Area riservata

Borgo Mezzanone (FG): Cgil, Solidaunia e Auser promuovono un Punto di Assistenza Sanitaria e Sociale

Scritto da
4 Ottobre 2023

Sta per nascere a Mezzanone un nuovo punto di assistenza sociale e sanitaria, promosso da Cgil, Solidaunia e Auser. L’iniziativa è stata illustrata durante una conferenza stampa svoltasi presso la Camera del Lavoro della Cgil di Borgo Mezzanone, popolosa borgata che sorge tra Foggia e Manfredonia. Il contesto di Mezzanone è particolarmente critico: alla carenza di servizi per i cittadini residenti si uniscono i bisogni irrisolti dei circa 2.000 lavoratori stranieri che vivono nel ghetto, noto anche come «La pista», in condizioni igieniche e sanitarie oltremodo precarie, che hanno spesso richiamato l’attenzione della cronaca nazionale. Le tre organizzazioni hanno sottoscritto un protocollo d’intesa che prevede l’attivazione sperimentale di un punto di assistenza sanitaria e sociale nella borgata, destinato a tutti: cittadini residenti e stranieri.
L’iniziativa è sostenuta da Solidaunia, ONG senza scopo di lucro che opera nel campo della cooperazione internazionale, dalla Cgil, anche attraverso i suoi sindacati di categoria Flai Cgil e Spi Cgil, e dall’Auser, attraverso le sue associazioni Auser Puglia, Auser Territoriale Foggia e Auser Foggia. La Cgil metterà a disposizione i locali e i servizi di mediazione linguistica e culturale, che andranno ad affiancare quelli istituzionali di tutela collettiva ed individuale dei lavoratori. Solidaunia implementerà e metterà a disposizione la strumentazione essenziale e i medici volontari che effettueranno le prestazioni, Auser promuoverà una campagna di crowdfunding e iniziative rivolte a migliorare il livello di alfabetizzazione e la capacità linguistica degli immigrati.
L’attività verrà avviata a partire dal prossimo mese di novembre, e sarà adeguatamente pubblicizzata sia nella popolazione residente che in quella del ghetto.

Categorie articolo:
Notizie

I commenti sono chiusi

MENU