

Numeri utili. Grazie alla collaborazione con la rete di associazioni presenti sul territorio del Comune di Parma, l’Assistenza Pubblica per i Comuni di Colorno e Torrile e con la Croce Rossa per Sorbolo/Mezzani, si sono attivati anche quest’anno, fino al 15 settembre, numeri telefonici ai quali gli anziani possono telefonare 24 ore su 24 compresi i giorni festivi.

Anche quest’anno importanti realtà del volontariato garantiscono la collaborazione con i Servizi per fornire interventi di supporto agli anziani soli, soprattutto per il disbrigo delle pratiche della vita quotidiana. Queste le associazioni impegnate: per Parma: Assistenza Pubblica di Parma, AUSER Filo d’Argento, Struttura Comprensoriale ANCESCAO di Parma APS, Centro Sociale Il Tulipano, Servizio Spesa Solidale-San Leonardo, SER.MO.SOL, Associazione S.E.I.R.S. Croce Gialla Parma, INTERCRAL Parma, Parma WelFare, Croce Rossa Italiana (Parma) e Emporio Solidale; per Sorbolo Mezzani: Croce Rossa sezione di Sorbolo, Auser, Centro sociale ricreativo culturale autogestito e il Circolo Arci Capanna Verde; per Colorno e Torrile: Assistenza Pubblica di Colorno, Auser.

Gli anziani del Comune di Parma hanno a disposizione il numero 0521 218444, quelli dei Comuni di Colorno e Torrile possono rivolgersi all’Assistenza Pubblica di Colorno al numero 0521 815583, quelli del territorio di Sorbolo Mezzani alla Croce Rossa di Sorbolo al numero 0521 697019 oppure all’Assistenza Pubblica di Colorno al numero 0521 815583. A questi numeri di riferimento rispondono operatori e volontari che provvedono a segnalare ai servizi competenti le singole situazioni o ad attivare, se necessario, un intervento d’urgenza.


Pavia

ATS Pavia ha attivato il “Piano caldo 2021”, con azioni e consigli utili soprattutto a tutela delle persone più fragili, anziani e bambini. Informazioni utili, dunque, per prevenire gli effetti conseguenti ondate climatiche caratterizzate da elevate temperature ambientali.
Per venire incontro ai cittadini nelle giornate più calde, ATS Pavia ha messo a disposizione il numero verde 800 034933 (opzione 3) attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 09:00 alle ore 13:00, oltre alla casella di posta emergenzacaldo@ats-pavia.it. Inoltre, sul sito web e sui canali social sono disponibili tutte le informazioni relative ai sintomi legati alle alte temperature e i consigli per la popolazione generale, la popolazione a rischio per condizioni di salute o ambientali, anziani, donne in gravidanza, bambini e lattanti, lavoratori all’aperto e animali d’affezione.
Ai soggetti assistiti con voucher sociosanitario o con prestazioni infermieristiche occasionali e ai loro famigliari, vengono fornite informazioni per affrontare al meglio l’emergenza caldo. L’azione è svolta sia dal personale dell’ASST (valutatori ed erogatori di prestazioni infermieristiche occasionali), sia dai Soggetti Accreditati che erogano le prestazioni di assistenza domiciliare integrata a domicilio.
Viene infine monitorata la situazione clinica da parte degli operatori che assistono i pazienti a domicilio, con tempestiva segnalazione al Medico di Medicina Generale di aggravamenti o insorgenza di sintomi sospetti o nuovi eventi. Fondamentale quindi la stretta collaborazione tra ATS, Amministrazioni locali e Medici di medicina generale per attuare azioni di prevenzione, monitoraggio e mitigazione delle conseguenze.
Infine, si ricorda che è disponibile una applicazione (APP) per dispositivi elettronici “mobile” denominata “Caldo e Salute” messa a punto dal Piano Operativo Nazionale per la Prevenzione degli Effetti del Caldo sulla Salute del Ministero della Salute


Ravenna

A Ravenna è ripartito il progetto ’Nucleo fragilità’ dell’Ausl, servizio attivo dal 2005 con il quale i volontari contattano gli anziani per avvisarli circa i rischi del caldo. “Stiamo partendo – spiega Mirella Rossi, presidente di Auser e della Consulta del volontariato –. Abbiamo ricevuto l’elenco delle persone da chiamare dai Servizi sociali. Ogni giorno ci viene comunicata l’allerta meteo di Arpae”.
Le persone da chiamare sono tante: “Per ogni telefonata compiliamo una scheda – dice Rossi –: chiediamo agli anziani se vogliono essere richiamati, se hanno il condizionatore o il ventilatore a casa, con chi vivono”. Il lavoro con gli anziani è spesso anche di ascolto dei loro bisogni, e questo è ancora più vero dopo un anno difficile come quello appena passato: “C’è ancora questa situazione di grande incertezza e paura – aggiunge Rossi –, perché la normalità è un percorso che richiede pazienza e tempo. Gli anziani sono quelli che hanno pagato il prezzo più alto, sia in termini di morti che di isolamento. Li abbiamo chiamati anche durante la pandemia, in un momento in cui il telefono era l‘unico strumento di contatto con il mondo esterno. Erano spaventati, ci chiedevano di richiamarli”.
Ora lo stesso copione si ripete per i consigli per il caldo: “Gli anziani sono molto contenti di sentirci, anche perché ormai la nostra telefonata è diventata un’abitudine consolidata – spiega Rossi –. Capita anche che ci rispondano le badanti, che spesso ci chiudono il telefono, oppure i figli che ci dicono che il genitore sta bene. Ma la cosa più dolce è parlare direttamente con gli anziani, anche se a volte sono guardinghi perché temono le truffe”.

Nel caso in cui la situazione del caldo dovesse peggiorare, in campo scenderebbero anche i volontari di Mistral: “Andiamo in giro a distribuire acqua e volantini con consigli contro il caldo, ma solo al quarto giorno consecutivo di condizioni meteo avverse decretate da Arpae in base a un valore chiamato ’Indice di Thom’ – spiega Flavia Sansoni, segretaria generale di Rc Mistral –. In realtà andare in giro a distribuire le bottigliette è anche un modo per approcciare le persone, consigliarle e far sentire loro la vicinanza delle istituzioni. Negli anni comunque il messaggio è passato: i primi anni trovavamo molte persone in giro, negli ultimi anni invece abbiamo visto un cambio nelle abitudini. Il progetto ha dato i suoi frutti, ma meglio ricordare le indicazioni: non uscire nelle ore più calde, bere molta acqua, mangiare frutta, indossare un abbigliamento fresco”.


Rimini
Con il grande caldo, aumenta anche l’attività del piano di emergenza del nucleo fragilità anziani del distretto nord. Priorità a quelli più soli e più deboli, che vengono monitorati telefonicamente, testando non solo lo stato di salute ma anche quello psicologico. Circa un migliaio quelli seguiti su tutto il territorio. È inoltre possibile da parte di cittadini e famigliari, o degli anziani stessi, segnalare situazioni di disagio al numero di telefono dedicato del Nucleo fragilità anziani: 0541 / 1490572.


Roma
Al via il Piano Caldo di Roma Capitale per offrire alle persone anziane momenti di svago, intrattenimento e socializzazione durante i mesi estivi, con un programma di iniziative intenso e variegato.
Otto associazioni coinvolte, con date diverse tra il 28 giugno e il 19 settembre propongono possibilità differenti, con prenotazione obbligatoria per rispettare le misure di sicurezza sanitaria. Attività ricreative, culturali, sportive, anche all’aperto per un’estate da vivere in relax e sicurezza, tra mare, piscina, circoli di lettura, laboratori, corsi e momenti di socialità ricreativa.

“Con il miglioramento della situazione sanitaria, quest’anno la voglia di condivisione per le persone anziane è ancora più forte. Con il Piano Caldo abbiamo voluto offrire a chi resta in città nei mesi estivi una molteplicità di attività per rispondere al bisogno di socialità e di leggerezza”, dichiara la sindaca di Roma Virginia Raggi.

“Anche quest’anno abbiamo attivato un Piano Caldo all’insegna della valorizzazione del tempo libero e del rapporto con gli altri, in un clima di serenità e di promozione degli interessi personali, anche all’aria aperta, per un’estate vissuta insieme, nel rispetto di tutte le indicazioni di prevenzione sanitaria”, afferma l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale Veronica Mammì.

L’associazione “Sentieri popolari” (06-31079007) propone, dal 1° luglio al 19 settembre, presso la libreria Todomodo in via Bellegra 46, nel vicinissimo parco di Villa Gordiani (via Prenestina 325), e presso altri parchi della città un percorso di sostegno della terza età con attività ludico-didattiche, motorie e culturali, ma anche visite del territorio, laboratori riciclo creativo, corso di scacchi, alfabetizzazione informatica, circolo di lettura e altre attività culturali.

Dal 28 giugno al 10 settembre, la Uisproma work in progress s.s.d. a.r.l. (06-4182111) organizza attività motoria in acqua presso la piscina dell’impianto sportivo Fulvio Bernardini (via dell’Acqua Marcia, 51) e attività motoria e ricreativa fuori dall’acqua nello spazio ombreggiato nei pressi della piscina.

Dal 12 luglio al 3 settembre, il Circolo Montecitorio s.s.d. in via dei Campi Sportivi, 5 (06-8084776) mette a disposizione l’utilizzo della piscina e delle aree verdi annesse, con fruizione dell’area ristoro, libero accesso alla biblioteca, sala carte e TV, corsi in acqua ed eventi culturali gratuiti.

Dal 1° luglio al 3 settembre anche la Free sport s.s.d. a.r.l. presso la sede dello Sporting Club Ostiense in via del Mare, 128 (06-5923306) offre lezioni di acqua fitness, uso di lettino e ombrellone, ping pong, biliardino e palestra.

Dal 1° luglio al 10 settembre la Baila dance s.s.d. a.r.l. in via Gregorio XI, 211 (06-45677924) dà il via ad attività motorio-sportive, in particolar modo la danza; attività ludico-ricreative e giochi di abilità (quiz e tornei di carte), ma anche a laboratori teatrali con spettacolo finale. Alcune attività saranno svolte nel Parco di Val Cannuta in via Vezio Crisafulli n. 68/72.

Dal 28 luglio al 10 agosto 2021 l’Associazione educativa pedagogica “Petrarca” in via delle Dalie, 13 (392 840 4895) propone un soggiorno diurno marino presso lo stabilimento Orsa Maggiore Cral Poste (Lungomare Amerigo Vespucci 32, Lido di Ostia) con servizio navetta inclusa. Previste attività motorie, ludico/ricreative e di socializzazione: corso di ginnastica in acqua e\o sul bagnasciuga, attività di canto e ballo, giochi socio-ricreativi, spazio di ascolto di gruppo. Sono inoltre inclusi: servizio di trasporto (sarà garantita la partenza da punti di raccolta da definire in base alla zona di appartenenza), pranzo, servizio spiaggia comprensivo di ombrellone e lettino, servizi igienici, cabine di spogliatoi e la presenza di un accompagnatore e un educatore.

Dal 1° luglio al 30 settembre l’Accademia nazionale di cultura sportiva (06-40410287) presso il CSA “Giardinetti” (via Carlo Santarelli angolo via Casilina) e presso il CSA “Pierino Emili” (via Bompietro, 19), propone attività motorie di tipo aerobico (ginnastica educativa/posturale, camminate di gruppo, balli di gruppo) e ludico-ricreative, nonché seminari su attività motoria, sanitaria e alimentare.

E ancora, dal 1° luglio al 3 settembre, accesso libero alla piscina e utilizzo dell’ampio spazio verde attrezzato dello Sporting Club Ostiense in via del Mare, 128 (06-5923306).


Sassari
La sede di Li Punti Sassari è Aperta per ferie.
Ogni giovedì sino al 30 luglio “Corso di formazione Alzheimer”. Inoltre ci sono le attività di ginnastica dolce e ballo di gruppo all’aperto. Infine, visite guidate ai siti archeologici


Siracusa
Anche quest’anno, con l’arrivo dell’estate, il direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Lucio Ficarra con delibera dell’11 giugno 2021 ha adottato il Piano Operativo Locale per le ondate di calore che traccia le linee di indirizzo per la realizzazione di iniziative di prevenzione e di intervento volte a mitigare l’impatto negativo delle alte temperature in particolar modo sulle persone più fragili anziani, bambini, disabili e malati cronici.

Il piano è realizzato secondo le linee guida del Dipartimento regionale per le attività sanitarie ed osservatorio epidemiologico dell’assessorato regionale della Salute dove sono sintetizzate le conoscenze attualmente disponibili sui principali danni alla salute associati all’esposizione al caldo, sulle condizioni che aumentano il rischio della popolazione esposta e sugli interventi che possono ridurre l’impatto nocivo sulla salute delle ondate di calore.
L’Unità operativa Educazione alla Salute ha avviato la campagna informativa, predisposto il materiale cartaceo, locandine e brochure dedicate sia alla popolazione in generale che agli operatori coinvolti nell’assistenza dei pazienti fragili e, con inizio da lunedì 28 giugno nei Distretti sanitari di Siracusa, Noto, Augusta e Lentini, terrà le riunioni organizzative con i vari attori coinvolti, dal direttore del Distretto sanitario al responsabile dell’Adi al responsabile del Pte, ai referenti dei medici di medicina generale e dei pediatri, ai responsabili Enti locali per l’integrazione sociosanitaria, ai referenti delle associazioni delle cure palliative Andaf e Samot, alle associazioni già coinvolte e impegnate per la campagna di vaccinazione covid-19 dalla Protezione civile, alla Croce Rossa, alla Misericordia, all’Avulss e infine all’Auser che, essendo presente in tutti i Distretti della provincia, con i propri Centri di ascolto sosterrà le persone anziane e sole fornendo loro un aiuto concreto come la consegna di farmaci o la spesa ma anche e soprattutto l’ascolto telefonico con il progetto denominato “Filo d’Argento”.

Il referente per l’emergenza climatica provvederà giornalmente a raccogliere le informazioni sui diversi livelli di allarme, valuterà l’informazione da fornire alla popolazione e si avvarrà di tutte le strutture aziendali ospedaliere e territoriali per la realizzazione degli interventi di emergenza. I direttori dei Distretti sanitari attiveranno il Piano Operativo Distrettuale già predisposto e tramite l’assistenza domiciliare integrata, il servizio sociale, i volontari, i medici di medicina generale garantiranno gli interventi sul territorio. I direttori dei Distretti ospedalieri garantiranno il coordinamento ospedaliero e la predisposizione di posti letto straordinari mentre il responsabile dell’Unità operativa per l’Emergenza e Pte, in caso di elevato allarme, attiverà le misure di emergenza.

I medici di medicina generale, grazie alla diretta conoscenza dei propri assistiti e avvalendosi delle liste dei pazienti fragili ricevute dall’Assessorato regionale, potranno valutare i rischi delle ondate di calore, soprattutto in relazione alle patologie di cui i propri pazienti sono portatori. Nel sito internet aziendale è stato predisposto uno spazio web dedicato all’emergenza climatica dove è consultabile il materiale informativo per la popolazione.

Tra questo, l’opuscolo “Per un sole sicuro” rivolto agli enti e alle associazioni che si occupano di anziani e persone fragili con invito agli operatori a suggerirne la lettura e l’uso anche ai familiari dei pazienti e l’opuscolo “Un sole per amico” che sarà distribuito negli ambulatori e nei Consultori.


Spoleto (PG)

Piano caldo del Comune di Spoleto


Taranto
«L’amministrazione Melucci – fa sapere l’assessore ai Servizi Sociali Gabriella Ficocelli – ha attivato tramite i Servizi Sociali e la Polizia Locale il servizio di Centrale Operativa Sociale, nato a febbraio per aiutare i senza fissa dimora a far fronte alle situazioni di emergenza dovute a freddo e caldo eccessivi. Il servizio è organizzato in base ai bollettini di criticità emessi dalla Protezione Civile regionale e vede la partecipazione di Croce Rossa Italiana, Abfo, Noi e Voi e Pronto Intervento Sociale gestito dalle cooperative Nuova Airone e la Mimosa, impegnati nella distribuzione di pasti e bevande fresche. Il mio assessorato, inoltre, ha attivato il servizio “Bassa soglia”, gestito dalla Comunità Emmanuel, attraverso il quale i cittadini senza fissa dimora hanno la disponibilità di due docce al giorno dal lunedì al giovedì e una doccia il venerdì, dalle 8:30 alle 9:30 in via Pupino 1, previa prenotazione allo stesso centro o telefonica al numero 099 4521635.

Contestualmente, i cittadini senza fissa dimora potranno ricevere indumenti puliti». Il servizio pasti a domicilio per anziani soli è gestito dalla cooperativa Solidarietà e Lavoro previsto per i cittadini segnalati dai Servizi Sociali. I servizi Adi e Sad, gestiti rispettivamente dalle cooperative Domus e La Vela, si occupano invece dell’assistenza medica e del monitoraggio degli anziani con patologie croniche. L’associazione Auser, infine, affianca i Servizi Sociali destinando agli anziani in difficoltà i servizi di assistenza leggera, accompagnamento protetto, consegna farmaci e spesa, telefonia sociale con un numero dedicato: 099 4777600.


Terni
E’ iniziato il 5 luglio e proseguirà fino al 31 agosto (con la sola esclusione della settimana dal 9 al 15 agosto) il servizio “Fresca Estate 2021”, organizzato in collaborazione con l’Ancescao-Umbria Sud nell’ambito delle iniziative del piano calore 2021.
Il servizio, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 17.30, garantisce agli anziani autosufficienti soli e/o con lievi fragilità sociali la possibilità di trascorrere le ore più calde della giornata in locali climatizzati o dotati di verde attrezzato dove svolgere attività di socializzazione e condividere almeno un pasto. Le attività vengono svolte nel pieno rispetto delle misure anti Covid-19.
All’iniziativa hanno aderito i centri sociali di Ancescao Ferriera (Via Montefiorino 12), Gabelletta ( Via Gabelletta n. 96), Tacito, Cesure e Guglielmi (presso la sede di Via Vulcano), grazie anche alla collaborazione di volontari dei centri sociali stessi che si sono organizzati per gestire al meglio i turni di accoglienza.


Torino
Dal 1 luglio scatta il “Piano operativo per l’emergenza caldo 2021” realizzato dalla Città di Torino che, integrando le attività sanitarie dell’Asl Città di Torino e dei medici di famiglia, aiuta gli anziani a fronteggiare le difficoltà provocate da afa ed alte temperature da luglio a settembre, quando arriva in città il gran caldo e la percentuale di umidità raggiunge livelli molto alti.

Più nel dettaglio, tra i principali strumenti del “Piano emergenza caldo” c’è il call center del Servizio Aiuto Anziani, che risponde al numero 0118123131 ed è operativo tutti i giorni dalle ore 9.00 alle 17.00 (dopo le 17.00 e nei fine settimana risponde il centralino della Polizia Municipale).
Questo servizio assolve a una funzione di vera e propria “sentinella telefonica”, sia durante l’estate, sia nel resto dell’anno: ascolta, consiglia, fornisce informazioni, accoglie richieste di aiuto con la collaborazione di una “squadra” costituita da associazioni di volontariato: una “task force” che può assicurare, in particolar modo agli anziani soli, servizi di accompagnamento per visite mediche, piccole commissioni, ritiro della pensione e qualche ora di compagnia al domicilio.

L’assessorato al Welfare, in collaborazione con l’Asl Città di Torino e i medici di famiglia, ha inoltre previsto, su indicazione degli stessi medici di base, di attivare una serie di interventi domiciliari per gli anziani autosufficienti, sia ricorrendo a operatori professionali sia ad associazioni di volontariato.

A quest’iniziativa, per le persone in condizioni di non autosufficienza e con gravi problemi di salute, si aggiungono prestazioni di tipo sanitario o di aiuto domiciliare attivate direttamente dall’Asl.

Nel corso dell’estate e in base all’andamento climatico la Protezione Civile Comunale fornirà ulteriori informazioni sugli interventi e le iniziative utili ad affrontare eventuali ondate di particolare caldo che si dovessero verificare.

Il “Piano operativo per l’emergenza caldo 2021” – il cui obiettivo è quello di creare una rete di protezione che aiuti l’anziano a fronteggiare meglio i disagi provocati dal caldo e lo sostenga nel quotidiano, non lasciandolo solo – è stato predisposto e curato dall’assessorato al Welfare della Città di Torino, in collaborazione con l’Asl, ed è attivo dal 1 luglio al 30 settembre.


Trani
Ha preso avvio il 28 giugno il Piano Emergenza Caldo. Si tratta di uno degli interventi garantiti dal servizio di pronto intervento sociale (PIS) di Trani e Bisceglie, attivato in vista delle ondate di calore che si stanno già verificando durante questa stagione estiva e che potrebbero creare difficoltà a cittadini particolarmente vulnerabili, anziani soli o persone sole con patologie. Pertanto, l’Ambito Territoriale Trani-Bisceglie in collaborazione con la Cooperativa Promozione Sociale e Solidarietà di Trani e Trani S.O.S., che gestiscono il pronto intervento sociale, garantirà dei servizi di sollievo e sostegno in favore dei cittadini segnalati dai servizi sociali ovvero dalla rete formale e informale del territorio.

Le azioni sono rivolte a:

Anziani soli ultra 70enni non autosufficienti in situazione di disagio socio-economico;
Nuclei familiari a rischio, con segnalazione dei servizi sociali professionali;
Gravi situazioni di indigenza per persone sole in situazioni di carenza o assenza di aiuti significativi, parentali o della rete informale;
Senza fissa dimora.

Sarà avviato anche un programma di monitoraggio (telefonico e domiciliare) di “Sorveglianza attiva” attraverso una primaria mappatura degli anziani/persone sole/nuclei a rischio.
Il Dirigente dell’Ufficio di Piano – dott. Attolico invita tutti gli Enti e i cittadini in possesso di notizie e informazioni in tal senso a segnalarle al numero del servizio o ai Servizi Sociali Professionali.

Le azioni da effettuare riguarderanno:

“sorveglianza attiva” dei nuclei indicati dai servizi sociali professionali dei due Comuni attraverso il monitoraggio telefonico e/o domiciliare;
mappatura e “attività di supporto materiale” e di monitoraggio in favore delle persone senza fissa dimora;
distribuzione di n. 12 kit refrigeratori/ventilatori (6 nella città di Trani e 6 nella Città di Bisceglie), nelle abitazioni segnalate dal Servizio Sociale Professionale, in presenza di particolari situazioni di fragilità;
attivazioni di interventi personalizzati richiesti esclusivamente dal Servizio Sociale Professionale.

L’Ambito Territoriale garantirà le attività di monitoraggio fino al 31 agosto 2021.


Trani /2

Trani
Parte la quarta edizione di “Aperti X Ferie” di Auser Trani. Di seguito gli appuntamenti previsti

Dal 26 Giugno al 10 Luglio
Formazione – L’abc del giornalismo – a cura dell’Auser formazione

Dal 15 Luglio al 27 Luglio
Formazione – Generazioni – a cura del Colore degli Anni”

Dal 29 Giugno al 03 luglio
Turismo sociale – a mare in Calabria

Dall’1 Luglio fino a conclusione della rassegna
Concorso Poesia inedita sul tema: “L’AMORE AI TEMPI DEL COVID”

Dal 09 Luglio al 11 Luglio
Festival Internazionale Clowun – Workshop – a cura del Treno del sorriso Appuntamento mattutino.

Il 12 Luglio
Musica dagli anni 60 ad oggi con la voce di Alma Viva Ingresso ore 20,00

Il 14 Luglio Joe Zampetti e i suoi amici pelosi

Il 16 Luglio
Cantiamo in compagnia di Vittorio Cassinesi Ingresso ore 20,00

Il 24 Luglio – Cantar poesie… recitar canzoni Spettacolo con F. Minervini Ingresso ore 20,00

Il 28 Luglio
Musica un viaggio nella canzone d’autore con I Canta Storie Ingresso ore 20,00

Il 30 Luglio
Cultura – presentazione libro in compagnia dell’autore. Ingresso ore 20,00


Treviso
Temperature alle stelle, malori frequenti soprattutto tra gli anziani, il Comune di Treviso apre dal 12 luglio il centro di via Castello D’amore per dare un po’ di refrigerio a chi non può trovarlo altrove. Il servizio si rivolge in particolare agli anziani che non hanno l’aria condizionata a casa. La prenotazione è obbligatoria telefonando al numero verde 800938844. Per chi non sapesse come raggiungere il centro anziani Ca’ Sugana si potrà infatti usufruire del trasporto gratuito contattando Auser o Anteas con un piccolo rimborso spese chilometrico o utilizzando il voucher taxi o noleggio con conducente messo a disposizione dall’amministrazione. «Si tratta di un servizio particolarmente richiesto da parte della cittadinanza che dà la possibilità di affrontare le alte temperature di questo periodo in compagnia e in sicurezza», le parole dell’assessore alle Politiche Sociali, Famiglia e Disabilità Gloria Tessarolo. «Il centro anziani è inoltre dotato di un’area verde esterna e di un servizio bar».


Venezia
Anche quest’anno è attivo il “Piano di risposta agli effetti sulla salute delle ondate di calore”, che viene attuato dal 15 giugno al 15 settembre. Il Piano è predisposto e messo in atto dal Comune di Venezia, in collaborazione con Azienda ULSS 3 Serenissima.
“Il caldo, soprattutto se persistente, insieme ad un’ elevata umidità – rende noto la Protezione civile – può causare situazioni di disagio di diversa gravità, fino a mettere a rischio la salute delle persone, in particolare anziani, neonati, bambini con meno di 4 anni e le persone in condizioni fisiche non ottimali. Molte situazioni di disagio possono essere ridotte o prevenute sapendo cosa fare e a chi rivolgersi in caso di bisogno”.

Il Piano mira a garantire la salute delle persone anziane e comunque più vulnerabili e consiste in una serie di iniziative, tra le quali:

• l’aggiornamento dell’anagrafe dei suscettibili a cura dell’Azienda ULSS 3 Serenissima

•l a diffusione di opuscoli informativi sulle ondate di calore

• l’assistenza telefonica per fornire consigli su come difendersi dai rischi delle ondate di calore e fornire indicazioni sui servizi presenti nel territorio

• il potenziamento dei servizi a disposizione della cittadinanza.

“Nel redigere il Piano – spiega l’assessore alla Protezione civile Andrea Tomaello – si è necessariamente tenuto conto delle limitazioni poste a contrasto dell’epidemia COVID-19. In particolare, a differenza delle pianificazioni precedenti, le attività privilegiate saranno quelle di tipo domiciliare attraverso il monitoraggio e il supporto dei servizi sociali, socio-sanitari e sanitari, piuttosto che l’apertura di centri climatizzati”.

Presupposto del piano sono le indicazioni provenienti dei bollettini previsionali di Arpav che formula quotidianamente (dal 1 giugno al 15 settembre, giorni festivi compresi) entro le ore 15, una previsione sul disagio fisico e sulla qualità dell’aria, con particolare riferimento all’ozono, inquinante tipico della stagione estiva.

“Anche quest’anno – dichiara l’assessore alla Coesione sociale Simone Venturini – il Comune di Venezia, in accordo con l’Ulss 3 “Serenissima”, potenzierà i servizi a favore degli anziani. Particolare attenzione sarà rivolta alle persone inserite nella ‘anagrafe degli anziani fragili’ predisposta dal Servizio Igiene e Sanità Pubblica del Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda sanitaria lagunare secondo i criteri definiti dal Ministero della Salute. Le persone con più di 75 anni residenti nel territorio comunale sono circa 40mila, di queste circa 16mila vivono da sole, 10mila in terraferma e 6mila circa in centro storico”.

“Un ringraziamento – hanno evidenziato gli assessori – a tutti gli operatori dei servizi sociali coinvolti in queste attività, alla protezione civile e al personale dell’Ulss, per l’impegno profuso per la stesura del piano e per la sua attuazione”.

Per ulteriori informazioni sono disponibili gli approfondimenti predisposti dalla protezione civile: http://www.comune.venezia.it/it/protezionecivile


Verona
A tutela della popolazione più anziana il Comune di Verona, anche quest’anno, sta provvedendo alla distribuzione dell’opuscolo cartaceo ‘Estate anziani 2021’, giunto alla diciottesima edizione.
Il vademecum viene predisposto per dare un supporto ai cittadini non più giovanissimi che si trovano a trascorrere in città buona parte dei mesi estivi. Uno strumento ad hoc, che contiene informazioni, numeri di emergenza, indirizzi, utili per l’emergenze e per la gestione quotidiana della giornata. Sempre attivo, con servizio di ascolto H24, il numero verde ‘Famiglia sicura’ 800535535.
Dallo scorso anno, inoltre, è stato avviato il progetto ‘Lo so che non sono solo”, a servizio degli anziani veronesi con più di 80 anni e che vivono da soli. Cittadini che normalmente non vengono seguiti dai Servizi sociali ma che, soprattutto d’estate, rischiano di soffrire di solitudine e di non riuscire a risolvere piccoli o grandi problemi. I cittadini che desiderano aderire all’iniziativa o avere maggiori informazioni, possono farlo telefonando al numero verde gratuito dello Sportello Sì del Comune di Verona (800085570) o chiamando le segreterie dei Centri Sociali Territoriali.
Infine, a disposizione della cittadinanza anche la Centrale operativa della Polizia locale, con servizio H24 al numero 045 8078828.