Area riservata

La finestra di Jacopo: a Sesto Fiorentino (FI) uno spazio solidale per i bambini senza giochi

Scritto da
28 Gennaio 2022

Un giocattolo aiuta a vivere e permette di mantenere i legami tra le generazioni.
Purtroppo sono molti i bambini che non possono avere neppure un “giocattolo già giocato”. Partendo da questo concetto il piccolo Jacopo ha pensato di allestire una finestra dove mettere i giochi che non si usano più a disposizione di quei bambini che ne sono sprovvisti. Ecco che è nata la “Finestra di Jacopo”, uno spazio solidale per riciclare e rimettere in “gioco” tanti pupazzi e giocattoli inutilizzati ma ancora in buone condizioni. Giocattoli che attendono di poter essere usati dai bambini.
La Finestra di Jacopo è stata aperta e inaugurata il 14 dicembre, al circolo Auser Zambra di via Pasolini a Sesto Fiorentino. L’iniziativa di Jacopo è partita dal quartiere 2 di Firenze e poi si è allargata a Sesto Fiorentino e Signa e nei prossimi mesi si sposterà in altre città della provincia di Firenze.
Ad accogliere questa idea, portata all’Auser da Marzia Fanfani, il presidente di Auser Sesto Fiorentino che ha messo a disposizione gli spazi per accogliere i giocattoli. E all’inaugurazione erano presenti oltre al sindaco di Sesto Fiorentino Lorenzo Falchi anche il piccolo Jacopo che ha voluto lasciare sul davanzale della finestra alcuni giochi usati.
A questa finestra magica dove gli adulti e i bambini lasciano i giocattoli non più utilizzabili, si affacciano anche i nonni e le nonne alla ricerca di qualche gioco da regalare al proprio nipotino.
Al circolo Auser Zambra si può affacciarsi, dunque, a questa finestra magica e scoprire tanti doni e tanti regali possono essere lasciati su questo davanzale pronti per entrare nella vita di un bambino. E così un giocattolo, anche usato, può sancire il legame tra generazioni.

Categorie articolo:
Notizie

I commenti sono chiusi

MENU