Area riservata

Emergenza Coronavirus. 
La risposta di Auser Piacenza per gli anziani soli:
 spesa a domicilio, farmaci, trasporti inderogabili e compagnia

Scritto da
2 Aprile 2020

Il presidente Guarinoni: “Finita emergenza, elaboriamo il lutto in piazza leggendo nomi e cognomi dei caduti”

“Auser c’è”.  Sono decine e decine tutti i giorni gli interventi sociali di aiuto ai più deboli che il volontariato organizzato da Auser Piacenza, in collaborazione con parrocchie, istituzioni e semplici cittadini, porta a termine sul territorio Piacentino quotidianamente. Il presidente Luciano Guarinoni, ricordando i modi per attivare gli aiuti e i luoghi in cui la rete Auser si è saldata con soggetti capaci di sistematizzare il conforto attraverso la spesa di generi alimentari a domicilio, il telefono amico per una compagnia in quarantena e diverse raccolte fondi per i centri anziani e donazioni all’ospedale Guglielmo da Saliceto, lancia una proposta ai sindaci del territorio per “ricordare i caduti”, dice.
“Stiamo vivendo, come tutti, lutti e addii in un contesto che assomiglia a una guerra. Con i “caduti”  per questo  virus che non possono essere salutati dai propri cari, a cui è mancata una carezza o una parola di conforto di chi li ama. Per questo crediamo occorra un momento di elaborazione del lutto collettivo. Desideriamo proporre ai sindaci dei Comuni che vorranno aderire un momento di incontro da svolgere nelle piazze dei paesi, all’aperto, dove sono consentite le distanze interpersonali, e chiediamo loro di leggere nomi e cognomi di chi ci ha lasciato per  questa epidemia. E’ un bisogno che emerge nelle dalle persone che hanno perso tanto. Ricordare, in sicurezza, con nomi e cognomi tutti i caduti di questa guerra a emergenza finita ci aiuterà a ripartire”, conclude Guarinoni.

PROGETTI A PIACENZA DI AUSER PER EMERGENZA CORONAVIRUS
In Valtidone, a Ziano, è attivo un gruppo di volontari organizzato dal Comune, “Abbracciamo Ziano”, per cittadini che hanno necessità di consegne a domicilio. Il servizio di consegna dei medicinali è organizzato con il centralino telefonico dai volontari Auser con Chiara Pagliassotto (347 2713378 e 0523 868470). Per la compagnia telefonica, sempre a Ziano, è attivo il servizio “Chiamate Bruno” dalle 10 alle 20 al numero 3791108231.
A Castelsangiovanni è stato potenziato il Filo d’Argento con i volontari sotto i 65 anni di età. Anche qui, è possibile ricevere spesa, medicinali a casa o avere un po’ di compagnia chiamando il numero
0523/884575.
A Fiorenzuola, è attivo da 1 anno il progetto in rete “Io non ho paura”, coordinato dalla parrocchia, che procede alla spesa a domicilio con giovani volontari che svolgono il servizio. Nel Comune capoluogo, a Piacenza, Auser è attivo con il coordinamento di Giovanni Zordan e i giovani volontari per il supporto logistico e spostamenti, con un mezzo a disposizione per le emergenze e per la spesa e la consegna a domicilio di farmaci. In questo progetto dell’emergenza Covid a Piacenza sono impegnati 11 volontari. A Piacenza, inoltre, con Ordine dei Medici e il presidente Augusto Pagani, Auser ha attivato un filo diretto con medici volontari. Per attivare il servizio è sufficiente chiamare Cesarina Armani 3404885389  o Giovanni Zordan al numero 3420400778.
Sul fronte delle donazioni ieri Auser Piacenza ha donato 2.500 euro all’ospedale di Piacenza e sta contribuendo, a Fiorenzuola, alla raccolta fonda per RSA Prospero Verani.

Per info: Ufficio Stampa Auser Piacenza: Mattia Motta 3493545689

Categorie articolo:
Notizie

I commenti sono chiusi