Area riservata

Villafrati (PA): nel terreno che era del boss sorgerà un centro culturale Auser

Scritto da
5 Luglio 2022

Un terreno confiscato a Cosa Nostra diventa a Villafrati  un bene comune. E’ stata siglata la convenzione fra il Comune guidato dal sindaco Francesco Agnello e l’Auser di Villafrati che lo gestirà per i prossimi dieci anni. Il terreno, di circa 1800 metri quadrati,  è stato confiscato alla mafia nel 1994 e si trova in località Stallone  vicino alle antiche terme arabo normanne di Cefala Diana. ”Faremo accoglienza sociale ai turisti – sottolinea il presidente di Auser Villafrati Pietro Cuccia – e cercheremo di realizzare un polo culturale aperto a tutti dove fare presentazioni di libri, eventi, ma anche per valorizzare lo storia millenaria del nostro territorio. Verrà data attenzione al turismo sociale e sostenibile, e vorremmo mettere in campo tante iniziative a favore dei cittadini più fragili”.

Categorie articolo:
Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

MENU