Area riservata

Auser e Intersos insieme per aiutare i minori non accompagnati

Scritto da
14 Dicembre 2016

Un “polo sociale territoriale” da realizzare a Roma per l’accoglienza e la protezione dei minori stranieri non accompagnati. E’ la nuova sfida che vedrà insieme Auser e Intersos, approvata all’unanimità nel corso dell’ultimo Comitato Direttivo dell’associazione il 13 dicembre.
Intersos già da cinque anni è  impegnata nel progetto “A28 – Centro notturno per minori in transito” realizzato a Roma presso la propria sede, che ha offerto protezione ed assistenza a più di 3000 minori in transito. Ma non basta occorre fare di più. Roma è la città italiana che conta il maggior numero di presenze di minori stranieri non accompagnati, circa il 25% del dato complessivo nazionale. Ragazzi e ragazze provenienti da Eritrea, Egitto, Somalia, Afghanistan, Bangladesh, tutti vulnerabili e a rischio di abusi e sfruttamento.
Il nuovo centro sorgerà a Roma in un immobile di circa 800 mq all’interno di una estesa area verde concessa dalla Regione Lazio nel quartiere di Torrespaccata. Darà ricovero notturno ad un maggior numero di giovani, ma soprattutto diventerà un punto di riferimento sempre aperto con: unità di strada, poliambulatorio, centro diurno, inserimento lavorativo.
Auser, attraverso la sua rete, si impegna in una  campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi, per trovare le risorse necessarie per la ristrutturazione dell’immobile.

Categorie articolo:
Notizie

I commenti sono chiusi

MENU