Area riservata

Salerno, dodici lezioni contro il caporalato

Scritto da
6 Febbraio 2024

Esperienze, riflessioni, racconti personali di sfruttamento e degrado nella Piana del Sele: dieci lezioni/docenze di braccianti stranieri vittime di sfruttamento. Il progetto è promosso da Auser Campania Napoli ODV.
Prevede dieci lezioni/docenze sul tema del caporalato in agricoltura, tenute da braccianti stranieri occupati nelle aziende agricole della Piana del Sele, vittime del fenomeno della intermediazione illegale di manodopera. Le lezioni saranno videoregistrate presso le abitazioni dei migranti e nei loro luoghi di aggregazione. “Siamo convinti che le esperienze e le storie di vita dei braccianti stranieri e il loro percorso di affrancamento possano arricchire le nostre conoscenze e darci la possibilità di trovare nuove strade e nuove chiavi di lettura per una più efficace lotta di contrasto al caporalato – a dirlo è il Presidente Auser Campania Napoli Anselmo Botte, che continua – dobbiamo conoscere meglio la loro storia e la loro vita, se vogliamo lottare e sconfiggere i loro aguzzini, delinquenti che si muovono senza trovare pace e senza darne; loro sono pochi e noi così tanti, ma sbagliamo quando crediamo di conoscere nei dettagli la loro attività, non è così e non è assolutamente sufficiente quello che noi conosciamo. Solo i braccianti stranieri conoscono bene i caporali, ed è da lì che dobbiamo partire: dalle loro narrazioni dobbiamo ricavare quegli elementi utili per consentire e combattere con successo i caporali. Illegalità, sfruttamento, degrado, povertà, non sono più tollerabili soprattutto se a subirle sono onesti lavoratori che reggono sulle loro braccia e sulle loro spalle l’economia di un territorio. Non dobbiamo più girare la testa dall’altra parte quando li vediamo piegati nei campi, ma cercare di ascoltarli e insieme a loro trovare la via del riscatto”, conclude Botte.

Categorie articolo:
Notizie

I commenti sono chiusi

MENU