Area riservata

Umbria: alfabetizzazione informatica, supporto extrascolastico per i bambini e sostegno alle persone affette da Long Covid

Scritto da
15 Febbraio 2022

Le tre grandi direttrici del progetto Resilienza Intergenerazionale che vede insieme Auser, Anteas e Ancescao
38 corsi attivati per un totale di 1520 ore e 360 partecipanti. E’ il risultato del corso di alfabetizzazione informatica per anziani attivato da Auser Umbria nell’ambito del progetto Resilienza Intergenerazionale. 28 ore di teoria e 12 di pratica per imparare a destreggiarsi con l’aiuto di giovani tutor nel complesso mondo di internet, delle app e degli smartphone.
L’approccio all’informatica e a internet è solo una delle tre grandi direttrici in cui si sviluppa il progetto che Auser Umbria ha portato avanti insieme ad Ancescao e Anteas con il sostegno della Regione e del Ministro del Lavoro e delle politiche sociali. L’altra grande direttrice è rivolta ai bambini da 3 a 6 anni per i quali sono stati creati spazi educativi di integrazione ai servizi degli asili per un totale di cinque ore aggiuntive settimanali, sabato mattina compreso. 60 i bambini coinvolti che hanno potuto sperimentare con l’aiuto di tre nonni e di educatori forme nuove e divertenti di intrattenimento. I bambini più grandi, da 6 a 13 anni, hanno invece potuto contare sulla presenza di tutor per il recupero scolastico. I lunghi di mesi di Dad hanno creato grandi disagi soprattutto per gli studenti più svantaggiati in materie come la matematica, l’italiano, le lingue straniere. I volontari dell’Auser Umbria e delle altre organizzazioni hanno fatto rete con le scuole e le famiglie per cercare di individuare il maggior numero di studenti bisognosi di supporto scolastico e dare loro un aiuto concreto. Terza linea d’intervento riguarda il supporto alle persone coinvolte dagli effetti del Long Covid in questo caso i volontari dell’Auser insieme a un gruppo di professionisti, oltre alla proposta di esercizi di respirazione e rilassamento, si impegnano nella diffusione di messaggi rassicuranti, informazioni e indirizzando ove necessario ai servizi competenti nel territorio.

Categorie articolo:
Notizie

I commenti sono chiusi

MENU