Area riservata

La Spezia, Auser in campo con il progetto “Alfabeto anziani”

Scritto da
11 Gennaio 2022

Poter avere un farmaco a casa oppure qualcuno che venga a insegnare come ricevere e mandare una email. O avere un posto dove andare a incontrare un po’ di gente, per passare due ore a chiacchierare. O sapere che in caso di bisogno puoi fare una chiamata e arriva un mezzo di trasporto che ti accompagna dove serve. Sono questi e altri simili, semplici ma indispensabili, i servizi dedicati agli anziani della provincia di La Spezia e della Lunigiana selezionati da Fondazione Carispezia che ha deciso di sostenerli con oltre 300mila euro. Il bando si chiama «La comunità per i suoi anziani», i progetti individuati sono sei. E l’obiettivo generale è quello di potenziare la rete di aiuti e servizi a favore di questa fascia particolarmente fragile della popolazione.
Le sei iniziative, sostenute complessivamente con circa 330 mila euro, prevedono interventi innovativi e integrati su tutto il territorio della provincia della Spezia e della Lunigiana, messi in campo da partnership formate da Comuni e organizzazioni del Terzo settore: dal promuovere la domiciliarità come percorso preferenziale volto a garantire la permanenza dell’anziano nel proprio contesto di vita al supporto rivolto anche ai familiari per ricostruire relazioni sociali interrotte dalla pandemia, fino alla sperimentazione di modelli innovativi per un’assistenza di prossimità in risposta ai nuovi bisogni.
Il primo dei sei progetti si chiama «Alfabeto anziani» e ne è responsabile Auser La Spezia: prevede laboratori e servizi di counseling anche per ridurre il divario digitale tra generazioni. Il progetto presentato da Auser La Spezia è un tentativo di consolidare le tradizionali attività Auser di aiuto alla persona con qualche innovazione nel sostegno alla domiciliarità “nello spirito degli obiettivi che ci siamo dati e dei progetti che saranno attivati con i fondi pnrr”.

 

Categorie articolo:
Notizie

I commenti sono chiusi

MENU